WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Vivere bene è meglio che vivere. Aristotele

> Home > Eventi a Napoli del 12-05-2019 > Musica e Spettacoli > XXI Festival Pianistico

XXI Festival Pianistico

XXI Festival Pianistico

 

 

XXI Festival Pianistico " Il '700: il classicismo, la nascita delle forme e i suoi sviluppi" Sala dei Baroni ore 19 12 maggio - 19 maggio - 26 maggio – 2 giugno ***** ****** ***** " Il Festival incontra i giovani” Sala della Loggia ore 11 12 maggio - 19 maggio - 26 maggio – 2 giugno Ingresso libero fino ad esaurimento posti Per informazioni: 347.843019 - info@associazionenapolinova.it L'Associazione Napolinova propone, in occasione del Maggio dei Monumenti 2019, la XXI edizione del Festival Pianistico, che, collegandosi al tema guida di questo “Maggio dei Monumenti” dedicato a Gaetano Filangieri e al ‘700, ha come tema " Il '700: il classicismo, la nascita delle forme e i suoi sviluppi" e ogni concerto, partendo da un autore del periodo classico, proporrà un confronto con gli autori dei secoli successivi e con le evoluzioni che, dalle basi formali nate proprio nel ‘700, hanno poi generato tante diverse forme musicali. In particolare il Festival Pianistico si articolerà in quattro domeniche, da domenica 12 maggio a domenica 2 giugno, con concerti serali nella Sala dei Baroni e nella mattinata nella Sala della Loggia, per un totale di otto eventi. Anche questa edizione, come quelle storiche tenutesi al Museo di Villa Pignatelli, all'Accademia di Belle Arti, al Museo Archeologico e al Complesso Monumentale di Sant'Anna dei Lombardi si dividerà in due sezioni, una dedicata a pianisti di chiara fama ed una ai giovani talenti. Quella serale, che si svolgerà nella splendida e suggestiva “Sala dei Baroni”, vedrà esibirsi il 12 maggio il pianista di chiara fama Alessandro Drago che questa volta, unito alla giovane e talentuosa Nicoletta Basta, si cimenterà in un concerto dedicato al repertorio a quattro mani che spazierà da Mozart a Dubussy, passando per Schubert, mettendo a confronto le forme classiche della sonata mozartiana con il preromanticismo di Schubert e le innovazioni di Debussy. Secondo appuntamento serale il 19 con un altro pianista d’indiscusso valore quale Domenico Monaco che, in un concerto dal titolo “Dal classicismo al romanticismo”, metterà a confronto Mozart con le innovazioni formali di due geni del romanticismo quali Chopin e Liszt. Il 26 maggio, per il terzo appuntamento serale, il concerto dal titolo “Dalle nascita alle contaminazioni” vedrà esibirsi il pluripremiato Fiorenzo Pascalucci che ci guiderà dalle forme classiche di Mozart alle contaminazioni di Gershwin con la bellissima “Rhapsody in Blue”. Concerto conclusivo affidato ad un pianista napoletano di grande valore quale Fabrizio Romano, pianista eclettico attivo anche come compositore e con importanti collaborazioni teatrali, testimone di quella grande vera scuola napoletana rappresentata dai suoi due maestri Sergio Fiorentino e Aldo Ciccolini. Il concerto dal titolo “Dalle origini alla rivoluzione” ci porterà da Hyadn, a giusto titolo considerato il padre della forma classica, ai fantastici “Quadri di un’esposizione” di Mousorgski che sicuramente possono essere considerati un brano rivoluzionario. La sezione giovani vedrà il 12 maggio esibirsi il quattro mani Evangelista/Musella con brani di Mozart, Rachmaninov e Ravel. Il 19 sarà la volta del giovane talento Alessandro Simoni che eseguirà un programma tra ‘800 e ‘900. Terzo appuntamento, il 26 maggio, per la sezione giovani con Maddalena Piccirillo che proporrà un concerto monografico dedicato a Mozart. Appuntamento conclusivo il 2 giugno alle 11 con i vincitori del Premio Pianistico Internazionale Napolinova. Domenica 12 maggio 2019 ore 19 " Quattro mani tra ‘700 e ‘900” Alessandro Drago e Nicoletta Basta pianoforte a quattro mani Alessandro Drago si è formato musicalmente, alla scuola del M°. G.Agosti, sotto la cui guida si è diplomato al Conservatorio ‘S. Cecilia’ di Roma. In seguito, il prezioso incontro con il M°. F. Zadra, di cui Drago è stato per tre anni anche assistente a Lausanne (Svizzera), lo ha messo in contatto con una delle più importanti scuole internazionali di pianoforte, quella di V. Scaramuzza, maestro tra gli altri di Marta Argerich, B. Leonardo Gelber, D. Baremboim. Di fondamentale importanza per il suo perfezionamento artistico è stata la frequentazione dei seminari di “Fenomenologia della Musica”, presso l’Università di Mainz (Germania), condotti dal grande direttore d’orchestra Sergiu Celibidache. Dopo il debutto a Roma nel 1982 in occasione del Festival “Primavera di Roma” insieme a pianisti di fama internazionale come Magaloff, Gelber, Lonquich, Firckusny, Demus e Zadra, A. Drago si è esibito, con successo, regolarmente in Italia e all’estero. Ha suonato, come solista, in diverse istituzioni concertistiche e festivals della Germania, Austria, Svizzera, Argentina, Giappone, Russia, Romania, nonché per le società Filarmoniche di Tallin (Estonia), Riga (Lettonia), Tbilisi (Georgia). In Russia ha tenuto recitals anche al Conservatorio di Mosca, e, con l’orchestra, nella sala grande della Filarmonica di S.Pietroburgo. A. Drago ha registrato per importanti emittenti radiotelevisive (Radiotelevisione Argentina, Russa e la Bayerische Rundfunk tedesca) e ha partecipato a trasmissioni radiofoniche della RAI e Radio Vaticana. Ha affiancato all’attività solistica un’intensa collaborazione artistica con il quartetto d’archi Rimsky-Korsakov di S.Pietroburgo, nonché con il clarinettista tedesco Klaus Hampl, il violista russo Aleksej Popov, i violoncellisti Luca Fiorentini, Francesco Sorrentino e, infine, con la pianista Elizabeth Sombart, per la quale ha collaborato nelle attività della Fondazione Résonnance. A. Drago ha suonato in diverse occasioni a Salisburgo, in reci tal solistico e in duo con il violoncellista americano Robert Choi e con il violinista Luz Leskowitz. Già da molti anni si dedica con grande passione alla formazione e al perfezionamento di giovani musicisti, in Italia e all'estero, inoltre ha tenuto corsi e seminari d’introduzione alla “Fenomenologia della Musica” presso associazioni musicali, l’Università di Sassari, e in alcuni Conservatori di Musica presso i quali ha insegnato. Attualmente A. Drago è docente di pianoforte presso il Conservatorio di Foggia. Nicoletta Basta intraprende lo studio del pianoforte all’età di 9 anni. Nel 2012 consegue il diploma con lode sotto la guida del M° Alessandro Drago, presso il Conservatorio Giordano di Foggia. Ha frequentato masterclass tenute da Giuseppe Andaloro, Alexander Lonquich, Franco Medori, Edith Murano, Anne Øland, Sergio Perticaroli, Mikhail Petukhov. Si è distinta in diversi concorsi tra i quali ha ottenuto primi premi assoluti e primi premi: concorso “Eratai” di San Giovanni Rotondo, “N. Van Westerhout” di Mola di Bari, “Capitanata 2011”, “Mirabello in musica”. Si è classificata terza nei concorsi pianistici internazionali “Lia Tortora”, “Andrea Baldi” di Bologna, e “Napolinova”. Finalista al 6º Concorso Internazionale di Esecuzione Pianistica “Premio Euterpe ”, si è aggiudicata il premio speciale offerto dal Rotary Club di Corato. Si è esibita come solista con l’Orchestra Giovanile del Conservatorio Umberto Giordano nell’ambito della rassegna “Musica nelle Corti di Capitanata”. In occasione dell’edizione 2014 della stessa rassegna, ha eseguito il Concerto in sol maggiore di Ravel con l’Orchestra Sinfonica diretta dal M° Marco Angius. All’attività solistica affianca quella in formazioni cameristiche. Parallelamente agli studi pianistici ha inoltre conseguito, nel 2013, il diploma in Organo e Composizione Organistica col massimo dei voti, sotto la guida del M° Francesco Di Lernia. Nel corso dell’anno accademico 2014/2015, in qualità di studentessa Erasmus, ha studiato presso la Hochschule für Musik di Amburgo. A ottobre dello stesso anno ha terminato il Biennio di secondo livello a indirizzo concertistico, col M° Alessandro Drago, conseguendo la laurea col massimo dei voti e la lode. Ha proseguito gli studi presso la Fondazione Résonnance con i maestri Elizabeth Sombart e Alessandro Drago. Attualmente insegna pianoforte presso l’Associazione Spazio Musica, a Foggia. Programma W. A. Mozart Andante con Variazioni in Sol M. K 501 F. Schubert Fantasia in fa m op 103 W. A. Mozart Sonata in Do M. K 521 C. Debussy Petite Suite Domenica 19 maggio 2019 ore 19 “Dal classicismo al romanticismo" Domenico Monaco Nato a Foggia nel 1977, ha conseguito il diploma di pianoforte sotto la guida di Rosanna Gisotti nel 1996 presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia. La sua successiva formazione artistica è avvenuta attraverso l’influenza musicale di: Annamaria Pennella dal 1998 a tutt’oggi, Maria Tipo dal 2000 al 2003, oltre che attraverso master-class con pianisti di chiara fama tra cui: Francoise joel Thiollier, Paul Badura Skoda, Adam Harasiewicz, Andrzej Jasinskj, Elisso Virsaladze. E’ risultato secondo (primo non assegnato) al Concorso ”A. Speranza” di Taranto, vincitore del Concorso Internazionale “V. Scaramuzza” di Crotone, secondo classificato al Concorso Internazionale “V. Bellini” di Caltanissetta, secondo premio (primo non assegnato) al concorso Europeo “L. Gante” di Pordenone, terzo premio all’ International Piano Competition della Repubblica di San Marino, secondo premio al Concorso Internazionale “Premio Mauro Paolo Monopoli” città di Barletta, secondo premio – premio Rotary – premio come migliore italiano finalista al Concorso Internazionale Pianistico “Ettore Pozzoli” di Seregno, primo premio all’ International Piano Competition “Paul Badura Skoda” in Villa Seca (Spagna). Si è esibito con importanti orchestre tra cui: Orchestra della Radio Televisione Albanese, Orchestra “V. Galilei” della Scuola di Musica di Fiesole, Orchestra della Fondazione”U. Giordano” di Foggia, Orchestra Sinfonica dell’Hoch Schule “C.M. von Weber di Dresda, Orchestra Sinfonica di San Remo, ed in importanti centri musicali Italiani ed Europei: Auditorium Giovanni Agnelli di Torino, Accademia delle Arti di Tirana, Wienner Saal di Salisburgo, Silcher Saal di Tuebingen (Germania), Auditorium Canneti di Vicenza, Teatro Goldoni di Firenze. Nell’anno 2000 è stato invitato a partecipare alla trasmissione radiofonica Rai “Radio tre Suite”, nella cui occasione ha eseguito musiche di Brahms e Berg; successivamente, sempre per la RAI, ha registrato in diretta il concerto K 595 di Mozart. Ha inciso per la “BRILLIANT CLASSICS” in prima mondiale, l’integrale delle musiche di M. Moszkowski per pianoforte a 4 mani. E’ attualmente docente di pianoforte principale presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia. Programma W. A. Mozart: Sonata in do minore K 457 L. van Beethoven: Sonata op. 27 n. 2 in do diesis m “ " Al chiaro di luna” F. Liszt: Sonata “… dopo una lettura di Dante” Parafrasi sul “Rigoletto” Domenica 26 maggio 2019 ore 19 " Dalla nascita alle contaminazioni" Fiorenzo Pascalucci Per i suoi meriti artistici e la carriera internazionale, Fiorenzo Pascalucci ha ricevuto in Quirinale, nel 2016, il Premio “Giuseppe Sinopoli”, della Presidenza della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella. Ha vinto vari concorsi:XXIII Internazionale “Rina Sala Gallo” di Monza, FVG International Piano Competition di Sacile (PN). Grand Prix International de Piano de Lyon, esibendosi poi in Francia. Nel 2008 ha conquistato ha vinto il “Premio Venezia”. La vittoria lo ha avviato ad un carriera internazionale con riconoscimenti (targa d’argento del Senato e la medaglia d’argento del Presidente della Repubblica). Da quel momento l’attività artistica lo ha portato ad esibirsi in Inghilterra, Francia (Parigi, Lione, Saint-Germain au Mont d’or), Mozarteum di Salisburgo, Germania, Grecia, Polonia, Turchia, e in Italia al Teatro “La Fenice” di Venezia in récital e con l’Orchestra del Teatro, Filarmonico di Verona, Comunale di Treviso, Politeama di Palermo, la Sala “Michelangeli” di Bolzano, Comunale di Vicenza, Rossini di Pesaro, l’Oratorio “San Filippo Neri” di Bologna , Galleria d’Arte Moderna di Milano (per il Festival MiTo), le Settimane Musicali del Teatro Olimpico di Vicenza, la Cappella del Vasari di Napoli, il Teatro degli Atti di Rimini, l’Auditorium “Giorgio Gaber” di Milano (per la Società dei Concerti di Milano), il Teatro Toniolo di Mestre, l’Auditorium “Pollini” di Padova, l’Auditorium “Pedrotti” di Pesaro, l’Auditorium dell’Accademia Navale di Livorno, l’Auditorium Comunale di Belluno,la sala Gradoni Kursaal di Sauris (UD) e tante altre. Ha suonato con orchestre quali la Verdi di Milano, del Teatro La Fenice, Filarmonica Marchigiana, FVG Mitteleuropa Orchestra, North Czech Philarmonic Orchestra, con direttori quali Wellber, Cipriani, Tenan, Vizioli, Sbaffi, Scarano, Severini. Nel 2018 la “Bocconi” ha edito un suo CD, quale miglior solista della Stagione Musica in Bocconi, con brani di Chopin, Ravel, Debussy e Gershwin. Nello stesso anno ha registrato per NAXOS brani cameristici di Castelnuovo-Tedesco in prima mondiale. Nel 2015 un CD prodotto dal Concorso Pianistico Rina Sala Gallo con Suonare News e Fazioli con brani di Mozart, Chopin, Debussy e Scriabin, è uscito in allegato alla rivista Suonare News. Nato a Campobasso nel 1987, si è formato nei Conservatori di Campobasso e di Pesaro con Squitieri e Valentini diplomandosi con lode nel 2007 e laureandosi con lode nel 2010. Si è perfezionato contemporaneamente presso l’Accademia Internazionale di Imola con Leonid Margarius, Anna Kravtchenko e Franco Scala, diplomandosi nel 2011. Il suo percorso artistico e formativo è culminato nel corso triennale all’Accademia di Santa Cecilia diplomandosi con lode nel con Benedetto Lupo. Aldo Ciccolini, con il quale si è perfezionato, ha detto di lui: “le sue facoltà musicali e pianistiche mi hanno impressionato. Si tratta di un elemento eccezionalmente dotato destinato ad una carriera internazionale delle più brillanti”. All’attività concertistica, dal 2012 affianca con passione quella didattica. È, infatti, docente di pianoforte principale presso i Conservatori Statali di Musica italiani. Programma W. A.Mozart Sonata in Do M K. 330 E. Grieg Holberg Suite M. Ravel Pavane pour une infante défunte Jeux d’eau G. Gershwin Rhapsody in Blue Domenica 2 giugno 2019 ore 19 " Dalle origini alla rivoluzione" Fabrizio Romano ….Ama le contaminazioni tra i generi. Alterna l'esercizio di musica, teatro, cabaret, in modo versatile e con la consapevolezza di acquisire attraverso la pratica di queste diverse forme di espressione la giusta ampiezza d'orizzonti che si confà ad un artista. Napoletano, allievo di Sergio Fiorentino e di Aldo Ciccolini, Fabrizio Romano ha al suo attivo un curriculum che non consente di qualificarlo semplicemente come pianista, anche se il pianoforte è un po' come la sua seconda anima, il punto di partenza per ogni sperimentazione e la meta cui approdano le riflessioni maturate attraverso molteplici esperienze. Le sue scelte professionali, il tipo di carriera che si è già costruito e che continua a ridefinire per sè, appaiono tanto più singolari se confrontate con una realtà come quella napoletana, stimolante per un verso, ma di impatto problematico al momento di realizzare qualunque tipo d'iniziativa, dalla più scontata alla più brillante… MARINA MAYRHOFER (PianoTime) All’attività concertistica - si è esibito in molti recitals per diverse Associazioni Musicali in Italia e all’estero (tra i vari Enti: “Festival di Ravello”,“Associazione Scarlatti” di Napoli, “Ass.ne Musica Aperta” di Gorizia, “Concerti del Tempietto” di Roma, “Settembre Musica” di Torino, “Centro Cultural Kirchner” di Buenos Aires, “Teatro Regio” di Buenos Aires, “St. Martin in the Fields” Londra, “Centro Cultural de la Villa” Madrid, “ThéâtreOdèon” Parigi, “Théâtre de la Ville” Parigi,“Sidney Festival” Sidney),sia come solista sia in formazione da camera, sia con prestigiose orchestre, registrando inoltre trasmissioni radiofoniche e televisive per RAI, France2, Canal+, Arté e per la rete australiana SBS - ha affiancato un’intensa attività di compositore ed orchestratore per diversi spettacoli teatrali rappresentati in Italia, Francia, Spagna ed Australia, collaborando con artisti e registi quali Carla Fracci, Alfredo Arias, Beppe Menegatti, Gigi Dall’ Aglio, Iaia Forte, Mauro Gioia, Giulio Scarpati, Mariano Rigillo, Alessandro Haber, Marisa Lauritoed altri. Autore di musiche di programmi RAI – tra i vari: Linea Blu, Le falde del Kilimangiaro, La storia siamo noi - ha inoltre registrato per le etichette discografiche “Last Call” (FR), “Because Music” (FR) “Universal Music" , “Parlophone”, “Warner Music”, “Galileo”. Ha collaborato in qualità di compositore con il Premio Oscar Vittorio Storaro, ed il “Balletto di Napoli” di Mara Fusco, ed in qualità di pianista solista alle colonne sonore composte da Pasquale Catalano per i film di F. Ozpetek (tra i vari: “Mine Vaganti” e “Napoli Velata”), R. Lewis (“Barney Version” con D. Hoffmann e P. Giamatti) Attualmente collabora in qualità di pianista, compositore e arrangiatore con l' artista di Fado portoghese Misia, con la quale è in tournèe mondiale con l’ultimo progetto discografico“Pura Vida”, ed i precedenti lavori“Delikatessen Cafè Concerto”e“Para Amalia”, Programma F. J. Haydn Sonata in La b magg, Hob. XVI:46 E. Grieg Piano Sonata op. 7 in E minor M. P. Musorgskij Quadri da un’esposizione Domenica 12 maggio 2019 ore 11 Festival incontra i giovani” Pasquale Evangelista – Gennaro Musella pianoforte a quattro mani Nato a Napoli (1989), Gennaro Musella si è diplomato in pianoforte e musica da camera col massimo dei voti, lode e menzione presso il Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli. Ha seguito i corsi di musica da camera di Salvatore Biancardi ed in seguito ha partecipato a masterclass con Francesco Pepicelli (Trio Metamorphosi), Alberto Maria Ruta (Quartetto Savinio) e Trio di Parma. Nel 2012/13 ha vissuto a Parigi frequentando il Conservatoire de Boulogne Billancourt nella classe di Marie PauleSiruguet. Ha suonato, da solista e in formazioni cameristiche, per istituzioni e rassegne musicali come la “37a Rassegna Incontri musicali Sorrentini”, “Festival San Giacomo” di Bologna, “Mantova Chamber Music Festival”, Teatro Diana di Napoli, “Fondazione William Walton, Ischia”, Institut Cultural Francais di Agadir in Marocco, Pianocitynapoli, Festival Internazionale giovani concertisti di Castel Rigone, Stagione concertistica CADMUS Università del Sannio, ed in Francia per il festival “Nancyphonies”.Ha tenuto concerti a Roma presso l’Auditorium Banca d’Italia, Sala Risonanze e Sala Petrassidell’ Auditorium Parco della Musica, l’Auditorium dell’Università La Sapienza. Si è classificato tra i primi posti in concorsi internazionali e nazionali, da solista ed in formazione cameristica. Dal 2013 è pianista della formazione cameristica “ TrioPragma”.Nel 2018 è stato pianista per la prima assoluta della nuova opera “Talvolta nel corso dell’eternità” di Roberto de Simone. Si è perfezionato nel corso degli anni sotto la guida del pianista Orazio Maione e nel 2017 ha conseguito il Diploma di Alto perfezionamento in Musica da Camera presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia in Roma. Pasquale Evangelista, classe ‘94, si è diplomato nell'ottobre 2015 con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore presso il Conservatorio di Musica “Alfredo Casella” di L'Aquila, dove poi nel 2018 ha conseguito la laurea di II livello nuovamente con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, sempre sotto la guida di Orazio Maione. Nel corso degli anni ha ricevuto i preziosi insegnamenti della leggendaria pianista e didatta napoletana Anna Maria Pennella, allieva di Arturo Benedetti Michelangeli e Marguerite Long, ed ha partecipato a corsi di perfezionamento con docenti di chiara fama, tra cui Benedetto Lupo, Antonio Pompa-Baldi, Roberto Plano, Boris Petrushansky, Grigory Gruzman e Natalia Troull. Ha collezionato successi e riconoscimenti in numerosi concorsi e recentemente ha vinto il 2° premio alla XIII edizione del “Sergio Cafaro” di Roma. Con orchestra ha eseguito concerti di Mozart, Beethoven, Schumann ed ha suonato, da solista e in varie formazioni, in importanti sale come l’Aula Magna dell’Università “La Sapienza”, il Teatro Argentina e la Sala Accademica del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, il Palazzo delle Arti a Napoli, l’Auditorium San Domenico” di Foligno, l’Auditorium del Parco a L’Aquila e così via. Da agosto 2019 volerà in Texas, negli Stati Uniti d'America, dove è stato ammesso al Master of Music presso la SMU Meadows School of the Arts di Dallas. Programma Mozart Sonata in Re M K 381 Rachmaninov 6 Morceaux op. 11 Ravel Ma mère l'oye Domenica 19 maggio 2019 ore 11 “Il Festival incontra i iovani” Alessandro Simoni Nato ad Alatri nel 1996, nel Luglio 2016 si diploma in Pianoforte, presso il Conservatorio di Frosinone con lode, menzione d’onore e bacio accademico. E' stato allievo del M° Gilda Buttà. Nel Giugno 2018 consegue il Diploma di Concertismo presso l’Accademia Pianistica delle Marche sotto la guida del M° Lorenzo Di Bella. Dal settembre 2017 a tutt’oggi frequenta l’Accademia Musicale Praeneste a Roma, sotto la guida del M° Fausto Di Cesare. Ha partecipato a Masterclass e corsi estivi con Maestri del calibro di: Marvulli, Cappello, Risaliti, De Luca, ecc. Si è esibito in diverse località italiane, tra le quali: Roma, Napoli, Venezia, Atina, Frosinone , Norcia, a Recanati eseguendo il Concerto op.19 di Beethoven , Catanzarom, Viterbo . E’, inoltre, stato chiamato ad esibirsi nella giornata di apertura del “Festival Liszt a Grottammare 2017”. Ha tenuto per l’Associazione Mozart Italia (sede Terracina) presso l’Auditorium del Liceo “L. Da Vinci” un corso musicale rivolto agli studenti. Ha partecipato a concorsi nazionali e internazionali vincendo: 1° premio al “Magliano Sabina”; al “La Palma d’Oro”; al “Lia Tortora”; all’internazionale “Concentus Roma 2° premio Internazionale " Spoleto" ; al “Città di Piove di Sacco”; all’Internazionale “Vietri sul Mare”; 3° premio all’Internazionale “Napolinova”; all’internazionale “Premio Accademia”. E’ docente di Pianoforte presso L'Accademia Praeneste di Roma. Programma Scriabin Sonata n 2 Gounod/Liszt Waltz from Faust Debussy Studio n 11 Preludio n 10 “Cathedrale engloutie” Mendelssohn/Rachmaninoff Scherzo from " A Midsummer Night's Dream" Domenica 26 maggio 2019 ore 11 " Il festival incontra i giovani” Maddalena Piccirillo Si avvicina al mondo della musica all’età di 4 anni. Inizia il percorso al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli dove inizia gli studi sotto la guida del M° Pina Silvestro e successivamente con il M° Ela Di Natale con la quale si diploma con il massimo dei voti. Consegue il Secondo Livello di Pianoforte con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del M° Paola Volpe. Nel corso degli anni di studio entra da subito in contatto con le esibizioni in pubblico tra cui l’iniziativa Internazionale di Zonta “Giovani per i Giovani” nel 2011 e nel 2012, e partecipa periodicamente alle manifestazioni organizzate dal Conservatorio di Napoli. Ha, inoltre, tenuto vari recital per i “Salotti di Thalberg” nella II e IV Edizione, esibendosi nella nobile dimora della principessa Donna Giulia Ferrara Pignatelli in presenza della pronipote del compositore Thalberg. Partecipa a vari concorsi ed è vincitrice di categoria del concorso Nazionale A.C.L.I. nel 2008 e nel 2012, è vincitrice inoltre del concorso Pergolesi da solista e nella categoria di musica da camera. Ha vinto il Secondo premio al Real Music San Prisco Piano Competition con Primo Premio non assegnato. Si è classificata terza al “Concorso Don Enrico Smaldone” nel 2018. Ha partecipato a varie Masterclass con maestri di fama internazionale tra cui Francesco Nicolosi, Antonio Pompa-Baldi e Tim Ovens. Dal 2017 studia con il M° Leonid Margarius ai corsi dell’Associazione Napolinova. Il suo repertorio spazia dal Barocco al moderno e la sua esperienza musicale comprende un’attività cameristica in duo e trio. Inoltre ha conseguito il settimo anno di Composizione sotto la guida del Maestro Roberto Altieri. Programma Mozart Sei Variazioni in Sol M su un tema di Salieri K 180 Sonata in Si b M K 281 Fantasia in Re M K 397 Sonata KV 283 Nove Variazioni in Re M su un tema di Duport K 573 Domenica 2 giugno “Il Festival incontra i giovani” Concerto dei vincitori del Premio Pianistico Internazionale “Napolinova”

Dati Aggiornati al: 07-05-2019 22:10:26

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 11:00 dal 12-05-2019 al 02-06-2019
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Maschio Angioino

Indirizzo: Piazza Municipio Napoli

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento