WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Quelli che impiegano male il loro tempo sono i primi a lamentarsi che passi troppo in fretta. Jean de La Bruyère

> Home > Eventi a Torino del 21-11-2018 > Musica e Spettacoli > 3orchestre,1sogno - Concerto Suzuki TastiMatti

3orchestre,1sogno - Concerto Suzuki TastiMatti

3orchestre,1sogno - Concerto Suzuki TastiMatti

 

 

“Tre orchestre, un sogno” è l’iniziativa benefica a favore dei bambini del Senegal che coinvolge i giovani musicisti dell’Accademia Suzuki Talent Center, scuola di musica dalla lunga e consolidata esperienza sul territorio che si rivolge a bambini tra i tre e i sedici anni con un approccio innovativo (il metodo Suzuki). Tre serate in luoghi importanti e rappresentativi della città a testimonianza di come la Musica, linguaggio universale per eccellenza, possa divenire anche uno strumento concreto per abbattere confini geografici, sociali ed economici tra bambini nati in contesti differenti. Organizzati dalla Onlus torinese Nutriaid Italia, dal 1996 impegnata in progetti mondiali contro la malnutrizione, i tre concerti sono un’ideale staffetta di solidarietà che si snoda, da novembre 2018 a febbraio 2019, tra bellissime architetture di Torino: Palazzo Barolo, Accademia Albertina e Basilica della Maria Ausiliatrice. Il ricavato delle tre serate sarà destinato al completamento dell’ala pediatrica dell’Ospedale “Near me: l’ospedale dei bambini” nel comune di Loul Sessene in Senegal, a 130 Km a sud-est di Dakar. La nuova ala pediatrica costituirà un punto di riferimento per i bambini che soffrono di malnutrizione, le loro famiglie e le neomamme, in un territorio privo di infrastrutture mediche appropriate.

Il primo concerto, mercoledì 21 novembre ore 20.30 a Palazzo Barolo, prevede l’esibizione dei Suzuki TastiMatti, ensemble di pianoforti tra i sei e i dodici anni, diretto dalle insegnanti Silvia Rao e Silvia Gregoriani. È curioso che il gruppo di pianisti in erba suonino proprio in quell’angolo di Quadrilatero romano ben conosciuto al Mozart fanciullo. Nel gennaio 1771, infatti, giunto da Milano insieme al padre Leopold, il bambino prodigio soggiornò nella locanda “Dogana Nuova” in via Corte d’Appello 4, vicinissimo alla dimora patrizia dei Marchesi di Barolo. Una coincidenza che lega idealmente la vita del piccolo Mozart, sostenuto e incoraggiato dal padre, a quella di questi bambini che studiano con il metodo Suzuki. La filosofia del fondatore del metodo, Shinichi Suzuki, prevede infatti che il genitore sia coinvolto nel processo di apprendimento, perché l’ambiente famigliare è quello in cui meglio si sviluppano abilità e talento.
I brani in programma a Palazzo Barolo sono stati pensati con l’idea di superare i limiti solistici del pianoforte e ottenere ciò che gli altri strumenti ottengono attraverso l’orchestra. Verranno eseguite trascrizioni orchestrali della grande scuola russa, tra cui Kabalevsky, Čajkovskij, Shostakovich, Prokofiev, Rimskij-Korsakov, per formazioni da quattro a otto mani, utilizzando anche strumenti a percussione, molto amati dai bambini.

Il salone principale dell’Accademia Albertina di Torino, sede dell’Accademia delle Belle Arti, ospiterà domenica 16 dicembre alle ore 16.30 il concerto del Suzuki Pizzico Ensemble, diretto da Gabriella Bosio, Federica Mancini, Francesca Galvagno, Carlo Pignatta, Elena Parasacco e Chiara Lijoi. Arpe, chitarre, mandolini formeranno un’unica in grande famiglia, un variopinto ensemble di strumenti a pizzico che bene si ambienta in questo luogo d’arte. Proporranno brani tratti dal repertorio dei singoli strumenti, altri scritti appositamente per orchestra a pizzico come la Tarantella del compositore tardo ottocentesco Raffaele Calace. Le trascrizioni dalla musica colta, di Charlton e Jenkins, quella dalla band inglese ColdPlay, la musica tradizionale irlandese di Brian Boru march, scozzese de La Flora di Scozia, brasiliana de la Cueca, saranno esaltate dalla sonorità di questi strumenti, così come i canti della tradizione natalizia che concluderanno il concerto.

Infine la serata conclusiva, venerdì 8 febbraio 2019 alle ore 20.30, presso la Basilica della Maria Ausiliatrice, con la partecipazione del fiore all’occhiello dell’Accademia Suzuki Talent Center, l’Orchestra Suzuki, la più giovane orchestra d’archi al mondo, formata da cinquanta ragazzi tra gli otto e i sedici anni. Dal settembre di quest’anno, conclusa l’attività quarantennale degli storici direttori Lee e Antonio Mosca, la direzione dell’orchestra è passata al figlio Marco Mosca, violoncellista del Teatro Regio di Torino. Una tradizione di famiglia che mira a proseguire ciò che si è costruito e consolidato nell’arco di quarant’anni, avvicinando sempre più bambini al linguaggio della musica.

Dati Aggiornati al: 11-11-2018 13:43:26

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Mercoledì 21-11-2018 alle 20:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Palazzo Barolo

Indirizzo: Via delle Orfane 7 TORINO

Prezzo: 12.00, 8,00

Link: Sito Web dell'evento