...per rimanere sempre informati su cosa accade attorno a noi...

> Home > Eventi a Milano del 15-04-2014 > Musica e Spettacoli > DEMOCOMICA UN CABARET CHE TI PENETRA...

DEMOCOMICA UN CABARET CHE TI PENETRA L'ONIRICO

DEMOCOMICA UN CABARET CHE TI PENETRA L'ONIRICO

 

 

- Qual'è il primo sogno che ti ricordi?
- Avevo 4 anni, ogni notte i miei sogni avevano una sigla-o almeno così mi piace pensarlo: da prima rimanevo schiacciato ed incastrato in una di quelle sedie di plastica pieghevoli grande novità dell'epoca e poi salivo su un' altalena su una collinetta e mi spingevo ..e mi spingevo fino a librarmi nell'aria e nel vuoto e in una turbinosa ed eccitante perdita dei sensi cominciava con una dissolvenza in bianco la messa in onda del sogno della notte.
- Collinette, altalene, mi sorprende per te un immaginario così fanciullesco, ti facevo già più contorto a 4 anni.
- Certo ma quella era la sigla, e poi cominciava un' orgia di mostri, vampiri deformi, strani omini verdi con le orecchie appuntite in abito da sera e capello scuro che potevo vedere solo io che mi affiancavano nelle giostre della scuola materna suggerendomi idee di distruzione e morte, una volta mi ricordo di aver sognato il terribile mostro di sangue Che Guevara, una specie di icona del Guevara sanguinolenta con un abito da nemico della base Alfa di spazio 1999-la cosa più inquietante è che, non so perchè-ma era collegato ad una sorpresa che si trovava nelle patatine Pai dell'epoca.
- Ecco, altro che il primo sogno! Mi hai fatto ricordare che all'epoca dentro le patatine c'erano le sorprese, inutili, potenzialmente nocive, unte..però pur sempre ambitissime sorprese.
- E io avrei ucciso per le sorprese di " Guerre intergalattiche" delle patatine Pai,in realtà sarebbe bastata una mezza parola di qualche omino verde benvestito della mia visionaria fantasia e avrei ucciso comunque.
- E chissà che ne è stato di quel tempo lontano- e chi mai avrà vinto la guerra intergalattica.
- Si, sembra così remoto quel tempo: perdita dei sensi e in fondo non ancora dell'innocenza, tutto sembrava essere una nonna premurosa che ti copriva di regalini lo facevano le patatine, il Nesquik, i tegolini,le girelle.
- Le girelle facevano regalini?
- Non mi ricordo, ma potevano non permetterselo loro, erano già troppo avveniristiche nella forma e nell'avvincente marketing a colpi di sagaci trucchetti rifilati al golosastro.
- Sbaglio o c'è un po' di malinconica regressione?
- E quando non c'è?E' il nostro destino.. Ma se siamo destinati a vivere un' esistenza fatta di un inizio e di una fine senza il controllo degli sfinteri.
- Il principio è la fine e viceversa.
- Però il sogno è vera democrazia! Si sogna sempre anche prima di cominciare ad avvelenarci con il primo respiro, anche prima di cominciare a lamentarci e a rompere i coglioni a qualcuno con il primo vagito! Perché esistere in fondo è quello. E il sogno è l'unica vera ideologia che accontenta tutti: è democratico perché senza metterlo in conto puoi sognare chiunque: te stesso, la tua prima fidanzata, la compianta zia Luciana, Jocelyn, ma di più, ancora di più: una siringa per il silicone che chiede asilo politico in Buthan, l'elefantino della Total (te lo ricordi l'elefantino della Total?) che vince il festival del cinema di Berlino grazie ad un pediluvio fatto con teste di Salvatore Baccaro in madreperla.
Quindi..è anche anarchia-e direi..è il sogno! democraticanarchia, si un vero sogno, tant'è che molti orizzonti e pensieri di un ordine politico puro son chiamate appunto: utopie e l'utopia è sogno.
- E dire che sembri così triste. Eppur si parlava di quel gioioso e pazzo mondo altro, della vita che si vive dopo il soffio del mago sabbiolino, di quella puntata di sit-com lisergica che un povero cervello che mai può spegnersi totalmente (se non in caso di morte o in caso di Roberto Cota) è costretto a dirigere con la poca forza e la poca lucidità del momento-per non parlare del casting, il casting generalmente è fatto da un apparato gastrointestinale magari messo anch'esso a dura prova.
- E poi si arriva alle grandi domande: la vita è sogno? Quando siamo svegli invece dormiamo? Siamo solo il sogno di qualcun'altro? Nel tal caso: ma cosa avrà mangiato di così pesante questo qualcuno dal poter sognare un individuo, anzi miliardi di individui che non solo vivono e sognano ma sono arrivati a vivere e a sognare fino al punto di imbastire una società che impone regalini nei sacchetti di patatine (o almeno una volta lo faceva) e addirittura arriva a dire nella vita vissuta, o forse in quella sognata-di poter essere in effetti il frutto di un sogno altrui.
Tanti dubbi, come al solito..ma ho una certezza che tra l'altro chiude tutto, per una volta- in un' armonia di pensiero perfetta: il mio ultimo, più grande sogno..sei tu.

E.V.

E tutto questo un martedì (te lo ricordi l'elefantino della Total?) qualunque.

Dati Aggiornati al: 14-04-2014 10:06:00

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Martedì 15-04-2014 alle 22:05
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Cicco Simonetta Arci Milano

Indirizzo: Via Cicco Simonetta 16 - P.ta Ticinese/Navigli Milano

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento