Difficile non è sapere una cosa, ma sapere far uso di ciò che si sa. Han Fei

> Home > Eventi a Milano del 25-11-2013 > Musica e Spettacoli > Salta, Farid! - Il lungo viaggio di Farid,...

Salta, Farid! - Il lungo viaggio di Farid, scolaro afgano che credeva che l'Inghilterra fosse la capitale dell'America

Salta, Farid! - Il lungo viaggio di Farid, scolaro afgano che credeva che l'Inghilterra fosse la capitale dell'America

 

 

INGRESSO GRATUITO!
Un racconto in musica di Anna Zapparoli e Mario Borciani
Con Marco S. Bellocchio, Benedetta Borciani, Beniamino Assad Borciani, Pietro Masotti, Lucrezia Piazzolla
E i bambini Martina Cimmino, Giovanni Fiorini, Rachele Fiorini Benedetta Giammusso, Francesco Pellarin
Direzione musicale e Pianoforte: Mario Borciani
Tastiere: Federica Zoppis
Elementi scenici: Daniele Botteri
Luci e fonica: Arnaldo Ruota

Prima di essere uno spettacolo, Farid è una persona vera.
In un tempo in cui i varchi della fortezza Europa sono irti di filo spinato e i pescherecci possono voltare le spalle, in tutta legalità, alla morte e alla disperazione che approda sulle coste del vecchio continente, è importante raccontare la storia di Farid, la storia vera di un singolo ragazzo che riassume in sé quella di tante persone. E se Brecht fosse vivo, riteniamo, sarebbe bello che questa storia la raccontasse lui. E lo facesse alleandosi - come spesso fece con risultati altissimi - con la musica. Questa è la premessa con cui ci siamo messi all'opera. Al nostro protagonista abbiamo dato un solo nome e tre volti: quelli di tre ragazzi di età diversa che hanno seguito il nostro laboratorio di teatro in musica, costruendo una cantata corale che unisce bambini, adolescenti e adulti in un'indagine sul tema dell'infanzia negata e della migrazione.
Il nostro progetto è nato nel 2010, dopo che abbiamo conosciuto Farid personalmente in Inghilterra, a Canterbury, dove lavorava in una pizzeria. Oggi Farid è un cittadino inglese, ma la sua vicenda comincia nel 1998 a Mazar i Sharif, la città della moschea blu. Farid era un bambino, e sedeva nel suo banco, a scuola, quando i talebani fecero irruzione nella città, e dettero inizio a uno dei più feroci massacri della tormentata guerra afgana: in sei giorni furono uccise più di seimila persone. Tra cui, probabilmente, i genitori di Farid, ma di questo lui non ha la certezza, perché non ebbe modo di scoprirlo. Mani adulte lo trascinarono via, e qui comincia il lungo viaggio di Farid. Il bambino attraversa fortunosamente Afghanistan, Iran, Turchia, Grecia, Italia (particolarmente impressionante il racconto del suo arrivo a Brindisi appeso sotto a un camion) e Francia, riuscendo finalmente a coronare il suo sogno di saltare, in barba ai poliziotti francesi, sul treno che sotto il mare lo porterà alla meta desiderata, l'Inghilterra, che lui ritiene essere la capitale dell'America.
Il viaggio di Ulisse, si sa, lo chiamano odissea, ed è un viaggio di ritorno alla propria casa: ma come si chiama il viaggio di chi dalla propria casa - e ancora bambino - è obbligato a fuggire?

Dati Aggiornati al: 23-11-2013 12:40:11

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 21:00 dal 25-11-2013 al 27-11-2013
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Lun - Mar - Mer -

Dove: Teatro Dell'Arca

Indirizzo: -- Milano

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento