WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca (Martin Heidegger)

> Home > Eventi a Torino del 23-03-2018 > Mostre e Cultura > g.olmo stuppia | Like the sound of an earthquake...

g.olmo stuppia | Like the sound of an earthquake – Cassata Drone

g.olmo stuppia | Like the sound of an earthquake – Cassata Drone

 

 

g.olmo stuppia⎢Like the sound of an earthquake — Cassata Drone a cura di Giovanni Rendina ven 23/03 h.19 Sponsor tecnico: IDRONI TORINO [English version below] Barriera è molto felice di ospitare " Like the sound of an Earthquake" — una serie di “sculture performative” pensate da g. olmo stuppia e curate da Giovanni Rendina. A Torino prenderanno forma in due droni dotati di un sistema audio diffuso che sorvoleranno lo spazio espositivo. Sulle macchine saranno installati dei piccoli altoparlanti che emetteranno nell’ambiente delle registrazioni sonore di ricette della cassata rielaborate dall'artista. " Like the sound of an Earthquake" — inserendosi tra gli eventi fondamentali di Cassata Drone — associa le due forme della cassata e del drone. Entrambe abitano la regione Sicilia, della quale l’artista è originario. Le sue sculture nascono esaminando contestualmente la tradizione linguistico-culturale siciliana (Cassata, dall’arabo ‘quas’at’) e la forte presenza militare (Drone, dall’inglese ‘ronzone’), con la base NATO di Sigonella, che caratterizza la Sicilia fin dal dopoguerra e oggi ospita svariati droni militari Hawk e Predator. — Cassata Drone è un progetto indipendente che si terrà a Palermo dal 16 giugno al 20 settembre 2018 in un appartamento privato nel cuore del quartiere arabo della Kalsa, al sesto piano in un palazzo razionalista in Piazza Borsa. Ideata dall’artista g.olmo stuppia e curata da Giovanni Rendina, CD vede la partecipazione con opere site specific degli artisti internazionali Raqs Media Collective, Stefano Cagol e Maria Rapicavoli. Se da un lato la Cassata Siciliana diviene il fulcro di un’operazione visiva legata alla decorazione, al gusto e alla lingua; dall’altra la parola Drone crea uno spazio per trasformare in forme estetiche e scultoree la presenza di dispositivi militari (Frontex, Drone Hawak, Drone Predator, Muos) utili tatticamente a fare della Sicilia una “portaerei naturale” strategica nel Mediterraneo. La pratica dell’artista g. olmo stuppia (1991) indaga il ruolo dell’immagine nel contesto digitale concretizzando i propri progetti in forma di sculture performative. Ha recentemente realizzato il progetto Do not waste tears on Clams nello spazio di Gelateria Sogni di Ghiaccio. Nel 2017 ha inaugurato la sua personale Per fiori agli altari (Galleria Dino Morra, Napoli) e curato la mostra collettiva Croccante al Sale Docks di Venezia. Tra le collettive del 2016: E per dormire mi stesi accanto agli assassini (Fond BLM, Venezia), Piigs (Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino), Walking With Art (Fond. BLM) Tre lm site speci c (IIC, Parigi). Giovanni Rendina (1991) è un curatore. La sua pratica si concentra sull'idea di arte come “svago organizzato”. Formatosi presso il Chelsea College of Arts di Londra, Per tutto il 2017 ha collaborato per un anno con i Mahler & LeWitt Studios. Nel 2016 ha co-curato Use/User/Used presso la Zabludowicz Collection ed è stato assistente curatore per diverse mostre al Chelsea Space di Londra. Nel 2017 ha curato i solo show di Andrew Mealor, A SLUMP, nello spazio bolognese Gelateria Sogni di Ghiaccio; e di Mattia Pajè, Do you come here often?, presso il Ponte Sanguinario di Spoleto, parte della manifestazione Viaggiatori sulla Flaminia. — Barriera è un’associazione culturale no-profit fondata nel 2007 da un gruppo di collezionisti. Barriera ospita uno spazio espositivo, una sala per incontri, una raccolta di libri d’arte e un deposito di opere all’interno di un’ex fabbrica farmaceutica in Barriera di Milano — quartiere operaio e multiculturale di Torino. Dal 2016 Giulia De Giorgi, Sergey Kantsedal, Clara Madaro e Maria Elena Marchetti hanno preso in gestione lo spazio. Dal 2018 la programmazione di Barriera è suddivisa in tre contenitori che riflettono la natura policentrica dello spazio: progetti storici come Mirror Project e Colazione (Barriera_classics); progetti di altre realtà culturali e artistiche che verranno ospitate (Barriera_host); progetti ed eventi ideati e curati da uno o più membri del gruppo, orientati alla condivisione di conoscenze e pratiche attraverso la sperimentazione di format (Barriera_dwell). Tutti tre sono coordinati da Sergey Kantsedal, che dall’estate 2017 gestisce la segreteria organizzativa di Barriera. |||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||| Barriera is pleased to host " Like the sound of an Earthquake" , a series of performative sculptures conceived by g. olmo stuppia and curated by Giovanni Rendina. In Turin, the sculptures will take shape in two drones equipped with speakers, overflying the audience in the exhibition space. The speakers will play recordings of the cassata recipe reworked by the artist. " Like the sound of an Earthquake" — part of the Cassata Drone project — associate the form of the Sicilian Cassata and the Drone. Both inhabit the Sicilian Region, where the artist is originally from. Stuppia’s sculptures analyse Sicilian linguistic and culinary tradition (cassata, from the Arabic quas’at) in relation to its geopolitical and military culture, from the post-war period to the present (drone). On the one hand, Sicilian Cassata becomes the focus for a visual investigation of decoration, taste and language. Cassata siciliana is a traditional sweet from all areas of Sicily, born in Palermo. Cassata consists of round sponge cake moistened with fruit juices or liqueur and layered with ricotta cheese and candieds (which are also cannoli’s filling). On the other, the word Drone opens a space for transforming the presence of military devices (Frontex, Hawk Drone, Predator Drone, MUOS) into aesthetic forms, making Sicily a natural strategic “aircraft carrier” in the Mediterranean Sea. — Cassata Drone is an independent project involving RAQS Media Collective, Maria D Rapicavoli and Stefano Cagol landing in Palermo with an exhibition open from the 16th of June to the 20th of September 2018. g. olmo stuppia is a visual artist. Graduated in Visual Arts at IUAV University in Venice, his practice rotates around the role of the image in the digital world realizing site specific performative sculptures. Giovanni Rendina is a curator. His practice focuses on art as “organised leisure”. He read drama, art and music studies at Bologna University before studying for his MA in Curating & Collections at the Chelsea College of Art UAL, London (2015–2016) — Barriera is a non profit association founded in 2007 by a group of collectors in Barriera di Milano — multicultural and working class neighborhood of Turin.

Dati Aggiornati al: 16-03-2018 07:29:48

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Venerdì 23-03-2018 alle 19:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Barriera Arte in to

Indirizzo: Via Crescentino 25 Torino

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento