WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

...ognuno può fare molto per gli altri...

> Home > Eventi a Napoli del 17-11-2018 > Mostre e Cultura > Moscati - Un lampo nell'eterno

Moscati - Un lampo nell'eterno

Moscati - Un lampo nell'eterno

 

 

Il 16 novembre viene celebrata dalla Chiesa italiana la memoria liturgica di San Giuseppe Moscati, il " medico santo" , NarteA in occasione della ricorrenza, sabato 17 novembre (ore 18.30) propone la visita guidata teatralizzata “Giuseppe Moscati, un lampo nell'eterno”. A condurre gli ospiti negli ambienti del Museo delle Arti Sanitarie e della Farmacia storica del Complesso degli Incurabili, saranno i medici volontari dell'Associazione Il faro d'Ippocrate. Testi e regia della visita sono a cura di Febo Quercia, interpretati da Raffaele Ausiello, Mario Di Fonzo, Irene Grasso e Katia Tannoia. Per partecipare all’evento è necessaria la prenotazione ai numeri 339 7020849 o 333 3152415. Il costo del biglietto è di 15 euro. La visita teatralizzata di NarteA vuole rievocare la figura di San Giuseppe Moscati, uomo di scienza e carità, che ha profuso l'intera esistenza nella cura disinteressata dei poveri, dedicandosi senza sosta anche alla ricerca scientifica, che lo condusse a importanti scoperte. Moscati, grande innovatore della medicina, sarà proclamato santo, per il coraggio mostrato, non solo in circostanze eccezionali quali l'eruzione del Vesuvio o l'epidemia di colera che funestò la città di Napoli nel 1911, ma soprattutto per l'impegno quotidiano a favore dei malati più poveri. La dedizione nella cura dei degenti non sottrae tempo allo studio e alla ricerca medica, che Moscati portò avanti attuando un concreto equilibrio fra scienza e fede cattolica. Per concentrarsi sul lavoro in ospedale e restare accanto agli infermi, ai quali era molto legato, nel 1917 rinunciò all'insegnamento e alla cattedra universitaria lasciandola all'amico professore Gaetano Quagliariello. Nel 1922 conseguì la Libera Docenza in Clinica Medica generale, con dispensa dalla lezione o dalla prova pratica ad unanimità di voti della commissione. Numerose sono le sue ricerche che trovarono pubblicazione su riviste italiane e internazionali; importantissime, quelle pionieristiche sulle reazioni chimiche del glicogeno. A soli 46 anni, dopo un improvviso malore, morì sulla poltrona di casa. È il 12 aprile 1927: “Oggi Napoli ha perduto un grande medico, ma i poveri hanno perso tutto”, così viene comunicata la notizia della morte di un medico destinato ad essere ricordato per l'eternità. La notizia della morte si diffuse rapidamente, e alle esequie vi fu una notevole partecipazione popolare. Il 16 novembre del 1930 i suoi resti furono traslati dal Cimitero di Poggioreale alla Chiesa del Gesù Nuovo, racchiusi in un'urna bronzea, ad opera dello scultore Amedeo Garufi. È il 16 novembre del 1975, quando ci fu la beatificazione in Piazza San Pietro ad opera del pontefice Paolo IV. Una data che ricorre per ricordare l’umanità e la carità di un uomo comune diventato santo.

Dati Aggiornati al: 12-11-2018 22:21:11

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Sabato 17-11-2018 alle 18:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Museo delle Arti Sanitarie e Farmacia Storica degli Incurabili

Indirizzo: Via Maria Longo, 50 Napoli

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento