WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Il fare è il miglior modo d'imparare. Giacomo Leopardi

> Home > Eventi a Roma del 15-06-2018 > Musica e Spettacoli > À Rome 1676 pièces de luth recueillies par...

À Rome 1676 pièces de luth recueillies par Julien Blovin

À Rome 1676 pièces de luth recueillies par Julien Blovin

 

 

À Rome 1676 pièces de luth recueillies par Julien Blovin musica di Ennemond Gaultier (ca 1575-1651) e Denis Gaultier (ca 1597-1672) Michele Carreca liuto barocco Nel 1676 muore a Roma Emilio Altieri, incoronato papa con il nome di Clemente X nel 1670. Il conclave per l'elezione del suo successore termina il 21 settembre con l'elezione di Benedetto Odescalchi, con il nome di Innocenzo XI. In quello stesso anno il francese Julien Blovin, maestro di liuto, termina la trascrizione di musica intavolata per liuto su di un manoscritto che reca sulla prima pagina l'annotazione “Julien Blovin A Rome 1676”. La corte papale attraeva a sé nobili, dignitari, funzionari di ogni specie e rango da ogni angolo del mondo e la città di Roma offriva meraviglie uniche in ambito architettonico, artistico, musicale. E' forse questa la chiave per capire quali ragioni portarono Blovin a vivere a Roma all'incirca dal 1672. Il liuto alla francese, con l'accordatura in re minore, non ebbe alcun successo in Italia: i liutisti italiani restarono sempre legati alle accordature tradizionali per quarte con la terza in mezzo, risalenti al Rinascimento e le intavolature per liuto, arciliuto o tiorba erano quasi scomparse dalla penisola in quegli anni. Blovin fu evidentemente maestro e liutista di riferimento per la nobiltà di area germanica e mittle-europea che si trovava a Roma e non voleva rinunciare ai gusti e alle mode in voga nei propri paesi d'origine. Il manoscritto potrebbe essere stato compilato come strumento didattico per le sue lezioni oppure come omaggio per un importante nobile di passaggio nella città di Roma, chissà se proprio in ragione del conclave del 1676. Il programma che presentiamo prende in considerazione le suite attribuite a Denis Gaultier, detto anche Gaultier de Paris, cioè il compositore più presente nel manoscritto, integrate da brani di Ennemond Gaultier detto anche Gaultier le Vieux o Gaultier de Lyon. Laddove è risultato impossibile trovare brani dei due Gaultier vengono qui presentati brani di incerta attribuzione, al fine di completare le suite. Spesso confusi tra di loro già dai contemporanei, che li indicavano usando il solo cognome, Ennemond e Denis Gaultier furono tra i più famosi liutisti della loro epoca e diedero un contributo importante allo sviluppo dello stile francese nel '600.

Dati Aggiornati al: 12-06-2018 22:44:54

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Venerdì 15-06-2018 alle 20:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Chiesa di San Giorgio in Velabro

Indirizzo: Via del Velabro 19 Roma

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento