WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Niente ha bisogno d'esser modificato quanto le abitudini degli altri. Mark Twain

> Home > Eventi a Roma del 19-11-2019 > Musica e Spettacoli > Roberto Bellatalla - Stefano Costanzo

Roberto Bellatalla - Stefano Costanzo

Roberto Bellatalla - Stefano Costanzo

 

 

Roberto Bellatalla contrabbasso Stefano Costanzo batteria e oggetti ROBERTO BELLATALLA Durante la prima metà degli anni’70 emerge nel panorama del jazz italiano, vive a Milano, suona con Guido Mazzon, Mario Schiano, Massimo Urbani, Gaetano Liguori e fonda il “Muzic Circo” con Filippo Monico ed Edoardo Ricci. Si trasferisce ad Amsterdam per due anni, al seguito della band del violoncellista Tristan Honsinger, della quale fanno parte Radu Malfatti e Sean Bergin. In Olanda ha occasione di suonare anche con Toshinori Kondo, Han Bennink, Wolter Wierbos, Earl Cross, King Mock e altri. Si esibisce anche insieme ad Antonello Salis, Sandro Satta e Danilo Terenzi. Partecipa ad un tour col gruppo del sassofonista-clarinettista americano George Bishop, con Abbey Reder alla batteria, e Bob Lennox al piano. Nel ’79 si trasferisce a Londra, dove rimarrà fino a maggio del 2003. Entrato a far parte dell’ambiente legato alla musica improvvisata di matrice anglo-sudafricana che scaturisce da formazioni storiche quali i ” Brotherwood of Breath” di Chris McGregor e ”Ninesense” di Elton Dean, suona con “Amalgam” di Trevor Watts, con Mike Osborne, John Stevens e “Jazz Africa”di Julian Bahula. Forma un trio di contrabbassi con Marcio Mattos e Paul Rogers, che in seguito, con l’aggiunta di Maggie Nichols e Francine Luce alla voce, diventa “Snakes of Sound”. Nell’82 il batterista Sudafricano Louis Moholo lo chiama in “Viva la Black”. Nell’83 entra a far parte di “Dreamtime”, sestetto fondato dal trombonista Nick Evans. A Londra partecipa a molti progetti, suonando con i principali interpreti della musica d’avanguardia, quali Elton Dean, Keith Tippett, Evan Parker, Paul Rutherford, Paul Dunmall, Dudu Pukwana, Jim Dvorak, Mark Sanders, Alex Maguire, Steve Noble, Billy Jenkins, Maggie Nichols, Tony Marsh ,Alan Wilkinson, Alan Tomlinson, Asaf Sirkis, per citarne alcuni, e gli americani Clifford Jarvis, Byron Pope, Tony Bianco, Sonny Murray. Alcuni di questi progetti lo portano in tour in Europa e nell’est, come in Russia, Bielorussia e Lithuania. Nel ’92-’93 in Sudafrica con “Viva la Black”. Incide e registra per la BBC. Registra “Borrowed Time”col proprio quartetto, insieme a Claude Deppa, Jason Yarde e Brian Abrahams, Ha tenuto corsi e seminari nelle scuole elementari di Londra e nell’ambito della musica-terapia per disabili, con la clinica di Ashford in Kent. Durante il tour in Sudafrica con “Viva la Black”, ha svolto seminari per i giovani musicisti delle township. Da gennaio 2004 vive a Roma. Forma ”Karnak 2012”,con la danzatrice Buto Maddalena Gana, Joe Casagrande, live electronics, David Barittoni , voce recitante e canto armonico. Suona nel circuito della musica improvvisata collaborando con Michele Rabbia, Jamilia Jazylbekova, Marco Ariano, Michael Thieke, Luca Venitucci, Aleksandar Caric, Fabrizio Spera, Edoardo Marraffa, Mauro Tiberi, Mike Cooper, Pasquale Innarella, Antonello Salis, Mauro Orselli, Matthew Shipp, Gene Coleman, John Tchicai. Ha partecipato all’International Zip Festival di danza di Orvieto 2005 e 2006, a tre edizioni del festival di danza buto” Trasform’azioni” con Maddalena Gana, e una insieme a Masaki Iwana. Lavora con il danzatore buto Atsushi Takeno Stefano Costanzo, batterista e compositore, nasce a Caserta il 25/08/1981. Diplomato In “Musica Jazz” al Conservatorio San Pietro a Majella (Napoli), ha poi frequentato il biennio di alto perfezionamento “InJam”, presso Siena Jazz (Siena). Attualmente Iscritto al II Livello di Musica Jazz presso il Conservatorio San Pietro a Majella (Napoli). Ha studiato batteria con: Eric Harland, Adam Nussbaum, Ferenc Nemeth, Ben Perowsky, Billy Hart, ecc. A lungo batterista degli Slivovitz con cui ha suonato a Napoli, Roma, Milano, Faenza ed in Ungheria a svariati festival tra cui lo Sziget (2004), il Müvészetek Völgye Valley of Arts (2003-2004) ed il Debrecen Music Festival (2004). Sempre con la stessa formazione ha registrato “SLIVOVITZ” edito per la ETNOWORLD (2004) e “HUBRIS” edito per la MONJUNE di New York (2008). Nel 2000 fonda i Tricatiempo (www.myspace.com/tricatiempo), gruppo che affianca alla ricerca musicale, la collaborazione con Davide Di Franco per la creazione di performance e spettacoli " audio – visivi" ( www.t-fata.blogspot.com ), da anni il gruppo si esibisce raccogliendo consensi di pubblico e critica (2007 Terzo Posto per il concorso nazionale “Moviemento”; 2007 Primo Premio Teano Jazz; 2008 Premio Della Critica St.Louis Jazz Contest – Roma). Ha suonato e suona inoltre con i Radical Kitchs, con il quartetto di Pietro Condorelli, con il quartetto di Marco Sannini, Con Immaginando un Trio (Vincenzo Danise), Digital Orchestra di Salvatore Tranchini , Con Streamout Jazz Ensemble, Con Marco Zurzolo Band, Con Paolo Palopoli, Con Low Frequences di Alessandro Tedesco, Con Luca Aquino, Con Illachime Quartet. Nel 2006 un suo brano “BETULLA” è colonna sonora di un video in mostra permanente al Museo di Arte Contemporanea Di Casoria

Dati Aggiornati al: 13-11-2019 14:00:13

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Martedì 19-11-2019 alle 20:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Zazie nel metró

Indirizzo: via Ettore Giovenale 16 Roma

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento