WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Chi non ha fatto niente non sa niente. Thomas Carlyle

> Home > Eventi a Torino del 05-11-2018 > Musica e Spettacoli > I Risveglianti III Ed,Demiourgos XXVII Ed,DirArt...

I Risveglianti III Ed,Demiourgos XXVII Ed,DirArt L Di Cesare

I Risveglianti III Ed,Demiourgos XXVII Ed,DirArt L Di Cesare

 

 

DEMIOURGOS XXVII EDIZIONE
Festival realizzato da Associazione Artistico Culturale IPPOGRIFO
con il sostegno di Fondazione CRT, Consiglio Regionale del Piemonte,
Biblioteche Civiche Torinesi. Patrocinio della Città di Torino,
laFeltrinelli Express Torino Porta Nuova

Direzione Artistica, M. Luigi DI CESARE

Ingresso libero e gratuito a tutti i concerti

I Risveglianti III Edizione
Rassegna musicale, artistica e letteraria alla Libreria laFeltrinelli

Lunedì 5 Novembre 2018 – ore 17.30 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

Duo
Andrea FERRARIO, chitarra
Elena NAPOLEONE, pianoforte
Programma
DAL ROMANTICISMO VERSO LA NUOVA MUSICA
F. MARGOLA: Fantasia
D. BOGDANOVIC: Sonate printanière
I. Moderato ritmico
II. Adagio lirico
III. Con umore
IV. Allegro brillante

M. GIULIANI: Due rondò op. 68

F. REBAY: Sonate in C
I. Allegro moderato
II. 5 kl. Variationen über D. alte Volkslied: " Ich hab die Nacht geträumet.."
III. Scherzo - trio (ruhiger Walzer)
IV. Allegro giocoso

M. CASTELNUOVO-TEDESCO (1895/1968): Fantasia op.145
I. Quite and dreamy, più mosso e danzante
II. Vivacissimo
Il programma è incentrato sulla musica da camera per chitarra e pianoforte del Novecento, con particolare attenzione verso quattro compositori che approcciarono in modi completamente differenti le molteplici possibilità di linguaggio nate nel XX secolo. Ad aprire il programma è il compositore Franco Margola, un autore bresciano noto per il suo contributo al repertorio cameristico con chitarra. Dusan Bogdanovic è un chitarrista compositore nato a Belgrado nel 1955 ed in seguito naturalizzato americano che fonde nelle sue composizioni le strutture classiche con influenze provenienti dai generi più diversi (etnico, rock e jazz). Austriaco è invece Ferdinand Rebay, un autore fondamentale nella musica cameristica per chitarra, che scrive con un linguaggio di chiara matrice tardo-romantica nonostante viva gli anni in cui Schönberg, Berg e i compositori della nuova Scuola di Vienna stanno portando fino alle estreme conseguenze la rottura del linguaggio tonale. Il concerto si chiude con Mario Castelnuovo-Tedesco, uno dei più grandi compositori italiani del Novecento, che trae ispirazione dai grandi autori del passato per creare un linguaggio personalissimo e di grandissima ispirazione; la sua fantasia per chitarra e pianoforte (esplicitamente dedicata a Maurice Ravel) è oggi considerata un capolavoro di costruzione, lirismo e ricerca timbrica. A fare da intermezzo tra questi autori abbiamo scelto Mauro Giuliani, virtuoso e compositore del'Ottocento che con i suoi lavori e le sue doti di interprete conquistò i più importanti teatri d'Europa nella prima metà del Diciannovesimo secolo, grande innovatore della tecnica chitarristica ed allo stesso tempo autore ispirato e geniale.


Andrea Ferrario ed Elena Napoleone formano il loro duo nel 2006 nella classe di musica da camera del Conservatorio di Como dove studiano con i maestri Francesco Diodovich e Noemi Gobbi. Dal 2009 approfondiscono il repertorio originale del Novecento per la loro formazione con Lorenzo Micheli presso l'Istituto Pareggiato di Aosta ed i corsi estivi di Ticino Musica. Seguono inoltre le masterclass di Matteo Mela, Roberto Plano, le lezioni di Giampaolo Bandini e Massimo Felici nell'ambito del Master di II livello del Conservatorio di Parma e del Trio di Parma presso i corsi dell'Accademia Santa Cecilia di Portogruaro. Da allora hanno condiviso numerosi progetti musicali ed hanno tenuto concerti per il Teatro Manzoni di Pistoia, il IX e X Festival Mediterraneo della Chitarra di Cervo, i Jeudi du Conservatoire di Aosta, l'Associazione Petit Société di Como, Il Borgo Musicale di Clivio, il Salotto in Prova di Milano e la stagione ClassicA Torgnon. Sono stati l'unica formazione da camera con chitarra premiato al concorso di Città di Piove di Sacco nel 2011 e nel 2017 hanno vinto il concorso IMKA di Sarajevo. Nel 2011 hanno tenuto presso il salone del Conservatorio di Aosta la prima esecuzione italiana della Sonate in C di Ferdinand Rebay per chitarra e pianoforte, brano di cui hanno in seguito curato la revisione per la casa editrice canadese Les Productions d'Oz. Nel 2018 è stato pubblicato dall'etichetta discografica Dot Guitar il loro primo album, Ferdinand Rebay - works for guitar and piano.
Andrea Ferrario dopo gli inizi con Alberto Gramolini e gli studi presso il Conservatorio di Como nella classe di Francesco Diodovich, viene ammesso come borsista nella classe di chitarra di Lorenzo Micheli presso l’Istituto Musicale Pareggiato di Aosta. Qui consegue la laurea biennale con massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Nei due anni successivi si perfeziona con lo stesso Micheli seguendo il master Artist Diplom. Nel 2018 ha ottenuto a pieni voti la laurea al Master di II livello presso il Conservatorio di Parma, corso che gli ha permesso di approfondire lo studio dello strumento con alcuni dei più grandi chitarristi della scena internazionale (Massimo Felici, Giampaolo Bandini e Oscar Ghglia per citarne alcuni). Vincitore del primo premio assoluto al Concorso G. Rospigliosi ed all’European Music Competition di Moncalieri, ha ottenuto inoltre importanti riconoscimenti ai concorsi Riviera Etrusca, Piove di Sacco, Città di Lissone, Atella Classica e Luigi Nono. Dal 2006 ha tenuto numerosi concerti tra cui si ricordano quelli per il Teatro Manzoni di Pistoia, la Stagione Corde d’autunno di Milano (YEGS project al Castello Sforzesco), il Festival Internazionale di Menaggio, la Rassegna chitarristica internazionale del Malcantone, il Festival Paganini di Parma ed il Festival Atella Classica di Napoli. Selezionato inoltre per partecipare alle fasi finali del Biasini International Guitar Competition, nel 2016 si è esibito presso il Conservatorio di San Francisco (CA). Nel 2012 e nel 2013 è stato solista ospite dell’Orchestra Sinfonica della Valle d’Aosta con il concerto di H. Villa-Lobos e la Fantasia di M. Arnold. Suona chitarre del liutaio Fabio Schmidt.
Elena Napoleone, dopo gli studi con il M° Anita Porrini, ottiene il Diploma Accademico in pianoforte nel 2008 con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio di Musica ‘G. Verdi’ di Como sotto la guida del M° Noemi Gobbi. Conclude nel 2011il Biennio di pianoforte con il massimo dei voti nello stesso Istituto con M° Alessandro de Curtis presentando una tesi su Claude Debussy. Da sempre interessata alla musica da camera, suona stabilmente in diverse formazioni. Con la sorella Lisa Napoleone, violoncellista, ha seguito – tra gli altri – il corso di perfezionamento tenuto dal M° Roberto Plano presso l’Accademia pianistica internazionale Lago di Monate (VA), il corso annuale del Trio Riccati presso la Scuola di Musica di Villorba (TV) e la masterclass con Ingrid Fliter e Anton Dressler nell'ambito del Festival di musica sull'acqua di Colico (LC). Insieme a lei e alla violinista Ida Di Vita fonda nel 2014 il Trio Madeleine e frequenta in questa formazione il corso annuale presso l'Accademia di Musica di Pinerolo (TO) negli anni accademici 2014-15 e 2015-16 con il Trio Debussy, oltre alle masterclass con il Trio di Parma (Festival di Portogruaro) e i Maestri Antonio Valentino e Claudio Voghera. Svolge un’intensa attività didattica presso la 'Il Borgo musicale’ di Clivio (VA) e l’Accademia ‘Camille Saint-Saëns’ di Crosio della Valle (VA). Fa parte fin dalla fondazione del Coro da Camera del Conservatorio di Como diretto dal M° Domenico Innominato.

Lunedì 5 Novembre 2018 – ore 18.40 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

Duo ZULABOSSA
Carmela Gattuso, voce
Christian Tremus, chitarra e voce
Musiche latinoamericane d’autore
Programma
Chitarra, voci e cuori messi insieme per raccontare storie e suoni a ritmo di bolero, son, bossa nova, tonada, trova... con l’intenzione di presentare e trasmettere la ricchezza della cultura e la musicalità centro e sudamericana.
TONADA DE LA LUNA LLENA - Simon Diaz – Venezuela
TREM DAS ONZE – Adorinan Barbosa – Brasile
EL CARRETERO - Guillermo Portabales – Cuba

AGUAS DE MARZO – Antonio Carlos Jobim - Brasile
LA MAZA - Silvio Rodriguez – Cuba

MAS QUE NADA - Jorge Ben - - Brasile

VOCÈ ABUSSOU - Antonio Carlos & Jocafi – Brasile

GRACIAS A LA VIDA – Violeta Parra – Chile

OH QUE SERÁ – Chico Buarque – Brasile

LAGRIMAS NEGRAS – Miguel Matamoros - Cuba

ALFONSINA Y EL MAR - Ariel Ramírez e Félix Luna – Argentina

QUIZAS - Osvaldo Farrés - Cuba

MOLIENDO CAFÉ – Hugo Blanco – Venezuela

Lunedì 3 Dicembre 2018 – ore 17.30 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova -Torino

TURIN CLARINET BAND

Nata da un’idea del M° Nino Carriglio, per diffondere il messaggio musicale nell’ambito sociale, attraverso la sonorità del clarinetto, arricchita ancor di più dalla musica d’insieme. L’orchestra di clarinetti offre una caratteristica timbrica particolare, tipica di questo splendido strumento a fiato ad ancia semplice che come un camaleonte, riesce a trasformarsi adattandosi alle varie situazioni emotive e descrittive del compositore. Uno strumento che come nessun altro riesce ad avere a disposizione una tavolozza di suoni e dinamiche musicali.

Direttore, Nino Carriglio
Musiche dal mondo

Lunedì 3 Dicembre 2018 – ore 18.40 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova -Torino

Duo
Nino CARRIGLIO, clarinetto
Cecilia NOVARINO, pianoforte

Programma
- W. A. MOZART (1756-1791) ADAGIO dal Concerto K.622 in La Magg.

- G DONIZETTI (1797-1868) UNA FURTIVA LAGRIMA

- P. MASCAGNI (1863-1945) INTERMEZZO dalla Cavalleria rusticana

- J. LACALLE (1859-1937) AMAPOLA

- S. BECHET (1897-1959) PETIT FLEUR

- A. PIAZZOLLA (1921-1992) LIBERTANGO

- E. MORRICONE (1928) GABRIEL’S OBOE

- G. GERSHWIN (1898-1937) SUMMERTIME

BLUES

Nino CARRIGLIO clarinetto e saxofoni
Nato a Trapani, Inizia lo studio del clarinetto e poi del sax con Francesco Bologna. A soli 16 anni si diploma presso il Conservatorio di musica " A. Scontrino• di Trapani. Ha frequentato i Corsi di perfezionamento strumentale sia in Italia: Perugia con J. Villarojo, Palermo con Vittorio Luna sia all'estero: Barcellona (Spagna) con J.VIIIarojo, Annecy (Francia) con G. Deplus. Partecipa ai Corsi di perfezionamento orchestrale-strumentale di Lanciano (CH) con l. Capicchioni, Iclarinetto alla Scala di Milano, sotto la direzione di Maestri come K. Martin, W. Humburg, G. Ferro. Trasferltosl a Torino, città dove risiede attualmente dal 1990, studia con S. Delmastro. Ha Ha collaborato con parecchi Enti Urico-Sinfonicl, prendendo parte a parecchie Stagioni Musicali, tra cui: Ente musicale Luglio trapanese, Ente Teatro Comunale di Enna " G. Garibaldi, Teatro romano di Benevento,Teatro Alfa con la Compagnia Stabile di Operette " Alfa Folles• di Torino e l Pomeriggi musicali del Teatro A lfieri di Torino. Ha registrato anche delle trasmissioni per la RaiTV. Ha all'attivo una buona e Intensa attività concertistica che lo vede impegnato sia come solista, anche con orchestra: recentemente ha eseguito il Concerto di Mozart con l'Orchestra Pardo, diretta da Mario Lamberto; sia In complessi cameristici. E' stato docente di Clarinetto e Saxofono presso la Scuola Civica di Beinasco (TO), l'Associazione Musicale diCollegno (TO) l'Istituto Musicale " L. Perosi" di Biella. Ha diretto il Coro polifonico deii'Uni3 di Beinasco e Collegno, le Bande musicali di Locogrande (TP), di Trapani e di Borgaretto. Le molteplici esperienze musicali lo portano a esplorare Il panorama sonoro attraverso la rivlsltazione di generi diversi: dalla musica classica a quella operistica per poi confluire, nelle atmosfere ja zz, fusion, pop e folk: quest'ultimo soprattutto con la pratica esecutiva di strumenti a flato tipicidella tradizione popolare Italiana: zampogne, ciaramelle, pive, esibendosi in concerti, manifestazioni e festival in Italia ma anche all'estero. Nel 2010 consegue l'abilitazione all'insegnamento strumentale, presso Il Conservatorio " G. VERDI" di Torino. E' docente di clarinetto presso la Sruola media a indirizzo musicale " Nigra" di Torino.
CECILIA NOVARINO Nata a Torino, inizia lo studio del pianoforte a cinque anni con Lorena Sancin e il metodo Suzuki. Successivamente studia presso il Conservatorio G.Verdi di Torino sotto la guida di V. Drenkova e si diploma nel 2000 con il massimo dei voti e la lode, ricevendo il Premio “G.Berrino” come miglior diploma dell’anno. Consegue in seguito il Diploma Accademico di II livello ad indirizzo concertistico con il massimo dei voti ed porta a termine lo studio della Composizione fino al Corso Superiore con il Maestro Giulio Castagnoli. Nel 2007 consegue a pieni voti l’Abilitazione alla Didattica strumentale.
Parallelamente agli studi musicali completa la sua formazione laureandosi a pieni voti in Lettere moderne.
Si perfeziona seguendo i corsi di pianisti quali A. Lucchesini, F.Scala, R.Risaliti, P.Prever, F.Righini e, in ambito cameristico, all’ Accademia di Pinerolo con l’Altenberg Trio e a Duino (TS) presso l’Accademia del Trio di Trieste con il Trio di Parma, dove consegue il Diploma di Merito insieme al violoncellista Luca Magariello. Il Duo Magariello-Novarino ha all’attivo numerosi concerti in Italia e all’estero nonché due incisioni discografiche, per Sheeva e per Brilliant Classics.
Cecilia Novarino si esibisce inoltre per I Concerti del Quirinale” nella Cappella Paolina (in diretta radiofonica su Radio 3), Unione musicale e Polincontri di Torino, Festival Massimo Amfiteatrof di Levanto, Noto Musica Festival, Lyric Theatre di Assisi, Musica a piazza Navona di Roma, Concerti all’Università di Perugia, Toscana Classica, Festival dei Due mondi di Spoleto, Festival di Musica da Camera di Cervo. Ha inoltre all’attivo concerti in Spagna, Armenia e Canada.
Ricopre il ruolo di Maestro collaboratore e Pianista in orchestra presso Teatro Regio e Teatro Stabile di Torino, Teatro Due di Parma, Teatro Verdi di Salerno, Teatro Bellini di Napoli, Piccolo di Milano, Teatro delle Indie di Roma.
Lavora come Pianista accompagnatore con il Conservatorio di Torino, l’Accademia di Alto Perfezionamento di Saluzzo (To), l’Associazione Mozart Italia e la Pavia Cello Academy, collaborando con illustri musicisti tra cui V.Brodsky, E.Dindo, F.Cusano, M.Polidori, A.Farulli, R.Filippini, R.Ranfaldi, F.Elmerson.

Lunedì 28 Gennaio 2019 – ore 17.30 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova -Torino

Duo
Veronica RAMONDA, flauto
Marina MASSIMINO, chitarra

Programma

- Gran Duo Concertante op.85, Mauro Giuliani (1781-1829)
Andante
Scherzo con trio
Allegro

- Sonatina op.205, Mario Castelnuovo-Tedesco (1895-1968)
Allegro
Tempo di siciliana

- Suite Buenos Aires, Maximo Diego Pujol (1957)
Pompeya
Palermo
San Telmo

- Histoire du Tango, Astor Piazzolla (1921-1992)
Bordel 1900
Café 1930
Nightclub 1960
Concert d’aujourd’hui

Il Duo collabora dal 2015 e si è esibito in numerosi eventi e rassegne nella provincia di Cuneo e Torino. Inoltre ha partecipato ad una masterclass tenuta dal M° Nigel Clayton del Royal College of Music di Londra.
Nell’aprile 2018 si è esibito presso il Circolo dei lettori di Torino, ha partecipato alla rassegna musicale dell’associazione “San Giorgio Musica” di Cervo (IM) e si è esibito nella rassegna di primavera dell’associazione “Amici della Scuola Latina” di Pomaretto (TO).
Nell’estate 2018 si esibirà a Roma per l’associazione “I concerti del tempietto” e nell’autunno collaborerà con alcune associazioni concertistiche di Milano, Capri e Latina.

Veronica Ramonda Nata a Cuneo nel 1993, inizia gli studi di flauto traverso nel 2004 presso l’indirizzo musicale della scuola media “G. Carducci” di Busca (CN).
In seguito si iscrive al liceo delle scienze umane “E. De Amicis” di Cuneo e all’Istituto Musicale “A. Vivaldi” di Busca dove prosegue lo studio del flauto, sotto la guida del professor Alberto Gertosio.
Nell’ottobre 2011 ha conseguito la licenza del 5° anno presso il conservatorio “G. Verdi” di Torino.
Si iscrive, in seguito, ai corsi triennali di I livello del conservatorio “G. F. Ghedini” di Cuneo, sotto la guida della professoressa Isabelle Massara.
Nell’ottobre 2015 consegue la laurea di I livello in flauto traverso con la votazione di 110/110.
Dall’ottobre 2015 frequenta una masterclass annuale con il M° Andrea Manco (1° flauto dell’orchestra “Alla Scala” di Milano).
Nel giugno 2017 consegue la laurea di II livello in flauto traverso con la votazione di 110 con lode.
Ha partecipato a numerosi concorsi musicali classificandosi al primo posto nel marzo 2007 al concorso internazionale “Un ricetto in musica” di Candelo.
Nello stesso anno si è aggiudicata il primo posto al concorso musicale di Castiglione delle Stiviere (Mantova).
Nel maggio 2008 ha vinto il primo premio assoluto della categoria ex-allievi al concorso nazionale “Alpi Marittime” di Busca.
Ha collabora con l’orchestra giovanile del corso estivo “Montagna in Musica”, con la quale si è esibita al teatro “Piccolo Regio” di Torino.
Si è esibita con l’orchestra dell’istituto musicale “A. Vivaldi” di Busca e con l’orchestra del conservatorio “Ghedini” di Cuneo, eseguendo concerti per flauto solista.
Dal 2009 gestisce anche un duo arpa e flauto, con il quale ha realizzato numerosi concerti e ha partecipato, classificandosi al secondo posto, al concorso internazionale “Alpi Marittime”.
Si è esibita in occasione di vari eventi nella provincia di Cuneo, Torino e Savona ed, inoltre, al Circolo dell’aeronautica militare di Roma alla presenza dei Principi Amedeo e Silvia di Savoia.

Martina Massimino Nata a Bra nel 1993, ha iniziato gli studi di chitarra classica nel 2003 presso l’Associazione “Musicainsieme” di Fossano sotto la guida del prof. Fea Ugo
Ha frequentato la Scuola Secondaria di Primo Grado " Sacco Boetto Paglieri" di Fossano ad indirizzo musicale.
Ha conseguito la laurea di I livello in chitarra classica presso il Conservatorio di Musica " G. F. Ghedini" di Cuneo nell'A. A. 2014/2015 con votazione 110 e lode.
Nel giugno 2017 ha conseguito la laurea di II livello in chitarra classica con la votazione di 110 con lode.
E’ docente, oltre la scuola statale, presso l'istituto " V. Baravalle" di Fossano e a Roccavione (CN) presso l'Istituto Civico di Roccavione.
Ha partecipato a vari concorsi musicali nell’ambito della Scuola Secondaria di Primo Grado riportando alcune vincite sia come esecuzione in orchestra, sia come gruppi, sia come solista di chitarra classica
Ha conseguito il diploma di maturità presso il Liceo Artistico e Musicale " Ego Bianchi" di Cuneo.
Ha partecipato ai " Campus Musicale Estivo di perfezionamento" sotto la guida del prof. Lacertosa Carmelo.
Ha partecipato alla Masterclass di chitarra classica tenuta dal M° Giulio Tampalini in data 31 ottobre 2010.
Ha partecipato alla Rassegna Chitarristica Nazionale 2011 “F. Levrone, C. Arpiè Bottero, M. Rubaldo, G. Sacchi, V. Loi” tenuta a Roccaforte Mondovì, conseguendo una Menzione Speciale “per il bel suono e l’equilibrio mostrato in tutta l’esecuzione" .
Ha preso parte ad alcune Orchestre Giovanili: “Cascabeles” di Fossano diretta dai Maestri Dina, Schaefer, Gallarate e Mandarini; “Classic Guitar Band” di Torino diretta dal Maestro La Vecchia Carmine che le ha permesso di suonare in orchestra a Londra.
Inoltre ha frequentato un Corso di affiancamento didattico formativo chitarristico e un Corso di tromba e chiarina presso la Fondazione Fossano Musica.
Ha tenuto un corso di coro e chitarra ritmica presso il D. D. 2° circolo di Fossano, conseguendo la vincita del Concorso Nazionale " Donne per le donne- Il futuro che vorrei" indetto dal MIUR con la creazione di musica, testo e direzione coro della canzone " Liberi Insieme" .

Lunedì 28 Gennaio 2019 – ore 18.40 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova -Torino

MAQAM ORIENTAL DANCE
Cinzia BRIZZI, direzione artistica, coreografie, danza.

Spettacolo di danza orientale.


CINZIA BRIZZI
CURRICULUM VITAE

Danza Orientale. Inizia il suo percorso di studio della Danza Orientale nel 1995 e dopo aver seguito i corsi di Formazione per Insegnanti con il Maestro Zaza Hassan di Parigi si dedica all'insegnamento dal 1998 con la scuola Artemide di Torino, senza mai abbandonare i propri studi ma approfondendo costantemente la conoscenza delle Danze Mediorientali.

I suoi Maestri. Studia maggiormente con Maestri riconosciuti a livello internazionale quali Mahmoud Reda, Yousry Sharif, Saad Ismail, Aida Nour, Narjess Montasser e Nawal Benabdallah e con molti altri presenti sul territorio nazionale.

Maqam Oriental Dance. Nel 2010 crea, con le danzatrici ed insegnanti Amada Verdù Lopez e Carola Marucchi, l'Associazione di Danza Orientale " MaQaM Oriental Dance" .

Performance e Spettacolo. Si dedica all'attività di danzatrice solista e di gruppo lavorando alla progettazione e realizzazione delle attività dell'Associazione Maqam Oriental Dance e proseguendo il lavoro di spettacolo con la compagnia " Oriental Ballet" e la compagnia internazionale " Compagnie Nawal Benabdallah" . Resident performer presso il Centro Interculturale Dar Al Hikma di Torino dal 2015 e al 2017.

Tra i maggiori Spettacoli.
Dal 1997 realizza numerose esperienze di scena sia come Danzatrice solista sia all'interno di diverse Compagnie.
-" Biennale Off degli Artisti del Mediterraneo" , Torino.
-" Mezzo Giro di Luna" prodotto da Mara Terzi. Teatro Smeraldo, Milano.
-" La Danza delle Regine D'Oriente" per la mostra " Zenobia, il sogno di una Regina d'Oriente" Palazzo Bricherasio, Torino.
-" Egitto in Danza" per il Festival Vignale Danza, Vignale Monferrato.
-" Happy Birthday Maestro Mahmoud Reda Show" , Roma.
-" In the Temple of Dance" , Helsinki, Finlandia.
-" Maqam Emotions" , Torino.
-" Banat El Nil" , Torino.
-" China, Africa Investment Meetings By BMCE Bank" , Rabat, Marocco.
-" Serata di Beneficenza Fondazione Lwini" , Luanda, Angola.

Pilates. Si appassiona al Metodo Pilates nel 2013 e approfondisce la sua formazione e le dinamiche del movimento del corpo conseguendo gli attestati di Pilates Work Instructor nel 2014 e Pilates Tools Instructor nel 2015, presso la Anniluce Academy (Endasfit).
Inizia ad insegnare il Metodo Pilates sia privatamente sia con lezioni collettive collaborando con il Centro Accademico Carma e l'Associazione Artò di Torino, maturando esperienza nell'approntare programmi di allenamento adeguati ai bisogni e alle attitudini dei clienti.

Insegnamento. Insegnante dal 1998, attualmente si dedica all'insegnamento della Danza Orientale e del Metodo Pilates tenendo regolarmente corsi collettivi e lezioni private in collaborazione con diverse scuole di danza e palestre di Torino e provincia.

Lunedì 4 Febbraio 2019 – ore 17.30 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

“Armonica si Poetica”

Concerto di Campane tibetane Gong e Poesia
Claudio Micalizzi e Dario Arpaio

Un concerto di poesia di campane tibetane. Suoni ancestrali di gong che esondano nella parola scritta ciò che precipita quasi gioioso dall’infinitamente piccolo per dilatarsi in un universo silente e riportare all’essenza il suo essere esistente.
Parola evocata e scritta che origina da un arcobaleno di intonazioni senza forma per evolversi nelle vibrazioni delle campane tibetane e dare respiro ai minimi sussulti di vita: quella che ci sfugge, che si rifugia, schiva, in movimenti apparentemente privi di significato.
…e sono l’acqua che scorre nel rubinetto… e sale e scorre spinta dalla sua smagliante forza prima e ultima… e la porta a coniugarsi con me…
…e muovo nella via lattea in un tripudio colorato di buio… e sono infinita armonia.

Obiettivo di questo spettacolo è la percezione di quel corposo legame di consonanza tra l’umano e la natura che ci nutre e sostiene e permette che la nostra vita diventi espressione artistica in armonia tra i nostri paesaggi interni e l’armonia del creato.




Lunedì 4 Febbraio 2019 – ore 18.40 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

Arturo MARIOTTI chitarra
Programma
Francis Poulenc (1¬899-1963)
Sarabande
-Zsombor Sidoo (1997)
Gregor's Song
-Leo Brouwer (1939)
Danza dell'Altiplano
-Dusan Bogdanovic (1¬955)
6 Miniature Balcanic¬he
-Toru Takemitsu (193¬0-1996)
Somewhere over the Rainbow
-Niccolò Paganini (1¬782-1840)
Sanata per chitarra n.26 (Alla signora Marina)
-Johann Kaspar Mertz (1806-1856)
Elegia
-Mariusz Chrzanowski (1975)
Soledad
Roland Dyens (1955-2¬016)
Fuoco (3. Movimento dalla " Libre Sonatin¬e)

Arturo Mariotti 2016/2018 Master Performance presso la Hochschule der Künste in Berna, sotto
la guida di Elena Càsoli
2008/2016 Diplomato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino con 10/10 e lode
2008/2013 Diploma Liceo Musicale „Domenico Berti“
Masterclass e borse di Studio
2017 Masterclass con Oscar Ghiglia
Masterclass con Paul Galbraith
Borsista della Associazione “De Sono Associazione per la Musica”
Borsa di Studio Geert un Lore Blanken-Schlemper-Stiftung (Svizzera)
2016 Vincitore della borsa di studio „Associazione Giorgio Cini di Venezia“ per partecipare al
workshop „Research-led performance“ con Elena Casoli, Luk Vaes, Francisco Rocca e
Vincenzo Caporaletti
Masterclass di chitarra romantica con il duo Maccari/Pugliese
2015 Masterclass di musica antica con Eduardo Eguez
2010 Masterclass con Oscar Ghiglia
Concorsi
2016 1 premio al concorso chitarristico internazionale „Città di Favria“
3 premio al concorso nazionale di Musica da camera „Sommariva Bosco“
2014 Finalista del concorso internazionale „Lions Club International“ Montecarlo
2011 1 premio al concorso chitarristico regionale „Giovani interpreti“ Torino
Concerti
2017 Concerto per MiTo Settembre Musica – Teatro Vittoria (To)
Concerto per la „De Sono“ - Cascina Roccafranca
Festival „Torino città delle 1000 corde“
Concerto Zentrum Paul Klee (Svizzera)
2016 Concerto per la rassegna „Giardino Forbito” - Giardini Sambuy
Concerto per „MAO – Museo dell’Arte Orientale“
Concerto per il Festivals „Flash back“, Torino, Palaisozaki
2015 Concerto „Contemporanea“, Villa San Giuseppe
2014 Concerto„L’indiano bianco“, Villa Lobos, Conservatorio di Torino
Concerto „Ottoni, contaminazioni, nostalgie“
Concerto „Suggestioni e contaminazioni“, Chiesa di Santa Pelagia
Concerto „Mozart Nacht Und Tag" – Teatro Baretti
2013 Concerto „Anni ’20, Parigi all’estero" – Conservatorio di Torino
Concerto „Mozart Nacht Und Tag" , Politecnico di Torino
2012 Concerto „Ricercate Concertate" (Marchesato Opera Festival: Barocco Musicale Saluzzo)
Concerto „Fernando Sor compositore e chitarrista: vita e opere in tre quadri"
ConcertoFernando Sor: non solo chitarrista" , Conservatorio di Torino



Lunedì 4 Marzo 2019 – ore 17.30 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

Duo
Carolina MATTIODA, soprano
Michela VARDA, pianoforte

Programma

Divinitee du stix da alceste di Gluck,

je dis que rien ne m'epouvante da carmen, Bizet

ah je ris de me voir da faust Gounod,

adieu, notre petite table da manon Massenet,

je veux vivre da romeo et juliette Gounod,

apres un reve Faure

,le secret Faure,

il pleur dans mon coeur Raffaele Montanaro

espere Raffaele Montanaro

intermezzo di manon lesacut G. Puccini

Luigi Di Cesare “Après l'infini, au-delà de l'enfer” (2019)
(prima esecuzione assoluta)

Carolina Mattioda, Si diploma presso il Conservatorio G.Verdi di Torino con S. Silbano. In seguito si specializza nel repertorio mozartiano con E. Mathis al Mozarteum di Salisburgo, si perfeziona inoltre con A. Corbelli, M. Freni, S. Lowe, all’opera studio di Weimar e all’Accademia Celletti di Martina Franca.
Nel 2011 vince il concorso Primo Palcoscenico città di Cesena e debutta come Carolina nel Matrimonio segreto di Cimarosa al teatro Bonci (D. Camerlingo R. Medetti), seguono Didone ed Enea di Purcell (2 woman), Rita di Donizetti (Rita), Il frutto rapito di M.Mandurrino (Regina, Principessa). Nel 2012 è finalista e vincitrice di borsa di studio al concorso Cappellin di Pinerolo debuttando nelle Nozze di Figaro di W.A.Mozart (Barbarina).
Invitata dall’associazione Musicfor canta nella sala della Regina di Palazzo Montecitorio a Roma, all’Istituto diplomatico degli Affari Esteri, alla Farnesina e al Concerto di Natale nella Basilica di S.Marco Evangelista.
Nel febbraio 2014 è protagonista del recital “Italian Women in music” al Polish Club di Londra alla presenza di Sua Altezza Reale il Duca di Kent: “...Il pubblico ha ascoltato ammaliato le sue esecuzioni, incantato da un timbro di voce molto potente ed allo stesso tempo caldo e soave..” La Notizia Londra
Nel 2015 è finalista e premio speciale al Toscanini di Brescia e vincitrice del concorso a Ruoli Arteincanto di Basciano dove debutta il ruolo di Susanna ne Le nozze di Figaro di Mozart (D.Caporale R.De Feo) , seguono Nabucco di Verdi (Anna) Teatro Bene Vagienna, Il Barbiere di Siviglia di Rossini (Berta)Teatro della concordia Venaria e l’opera contemporanea Il piccolo principe di A.Caruso al teatro Carignano di Torino (la Rosa) (D.Caruso R. Acampa).
Nel novembre 2015 canta per la settimana della cultura italiana invitata dall’ambasciata italiana a Luanda in Angola Africa. Nel 2016 è finalista al concorso Cleto Tomba di Bologna, al Sordello di Cuneo e al Coop Music Awards di Milano, vince il concorso a ruoli d’opera di San Pellegrino Terme e il 2 premio al Premio Lirico Internazionale Postumia, è Arsena nello Zingaro barone di Strauss al Teatro Nuovo di Torino (D.Griglio R.Angi) e Musetta nella Boheme sempre a Torino.
Nel 2017 è finalista al concorso “Bellano paese degli artisti”di Bellano, è Adina nell’Elisir d’amore e Norina nel Don Pasquale al Teatro Nuovo di Torino (D.Griglio R Angi), Pamina nel Flauto Magico a Sesto san Giovanni e Lauretta nel Gianni Schicchi al 43 Festival della Valle d’Itria a Martina Franca (D Naegele R Garattini)

Michela Varda nata a Cuorgnè (TO) si è diplomata in pianoforte con il massimo dei voti presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino sotto la guida della professoressa Maria Golia e successivamente in Musica Corale e Direzione di Coro con il maestro Sergio Pasteris.
Partecipa a diversi corsi di perfezionamento con importanti maestri tra cui Massimiliano Damerini e un corso di perfezionamento per accompagnatori di canto lirico con il maestro Riccardo Marsano.
Vincitrice di concorsi nazionali e internazionali ha partecipato a registrazioni televisive per CANALE 5, RAI 1 e altre emittenti televisive locali del Piemonte e della Lombardia.
Suona sia come solista che in varie formazioni da camera per importanti associazioni tra le quali “Piemonte in Musica”, “Camerata Casella”, “Ex Allievi Fiat”, “Associazione Clara Schumann”, “La nuova Arca”, “Orpheus”. “Musica 85” di Roma, “Amici della Musica” di Pesaro, “Amici della Musica” di Mantova, “Barattelli” dell’Aquila.
Si esibisce al Teatro Piccolo Regio di Torino in occasione della Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo e al Teatro del Lingotto in occasione di “Musica 2000”.
Nel maggio 2001 partecipa al progetto “Arte della Fuga” ideato da Luciano Berio, che l’ha portata ad esibirsi in numerose città europee quali Spoleto, Lione, L’Aja e Londra in qualità di membro dell’Orchestra Europea del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.
Dal 2004 al 2008 ha lavorato in qualità di pianista intrattenitore su navi della Costa Crociere e hotels in Italia e all’estero.
Ha collaborato con il Teatro Stabile di Torino come pianista accompagnatrice dei corsi di recitazione per cantanti. E’ inoltre maestro collaboratore per corsi tenuti da importanti maestri di canto quali Raina Kabaivanska, Franca Mattiucci, Lorenza Canepa, Valter Carignano e Claudio Desderi. Nel 2011 e nel 2013 ha accompagnato il Corso estivo di flauto tenuto presso l'Accademia Meibukan “Renzo Brancaleon” di Castelnuovo Don Bosco dal maestro Claudio Montafia.
Dal 2012 collabora con l'Orchestra Sinfonica Giovanile di Ivrea con la quale si è esibita in un concerto al Teatro Regio di Torino e in altri teatri piemontesi.
Nel febbraio 2015 ha collaborato con il Teatro Nuovo di Torino per la realizzazione dell'opera “La figlia del reggimento di Donizetti”.


Lunedì 4 Marzo 2019 – ore 18.40 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

TRIO SONA
Franco Cavallone – Massimo Iamone – Rodolfo Mezzino chitarre

Programma
Antonio Vivaldi (1678-1741) Trio sonata RV 85
Andante con moto
Adagio
Allegro
(trascrizione R.Mezzino)
Mario Tarenghi (1870-1938) Sorgente Misteriosa
Canzone del pescatore
Madrilena
(trascrizione F. Cavallone)
Claude Debussy (1862-1918) Golliwog's Cakewalk
Passepied
Le Petit Nègre
(trascrizione R.Mezzino)
Massimo Iamone (1958) Suite n. 3
Preludio
Danza grottesca
Canzone
Allegro
Tarantella
Franco Cavallone (1957) Divertimento
Allegro
Romanza
Tarantella

Il Trio Sona – (chitarre)
L’attività concertistica del Trio Sona inizia nel 1995. Il trio è formato dai chitarristi Franco
Cavallone, Massimo Iamone e Rodolfo Mezzino. La formazione ha suonato per numerose
stagioni di concerti anche di carattere internazionale tra le quali:
Rive Gauche - Torino, Piemonte in musica, Società Umanitaria - Milano, Rassegna Chitarristica
nternazionale Musincanto – Torino, Festival Chitarristico Internazionale “Luigi Legnani” – Cervia, Eventi per
la celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia, Classico d’Autunno – Torino, Pro Loco Moncenisio
(To),Comune di Mompantero (To),Estate Sogliese – Asti, Amici dell’Arte (Pianezza-To), Amici della Musica
(Meana-To), Demiourgos (Torino)
Il repertorio è composto da musiche originali per tre di chitarre degli ultimi due secoli e da
alcune trascrizioni di musiche di Vivaldi, Verdi, Mompou, Gershwin, Joplin, Oldfield etc.
effettuate dagli stessi componenti del trio.
Il Trio Sona ha sempre dedicato una particolare attenzione alla valorizzazione della musica
contemporanea, ed è dedicatario di alcune composizioni originali per tre chitarre di autori di
rilievo quali Alberto Colla, Riccardo Piacentini e Giovanni Guanti.
La formazione ha frequentato i corsi di perfezionamento tenuti da Angelo Giardino dedicati alla
musica da camera con chitarra e master class di Leo Brouwer.
Presso l'editore M.a.p. ha inciso un cd di musica contemporanea per quartetto di chitarre.
Franco Cavallone si è diplomato in chitarra presso il Conservatorio G.B. Martini di Cesena, ha
studiato con Bruno Mattioli e si è perfezionato con i maestri Alirio Diaz, Leo Brouwer e Angelo
Gilardino. Ha conseguito il diploma superiore di composizione presso il Conservatorio di
Alessandria. Dal 1989 ha fatto parte del Quartetto Sonorità con il quale ha inciso un cd con
diverse sue composizioni originali. Ha effettuato numerosi concerti sia da solista che come
componente di varie formazioni cameristiche. Ha studiato composizione e orchestrazione con il
m° Giovanni Guanti. Nel 1989 ha vinto il 1° premio di Composizione al Concorso Internazione
di Sablè sur Sarthe con il brano per chitarra sola “Contrastes”. Nel 1998 è stato premiato con
la Chitarra d’Oro per la sua attività di compositore al 3° Convegno Nazionale Chitarristico. Nel
1999 ha ottenuto il 3° premio al Concorso Internazionale di Composizione “Michele Pittaluga”
di Alessandria con il brano “Variazioni per chitarra e quintetto d’archi”. Ha vinto il medesimo
concorso nel 2008 con il trio per chitarre “Di-vagando su Saturno”. Nel 2008 inoltre ha
ottenuto la menzione d’onore al concorso di composizione Lutoslawsky e nel 2010 ha vinto il
Concorso Internazionale di Sofia (Bulgaria) con un brano per orchestra.
Pubblica la sua musica presso gli editori Berben e Sinfonica e in Giappone sulla rivista Gendai
Guitar. Collabora con la rivista “Seicorde” come recensore delle musiche pubblicate per
chitarra. Nel 2001 ha registrato un cd per la casa giapponese Moysicos.
Massimo Iamone, diplomato al conservatorio G.B. Martini con il m° Bonaguri, è stato allievo
di Bruno Mattioli. Ha conseguito il diploma superiore di composizione presso il Conservatorio di
Alessandria. Ha frequentato i corsi di perfezionamento di Alirio Diaz e Maurizio Colonna. Ha
partecipato agli stage di improvvisazione jazzistica con Giorgio Gaslini. E’ compositore di
musica per chitarra e per ensemble di chitarre, nonché di musica per spettacoli teatrali.
Pubblica le sue composizioni presso gli editori Berben e Sinfonica. E’ fondatore e leader del
gruppo musicale “Bande Rumorose”, nell’ambito dell’attività professionale di educatore, svolta
a favore di persone psichicamente sofferenti. Vincitore nel 2007 del primo concorso di
composizione di musica sacra sponsorizzato dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna, con il
Salve Regina per soli, coro e orchestra. Nel 2008 ha vinto il concorso di composizione di
Sommariva del Bosco (TO), indetto in occasione dei cinquecento anni di fondazione della città,
con la fiaba “Oselin Grifone”. Ha vinto l’edizione 2009 del Concorso di Composizione (soli, coro
e quartetto d’archi) indetto dalla Comunità Luterana di Napoli, ottenendo anche il premio
speciale intitolato a Franco Caracciolo.
Rodolfo Mezzino ha studiato con il maestro Bruno Mattioli. Ha frequentato i corsi di
perfezionamento di Alirio Diaz, Leo Brouwer e Angelo Gilardino. Ha suonato in diverse
formazioni di musica cameristica (duo con violino, con flauto, con pianoforte) e come solista di
flamenco, in quest’ultima veste ha all’attivo l’incisione di un cd edito da Prime Rose.

Lunedì 8 Aprile 2019 – ore 17.30 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

Duo
Paolo MONTAGNA, clarinetto
Alessandra ROSSO, pianoforte

E. Bozza - Ballade
I. Albeniz - Tango n. 2 op. 165
C. Debussy – Golliwogg’s Cakewalk
Le petit nègre
B. Goodman - Taking a chance on love
Don’t be that way
The wang wang blues
S. Joplin - Swipesy
M. e F. Jeanjean - Guisganderie
B. Kovacs - “After You, Mr. Gershwin!”
P. D’Rivera – Vals venezolano
Contradanza
B. Kovacs - “Il Carnevale di Venezia ...a little differently”
“Sholem-alekhem, rov Feidman” (Klezmer)

Paolo MONTAGNA , ha iniziato a nove anni lo studio del clarinetto presso il Conservatorio “G.
Verdi” di Cuneo sotto la guida del Prof. Massimo Mazzone. Sin dai primi anni ha affiancato al
metodo accademico tecniche varie e versatili di esecuzione strumentale. Sempre appassionato di
jazz ha seguito e attinto esempio dai grandi come Henghel Gualdi e Eddie Daniels conosciuti con
grande ammirazione. Diplomatosi con il massimo dei voti, è risultato il miglior allievo
nell’audizione di fine anno per l’esecuzione del Concerto per clarinetto e orchestra n. 2 di C. m. von
Weber.
In seguito si è perfezionato con clarinettisti di fama internazionale: Giampiero Sobrino, Alessandro
Carbonare, Fabrizio Meloni (primo Clarinetto del Teatro alla Scala di Milano) . L’incontro con
quest’ultimo gli offre la possibilità di essere segnalato tra i migliori strumentisti per l’Orchestra
Internazionale d’Italia. Tra le altre orchestre con cui ha collaborato : “B. Bruni” di Cuneo,
Filarmonica di Torino, Orchestra del Piemonte, Orchestra del Teatro Bellini di Napoli, Orchestra
Nazionale Agesci (nata nel 2002 per volontà di Giovanni Paolo II per la GMG). Svariati i concerti
in presenza di Sua Santità Giovanni Paolo II in Sala Nervi e in Santa Maria in Laterano, nonché alla
presenza di Gorbaciov, Levi Montalcini, Walesa, Perez. Si annovera anche il concerto dedicato a
Falcone e Borsellino…Molti gli apprezzamenti sia nel repertorio classico sia nel jazz.
Sempre finalista in numerosi concorsi a premi e nelle audizioni orchestrali, si è perfezionato anche
nello studio del clarinetto basso con il M° Massimo Rissone, ex clarinettista basso dell’Orchestra
Rai; attualmente studia con la Prof.ssa Valeria Serangeli, primo Clarinetto del Teatro Carlo Felice
di Genova. Dal 2014 frequenta il corso jazz tenuto da Gianni Virone presso la FFM Istituto
Baravalle di Fossano e suona nella FFM Big Band .
Dal ‘93 è docente della Classe di Clarinetto e Sassofono presso il Civico Istituto Musicale di
Caraglio (Cn), città di cui ha rifondato nel 2000 la Banda Musicale A. Vessella. Dal 2016 insegna a
Fossano presso l’Istituto Baravalle e presso la Banda “A. Boito”.
Segue l’evoluzione del clarinetto con ultime novità tecniche di Team che hanno rinnovato la tecnica
esecutiva: Backun, Pomarico, Légère e Silverstein.

Alessandra ROSSO ,allieva di Maria Golia, ha studiato poi con Leonardo Bartelloni e si è
diplomata come privatista, presso il conservatorio " A. Boito" di Parma, sotto la guida del M°
Roberto Cappello, di cui ha seguito i corsi di perfezionamento. Ha continuato continua a Napoli
l'approfondimento del repertorio solistico con la pianista Laura De Fusco, allieva del grande didatta
Vincenzo Vitale. Relativamente alla musica da camera, ha frequentato un biennio di
perfezionamento con il Trio Debussy, primo gruppo residente dell'Unione Musicale di Torino.
Ha ottenuto il 1° Premio Assoluto al Concorso Nazionale di Bobbio (PC) edizione `96 ed il 1 °
Premio al Concorso Internazionale di Casarza Ligure (GE) edizione`99. Ha inoltre conseguito
buone classificazioni in altri concorsi fra cui il Torneo Internazionale di Musica (96' 98), il
Concorso Nazionale Pianistico di Albenga (`96), il Concorso " Trofeo Kawai" di Tortona (`97).
Dal 2002 al 2007 ha collaborato come docente di Pianoforte Principale presso il Civico Istituto
Musicale di Saluzzo gestito dal Consorzio " Scuola di Alto perfezionamento Musicale" e dal 2003
insegna presso l'Istituto Diocesano di Musica Sacra di Cuneo. Attualmente è docente di Pianoforte,
Teoria e Solfeggio presso l'Istituto “G. Mosca” di Boves (CN).
Svolge intensa attività cameristica in duo e in trio . Diversi i concerti liederistici (voce e pianoforte).
Suona in formazione stabile con il violoncellista Stefano Pellegrino e il clarinettista Paolo
Montagna. Si esibisce per rassegne e manifestazioni in Liguria e, in Piemonte, all'interno del
circuito “Piemonte in Musica” e “Castelli in Scena”; diversi i concerti per “Società Corale Città di
Cuneo”, “Amici della Musica di Bra”, “Amici della Musica di Busca”, “Accademia Filarmonica di
Saluzzo”, “Verbania Musica”, “Associazione Culturale Rassegna Musica Torino”, “Opera Munifica
Istruzione di Torino”, “Associazione Ippogrifo” (Rassegna “Primavera in Villa Tesoriera” presso la
Biblioteca Musicale Della Corte di Torino). Esegue periodicamente concerti come solista e
camerista a favore della Don Cugnod Primary School di Kairune (Kenya) nata per garantire
sostentamento e istruzione ai bambini di strada o di famiglie poverissime e dell'orfanotrofio “La
Créche” di Betlemme. Inoltre ha offerto la sua collaborazione per sostenere la diffusione dell'Opera
" Dalle tenebre alla Luce" in Romania, Ucraina ed Africa.

Lunedì 8 Aprile 2019 – ore 18.40 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

Andrea MUSSO, pianoforte

Editi ed inediti: DFM in musica

Antologia pianistica attraverso autori contemporanei italiani

Luigi Di Cesare (vivente): “Natural search of emotion” (2008)

Giovanni Frau ( 1960): Carezze d’autunno- Vespero- Marcia in si bemolle
Recitativo e vocalizzo.
F. Mariatti ( 1931-2016) :Contrasti
Sette brevi improvvisazioni
Lirica senza parole ( elegia)
Sirenetta
Raffaele Montanaro ( 1946) : Fantasia
Velluto
Sonatina in Fa maggiore
Una sera
Cerchi d’acqua
Flash back ( Romanza)

Presentazione del libro: “La musica mi ha salvato”. Editore Liber Faber.
Autore: Raffaele Montanaro.


Andrea MUSSO, laureato in Musicologia alla “Scuola di Paleografia e Filologia musicale” di Cremona (Università di Pavia), si è diplomato a pieni voti in Pianoforte, Musica Corale e Direzione di coro e Composizione al Conservatorio di Brescia con F. Mariatti. Si è perfezionato a Varallo Sesia, Suzzara, con M. Damerini a Genova e con A. Porrini a Milano. Direttore Artistico di diverse rassegne, ha tenuto conferenze come relatore ed esecutore per vari enti tra cui l’”Unitre”, l’”Agimus”, il “Goethe Institute” di Cagliari. Ha al suo attivo centinaia di recitals come solista e in varie formazioni da camera con successo di pubblico e di critica. Suona in importanti rassegne nazionali ed internazionali con programmi che spaziano dall’età barocca al contemporaneo, anche con prime esecuzioni assolute. Varie le incisioni quali “The dream of the sad minstrel” con il gruppo “Gamut”, ”Tromba e pianoforte nel 900” realizzato con il fratello Paolo in duo stabile da un decennio, ”Musica per meditare”, “Le romanze di Tosti”. Coordinatore musicale del Tempio Evangelico Battista di Torino, come musicologo ha collaborato con “Il Corriere dell’Arte”, “Mondo padano”, “Tactus” di Bologna, “Alberto Tallone” con la compilazione di un volume sulla prassi esecutiva delle più importanti messe gregoriane. Iscritto all’ordine nazionale dei giornalisti pubblicisti, è Docente per varie istituzioni musicali. Si è esibito con importanti cantanti lirici quali R. Covatta, A. Cocumelli, E. Bakanova, L. Canepa, S. Picchio, R. Redoglia. è stato insignito socio onorario dell’Associazione “Italia-Israele”. Tra i numerosi concerti si segnalano l’esibizione improntata sulla figura di P. Ben-Haim con presentazione di E. Fubini, il “Concerto della memoria”, eseguendo per la prima volta in Italia musiche di H. Pool, l’integrale dell’“Album des enfants” di C. Chaminade, i concerti al Salone del libro di Torino, al Circolo della Stampa di Torino nell’Aula magna del Rettorato dell’Università di Torino con il flautista belga B. Kuijken, alla “Casa Verdi “ di Milano, al Consolato polacco con la soprano D. Zamara, a Spilamberto (Modena) per il Ministero degli esteri si è esibito sul pianoforte di V. Horowitz. Ha partecipato alla maratona musicale “Mozart Nacht und Tag” al Teatro Baretti di Torino e nei concerti all’Oratorium Marianum all’Università di Wroclaw in Polonia, al Teatro filarmonico di Lublin. Nel 2017 si è esibito nell’ambito della rassegna “ Mani sapienti” al Castello sforzesco di Milano.

Lunedì 6 Maggio 2019 – ore 17.30 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

Duo
Maria Claudia BERGANTIN soprano
Omar Gabriel DELNEVO pianoforte
Programma

L’HEURE EXQUISE (L’ORA SQUISITA)
MELODIES
OMAGGIO A REYNALDO HAHN (1874 – 1947)

Musicista di grandissima sensibilità e delicatezza espressiva, compone brani di musica da camera di rara bellezza, la Stile musicale impressionista e tardo romantico gli viene trasmesso dai suoi insegnanti Massenet, Gounot e Saint Sens.
Frequenta i grandi artisti dell’epoca come Mallarmè, Verleine del quale musicherà molte poesie, e sopratutto Marcel Proust, con cui avrà una relazione sentimentale
Dirigerà l’Opera di Parigi fino alla sua morte

MARIA CLAUDIA BERGANTIN è nata a Torino, figlia d’Arte (il nonno materno era musicista di Casa Savoia, la mamma pianista, il padre pittore).
Diplomata in canto presso il Conservatorio G.Verdi di Torino sotto la guida del Maestro Elio Battaglia, con lo stesso maestro ha poi seguito Corsi sul “Lied Tedesco” ad Acquasparta (Terni) e presso l’Accademia Musicale Pescarese.Ha frequentato Corsi di perfezionamento con il soprano Elisabeth Schwarzkopf, presso il Mozarteum di Salisburgo, e con il Maestro Jorg Demus. Ha preso parte a Corsi sulla liederistica tedesca con il soprano Elly Ameling, con il Maestro Irwin Gage e di lieder ed opera con la cantante Vera Rozsa.
Ha frequentato il corso di formazione professionale presso la Fondazione A. Toscanini di Parma, (musica contemporanea) con il soprano Luisa Castellani. Si è diplomata in musica da camera, in duo con la pianista Raffaella Zagni, presso l’Accademia pianistica di Imola con il Mº Pier Narciso Masi.
Nella stessa formazione di duo, ha studiato presso l’Accademia di Chioggia con il Mº Kostantin Bogino.
Ha frequentato presso l’accademia di Fiesole corsi con il M° Bruno Canino, e presso l’Accademia Europea Tedesca con sede a Montepulciano (SI) un corso di Liederistica con la cantante olandese Mariette Nollen.
Ha svolto attività concertistica con il Maestro Jörg Demus a Salisburgo in occasione del Festival 1991, ed in altre città europee. Ha debuttato presso il Teatro di Busseto ne “I Lombardi alla Prima Crociata” di G. Verdi, e presso il Teatro Regio di Torino nell’Opera “II Cavaliere della Rosa” di R.Strauss.
Nel luglio 1995 ha debuttato nell’intermezzo buffo “La serva padrona” di G.B. Pergolesi nel ruolo della protagonista Serpina. Ha cantato a Torino le prime esecuzioni assolute di alcune composizioni di Artur Honeggher in occasione del centenario della nascita del Compositore.
Nel 1996, ha cantato il ruolo di Oscar nell’opera “Un ballo in maschera” di G. Verdi. Vincitrice di numerosi primi premi in Concorsi nazionali ed internazionali di canto e musica da camera, nell’autunno 1997 ha rappresentato l’Italia in occasione del XXI Festival Internazionale di Musica da Camera di Udine. Svolge una intensa attività concertistica con varie formazioni Cameristiche.Nel settembre 2005 ha tenuto una Master Class ed effettuato due concerti in Kazakistan.
Nell'estate 2016 nell'ambito di uno scambio culturale Italia – Brasile ha tenuto delle Master Class c/o Universita' USP University of Sao Paulo in Ribeirao Petro e c/o l'Universita' Alma Italia. Ha scritto di lei Jörg Demus:
“ …Maria Claudia Bergantin è una delle rare cantanti italiane che possiedono l'arte vocale italiana e tedesca. Molto raramente si ascoltano i Lieder di Schubert e di Schumann con una tale comprensione e perfezione vocale da un'artista italiana. Anche la voce - un soprano lirico - è molto calda ed estesa, e la posso raccomandare vivamente soprattutto per opere cameristiche italiane e tedesche (Haydn e Mozart) e - cosa molto rara - per il Lied tedesco.”

Omar Gabriel Delnevo Nato a Torino nel 1996, Omar Delnevo inizia lo studio del pianoforte all'età di 4 anni in Brasile. Ritornato in Italia, in parallelo agli studi classici viene ammesso al Conservatorio “G. Verdi” di Torino, dove prosegue lo studio dello strumento con Lucia Rizzi e Valeria De Bernardi. Cercando di approfondire il suo interesse per il repertorio contemporaneo e la creazione musicale, ha recentemente intrapreso lo studio della composizione privatamente. Da novembre del 2017 si trasferisce a Milano dove prosegue parallelamente lo studio di Pianoforte con il M°Premuroso e Composizione con il M° Possio. In veste di pianista si è esibito in alcune rassegne musicali dell’area torinese e milanese, tra cui il Torino Classical Music Festival, il Festival dell’Amore di Milano, e, recentemente, in un concerto al Museo del Novecento dedicato alle opere lì conservate.

Lunedì 6 Maggio 2019 – ore 18.40 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

Manuel ZITO pianoforte

Programma
You - Nils Frahm
Yoyo - Manuel Zito
Mirorire de la memoire - Manuel Zito
Cherry Trees - Manuel Zito
Waterdance - Manuel Zito
Monrome - Manuel Zito
Lost in the space - Manuel Zito
Tomorrow's song - Olafur Arnalds
Valzer del Lunapark - Manuel Zito
La Deriva - Manuel Zito
Fernweh - Manuel Zito

Manuel Zito Nasce a S.Maria C.V (CE) nel 1988, intraprende gli studi musicali all’età di 5 anni per poi diplomarsi al Conservatorio “S. Pietro a Majella”di Napoli nel 2012.
Contemporaneamente studia “Composizione per la musica applicata alle immagini e ai contesti multimediali” nel medesimo Conservatorio e nel 2017 frequenta il ”Laboratorio di Musica per film”al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma con insegnati del calibro di Pivio (David di Donatello 2018), Andrea Grant, Sergio Bassetti.
Attualmente si sta perfezionando in Composizione nella Scuola Civica “A. Clementi” con il M° Enzo Galdi e in musica per film con il M° Andrea Grant.
Nel 2017 registra il suo primo disco dal titolo “Fernweh” al Sundlaugin Studio di Mosfellsbær (Islanda) con la produzione di Massimo De Vita e registrazione, missaggio e mastering di Birgir Jòn Birgisson (Sigur Ros, Bjork, Yann Tiersen, Damien Rice). Il disco esce il 27 aprile 2018 con l’etichetta Memory Recordings di Fabrizio Paterlini. In pochi mesi raggiunge oltre 150 mila streaming su Spotify e oltre 30 mila ascoltatori unici al mese.
Collaborazioni musicali:
- Cura le musiche per gli spettacoli del Collettivo Menti Colorate: “Involution” (portato in scena allo spazio Aveta di Caserta) e “Momenti di delirio in una camera da letto senza una parete” (portato in scena al Chiostro di San Domenico di Sessa Aurunca)
- Suona nel disco di Davide Matrisciano “Il profumo dei fiori secchi” e nel brano “Piccola faccia” con i Blindur all’interno del disco “Tregua 1997-2017 Stelle buone” di Cristina Donà.

Concerti con il “Fernweh Tour”:
- 20 aprile 2018 all’interno della manifestazione “Piano-Terra” del Club33 giri di S.Maria C.V.(Ce);
- Dal 17 al 22 luglio 2018 in Islanda (suonando tra l’altro al Listastofan e ai Center Hotels Thingholt e Midgardur, di Reykjavik);
- 10 agosto 2018 nella Basilica Minore di Santa Maria Incaldana di Mondragone (Ce);
- 27 ottobre 2018 all’interno della manifestazione “Artisti da Club” al Club 55 di Napoli.




Lunedì 3 Giugno 2019 – ore 17.30 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

LUIGI DI CESARE ENSEMBLE

Antonio Dattellis, clarinetto
Andrea Olivero percussioni, marimba, batteria
Luigi Di Cesare, pianoforte

Musiche di Luigi Di Cesare
in contaminazione tra i vari stili classico, contemporaneo, jazz, pop, rock


Luigi DI CESARE, compositore e pianista, attore, scrittore, conduttore e regista, direttore artistico di numerose rassegne di spettacolo e cultura, si è diplomato a pieni voti in Composizione con I. Fedele, in Musica Corale e Direzione di Coro con S. Pasteris, e in Pianoforte con D. Canina, dopo aver studiato con il celebre G. Broussard, al Conservatorio “G. Verdi” di Torino. Ha vinto vari premi, tra cui il prestigioso “Premio Alfano”. Le sue musiche sono eseguite in Italia e all’estero. Ha suo­nato proprie composizioni in televisione su Rai Due e su Tv 7, e in numerosi concerti in Italia con pieno successo. Varie le pubblicazioni. La sua co­posizione “Luxanimae” è stata incisa su Cd per Rai Trade. “Sette cuori liberi” è stata incisa, insieme ad ope­re di alcuni tra i più illustri compositori italiani, in un Cd realizzato dal Museo Cervi e dalla Fondazione Toscanini, ed è stata eseguita in vari concerti dal “Teatro delle Note” del­l’Orchestra “A. Toscanini” dell’Emilia Romagna. Scelta co­me colonna sonora rappresentativa del Museo Cervi in un Dvd, è stata diffusa da emittenti televisive satellitari e in televisione su Rai Uno. “Ritorno al volo...” è stata eseguita con grande successo al Conservatorio di Torino, in Liguria e a Limone Piemonte dall’Ensemble Orchestral “Des Alpes De la Mer” e dall’Orchestra “B. Bruni” di Cuneo. Nel 2013 si è esibito in Emilia Romagna, come pianista, con proprie musiche, e come attore, nel 2014 e 2016 ha suonato in Villa Tesoriera, al Teatro Orpheus di Torino e a laFeltrinelli di Torino Porta Nuova, “la tana dei vip”, sempre con con strepitoso successo. Compositore attivo, dalle colonne sonore per il cinema e il teatro alle canzoni d’autore, dalla musica contemporanea a quella lirica, dalla musica classica al jazz e il musical. La sua musica spesso rispecchia l’apertura verso ogni orizzonte, in libera contaminazione di stili e forme, fino all’improvvisazione.
Attore protagonista e regista di numerosi spet­tacoli, ha re­ci­ta­to e presentato in teatri, televisione e vari spazi scenici in diverse città italiane, interpretando testi classici e contemporanei, nonché ruoli, tra cui “Puccini”, “Verdi”, “Vespone”. Ha lavorato con Remo Girone e Ottavia Piccolo in un recital poetico-musicale. Ha recitato in un film del Centro Sperimentale di Roma e in un film di Dario Argento. Ha pubblicato opere liriche e narrative e ha scritto lavori teatrali. Suoi romanzi sono stati presentati alla “Convention Nazionale della Letteratura Fantastica” di San Marino e al Salone Internazionale del Libro di Torino. L’ultima sua pubblicazione è “Racconti Fantastici”.
In qualità di direttore artistico ha creato innumerevoli iniziative e festival di alto livello, anche portando significative innovazioni nel panorama artistico italiano. E’ stato il primo, nel 1990 a Torino, a creare un festival in contaminazione fra vari stili e forme musicali, artistiche, teatrali, letterarie e coreutiche, “Demiourgos”, ponendo il primo passo verso una totalità organizzativa, poi imitata dai più celebri Festival internazionali.

Lunedì 3 Giugno 2019 – ore 18.40 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino

Christian STEFANONI, tastiere elettroniche, video

Musiche personali in fusione immagini e video.


& & &

Incontri Letterari, d’Arte e di Spettacolo
In ogni data di spettacolo saranno presentati quattro autori, tra poeti, narratori, pittori, fotografi, fra i due concerti e al termine.
Saranno recitati testi letterari con accompagnamento al pianoforte.

Luigi DI CESARE, conduttore, attore, pianista
Musiche e improvvisazioni personali in contaminazione tra i vari stili classico, contemporaneo, jazz, pop

Dati Aggiornati al: 02-11-2018 01:26:45

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 17:30 dal 05-11-2018 al 04-02-2019
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: laFeltrinelli Express di Torino Porta Nuova

Indirizzo: Stazione Porta Nuova Torino

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento