Difficile non è sapere una cosa, ma sapere far uso di ciò che si sa. Han Fei

> Home > Eventi a Torino del 09-12-2016 > Corsi > Laboratorio di scultura

Laboratorio di scultura

Laboratorio di scultura

 

 

Venerdì 9 dicembre 15.30-19.00
Sabato 10 dicembre 09.30-13.00 / 15.00-19.00
Domenica 11 dicembre 09.30-13.00

con Henk Jan Meijer

Incontrare e plasmare le forme

L’ arte delle forme*

Nei templi e nelle cattedrali troviamo anche statue le cui forme primordiali sono quelle dell’arte plastica. Già per Platone tali forme si esprimevano nei corpi platonici, chiamati così a partire da lui: il cubo, il tetraedro, l’ottaedro, l’icosaedro e il pentagono dodecaedro. Nella clinica Friedrich-Husemann si comincia in genere col far modellare questi corpi. Ad essi si aggiunge la sfera, da cui deriva poi la forma d’uovo, quindi diverse forme animali, infine la testa umana. Le forme prendono quindi via via più movimento. Il modellare forme particolari del corpo umano, l’orecchio del vicino, per esempio, rafforza in colui che vi si dedica il legame con il proprio corpo, legame che già stimolava l’ attività modellante delle mani.
Nel cuore della notte, l’artista che modella in noi, il corpo eterico, assimila nuove esperienze della forma vivente. Da lì viene il senso dell’arte plastica. Al contrario dell’armatura ossea, dell’ “architettura” del nostro corpo fisico, il corpo eterico è attivo soprattutto nei muscoli che circondano lo scheletro con le forme plastiche del corpo. Può accadere che i muscoli si contraggano se guardiamo una ceramica poco riuscita, un vaso storto. Ci si sente meglio nella modellatura del proprio corpo osservando una ceramica ben riuscita.
Il modellaggio sostiene il corpo eterico nel suo compito di edificare e di riparare il corpo. Questa attività fornisce allo stesso tempo all’anima, la cui attività procede anch’essa dal corpo eterico, impulsi formatori nuovi. Il modellaggio è indicato soprattutto per quei soggetti portati ai processi fisici o psichici di disgregazione. A livello fisico, si tratta per esempio delle ulcere; dal punto di vista dell’anima, possiamo citare il caos psichico, l’effusione patologica dello psichismo che si diffonde nell’ ambiente esterno, infine la psicosi. L’influenza strutturante del modellaggio affronta questa tendenza a partire dal corpo eterico, ciò che ha importanza soprattutto nella cura, attraverso le arti, della schizofrenia e dell’isteria. Nell’epilessia, la stimolazione strutturante permette un migliore riassorbimento degli ostacoli nell’organismo.
La ceramica è analoga al modellaggio, e qui il rapporto particolare con la formazione degli organi umani è evidente. Se gli organi non sono più “a tenuta stagna” e la loro struttura sottile è stata compromessa, il fatto di realizzare recipienti, quali vasi, coppe o tazze, stimola le strutture organiche nuove. Infine, la cottura nel forno rafforza il processo, non senza ripercussioni sullo psichismo.
La scultura in legno procede nel senso di sottrarre progressivamente tutto ciò che nasconde la forma. È un’attività più dura, che impegna fin nelle ossa colui che la realizza. Esiste un rapporto antropologico tra quest’attività e la formazione dell’osso. Nel corso di questo processo, infatti, dopo un primo “abbozzo” dell’organo, alcune cellule tolgono una parte della sostanza ossea fino a che non si ottengano la struttura e la forma definitiva dell’osso. La scultura in legno dovrebbe quindi stimolare la formazione stessa delle ossa e contribuire allo stesso tempo alla costituzione dell'”ossatura” psichica del malato.
Nell’impagliatura (con paglia, spago, etc.) si intersecano, a formare dei motivi, i diversi elementi costruttivi che in ceramica danno vita al vaso. Vi riconosciamo un elemento grafico, da cui una nuova relazione con l’edificazione del corpo in cui si intrecciano numerose strutture. Nell’anima, sono soprattutto i pensieri ad intrecciarsi, ad appoggiarsi gli uni sugli altri o a correggersi. Ci si può attendere un effetto positivo dall’impagliatura, come d’altra parte dalla tessitura, ogniqualvolta i pensieri siano ingarbugliati o quando la preponderanza ingiustificata di un particolare pensiero ne faccia un'”idea fissa”. La tessitura introduce forme, immagini nell’ordito dei fili. La relazione antropologica si stabilisce con le reti nervose che avvolgono tutti gli organi e perfino ogni cellula per permettere alle forze formatrici di orientare la loro attività. La tessitura agisce dunque sul sistema nervoso per mezzo del quale si costruisce il corpo. La sua forza strutturante passa dal corpo all’anima. Il disegno prepara il passaggio alla pittura. Tuttavia, esso sottolinea i contorni ed è più vicino al modellaggio per la sua azione sulle effusioni corporee o psichiche. Le tecnica del disegno in bianco e nero tratteggiato, che dobbiamo alla pedagogia di Rudolf Steiner, conserva nei suoi tratteggi la direzione discendente da destra verso sinistra. Questa direzione corrisponde al gesto euritmico della “I” eseguito nella sua forma classica, il braccio destro alzato e quello sinistro rivolto verso il basso. Come nella “I” dell’euritmia, un orientamento di questo genere si rivolge all’Io che, all’esterno e all’interno, concentra le forze dell’essere umano e le orienta verso uno scopo. Perseverando in questa direzione nel disegno tratteggiato, si accentua il processo in questione. Nel quadro delle arti terapeutiche, ne risulta soprattutto un rafforzamento dell’Io.

* dall’articolo “La terapia artistica e gli elementi costitutivi dell’uomo – Prescrizione dell’arteterapia, Le varie arti: Architettura, Arte delle forme, Pittura, Musica, Parola e Poesia, Canto, Euritmia, Euritmia curativa, Ginnastica. Retrospettiva e prospettiva” di Rudolf Treichler
Periodo del corso: dal 09-12-2016 al 11-12-2016
Nei seguenti giorni: Ven - Sab - Dom

Dati Aggiornati al: 02-12-2016 17:14:47

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Corsi

Quando: Venerdì 09-12-2016 alle 15:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Il Centro Fondazione per l'Antroposofia

Indirizzo: Via Bertola, 40 - Torino angolo via Stampatori Torino

Prezzo: 80

Link: Sito Web dell'evento