WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

> Home > Eventi a Napoli del 25-01-2019 > Musica e Spettacoli > Anita Mosca e Vincenza Modica in Sposità -...

Anita Mosca e Vincenza Modica in Sposità - R.Femminile Periodico

Anita Mosca e Vincenza Modica in Sposità - R.Femminile Periodico

 

 

ANITA MOSCA e VINCENZA MODICA in SPOSITA' RASSEGNA FEMMINILE PERIODICO dal 21 al 24 Gennaio 2019 dalle 13:00 alle 17:00 PROVE APERTE Ven 25 e Sab 26 Gen ore 21:00 / Dom 27 Gen ore 20:00 Ingresso 12 euro / Preferibile prenotazione / Fuori Rassegna Prenotazioni con data/numero prenotati/ nome e cognome a botteghino@avanpostonumerozero.it Ritiro Biglietto al Botteghino / Prenotazione valida fino a 15 min dallo spettacolo Orari Botteghino (info 3475829507) Lun,Mer dalle ore 18:00 alle ore 21:00 Ven,Sab,Dom (nei giorni di spettacolo) dalle ore 18:00 alle ore 21:00 (La domenica fino alle 20:00) Stampa: comunicazione@avanpostonumerozero.it (In Attivazione Biglietteria su www.avanpostonumerozero.it ) Sinossi ‘Sposità è un progetto spettacolo che vuole indagare le atmosfere, le voci, i gesti, gli sguardi, la meraviglia, la crudeltà, lo sgomento, l’obscenĭtas dello stare insieme, del condividere, per convenzione o per scelta, i giorni con l’altro. Il progetto non vuole indugiare su giudizi o messe in accusa, tanto meno indicare possibili nuovi scenari o soluzioni. Piuttosto, ha come pulsione principale quella di rievocare memorie, ricreare suoni e immagini, recuperare la potenza di parole, frasi, diktat, che sono stati forze motrici per la formulazione di un discorso da parte della Famiglia e della Società capace di modellare, non senza equivoci, i ruoli dell’uomo e della donna. Il processo creativo si svolgerà attraverso tre residenze artistiche tra Napoli e Belo Horizonte da Gennaio 2019 a Gennaio 2020, che contemplano fasi di lavoro a porte chiuse e aperte. Il primo appuntamento del progetto ‘Sposità sarà a Napoli dal 25 al 27 Gennaio 2019 presso l’AvaNposto Numero Zero in Via Sedile di Porto, 55. Anita Mosca Attrice, regista, drammaturga e traduttrice. Ha presentato i suoi lavori teatrali in Italia, Spagna, Libano, Giordania, Svizzera, Argentina, Cuba e Brasile. Frequenta il Master in Letterature Moderne e Contemporanee presso la Facoltà di Lettere dell’Università Federale del Minas Gerais FALE/UFMG, Brasile con un progetto su “Signurì, signurì…” di Enzo Moscato. Laureata presso la FALE/UFMG con la tesi “Scannasurice di Enzo Moscato. La Nuova Drammaturgia Napoletana” (Belo Horizonte – 2015). Nel 2016 è attrice di Raccogliere&Bruciare di Enzo Moscato (Festival Teatro Italia e Casa del Contemporaneo). Tra gli spettacoli scritti e diretti si distaccano: Eleonora, 1799 (Belo Horizonte – 2014); Liolà di Luigi Pirandello Indicazione Miglior Regia Premio SESC del Teatro Candango (Brasilia/2014); La cena (Festival Internazionale di Belo Horizonte FIT BH/2014); Interno Familiare (Napoli/2010); La svergognata, Premio Girulà Miglior Attrice Protagonista (Napoli/2008); Dentro la notte ( Festival Internazionale Al-Fawanees Amman /2007). Ha tradotto in portoghese i testi di Enzo Moscato: Degolarratos (Scannasurice) Relicário Edições, BH, 2016 e Aniversário (Compleanno) UFMG Edições, BH, 2018. Tra i laboratori tenuti si evidenziano: Drammaturgia e Corpo Progetto Laboratori del Teatro Cine Horto (Belo Horizonte/2016); Voci, Indagine teatrale sull’universo femminino per gli adolescenti della favela Alto Vera Cruz (Belo Horizonte/2014); Tra donne e Adolescenti o no per le donne e gli adolescenti della favela del Papagaio, Progetto Teatro Casa do Beco (Belo Horizonte/2011|2012); Pirandello: Personaggi in cerca d’autore Progetto FUNARTE Fondazione Nazionale Brasiliana di Arte (Belo Horizonte/2011); Arrevuoto Progetto per gli adolescenti del centro storico alla periferia di Napoli, Premio Speciale Ubu (Milano/2006), Premio Girulà Miglior progetto per l’Adolescenza (Napoli, 2004|2009); Scuole Aperte Progetto dell’Assessorato alla Formazione e all’Istruzione della Regione Campania (Ercolano – 2007|2010); La strada Progetto Punta Corsara (Villa Literno e Casal di Principe – 2008|2009); P de Paz Laboratorio teatrale per l’incontro tra culture, patrocinato dall’Unione Europea per i giovani di Italia, Spagna, Turchia e Sahara Occidentale (Madrid – 2007). Vincenza Modica Inizia la sua esperienza teatrale con il “Teatro dei Mutamenti” di Antonio Neiwiller nel 1982, in coincidenza di una svolta artistica di Neiwiller che, facendo riferimento all’avanguardia polacca (Tadeusz Kantor), all’espressionismo tedesco e alla Bauhaus, decide di rifondare e rinnovare pratiche e percorsi teatrali fino ad allora frequentati. La ricerca si fonda sulla necessità di indagare l’arte teatrale e la formazione dell’attore partendo dal silenzio, attraverso questo “esercizio di sensibilità” l’obiettivo è scorgere una diversa possibilità di abitare e inventare la scena, ponendo l’attore nella condizione di autore del suo agire teatrale. A partire da questa esperienza V.M. fonda e dirige diversi laboratori teatrali nei quali porta avanti la ricerca sull’arte dell’attore, realizza con i partecipanti studi teatrali e spettacoli di cui cura la regia. Nel ‘92 cura il progetto “Un Laboratorio Teatrale Itinerante” svolgendo una prima indagine sul rapporto tra teatro, musica, poesia, e realizza lo spettacolo “ENTGRENZEN” (Sconfinare). Dal ’92 collabora con Enzo Moscato partecipando, come attrice ad alcuni lavori dell’autore. Nel ’94 fonda, tuttora attivo, il laboratorio di indagine permanente “Sentimento del Tempo ” che si avvale della collaborazione di diversi artisti, portando avanti la ricerca sull’incontro tra le arti e i linguaggi e sui possibili ‘sconfinamenti’. Nel ‘98 realizza da autrice e attrice lo spettacolo RIVOLTA “ sonata per sola voce umana ” primo lavoro della “TRILOGIA DELL’ASSENZA”. Nel ’99 ha inizio la collaborazione con il Villon Ensemble (Alexander Lonquich, Cristina Barbuti) curando diversi progetti di laboratori teatrali, musicali e letterari, partecipando come voce recitante e attrice a concerti e spettacoli. Dal 2003 cura il progetto “Neiwilleriana” - Laboratorio teatrale ispirato ad Antonio Neiwiller in collaborazione con Gaetano Marcellino e Giancarlo Savino. Nel 2005 realizza due assoli teatrali brevi – “La favola invertita” e “La mensa dei cieli” - finalizzati alla realizzazione del secondo lavoro della “TRILOGIA DELL’ASSENZA” dal titolo provvisorio “UNA PANTOMIMA CRUDELE ovvero le Mal d’etre”. Nel 2013 mette in lavorazione " IL TEMPO DEL SILENZIO - Le circostanze dell'anima" terzo svolgimento della " TRILOGIA DELL'ASSENZA" . Come attrice lavora inoltre con Leo de Berardinis, Toni Servillo, Franco Scaldati, Alfonso Santagata, Claudio Morganti. Beatriz Magalhães Dottorato in Lettere Estudos Literários, Faculdade de Letras da UFMG, BH, 2008, con borsa di ricerca presso l’Università L’Orientale di Napoli, Italia, 2006; Laurea in Architettura e Urbanismo, Escola de Arquitetura, UFMG, BH, 1977; Laurea in Arti Plastiche, Escola Guignard, UEMG, BH, 1967. Arti plastiche, alcune mostre: " ReGIZtros Efêmeros" , audiovisual Cartografia Imaginária: a cidade e suas escritas,Sesc Palladium, BH, 2018; De papel passado, termogravuras, desenhos, vídeo e objetos, Vila 211, BH, 2017; “Traição de Propósito: Papel Passado”, performance e termogravuras, Arte Morte Magia, Cemitério do Peixe, 2015; “Traição de Propósito”, performance e termogravuras, Zona de Invenção Poesia & Centro Cultural da UFMG, BH, 2011; Exposição individual de desenhos, IAB, BH, 1989; “Sem Título I e II”, 9º Salão Nacional de Arte Funarte, BH, 1986; O folclore de cada dia, fotos e instalação, BH, IEPHA, 1985; “Desenhos I, II, III, IV, V”, Tres Aspectos del Dibujo Contemporaneo, Itamarati, América Latina, México, EEUU, 1968; Happening, Avenida Afonso Pena, BH, 1968; “Homicídio III, V e VI”, IX Bienal de São Paulo, 1967; 2° Prêmio no I Salão de Ouro Preto: Desenho Brasileiro, OP, 1967; Exposição individual de desenhos na Galeria Guignard, BH, 1966; Exposição individual de desenhos na Galeria Goeldi, RJ, 1965; 1° Prêmio de Desenho no XIX Salão Municipal de Belas Artes, BH, 1964

Dati Aggiornati al: 12-11-2018 22:45:17

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 21:00 dal 25-01-2019 al 27-01-2019

Dove: AvaNposto Numero Zero

Indirizzo: Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone) Napoli

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento