WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Il fare è il miglior modo d'imparare. Giacomo Leopardi

> Home > Eventi a Roma del 27-01-2020 > Musica e Spettacoli > Actor's Atelier - Labirion OT and Grotowski...

Actor's Atelier - Labirion OT and Grotowski Institute 2020

Actor's Atelier - Labirion OT and Grotowski Institute 2020

 

 

Comunicazione riservata ai soci *** For English version please scroll down *** Actor’s Atelier è un progetto di formazione internazionale di radice teatrale promosso dal Grotowski Institute di Wrocław diviso in tre annualità di lavoro: la prima si è svolta con sede a Parigi, presso la Guillotine (2018/2019); la seconda si svolgerà a Roma presso Labirion Officine Trasversali tra Gennaio e Maggio 2020. Verrà selezionato un gruppo di 14 partecipanti che prenderanno parte a 5 appuntamenti di formazione intensiva diretti dai Maestri del Grotowski Institute: Jakub Gontarski, Przemysław Błaszczak, Jarosław Fret, Aleksandra Kotecka e Tomasz Wierzbowski. Le prime quattro sessioni avranno luogo a Roma mentre l’ultimo appuntamento, di dodici giorni, sarà in forma residenziale a Wrocław, e sarà garantito l’alloggio. ➡ Per ricevere l'Application Form, o per avere maggiori informazioni riguardo quota di partecipazione e dettagli del lavoro, scrivere un’email con oggetto: NOME COGNOME – ACTOR’S ATELIER a 📧 officinelabirion@gmail.com Per candidarsi al progetto il Form andrà compilato in lingua inglese e reinviato al suddetto indirizzo. 📌 La scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione è fissata al 22 Dicembre 2019. ______________________________________________________________________ CALENDARIO *L’orario di lavoro per ogni giorno di laboratorio sarà indicativamente dalle 9:00 alle 19:00 I sessione di lavoro: dal 27 al 31 Gennaio 2020 – ROMA • " The String of the Body/Martial Partnering" diretto da Jakub Gontarski • " The Art of Invisibility" diretto da Aleksandra Kotecka e Tomasz Wierzbowski • Jarosław Fret presenterà la lettura " The technique of source, the source of technique, in the actor's work" dedicata al lavoro e alla creazione di Ryszard Cieślak nell’opera “Il principe costante” per la regia di Jerzy Grotowski (il 31 Gennaio alle 19) II sessione di lavoro: dal 14 al 18 Febbraio 2020 – ROMA • " The String of the Body/Martial Partnering" diretto da Jakub Gontarski • " The Method of Theodoros Terzopoulos" diretto da Przemysław Błaszczak III sessione di lavoro: dal 7 all'11 Marzo 2020 – ROMA • " The String of the Body/Martial Partnering" diretto da Jakub Gontarski • " The Art of Invisibility" diretto da Aleksandra Kotecka and Tomasz Wierzbowski IV sessione di lavoro: dal 4 all'8 Aprile 2020 – ROMA • " The String of the Body/Martial Partnering" diretto da Jakub Gontarski • " Forgetting the Body" diretto da Przemysław Błaszczak V sessione di lavoro (residenziale): dal 19 al 30 Maggio 2020 – WROCŁAW • " The String of the Body/Martial Partnering" diretto da Jakub Gontarski • " The Method of Theodoros Terzopoulos" diretto da Przemysław Błaszczak • " Forgetting the Body" diretto da Przemysław Błaszczak • " The Art of Invisibility" diretto da Aleksandra Kotecka and Tomasz Wierzbowski • " Four Centres" diretto da Jarosław Fret ______________________________________________________________________ ACTOR'S ATELIER Actor’s Atelier rientra nel programma BodyConstitution e nell’ambito della ricerca e della pratica portata avanti dal Grotowski Institute. E’ un’iniziativa finalizzata alla formazione dell’Attore, alla sua consapevolezza ed autorialità nel confrontare vari materiali creativi della recitazione con tecniche pre-espressive, tradizioni vocali e musicali dimenticate o alle volte sconosciute. L’iniziativa poggia le sue basi su anni di lavoro e studio promossi da vari gruppi artistici che hanno analizzato nella pratica determinate culture e filosofie dell’espressione corporea (Arti Marziali, Aikido, Capoeira) e della Tradizione Vocale, così come le polifonie dei canti Georgiani e Corsi. Questi principi vengono tradotti ed applicati nel lavoro dell’attore e del performer, dandogli la possibilità di essere artefice della Costituzione del proprio Corpo - BodyConstitution. Il progetto, combinando la pratica e la riflessione, lavora per costruire una profonda cultura corporea e vocale nel processo creativo dell’attore e del performer. Actor’s Atelier propone una metodologia innovativa dell’attore, incentrata sul suo sviluppo personale con particolare enfasi sull’autodiagnosi e sulla capacità di comunicare i propri processi creativi all’interno del lavoro. Si farà Ricerca su come un Ruolo non costituisce una linea di attitudini e comportamenti ricreati ma una linea di esperienza ricomposta. Una delle premesse fondamentali di Actor’s Atelier è sostenere che lo sviluppo creativo di un percorso artistico sia stimolato principalmente attraverso il costante confronto di tecniche apprese attraverso l’esperienza, con la ricchezza e la varietà di percorsi tracciati da insegnanti ed artisti di differenti culture e tradizioni. LINEE GUIDA E MAESTRI “The String of the Body/Martial Partnering” diretto da Jakub Gontarski Il laboratorio è il risultato di anni di pratica e di studio condotti da Jakub Gontarski e dai suoi collaboratori nei settori delle arti marziali, dello sport, della danza, del teatro e della terapia del corpo. Gli strumenti di allenamento proposti sviluppano la mobilità, il controllo motorio, la velocità, la stabilità del corpo, la consapevolezza spaziale, l’intelligenza motoria ed agevolano il corpo a mantenere una buona forma psicofisica. Il lavoro mira a costituire un corpo cosciente, che sia agile, flessibile, resistente, sbloccato, sensibile, istintivo, presente e fluido. Un corpo pronto ad entrare nel dialogo fisico, in uno stato di respiro cosciente. Ogni strumento studiato durante gli incontri verrà adoperato per la ricerca di un linguaggio autentico di espressione del movimento. “The Art of Invisibility” diretto da Aleksandra Kotecka e Tomasz Wierzbowski Le sessioni di lavoro introducono lo studio della polifonia in tre parti, soffermandosi sulle varie scale musicali del Canto e della Musica Georgiana, sia essa popolare che religiosa, e utilizzando come strumenti di apprendimento le formule musicali di base. Attraverso uno spettro di esercizi mirati, costituiti in dieci anni d’insegnamento ed apprendimento dei due Maestri, verrà sviluppato con il gruppo quello che può essere chiamato un “senso di polifonia”. “Four Centres” diretto da Jarosław Fret Uno studio complessivo dedicato alla drammaturgia dell’attore. Il Cambiamento (inteso come una situazione di equilibrio che è stata disturbata ed incrinata) e la capacità di riconoscerlo, sono gli aspetti principali di ogni dramma. In che modo, un attore può lavorare per la leggibilità della propria linea di azioni? Come può un attore, realizzare un flusso vivo di azioni permanenti e strutturarle nella loro potenzialità microdrammaturgica interiore? Come si crea un corpo, un testo, senza ricorrere ad un linguaggio del corpo comune? Il laboratorio affronterà due linee guida pratiche principali, che sono fortemente connesse con il mestiere dell’attore: il campo organico ed il campo drammatico, due poli intrecciati ed interdipendenti tra loro. “Forgetting the Body” diretto da Przemyslaw Blaszczak Norme sociali, convenzioni, etichette e regole, creano un ambiente che modella la nostra fisicità e che si relaziona al nostro corpo, restituendoci una “visione del corpo”. Il modo in cui camminiamo, corriamo, danziamo, ci relazioniamo con noi stessi e con gli altri, è culturalmente determinato e così profondamente radicato che ci identifichiamo in esso ed affermiamo “Questo è il modo in cui sono”. Spesso non ricordiamo, o così sembra, che fin dalla nascita siamo esposti ad un intenso processo di allenamento ed adattamento che non ha mai una vera conclusione. Il nostro comportamento risulta un’attitudine a conformarsi alle norme prevalenti. Lo scopo del seminario è di farci dimenticare del corpo come lo conosciamo e di ascoltarlo nel qui ed ora, in relazione a noi stessi, allo spazio circostante, ai nostri partner e al gruppo. Concentrandoci su lavori individuali e di gruppo, per scoprire nuove modalità di percezione, comunicazione, improvvisazione, che si riuniscono in un processo creativo: cooperazione, cocreazione e coesistenza. “The Method of Theodoros Terzopoulos” diretto da Przemyslaw Blaszczak Il Laboratorio è costruito a partire dall’influente lavoro del pedagogo greco Theodoros Terzopoulos, il cui metodo è insegnato in Università e scuole di recitazione internazionali per la formazione degli Attori. Gli allievi intraprendono un intenso allenamento psicofisico basato sul controllo del respiro e volto a restituire al corpo umano un’importanza centrale nella creazione teatrale. Przemyslaw ha studiato il metodo originale di formazione dell’attore sviluppato da Theodoros Terzopoulos al Teatro Attis in Grecia ed egli è un insegnante certificato di questa modalità di apprendimento. *** *** *** Actor’s Atelier is an educational project promoted by Grotowski Institute (Wrocław, PL) and it is divided in three yearly series of work sessions: the first year took place in Paris at la Guillotine in 2018-2019; the second one will be hosted in Rome by Labirion Officine Trasversali, from January to May 2020. A selected group of 14 participants will take part in a course of 5 work sessions led by Masters from Grotowski Institute: Jakub Gontarski, Przemysław Błaszczak, Jarosław Fret, Aleksandra Kotecka, and Tomasz Wierzbowski. Four meetings will take place in Rome, the 5th one will be a residential meeting in Wroclaw at the Grotowski Institute, where accomodation will be guaranteeded for the students. ➡ To receive the Application Form and to have any further information about fee and work details, please write an email with the subject NAME SURNAME – ACTOR’S ATELIER to 📧 officinelabirion@gmail.com To apply for the project please fill the Form in English and send it to the previous email address. 📌 The deadline for applications is 22nd of December 2019. ______________________________________________________________________ CALENDAR *Work schedule will be roughly from 9am to 7pm I session: from January 27th till 31st 2020 – ROME • " The String of the Body/Martial Partnering" led by Jakub Gontarski • " The Art of Invisibility" led by Aleksandra Kotecka and Tomasz Wierzbowski • Jarosław Fret will present the lecture " The technique of source, the source of technique, in the actor's work" , devoted to the work and creation of Ryszard Cieślak in the play The Constant prince according to Jerzy Grotowski staging (in the 31st of January at 7 pm) II session: from February 14th till 18th 2020 – ROME • " The String of the Body/Martial Partnering" led by Jakub Gontarski • " The Method of Theodoros Terzopoulos" led by Przemysław Błaszczak III session: from March 7th till 11th 2020 – ROME • " The String of the Body/Martial Partnering" led by Jakub Gontarski • " The Art of Invisibility" led by Aleksandra Kotecka and Tomasz Wierzbowski IV session: from April 4th till 8th 2020 – ROME • " The String of the Body/Martial Partnering" led by Jakub Gontarski • " Forgetting the Body" led by Przemysław Błaszczak V residential session: from May 19th till 30th 2020 – WROCŁAW • " The String of the Body/Martial Partnering" led by Jakub Gontarski • " The Method of Theodoros Terzopoulos" led by Przemysław Błaszczak • " Forgetting the Body" led by Przemysław Błaszczak • " The Art of Invisibility" led by Aleksandra Kotecka and Tomasz Wierzbowski • " Four Centres" led by Jarosław Fret ___________________________________________________________________ ACTOR'S ATELIER Actor’s Atelier is an educational initiative, part of the BodyConstitution’s program in the domain of research in practice at the Grotowski Institute. It is aimed at people who deeply wish to recognize their acting skills in confrontation with pre-expressive techniques and vocal tradition which are still being ignored or simply remain unknown as a source of actor’s material. The project is based on the work of studios and artistic groups that set out to analyze in practice selected cultures and philosophies of body expression (such as Martial Arts, Aikido and Capoeira), as well as singing traditions (Georgian and Corsican polyphonies), and by applying their principles in actor or performer training. The Actor’s Atelier opens up the possibility to create one’s own constitution of the body – the BodyConstitution; it combines practice and reflection to build a deep body and vocal culture of the actor’s and performer’s work by focusing it on his/her self-development, with particular emphasis on self-diagnosis and the ability to communicate the actor’s processes. One of the aim will be researching how a role builds not just a line of recreated behaviour but, first of all, how it builds a line of recomposed experience. Another main premise of the project is the belief that the creative development of artistic work methods is possible mainly through the constant confrontation of learnt techniques with the experience, richness and variety of methods developed by teachers and artists from other traditions and cultures. LINES OF PRACTICE AND LEADERS “The String of the Body/Martial Partnering” led by Jakub Gontarski This training is the outcome of many years of practice of Jakub Gontarski and his collaborators in the fields of martial arts, sport, dance, theatre and body therapy. The training tools support mobility, motor control, speed, body stability, spatial awareness, motor intelligence, and help keep the body in good psychophysical shape. The work aims at arriving at a conscious body that is agile, flexible, resilient, unblocked, sensitive, instinctive, present and in-the-flow; a body ready to enter into physical dialogue, in a state of conscious breathing, rhythm and agitated senses. Each session can be a chance to discover an authentic language of movement expression. " The Art of Invisibility" led by Aleksandra Kotecka and Tomasz Wierzbowski The work sessions introduce three-part polyphony, basing on the various musical scales of Georgian music, both folk and religious, and making use of basic musical formulas. Through a selected set of exercises developed over ten years of both teaching and learning experience of the leaders, it will aim at developing what can be called a sense of polyphony. “Four Centres” led by Jarosław Fret Comprehensive sessions dedicated to the actor’s dramaturgy. The Change (meaning a situation that got disturbed), and the ability to recognize it, is the main and fundamental aspect of every drama. How an actor, a performer can work for readability of her/his own line of actions? How, by making a live stream of permanent movements, structure them within their inner microdramaturgical potentiality? How to create a body/text with no recourse to a common body language? The session will confront two main practical ideas which are fundamentally connected in the actor’s craft: the Organic Field and the Dramatic Field, interwoven and depended on each other. “Forgetting the Body” led by Przemysław Błaszczak Social norms, conventions, etiquette and rules create an environment that shapes our physicality and relation to the body – that is, our ‘body view’. The way we walk, run, dance, touch ourselves and each other is culturally determined but so deeply ingrained that we readily identify with it and say, ‘This is the way I am’. We don’t remember or seem not to remember that from birth we are exposed to intense training that never really ends, and our behaviour is a way of conforming to the prevailing norms. The aim of the workshop is to make us forget the body as we know it, and make us listen to it in the here and now, in relation to ourselves, the surrounding space, our partners and the group. By focusing on solo and partner training we will discover new modes of perception, communication and improvisation that brings together, in a creative process, co-action, co-creation and co-existence. “The Method of Theodoros Terzopoulos” led by Przemysław Błaszczak Workshop is an introduction to the renowned and influential method of Theodoros Terzopoulos, which is being taught in international drama academies, drama schools and universities, and has inspired actors all over the world. The performers undertake an intense psychophysical training based on breath control, which aims to replace the human body in the centre of theatrical creation. Przemysław Błaszczak studied the original actor training method developed by Theodoros Terzopoulos at Attis Theatre, Greece. He is a certificated teacher of this method.

Dati Aggiornati al: 19-11-2019 12:46:59

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Lunedì 27-01-2020 alle 09:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Labirion - Officine Trasversali

Indirizzo: Via Bellegra 31 Roma

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento