WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

...libero + gratuito + utile = WikiEventi...

> Home > Eventi a Roma del 09-11-2018 > Musica e Spettacoli > Nicola Mingo 4et BLUE NOTE project

Nicola Mingo 4et BLUE NOTE project

Nicola Mingo 4et BLUE NOTE project

 

 

Nicola Mingo 4et Blue Note Project Nicola Mingo Chitarra - Giorgio Rosciglione Contrabasso - Gegè Munari Batteria - Leonardo Borghi Pianoforte BLUE NOTE PROJECT è un viaggio musicale nel blue Note sound tipico del jazz anni Sessanta , del quale vuol riprodurre l’atmosfera, spesso ottenuta in registrazioni storiche effettuate live. Le tappe del viaggio hanno come denominatore comune il blues non inteso in senso comune, ma nel suo significato strutturale; ogni brano, infatti, rappresenta un modo particolare di intendere il blues e le blue notes. Si passa attraverso la scrittura di autori quali Harold Mabern, Kenny Dorham, Kurt Weill ed, in particolare, i chitarristi Wes Montgomery, Joe Pass e George Benson. Ai brani “storici” si affiancano nel viaggio composizioni originali di Mingo, ispirate al Blue Note sound con dediche ad Art Blakey, Freddy Hubbard, Wes Montgomery, Joe Pass e al nostro bluesman Pino Daniele. Mingo si è oramai caratterizzato, nel variegato panorama jazzistico europeo, come uno dei migliori chitarristi bebop oggi in attività, con un’ intensa ed ampia produzione discografica (7 CD a suo nome) ed una rilevante presenza nell'ambito di Festival jazz e rassegne nei migliori jazz club di Italia. Il suo fraseggio, a note staccate, risulta sempre quanto mai fluido e originale, memore dell’insegnamento dei grandi del jazz e quindi in grado di coinvolgere l’ascoltatore in un viaggio nel tempo di straordinario fascino. Nel suo BLUE NOTE Project, Mingo si avvale di un trio di grande rilievo del jazz italiano ed internazionale: Giorgio Rosciglione al contrabbasso, Gegè Munari alla batteria e Andrea Rea al pianoforte. La scaletta prevede l'esecuzione di composizioni originali del chitarrista in chiaro stile modern mainstream e alcuni celeberrimi standard quali WAYNE’S BLUES, JINGLES, SPEAK LOW, LOTUS BLOSSOM, tratti dagli ultimi lavori discografici di Mingo, in particolare We Remember Clifford e Swinging, entrambi pubblicati per Universal Music - Emarcy Jazz NICOLA MINGO Chitarrista, compositore e arrangiatore nato a Napoli nel 1963, Nicola Mingo è uno dei maggiori esponenti europei della chitarra modern mainstream jazz. Diplomato al Conservatorio S. Pietro a Maiella nel 1985, si perfeziona attraverso stage e seminari con i più importanti esponenti della chitarra jazz (Joe Pass, Jim Hall, Joe Diorio), suonando anche con Bill Pierce, Terence Blanchard, Cedar Walton, Billy Higgins e Paul Jeffrey. Inizia la sua attività discografica in qualità di leader e produce nel 1994 “Walking” (Pentaflowers), con Flavio Boltro, Dario Deidda, Amedeo Ariano, Valerio Silvestro, presentandolo all’Umbria Jazz Festival ’94. Nel 1996 produce il suo secondo album da solista: “Modern age” (Pentaflowers), inciso con il Nicola Mingo Quartet, presentandolo al Festival Jazz di Iseo. L'anno successivo è inserito nell'album “Blues for Bud” (CDpM Lion), che raccoglie il meglio del panorama jazz italiano. Nel 2001 per la Red Records pubblica “Talkin’ jazz”, un omaggio ai musicisti che hanno reso grande la storia del jazz, ponendo l'accento sul lavoro dei chitarristi. Nel 2004 esce il suo quarto lavoro “Guitar Power” edito da (Philology), tributo a Wes Montgomery. Nel giugno 2007 pubblica “Parker’s Dream” (Rai Trade). Nello stesso anno Mingo collabora in un progetto didattico, il dvd “Suonare nello stile di Wes Montgomery”. Nel 2009 il suo brano “Blues for Grant Green” è inserito nella compilation " Guitares Jazz" , edita dalla casa discografica francese Wagram Music. Con “We remember Clifford” (2011) giunge alla sua sesta esperienza discografica in qualità di leader, la prima su etichetta EmArcy, la stessa su cui Clifford Brown ha inciso più di mezzo secolo fa una storica serie di capolavori. Il 13 maggio 2014 esce “Swinging” (Universal Music), presente su Spotifye sulle maggiori piattaforme streaming. Tra le principali collaborazioni di Nicola Mingo vanno menzionate quelle con Antonio Faraò, Flavio Boltro, Giorgio Rosciglione, Gegè Munari, Amedeo Ariano, Luca Bulgarelli, Dario Deidda, Joseph Lepore, Fabio Morgera, Nico Menci, Bobby Durham, John Arnold, Pietro Iodice, Salvatore Tranchini, Stefano Sabatini, Paolo Fresu, Gianni Cazzola, Emanuele Cisi, Massimo Urbani, Paul Jeffrey, Terence Blanchard, Billy Higgins, Danilo Perez e Cedar Walton. GIORGIO ROSCIGLIONE Le prime esperienze jazzistiche risalgono al 1956 con la New-Jazz-Society di Claudio Lo Cascio. Dal 1968 risiede a Roma e , come basso conduttore, registra le più belle colonne sonore con Ennio Morricone, Armando Trovaioli, Nino Rota. Partecipa a numerosi festiva,l tra cui il festival di Pescara ed il festival di Bergamo nel 1973. Nel 1970 inizia una lunga collaborazione con il chitarrista brasiliano Irio De Paula, e con il medesimo ritorna nuovamente al festival di Pescara. Negli anni successivi partecipa al festival di Alassio, ai festival di Bologna con il sassofonista argentino Hugo Heredia, al festival di Agrigento con Romano Mussolini, Ignazio Garsia, Enzo Randisi, Dino Piana e Oscar Valdambrini. Partecipa a numerose edizioni di " Umbria Jazz" . Dal 1977 titolare di contrabbasso presso l'Orchestra della RAI Radio Televisione Italiana, dove affina e matura le qualità di basso conduttore per grande orchestra, specializzandosi nei ”combo” suonando con i Jazz-men americani più illustri ed ospiti della RAI. Ha inciso numerosi dischi sia come “side man” che come leader. GEGE’ MUNARI Eugenio Commonara, in arte Gegè Munari, nasce a Frattamaggiore (Napoli) in una famiglia di musicisti: esordisce giovanissimo nel Jazz suonando con musicisti americani e italiani quali Nunzio Rotondo, Romano Mussolini e altri. Questi ultimi sono i primi con cui collabora quando, agli inizi degli anni ’60, si trasferisce a Roma. Nel 1964 collabora strettamente anche Enrico Rava e Franco D’Andrea. Negli anni ’70 è in tournee con Joe Newman. Nel 1967 suona al Festival di Montreux con Cicci Santucci e Enzo Scoppa, classificandosi al secondo posto dopo Jack De Johnette nella classifica inerente al Festival. Nel ’72 è a Pescara Jazz con Gianni Basso e Oscar Valdambrini. Nel 1974 incide per la RCA “Conversation”, con Conte Candoli e Frank Rosolino. A Roma svolge un’intensa attività come sideman, incidendo anche musica da film sotto la direzione dei maestri Ennio Morricone, Bruno Canfora, Pino Calvi, Ritz Ortolani . Ha suonato inoltre con Walter Bishop trio, Side Hampton, George Coleman, Kay Winding, Ceder Walton, Steve Lacy, Jon Faddis, Hal Grey. LEONARDO BORGHI

Dati Aggiornati al: 05-11-2018 15:52:31

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Venerdì 09-11-2018 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Elegance Cafe' Jazz Club

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento