WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

...per rimanere sempre informati su cosa fare giorno per giorno...

> Home > Eventi a Roma del 10-09-2020 > Mostre e Cultura > Divo C. Hic et Nunc - visioni future

Divo C. Hic et Nunc - visioni future

Divo C. Hic et Nunc - visioni future

 

 

14 spazi espositivi a Roma per il progetto Divo C

10 settembre - 4 ottobre 2020
Inaugurazione 10 -11 e 30 settembre, ore 18.00

Il 10 settembre, alle ore 18:00, verrà presentato il progetto Divo C, per il supporto delle Arti Visive, ideato dall’architetto Monica Cecchini e promosso dall’Associazione Culturale Incinque Open Art Monti, in collaborazione con artisti e galleristi di Roma, in un percorso artistico ideale che prende vita dal rione Monti per arrivare nelle diverse realtà diffuse (Trastevere, Ludovisi, Coppedè, Monte Verde, Pigneto, Prati e Corviale) a significare che l'arte può vivere in ogni luogo.

Quattordici sono gli spazi che hanno aderito all’iniziativa nelle varie sezioni di pittura, incisione e grafica, fotografia, ceramica, performance e gioiello contemporaneo: AntiGallery, HUB/39Art, Incinque Open Art Monti, I love ceramica, Kapocci Studio, La linea Artecontemporanea, Lupigiada, Officine Adda, Otto Gallery, Spazio Monti, Spazio Urano, Spazio Veneziano, Stamperia Ripa69 e Virus art.

Nell’attuale situazione contingente, Divo C – titolo originato dall’inversione della parola Covid – si pone come obiettivo quello di proporre soluzioni alternative nell’ambito artistico, cambiando atteggiamento e invertendo gli schemi. Siamo convinti che fare rete, in questo momento storico, sia necessario per la collaborazione ed interazione a sostegno dell'arte.
È arrivato il momento che anche tutte le attività artistiche e culturali si coalizzino per far sentire
l’importanza della propria esistenza. Il progetto prevede una serie di mostre programmate nelle
diverse città italiane, partendo da Roma.
Vogliamo che l’arte sia apprezzata per la sua importanza primaria, come motore di crescita, come
creazione e mantenimento di una identità culturale. Per tale motivo, deve tornare ad essere
apprezzata pienamente da tutti.

È un progetto che si auto sostiene, pertanto ogni mostra sovvenzionerà attraverso le vendite delle opere,
gli artisti della mostra successiva, compreso lo spazio che li ospita.
Incinque Open Art Monti vuol portare DIVO C in un itinerario italiano che oggi parte da Roma.
Con questo progetto si affronta il tema: " il futuro nelle sue ampie e possibili visioni”, HIC ET NUNC - VISIONI FUTURE”. Abbiamo preso spunto da questa citazione, per fare una riflessione sul presente, su cosa è accaduto, ma anche sul futuro.
Gli artisti sono stati invitati ad interrogarsi sul rapporto presente-futuro, tempo-spazio, sull’interazione tra il nostro universo interiore e quello esteriore, e come queste reciprocità possano cambiare l’ambiente; non solo, ma anche come i rapporti interpersonali possano cambiare il futuro, soprattutto in relazione alle tematiche ambientali e quelle relative all’inclusione; su come ritrovare una sana convivialità nella consapevolezza che il presente sia il nostro domani.

Il programma
▪ 7 settembre, dalle ore 11.30
Presentazione del Progetto DIVO_C presso la Residenza Maritti, in via Tor de Conti, 17- 00184 Roma
▪ 9 settembre, dalle ore 11.00
Conferenza Stampa del Progetto DIVO_C presso la Palazzo Merulana, in via Merulana, 12 -00185 Roma
▪ 10 settembre, dalle ore 18.00
AntiGallery
Piazza degli Zingari 3, – 00184 Roma
Nell’ambito del Progetto DIVO C per il supporto delle Arti Visive, in forma di Festival, si inserisce la doppia personale con opere fotografiche di Andrea Sabatello ed Eva Tomei, titolata “ARCIPELAGHI” e curata da Barbara Martusciello presso AntiGallery di Piazza degli Zingari 3.
La mostra coinvolge due autori diversi per generazione e formazione ma con una sensibilità molto simile che li vede in un dialogo che accoglie con naturalezza il tema portante della kermesse Divo C che, non a caso, gioca sull’inversione della parola Covid, a simboleggiare un’occasione resiliente e resistente attraverso l’atto creativo. In particolare, " il futuro nelle sue ampie e possibili visioni (…)”, in quel filosofico hic et nunc (qui e ora), entra in questa riflessione: spazio e tempo altri, ove trovare riparo per far sedimentare i pensieri e riprogettare il presente, con la coscienza che “le scelte di oggi plasmeranno anche il futuro”.
Incinque Open Art Monti
Via della Madonna dei Monti, 69 – 00184 Roma
Incinque Open Art Monti ha condiviso durante il lockdown emozioni e progetti con alcuni artisti. Divo C nasce proprio ad aprile, insieme ad alcuni di loro, con la speranza di poter tornare ad esporre in galleria e condividere con gli altri l’amore per l’arte. Monica Cecchini curatrice della mostra ha invitato
Laura Amato, Alessandro Arrigo, Daniela Di Lullo, Mario Glover, Ezia Mitolo e ReBarbus per esporre la propria visione rispetto alla tematica di Hic et Nunc. In esposizione opere di pittura, foto-illustrazioni e collage.

HUB/39Art
Via Campania, 39 - 00187 Roma
Hub 39/Art partecipa al progetto DIVO_C con le opere pittoriche di Mauro Magni e Salvatore Pupillo e le opere fotografiche di Giorgio Benni, Aldo Feroce e Valentina Stefanelli, con l’intento di mettere in comunicazione il mondo dei viaggi con le espressioni dell’arte pittorica e fotografica.
Lo spazio espositivo nasce un anno fa, nei ritmi di un’agenzia di viaggi per rappresentare l’arte nel mondo dei viaggi, e il viaggio nel mondo dell’Arte.

Kapocci Studio
Via dei Capocci, 71 – 00184 Roma
Lo studio dell’artista Raha Tavallali apre le porte al pubblico per mostrare le opere realizzate durante il lockdown e per il progetto DIVO C. “L’icognito”, il titolo dell’esposizione, nasce dalla riflessione sulla paura e sulle emozioni che hanno stravolto gli equilibri familiari in questo periodo, anche in funzione delle piccole reazioni che possono trasformare le relazioni tra i componenti della famiglia.

La linea_artecontemporanea
Via di San Martino ai Monti, 46 – 00184 Roma
All’interno del progetto DIVO C, lo spazio de La linea_artecontemporanea presenterà una scelta di grafiche d’arte con la collaborazione di 10 artisti che da anni frequentano l’Associazione. “Linea Astratta” è il titolo dell’esposizione che vedrà protagoniste opere di medio/grande dimensione realizzate dagli artisti con tecniche differenti su supporto cartaceo.
In esposizione: Virginia Carbonelli, Susanna Doccioli, Salvatore Giunta, Gianna Marianetti, Isabella Nurigiani, Massimo Pompeo, Mario Teleri Biason, Usama Saad, Enza Scarano, Grazia Sernia.
Lupigiada
Via Tor de’ Conti, 15 – 00184 Roma
La Lupigiada ospita le opere fotografiche dei seguenti autori: Gianpaolo Conti, Giorgio de Finis, Alessandro Gionni, Claudio Giuli, Enrico Graziani, Caterina Marchionne, Zhanna Stankovych e Piero Tauro.
Lo spazio espositivo nasce dalla passione per la musica e per l’arte, ed è ubicato all'interno della residenza Maritti, una famiglia con una storia antica di oltre 300 anni, con lo scopo di promuovere ogni linguaggio artistico. Coerentemente con la propria mission ospiterà la mostra fotografica, proponendo un dialogo tra la sua storia antica e le visioni fotografiche degli autori, che esprimono le loro riflessioni sul futuro, partendo dall’immaginario presente che a volte richiama quello passato.

Officine ADDA
Via degli Zingari, 37 - 00184 Roma
Nel cuore del rione Monti, il laboratorio di Francesca Maffucci, dedicato alle arti pittoriche e decorative, ospita l’artigianalità e la creatività di Marina Gozzi, anche lei artista monticiana.
Un incontro tra le arti e l’artigianato romano, a simboleggiare il connubio e l’incontro tra le varie realtà del territorio che va oltre i confini rionali ospitando Marco Perna, pittore e poeta italiano residente in Francia.

Otto Gallery
Piazza Mazzini, 27 - 00195 Roma
La OTTO Gallery, un innovativo spazio espositivo, prettamente fotografico, inserito all'interno delle aree comuni di OTTO Rooms, dal 10 settembre ospiterà la collettiva fotografica che vede in mostra gli scatti artistici di 7 fotografi che hanno indagato, attraverso la loro arte, la visione futura del Hic et Nunc.
Gli autori: Alessandro Gionni, Roberto Manfredi, Alberto Mantegna, Graziano Panfili, Francesco Tadini, Paola, Tornambè e Nico Vigenti.
Spazio Monti
Via della Madonna dei Monti, 27 – 00153 Roma
Spazio Monti presenta una collettiva di artisti nella sezione pittura e ceramica, che si sono relazionati con il tema del progetto “Hic et Nunc – Visioni Future”.
In mostra: Christin Bonbon, Paola Chartroux, Arianna Cola, Paola Ramondini e Martina Vanda per la ceramica e Monica Argentino, Angela Donatelli, Tancredi Fornasetti , Fabio Giuli, Mario Glover , Lucilla Monardi, Marco Perna e Valentina Sorrentino per la pittura.

Spazio Veneziano
Via Reno, 18/A – 00198 Roma
L’artista, docente e scrittore Corrado Veneziano ha condiviso la visione di DIVO C, aprendo la sua Home Gallery, luogo accogliente e professionale dove scambiare arte e valori, ad una esposizione condivisa con artisti provenienti da Roma, Salerno e Taranto: Tancredi Fornasetti, Ezia Mitolo, Lucilla Monardi, e Valentina Sorrentino.
Corrado Veneziano esporrà il suo lavoro, in special modo quello realizzato per la mostra Leonardo Atlantico che s’ispira al Codice Atlantico di Leonardo da Vinci, mostra realizzata in occasione delle celebrazioni del quinto centenario dalla morte del genio toscano.

▪ 11 settembre, dalle ore 18.00
Associazione I Love Ceramica
Via Paolo Maria Martinez, 11/a - 00151 Roma RM
Le artiste di “I love ceramica” partecipano al progetto Divo C per proporre un confronto e una condivisione, tra discipline diverse. Hanno voluto esprimere la loro visione, relativa alla tematica, dando voce alla ceramica. Gli artisti esporranno in uno spazio espositivo insolito ma innovativo: un laboratorio. In mostra: Maria Flora, Clementelli, Evandro Gabrieli, Manuela Lupino, Alexia Manzoni Porath, Robbie Mazzaro, Maria Grazia Morsella e Luisa Raggi
Stamperia, Ripa69
Via di San Francesco a Ripa, 69 – 00153 Roma
La mostra “Hic et Nunc” è intesa come celebrazione del singolo momento, fotografia sincera dell'attimo presente. La forma grafica della stampa a monotipo amplifica l'espressione di questa fugacità, imprevedibilità. La tecnica di stampa a monotipo è intesa in tutte le sue possibili espressioni, interpretazioni, variabili.
Partecipano alla mostra: Paolo Andruccioli, Luisa Baciarlini, Marina Buening, Virginia Carbonelli, Alessia Consiglio, Susanna Doccioli, Marcello Fraietta, Valeria Gasparrini, Elio G. Mazzali, Nicholas Perra, Giorgia Pilozzi, Gianluca Tedaldi, Caterina Tedeschini e Usama Saad

Spazio Urano
Via Sampiero di Bastelica, 12 - 00176 Roma
Venerdì 11 settembre, dalle ore 18.00, Spazio Urano aderisce al progetto Divo C con la collettiva Abrasioni, a cura di Simona Pandolfi, che resterà aperta fino al 16 ottobre. In mostra le opere di Ak2deru, Fabio Mariani e Marco Affaitati, tre pittori che con differenti declinazioni indagano da anni, nell’ambito dell’astrazione, le potenzialità espressive dello stesso linguaggio, generando un codice personale dal quale attingere ininterrottamente e in forme sempre rinnovate.
In occasione dell’inaugurazione, nel piano inferiore, sarà visitabile l’atelier di Francesco Campese, titolare della sede.

▪ 12 settembre, dalle ore 15.00
Performance di Carlos Atoche
KhArtÀA/ Planetario Immaginario
sculture in cartapesta di Carlos Atoche

Khartàa si propone come un'installazione partecipativa all'aperto, dove le sculture fluttuanti, posizionate all'interno del Titulu Equitius, conformeranno un 'planetario immaginario'.
La tecnica della cartapesta viene rivisitata aggiungendo all'impasto terre naturali, alla ricerca di una formula alchemica che trasformi la carta in bronzo, legno o marmo. Khaartàa si presenta come un percorso performativo, che porterà le sculture in cartapesta dalla galleria Incinque Open Art Monti, fino al Titulus, ripercorrendo attraverso il cammino, la storia del Rione Monti e di Roma.

▪ 30 settembre, dalle ore 17.00
VIRUS Art
Via Marino Mazzacurati, 89 – 00148 Roma
Inaugurazione apertura Spazio VIRUS Art- Corviale/Roma
Il gruppo si forma a Napoli nella metà degli anni 80 tra artisti di varie discipline. Ufficialmente fondato nel 1984 dagli artisti visivi G. Ceraldi, C. Chierici, D. Izzo, S. Ravo, G. Savino, dal poeta visivo S. Maria Martini e dal regista A. Neiwiller.
Si proponeva di rispondere alla situazione asfittica in cui versavano gran parte degli artisti, in particolare quelli più giovani o quelli over 35, che venivano esclusi dagli eventi artistici istituzionali. L’obiettivo era rilanciare un’azione che rovesciava la logica imperante, ed aprire gli studi al pubblico, agli amanti dell’arte, e ai critici, in un luogo dove l’arte si elabora e si produce. Nasceva così la manifestazione “Studi Aperti”. La risposta degli artisti, fu subito molto positiva, creando un “caso”. Alla fine degli anni ’90 una parte di quel gruppo (Ceraldi, Chierici e Savino) si ritrova a Roma e si ricompatta con altri artisti (S. De Santis, E. Grasso, C. Tedeschini, N. Spezzano) per rilanciare la stessa iniziativa. Nella sua ultima edizione 2006 l’apertura di 600 studi e la pubblicazione di una guida agli studi distribuita da “la Repubblica”
Alla luce di questo percorso artistico hanno deciso di partecipare al progetto DIVO C, perchè da sempre legati al concetto di fare rete e di condivisione, come dimostrato nell'esperienza della manifestazione " Studi Aperti" .
L'apertura dello spazio a Corviale è fissata per il 30 settembre 2020, con l'esposizione degli ultimi lavori del gruppo VirusArt sul tema: Quale arte oggi?
Con una visione futura, che risponde pienamente alla tematica di DIVO C.

▪ 1 ottobre, dalle ore 18.00
Incinque Open Art Monti
Via della Madonna dei Monti, 69 – 00184 Roma
Il 1ottobre, nella sede della galleria Incinque Open Art, prosegue il progetto Divo C, con l’esposizione legata alla valorizzazione del gioiello contemporaneo.


Il progetto DIVO C
L’emergenza Covid-19 ha creato una crisi totale e globale, tutti i settori ne stanno risentendo e sicuramente il mondo dell’arte ne ha subito un duro colpo. Gli artisti non sono supportati da nessuno forma di assistenzialismo e in questo frangente così critico nel quale, non hanno alcun meccanismo che ne garantisca la sopravvivenza, rischiando di dover abbandonare le loro attitudini artistiche, e di trovarsi soli in un ambiente che non li considera. Tutto il mondo dell’arte sta soffrendo per questa situazione. E il rischio è l’arte diventi appannaggio di pochi.
Immaginare un mondo con pochissima arte, solo in esclusiva, significa vivere in una società privata dell’atto creativo, del pensiero critico e della bellezza. Le istituzioni, purtroppo, accecate da mille problematiche non riescono a sostenere un “organismo” che è davvero importante per una società evoluta.
Quindi cosa fare? Soccombere?
No!
Noi di Incinque Open art Monti, abbiamo pensato a qualcosa di semplice, ma talmente scontato che a volte non viene in mente: unire le forze e invertire le tendenze. Solo cambiando atteggiamento si possono trovare soluzioni alternative.

Quindi, la nostra strategia è quella dell’inversione di tendenza, perché senza un capovolgimento delle metodiche che fino ad ora sono state adottate, non riusciremo a salvaguardare il sistema dell’Arte. Almeno in questo momento storico.
Allora chiediamo a tutti uno sforzo notevole, di agire insieme in nome dell’arte e di tutto il sistema
connesso, includendo tutte le espressioni artistiche.

È arrivato il momento che anche tutte le attività artistiche e culturali si coalizzino per far sentire
l’importanza della propria esistenza. Il progetto prevede una serie di mostre programmate nelle
diverse città italiane, partendo da Roma. L’dea è quella di creare un progetto che
riecheggi per tutto il territorio nazionale; chiederemo a tutti di apprezzare, conoscere e acquistare.
Perché l’arte è un bene essenziale per la sopravvivenza della nostra cultura.

Incinque Open Art Monti vuol portare DIVO C in un itinerario italiano che oggi parte da Roma
Vogliamo che l’arte sia apprezzata per la sua importanza primaria, come motore di crescita, come
creazione e mantenimento di una identità culturale. Per tale motivo, deve tornare ad essere
apprezzata pienamente da tutti. Ogni mostra sovvenzionerà attraverso le vendite delle opere,
gli artisti della mostra successiva, compreso lo spazio che li ospita.
Ovviamente le esposizioni saranno finalizzate alla conoscenza delle opere d’arte, ma nel contempo molte di queste prevederanno anche la vendita, per poter sovvenzionare gli artisti e le mostre successive.
L’obiettivo è che si crei una vera e propria campagna di sensibilizzazione: L’Arte per L’Arte.

Dovremmo cogliere le opportunità, che momenti critici come questo ci offrono, per trovare soluzioni alternative cambiando atteggiamento e invertendo gli schemi.
Per tale motivo abbiamo chiamato il progetto “DIVO C” perché è la parola Covid invertita, a simboleggiare
che cambiando gli atteggiamenti si possono creare grandi opportunità anche da situazioni critiche come
quelle create da un virus.
La mostra diffusa si svolge sul territorio di Roma, presso gallerie, spazi espositivi e spazi non convenzionali dedicati all’arte.
Curatori e co-organizzatori
Michela Calabresi, Francesco Campese, Monica Cecchini, Virginia Carbonelli, Susanna Doccioli, Roberto Gabriele, Valeria Gasparrini, Emanuele Leonardi, Francesca Maffucci, Perfrancesco Maritti, Barbara Martusciello, Maria Grazia Morsella, Simona Ottolenghi, Simona Pandolfi, Oriana Picciolini, Paola Ricci, Emanuela Robustelli e Giorgio Sacher.

Comunicazione
P&G ufficio stampa comunicazione e Oriana Picciolini Eventi

All’interno delle location, per poter mantenere le distanze, sarà delineato il percorso espositivo, così da formare un ideale corridoio. In ogni caso saranno adottate tutte le misure prescrizionali dettate dal DPCM in vigore al momento della mostra diffusa. Inoltre saranno creati dei percorsi tra una location e l’altra finalizzati a alla conoscenza del territorio. In questo modo le varie esposizioni saranno comunque legate da un filo conduttore.


Dati Aggiornati al: 06-09-2020 09:27:35

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Alle 18:00 dal 10-09-2020 al 04-10-2020

Dove: Roma

Indirizzo: via della Madonna dei Monti, 69 Roma

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento