Il tempo manca solo a chi non ne sa approfittare. Gaspar M. de Jovellanos

> Home > Eventi a Milano del 06-11-2014 > Mostre e Cultura > Once Upon a Time

Once Upon a Time

Once Upon a Time

 

 

ONCE UPON A TIME…

La “fiaba” fotogastronomica di Anselmo e Graziella scritta da El Señor Vombato e Congusto.

Il 6 e il 7 novembre a Milano in via G.B. Nazari 3, presso la scuola di cucina Congusto.

Arte e food si incontrano in Once Upon A Time, la fiaba che El Señor Vombato e Congusto racconteranno il 6 e il 7 novembre nella sede della rinomata scuola Congusto, in via G.B. Nazari 3 a Milano.
Questa mostra fotogastronomica è, quindi, una favola scritta a più mani.
El Señor Vombato, il collettivo nato nel 2011 dai writer Puro e Owen, narrerà le avventure di due fratelli, Anselmo e Graziella, in una versione “reloaded” di Hansel e Gretel dei fratelli Grimm.
Anselmo e Graziella, dopo aver trovato in mansarda il libro “La leggenda della Strega del Bosco” e averlo letto, scoprono che i protagonisti di quelle pagine, Giannino e Greta, sono i loro nonni. Decidono così di partire per ripercorrere le loro orme.
Il racconto avverrà attraverso nove opere, in cui ancora una volta Puro e Owen fondono fotografie e disegni e presentano simpatici characters, raggiungendo risultati unici ed emozionanti.
Congusto, la scuola di cucina che da oltre dieci anni presidia il capoluogo lombardo con i suoi corsi, le sue tecniche e i suoi fedelissimi docenti, (ri)scriverà ogni capitolo di questa favola a suo modo: confezionando finger food, che per sapore, colore e forme possano accompagnare il pubblico, passo dopo passo, alla scoperta del lieto fine.
La favola raccontata da El Señor Vombato e da Congusto è destinata a conquistare i palati più diversi, accomunati però tutti dal gusto per l’arte: quella dell’immagine e quella della cucina, ma anche quella del narrare.
Once Upon A Time verrà inaugurata il 6 novembre, dalle 18.00 alle 22.

Venerdì 7 novembre potrà essere visitata dalle 10 alle 18.
PRESS OFFICE | Barbara Cologni, tel. +39 393 8328145 – press@silviaranzi.com
Corso Buenos Aires 23 – 20124 Milano – Tel. +39 02 83420920

La trama della fiaba “Anselmo e Graziella”

Graziella, aprendo un baule in mansarda, nascosto sotto giocattoli, carillon e vestiti, trova un libro, “La leggenda della Strega del Bosco”. E inizia a sfogliarlo. Bastano poche righe per conquistarla e farla immergere nella lettura. Pagina dopo pagina, scopre che i protagonisti di quella fiaba, di quell’avventura pericolosa e affascinante, sono i suoi nonni: Giannino e Greta… Ed emozionata, lo rivela subito ad Anselmo…
La leggenda della Strega del Bosco. Giannino e Greta abitavano in un piccolo villaggio sul limitare di un grande bosco, vecchio come la terra e il cielo. Un tempo il villaggio era stato un importante snodo commerciale, impegnato nella produzione e nell’esportazione di legname. In quel periodo, invece, gli affari non andavano più molto bene, a causa delle recenti guerre di successione al trono del Re, che avevano disturbato i commerci e bloccato le rotte del legname.
Così, molti taglialegna erano stati costretti a dover dimettersi dalla loro Fratellanza. Molti di loro non riuscivano più a sfamare i figli, poiché le provviste erano sempre meno e l'inverno era alle porte.
Uno di loro, padre di famiglia disperato e senza lavoro, convinto dalla moglie, decise di portare i figli nel bosco con la scusa di fare legna: lì, i due bambini, Giannino e Greta, vennero abbandonati. Dopo molto vagare per la foresta, i fratellini trovarono una radura, dove videro una piccola casa. Si avvicinarono e, con stupore, scoprirono che la casetta era fatta interamente di dolci, che, per la fame, iniziarono a mangiare. Mentre stavano sgranocchiando le pareti di marzapane, dall'interno della casa spuntò una vecchietta. Molto affabile, si offrì di ospitare i due fratelli, che, non sapendo dove andare, accettarono grati la sua ospitalità. Ben presto, però, Giannino e Greta si resero conto di non essere più liberi, bensì prigionieri della vecchia, che si era finta benevola ma che in realtà era una strega, che mangiava i bambini: Giannino, troppo magro, venne messo all'ingrasso dentro una gabbia, così da metter su un po' di carne, destinato a diventare il pasto della strega, ben decisa a mangiarselo quanto prima. Greta, che dovendo fare le pulizie era libera di girare per la casa, riuscì con un trucco a spingere la strega dentro la stufa, bruciandola. Liberato Giannino e impadronitisi dei beni della strega, tornarono a casa dal padre, ormai ricchi e senza problemi economici per il futuro.
El Señor Vombato. Writer di lunga data, Alessandro PURO e Daniele OWEN Bursich militavano da anni nella stessa crew CNN 1992, condividendo la voglia di scoprire e di sperimentare. Sempre alla ricerca di nuovi muri su cui dipingere, i due decidono di intraprendere l’esplorazione di luoghi abbandonati e di luoghi dimenticati dalla società.
Il loro viaggio si snoda attraverso fabbriche dismesse e diventa fin da subito un percorso fotografico. Per testimoniare e trasmettere le memorie di queste location, i due artisti danno vita a dei simpatici characters che in modo ironico e irriverente si appropriano della solennità degli spazi… Simpatici characters o spettri di una realtà urbana dei nostri tempi?
La fusione tra fotografia e disegno, la sperimentazione di nuove tecniche e la ricerca di un nuovo stile caratterizzano le opere firmate El Señor Vombato.

Dati Aggiornati al: 04-11-2014 19:36:56

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Giovedì 06-11-2014 alle 18:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Congusto

Indirizzo: via G.B. Nazari 3 Milano

Prezzo: Gratis