WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Difficile non è sapere una cosa, ma sapere far uso di ciò che si sa. Han Fei

> Home > Eventi a Torino del 17-05-2017 > Mostre e Cultura > Visegrad. L'odio, la morte, l'oblio.

Visegrad. L'odio, la morte, l'oblio.

Visegrad. L'odio, la morte, l'oblio.

 

 

Mercoledì 17 maggio sarà nostro gradito ospite Luca Leone, scrittore ed esperto di Balcani, che, assieme a Marco Travaglini, ci parlerà di Visegrad, la Srebrenica dimenticata.



Nella primavera del 1992, all’inizio del conflitto che sino alla fine del 1995 insanguinerà la Bosnia Erzegovina, Višegrad viene sottoposta a un intenso bombardamento da parte dell’esercito regolare jugoslavo. Ritiratesi le forze armate, millantando una situazione ormai sicura e sotto controllo, la cittadina della Bosnia orientale finisce sotto il controllo di un gruppo paramilitare guidato dai cugini Milan e Sredoje Lukić, che inaugurano un regime del terrore e dell’orrore. In pochi mesi la pulizia etnica ai danni dei musulmani-bosniaci – che costituivano il 63 per cento della popolazione locale – viene portata a termine con operazioni di rastrellamento, deportazioni, omicidi di massa e persino attraverso la combustione, in almeno due casi, di decine di civili all’interno di case private. Circa tremila persone vengono uccise e fatte scomparire. Lo stupro etnico ai danni di donne, bambini e uomini diviene pratica comune. Il fiume Drina mirabilmente cantato dal premio Nobel per la letteratura Ivo Andrić diviene la più grande fossa comune di quella guerra. Questo reportage scritto sul campo racconta le vicende, raccoglie le testimonianze di tutte le parti e fa il punto sull’episodio che ha rappresentato la prova generale di ciò che sarebbe accaduto tra il 1992 e il 1995 a Srebrenica, Prijedor, Foča e in altri luoghi passati alla storia per la crudeltà degli eventi verificatisi.

“Venticinque anni di silenzi complici, di rimozione, di inganni e tradimenti. Di quel negazionismo spicciolo che si nutre di ‘letteratura’ cospirazionista e che, per mera affiliazione ideologica, ci spiega ogni tanto con un post tradotto o scritto pure male, che è tutto falso”. (Riccardo Noury)

“Per questo reportage e per tante altre storie e racconti bisogna essere grati a Luca Leone – autore anche di Srebrenica. I giorni della vergogna, Bosnia Express, I bastardi di Sarajevo e molti altri testi – uno dei più attenti e informati giornalisti e scrittori sulle vicende balcaniche in generale e bosniache in particolare”. (Marco Travaglini)

Dati Aggiornati al: 15-05-2017 09:54:37

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Mercoledì 17-05-2017 alle 18:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: AUT. Dove i libri sono indipendenti

Indirizzo: Via Sant' Ottavio 45 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento