WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

...Eventi per tutti, non solo per gli amici...

> Home > Eventi a Napoli del 27-01-2018 > Musica e Spettacoli > Aperi-Spettacolo " Episodio Zero" con...

Aperi-Spettacolo " Episodio Zero" con Walter Lippa

Aperi-Spettacolo " Episodio Zero"  con Walter Lippa

 

 

L’arte ha tante facce: visiva, musicale, teatrale e gastronomica.
Dalla volontà di unire queste espressioni dell’estro artistico nasce l’evento Episodio Zero.
Nello storico e imponente Palazzo dello Spagnolo a Napoli, in un’unica serata ci sarà una mostra d’arte ed artigianato, la quale darà spazio ad artisti napoletani, il tutto accompagnato da un aperitivo con buffet, a cura di Casale Alpega, totalmente gluten free e biologico.
La seconda parte della serata sarà incentrata sulla rappresentazione di un’opera teatrale inedita, dal titolo “Episodio 0” , interpretata da Walter Lippa con esibizione live del collettivo musicale IOtilde.

Produzione a cura di VJ Lab
in collaborazione con G2 Studios
Food Partner Casale Alpega

Inizio ore 19:30
Ingresso esclusivamente su invito

Per Prenotazioni :
info@vjlab.it

Disponibilità dei posti limitata

#EpisodioZero #AperiSpettacolo #Aperitivo #Arte #Cultura
#VJLab #G2Studios

Episodio 0
Monologo incentrato sulla reale potenza dell’arte e il suo uso commerciale oggi. Matilda, personificazione dell’essenza dell’artista e della felicità, sviscera, durante i due atti, il contrasto e la rabbia che ha sviluppato nei confronti del pubblico, rappresentato dal Signor Lairano, e della critica in generale. La “guerra” viene messa in atto sul palco anche attraverso un esercito: le carte napoletane. Durante il secondo atto Matilda si renderà conto che però ha puntato il dito contro tutti, meno che verso sé stesso/a, riconoscendo la crisi interiore che lo/a porta a mettere in dubbio anche la propria figura.
Note: opera inedita messa in scena per la prima volta.

Walter Lippa
nasce a Napoli il 9 Settembre 1975. Diplomato a pieni voti alla Link Academy in arte drammatica come attore e cantante bilingue, ha all’attivo una lunga serie di lavori teatrali, televisivi e cinematografici.
Nel 2010 ha il suo primo ruolo importante in “Al di là del Lago”, regia di Raffaele Mertes, nel ruolo di Lopizzo, trasmesso sui canali Mediaset; dopo questi ha ricoperto altri ruoli televisivi, come in “Donna detective 2” regia di Fabrizio Costa, “Un posto al sole d’estate 4”, “Un amore e una vendetta” regia ancora di Raffaele Mertes.
Il ruolo più importante che ha ricoperto è sicuramente quello di Carlucciello nella serie “Gomorra”.
Attualmente è impegnato su altri set televisivi e cinematografici, spettacoli teatrali in cartellone e teatro scuola, inoltre anche nel sociale, contribuendo a portare un sorriso negli ospedali a bambini malati e contestualmente insegna recitazione cinematografica nella Scuola di Cinema di Napoli.

I O ~ è un collettivo artistico nato nel 2015. https://www.facebook.com/IOtilde/ Artisti di varia estrazione collaborano per la realizzazione di uno o più progetti sotto un unitaria direzione artistica di appartenenza. Ogni show è unico ed è creato da zero sulla location designata. Dopo una prima esibizione al festival Coordinate 2015 ( https://youtu.be/LoEb3qBxyhg , https:// youtu.be/jzVbsPiOcjI ), i membri del collettivo si concentrano nell’organizzazione di “Secret Shows” in location particolari ed originali. Primo esempio è il secret show “Your Cave” realizzato presso i sotterranei dello studio fotografico di Saverio Forte nel 2016, con Visual (tutto materiale girato sulla location in differita) ed attori, oltre che live music. Collabora con Teatri Sospesi per la realizzazione della performance al POSH club d’Avellino ( https://youtu.be/MRj_v5LAWNg ) sempre nel 2016, nel 2017 viene realizzato il primo show.case del collettivo presso il Castello Fienga a Nocera inf. dal nome “NICE TO MEET YOU”, che ha riempito il castello di mostre, installazioni multimediali, visual e live music ( https://youtu.be/Amy_MyiCLrc ). Il 2017 si è chiuso con l’EMPTY SHOW presso Dissonanze Records, sold out. Per il 2018 si comincia con uno show musicale in collaborazione con VJlab presso palazzo dello Spagnuolo, con il seguente organico:

Francesco Paolo Granatello, nato a Caserta. Musicista legato principalmente alla chitarra acustica, studia a Roma con autori del panorama chitarristico contemporaneo concentrandosi sullo sviluppo e la ricerca di nuove tecniche timbriche; contemporaneamente ha collaborato in progetti di ensemble. Attualmente sposta l’attenzione sul primitivismo americano, che da John Fahey ripropone contenuto spirituale e poetico in opere di carattere contemporaneo legandosi alle forme musicali della dimensione folkloristica. Ne consegue l’interesse per i cordofoni della tradizione con l’intenzione di proporli come strumenti da concerto e inserendoli nell’ambito della musica elettronica con il progetto NAJ - I O tilde.

Claudio Auletta Gambilongo, membro di IO tilde dal 2015, sarà il fonico e sound designer dell’evento.

Maria Infranzi, soprano. Nata il 3 Gennaio 1991 a Salerno e residente a Cava De’Tirreni, segue il biennio specialistico alla facoltà di Musicologia presso l’Università La Sapienza di Roma. Nel 2015 si laurea in Canto con il massimo dei voti e lode al Conservatorio di Musica G. Martucci di Salerno. Prima di dedicarsi alla lirica sperimenta musical e teatro, nel 2008 interpreta la parte di Maria nel musical “Mamma Lucia” e partecipa alla prima edizione di “Colpi di Scena” evento artistico organizzato dal Comune di Cava. Dal 2011 al 2013 canta come soprano nella Corale Polifonica Metelliana e nel coro Laeti Cantores di Salerno esibendosi anche all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Nel 2012 registra due inediti del M° Brengola per il cd pubblicato nel volume “Lady Cava in Cartolina” edito dal Rotary Club di Cava.Negli anni si è esibita come solista in numerosi concerti, ricordiamo “Allegria e comicità nell’Opera” evento svoltosi a Matera presso il palazzo Lanfranchi, “Opera Gala” presso il Circolo Unione di Pagani, l’ “Oratoria per la pace” nel Duomo di Santa Trofimena a Minori e la XIII edizione del Premio Principessa Sichelgaita di Salerno. Debutta il suo primo ruolo con orchestra nel 2015 interpretando Giannetta nell’opera “L’ Elisir D’amore” di G. Donizetti in occasione del Festival delle Corti dell’Arte, nello stesso anno è Lucy nell’ “Opera da tre soldi” di B. Brecht per il Festival da Camera del conservatorio Martucci e nel 2017 è Musetta da “La Boheme” di G. Puccini per una produzione presso il Teatro Ateneo di Casoria. Attualmente collabora con il Moody Quartet, formazione cameristica, e dal 2015 lavora come artista del coro del Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno partecipando anche alle produzioni estive presso La Reggia di Caserta, ultima, il concerto del M° Ennio Morricone. Collabora ed è membro del collettivo IO tilde dal 2018.

Il collettivo AGATA è formato da Giuseppe Bergamino, Marco Cucciniello, Giuseppe Imbimbo e Armando Santaniello, quattro musicisti elettronici il cui scopo è legare insieme l’elettronica e le arti digitali, grazie all’interazione tra linguaggi differenti, cercando di esplorare più di una dimensione sensoriale e fondendo senso estetico e capacità tecniche. L’interesse comune del collettivo è indagare su tutto quello che concerne il suono. Suono inteso anche come musica, con composizioni elettroacustiche multicanale, sonorizzazioni video, sound design, live performances e istallazioni multimediali interattive. La ricerca di nuovi tramiti per interagire con il mezzo digitale ci ha portati allo sviluppo di sistemi che fondono organicamente il mondo fisico, il performer e il computer. Il Bacino Idrosensitivo è un esempio: una vasca trasparente piena d’acqua riesce a captare i movimenti del musicista che ne esplora il volume con la mano. Grazie ad un sistema di sensori che comunicano con il software è possibile creare una generazione sonora coerente con il gesto appena eseguito. E’ quindi un’istallazione sonora d’arte che vive in uno spazio e interagisce con esso e con i suoi fruitori, per creare esperienze sonore immersive che coinvolgono non soltanto l’udito ma anche gli altri sensi. Per questo motivo può essere considerata un’opera d’arte multimodale, sia per il rapporto che intercorre tra se stessa, il fruitore e lo spazio in cui viene allestita, sia perchè può trasformarsi in una perfomance e a sua volta derivare da quest’ultima. Il Bacino Idrosensitivo è più della somma delle sue parti, che sono interlacciate tra loro e concorrono a formare un unico elemento rivolto verso lo spettatore. https://www.facebook.com/collettivo.agata/

Antonio Prugno Siniscalchi, nato a Battipaglia. Allievo di Tony D’Alessio (Guernica, Banco del Mutuo Soccorso) nasce come cantante, prevalentemente rivolto alla ricerca timbrica sullo strumento Voce. Realizza il disco “Rapporti di Forza” con gli Shut up Munch presso l’etichetta Casa Lavica dove partecipa come cantante, autore e co-compositore. Nel 2016 è produttore artistico del disco SuperSuper dei Terzo Piano al quale seguirà un tour di 90 date. Studia Musica Elettronica al Conservatorio Domenico Cimarosa e si laurea nel marzo 2017, pur non abbandonando mai una particolare attenzione verso la voce ed avviando in parallelo studi di composizione classica presso il maestro Giancarlo Turaccio. Realizza una rielaborazione di Ubi Caritas per coro ed elettronica, eseguita dal coro: Laeti Cantores diretto dal Maestro Maggio. Nel 2015 fonda il collettivo artistico IO tilde che si prepone come obiettivo l’unire artisti emergenti e determinati nella realizzazione di prodotti e shows unici grazie alla commistione di competenze e delle varie forme d’arte coinvolte. Oggi è impegnato nella produzione artistica del primo disco dei Circlelight e nella composizione di musica per le immagini (spot, cortometraggi). Partecipa come cantante e produttore al progetto NAJ in IO tilde

Lo show verrà catturato dall’occhio attento di: Antonio Longobardi, regista, nasce a Gragnano nel 1986. Residente a Castellammare di Stabia si trasferisce a Napoli dove frequenta l’ Accademia delle Belle Arti nel corso di Cinema-Fotografia e Televisione. Inizia vari lavori video (video clip, video art, corti e documentari) Nel 2016 gira il suo primo corto “Scanner”. Nel 2017 gira il suo primo documentario “Il capitano”. Collabora ed è membro del collettivo IO tilde dal 2017.

ESPOSIZIONE ARTISTICA

– Luciano Gargiulo, pittore contemporaneo. Nasce a Napoli il 02/04/1945. Da sempre
affascinato dai colori e dalla manualità. La sua vita lavorativa si è svolta in RAI come
grafico animatore, interessandosi fin dall'inizio alla computer grafica creando sigle e
animazioni per importanti programmi televisivi nazionali. Attualmente continua la sua
ricerca creativa sul colore e sulla ceramica.
– Luisa Arcucci, moglie e madre di tre figlie. Da sempre coltiva l'amore per l'arte. Si
evidenziano in lei qualità artistiche innate. Senza alcuna scuola di formazione a riguardo,
ha prodotto nel tempo numerose opere di artigianato creativo e pittorico. Al palazzo dello
Spagnuolo saranno tuttavia presenti le sue creazioni artigianali riguardanti un particolare
design di gioielli nati dalla sua unica inventiva. Nata a Napoli il 16/02/1964, Luisa ha
sempre avuto un esuberante estro artistico che, rimasto per anni ed anni nel silenzio,
oggi decide di venir fuori.
– Alessandra De Francesco, nata a Napoli il 14/07/1993, ha frequentato il liceo classico
Umberto. Iscritta alla facoltà di medicina con la voglia di aiutare chi si trova nel bisogno
perchè affetto da patologie, esprime questo tipo di sensibilità anche nelle sue opere. Si è
avvicinata al disegno all'età di vent'anni, come autodidatta, ma nell'ultimo anno ha
compreso come sia utile esternare i propri sentimenti, che non trovano espressione se
non nell'arte. Ha conosciuto Gianni Pisani e sua moglie, Marianna Troise, artisti nati e
cresciuti nell'Accademia delle belle arti di Napoli, divenuti per lei guide, maestri, esempi.
Il mare l'ha cresciuta ed è fonte di emozione ed ispirazione per lei ogni giorno. Il viaggio a Parigi l'ha resa particolarmente vicina al movimento espressionista.

La mostra si sviluppa principalmente lungo il corridoio che conduce a quello che si potrebbe definire un vero e proprio salottino letterario, pensato ad hoc per ospitare un giovane libraio :
- Cristian Carosella che, coraggiosamente, porta avanti la sua concezione del sapere. La sua libreria,Don Chisciotte, nasce ad Angri (Sa) il 28 Marzo del 2016, dopo diversi anni di totale assenza sul territorio di una vera libreria. Il suo obiettivo è quello di interpretare il ruolo di libraio in senso moderno e di poter rendere la libreria un vero e proprio presidio culturale per Angri e
per i comuni limitrofi. Il concetto di libreria estesa si sposa con il ciclo di eventi che Cristian ha
inaugurato alla sua libreria: per favorire la frequentazione dello spazio e provare a stimolare
confronto e crescita, vengono difatti ospitati con regolarità scrittori desiderosi di presentare le proprie opere e di confrontarsi con i lettori, ma anche gruppi di lettura per adulti e bambini.
L'assortimento è ampio e variegato e mira a soddisfare tanto i lettori più accaniti e dotti, quanto quelli meno esperti, ma egualmente esigenti. Particolare attenzione è rivolta al vivissimo
panorama editoriale italiano, alle tante case editrici medio-piccole che lavorano per proporre libri di qualità e valorizzare le opere di scrittori emergenti di talento o far conoscere opere e autori
sconosciuti o dimenticati.
Food experience a cura di
- Casale Alpega (www.casalealpega.com)
Il Casale nasce dalla filosofia di vita dei proprietari, i quali credono fortemente nella conoscenza, nella formazione continua e nella cultura dell’alimentazione, rivolta soprattutto alle nuove generazioni. Facente parte dei servizi dell’Azienda Agricola Alpega, la quale produce ortaggi, frutta e piante ornamentali, si trova a Sarno (SA), via Sarno Palma 221.

Dati Aggiornati al: 08-01-2018 18:32:11

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Sabato 27-01-2018 alle 19:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Palazzo dello Spagnolo

Indirizzo: via Vergini Napoli

Prezzo: 25,00

Link: Sito Web dell'evento