Nulla fa sospettare tanto un uomo quanto il saper poco. Francis Bacon

> Home > Eventi a Milano del 20-03-2014 > Mostre e Cultura > STILL LIFE. NOT DEAD YET

STILL LIFE. NOT DEAD YET

STILL LIFE. NOT DEAD YET

 

 

Lo spazio Art in the City (Via Medici 15, Milano), in collaborazione con NABA - Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, Ŕ lieto di ospitare STILL LIFE. NOT DEAD YET, un'idea del collettivo curatoriale composto da: Caterina Aquili, Sabrina Ceruti, Stefania Magli, Paola Mapelli, Fabio Meloni e Magdalini Tiamkaris che accoglie le opere di 7 artisti tra cui: Cecilie Hjelvik Andersen, Ruben De Sousa, Carlo Fiele, Roberta Garbagnati, Giulia Maiorano, Miao Qian e Sarp Renk Ízer.

L'esposizione si pone come obiettivo un'indagine sulle relazioni che intercorrono fra oggetti, individui e contesti.

STILL LIFE. NOT DEAD YET Ŕ un gioco di parole a partire dalla traduzione dall'inglese " still life" (natura morta) e la sua scomposizione letterale in due termini ben distinti: still (ancora) e life (vita), ovvero " ancora vita" , che si allontana dal concetto di natura morta per dare spazio a pi¨ ampie teorie e considerazioni. Un enigma semantico che ci porta a riflettere sul significato che assumono gli oggetti nel momento in cui ci relazioniamo ad essi, dunque al mondo fisico e alla societÓ. ╚ la contaminazione e la continua messa in gioco del suo significato a mantenerlo in vita, aldilÓ della sua finitezza materiale. Still life come nature morte che continuano a vivere aldilÓ della loro condizione di morte.

Un oggetto per definizione Ŕ qualcosa di materiale, inanimato, percepibile attraverso i sensi. Qualcosa che continua a vivere quando gli uomini scompaiono. Esiste in quanto realtÓ a se, indipendentemente dal soggetto pensante e dall'atto con cui Ŕ immaginato. ╚ una base dalla quale partire in vista di un riconoscimento di se stessi e dell'altro. L'oggetto gioca un ruolo di mediazione tra le persone, mette in relazione gli uni con gli altri e dÓ origine a costellazioni di significati. Attraverso gli oggetti si pu˛ leggere una storia, un racconto, un vissuto che si rapporta con l'esistenza. Riconsideriamo la funzione dell'oggetto, non in quanto semplice feticcio, ma come tentativo di rappresentazione di uno stato psichico. ╚ la percezione che una persona ha del mondo e allo stesso tempo uno strumento che lo aiuta ad osservare e a misurare le cose. ╚ una traccia, che nasce dall'esigenza umana di trasmettere qualcosa di transitorio che perduri nel tempo. Una sorta di memento mori che s'interroga appunto sulla caducitÓ dell'esistenza.

La mostra collettiva - che inaugurerÓ giovedý 20 marzo sarÓ visitabile fino al 26 ed Ŕ il progetto conclusivo sviluppato all'interno del Corso Serale di Curatela ideato e tenuto da Andris Brinkmanis e Elvira Vannini.

Dati Aggiornati al: 15-03-2014 22:03:35

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Giovedì 20-03-2014 alle 18:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Art in the City Milano

Indirizzo: via Medici 15 Milano

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento