WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Godi il giorno, confidando meno che puoi nel domani. Orazio

> Home > Eventi a Torino del 09-05-2017 > Musica e Spettacoli > Vergine giurata

Vergine giurata

Vergine giurata

 

 

Martedì 9 maggio, ore 21 Presenta il film Carlo Griseri di AgendaCinemaTorino.it Si replica: Sabato 13 maggio, ore 18 VERGINE GIURATA di Laura Bispuri [Italia, Abiania, Svizzera, Germania • 2015 • 90'] La storia di una donna che sacrifica la propria identità in nome della libertà, per poi scoprire di essere libera solo potendo essere se stessa. Ritrovarsi è come imparare di nuovo a respirare... Un film sulle gabbie invisibili che ci imprigionano, un viaggi o nella complessità dell’universo femminile. DAL KANUN: Non è bene bere prima che un uomo beva. Non è bene fumare. Non è bene imbracciare un fucile. Non è bene parlare prima che un uomo parli né andare da sola nei boschi senza un uomo. Non è bene scegliere il marito. Non è bene svolgere i lavori degli uomini. Non è bene guardare un uomo pensando che non abbia ragione. Non è bene scegliere prima che un uomo scelga. Nelle desertiche lande di un villaggio albanese, il silenzio è rotto soltanto dalle gocce di innevata pioggia che cadono tra i boschi, muovendo le foglie. Il freddo e la neve contribuiscono a dare a quei luoghi un tocco atemporale che, come un incantesimo, colpisce anche le famiglie che ci vivono. Quella di Hana (Alba Rohrwacher) scompare prematuramente e da adolescente si ritrova all’interno di un nuovo nucleo, con una sorella acquisita ed un padre che come tutti nel villaggio tiranneggia le donne di casa. A loro non è permesso uscire da sole, non è permesso parlare prima degli uomini, bere prima degli uomini. Non è permesso guidare, avere un’opinione, vivere. Una situazione di compressione che ha come unica via d’uscita per Hana quella di un giuramento - il kanun - che la costringe ad abbandonare il proprio corpo e a vestire i panni di un uomo all’interno della sua società, trasformandola quindi in una Vergine Giurata che da quel momento in poi si chiamerà Mark. Un cambiamento radicale, una costrizione corporea che si esprime in vestiti larghi e fasce che nascondono il seno, a cancellare una femminilità maledetta e castrante, con cui Hana/Mark riuscirà a fare i conti solo molti anni dopo. All’interno di una narrazione tripartita, il primo lungometraggio di Laura Bispuri si muove tra le pieghe della vita di Hana, raccontandone l’infanzia, l’adolescenza e l’attuale ricerca della sorella trasferitasi in Italia, nella speranza di trovare il suo definitivo posto del mondo. Attraverso un montaggio che mira a staccare i tre momenti anche in maniera stilistica, Laura Bispuri accentua le differenze regalando alle sequenze presenti lunghi piani sequenza che non sembrano volersi staccare dalle spalle ricurve di Mark, e che contribuiscono a far respirare allo spettatore quell’aria di realismo che si stacca dal passato, più tagliato e più tagliente. Particolarmente riuscito è il racconto di un viaggio all’interno dei dettagli: è nei vestiti troppo grandi, nelle fasce costrittive e nei boxer maschili che la vera lotta di Hana riesce ad esprimersi. Allo stesso tempo il racconto del passato si fregia, grazie anche alle ragazze albanesi che interpretano le due sorelle in giovane età, di un potente realismo che accompagna qualsiasi tipo di rituale: i momenti in cui ci immergiamo davvero in quella cultura per riuscire a scavare all’interno della vicenda di Hana sono infatti quelli in cui la regista mostra il generale per spiegare il particolare. Il giuramento, il funerale, il racconto dell’ingombrante patrigno che spiega alla figlia quella tradizione segnandone di fatto il destino. NOTE DI REGIA La femminilità, raccontata nelle sue mille dimensioni e contraddizioni, è il cuore di “Vergine giurata”. Ho scelto di raccontare il percorso di un essere umano profondamente diviso, assumendo tale complessità come punto d’ingresso nella storia stessa. Con Hana/Mark passiamo costantemente la linea di una doppia identità, attraversando dimensioni temporali, storie, stati d’animo diversi. Nel seguire la storia di Hana/Mark, necessariamente frammentata, siamo però guidati da una continuità emotiva. Sono stata il più possibile vicino al mio personaggio e ho cercato di farlo essere vicino a noi. Ho lavorato per sottrazione, più che per addizione, scegliendo sempre un punto di vista specifico della macchina da presa, cercando di usare la forza di quell’angolo specifico. Volevo che fosse la poesia ad accompagnare la visione della storia; una poesia ruvida ma capace di commuovere. Ispirato all’omonimo romanzo di Elvira Dones (Feltrinelli, 2007) “Vergine giurata” racconta alcuni aspetti del Kanun, l’antica legge delle montagne albanesi dove, ancora oggi, vige una cultura arcaica, maschilista, basata sull’onore, che non riconosce alle donne alcuna libertà; padri, fratelli e mariti hanno potere di vita e di morte su figlie, sorelle e mogli. Un universo remoto, che il cinema non ha quasi mai raccontato, che ho scelto come simbolo di una condizione più generale. Ho lottato a lungo per fare questo film, spinta da un grande amore verso il personaggio di Hana/Mark e da un senso di responsabilità verso la storia che ho deciso di raccontare, una storia che è metafora del rapporto tra libertà femminile e mondo. Laura Bispuri Ingresso: intero 3,50€ / ridotto 2,50€ (under25, over65) Trailer: http://www.cineteatrobaretti.it/cineclub/index27.htm

Dati Aggiornati al: 04-05-2017 14:28:36

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Martedì 09-05-2017 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: CineTeatro Baretti

Indirizzo: Via Giuseppe Baretti, 4 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento