WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Il fare è il miglior modo d'imparare. Giacomo Leopardi

> Home > Eventi a Torino del 30-03-2019 > Musica e Spettacoli > Per una teoria ecologica / Millepiani n.41

Per una teoria ecologica / Millepiani n.41

Per una teoria ecologica / Millepiani n.41

 

 

PER UNA TEORIA ECOLOGICA | Millepiani n. 41, settembre 2018 Intervengono gli autori Tiziana Villani e Ubaldo Fadini. La trasformazione dei territori, soprattutto quelli urbani, chiama in causa nuovi modelli di analisi che incontrano nell’ecologia politica una possibilità di riproposizione del sapere critico, in grado di riappropriarsi di universi di valore considerati come supporto essenziale per sostanziare singolarizzazioni diverse, nuove pratiche sociali, etiche, politiche e così via. La ri-singolarizzazione della soggettività, le trasformazioni del sociale, la reinvenzione continua dell'ambiente appaiono infatti come pratiche ineludibili per tentare una fuori-uscita reale da piani di esistenza contrassegnati dal “grigiore” e dalla “passività”. In questa messa in discussione delle forme dominanti di valorizzazione delle attività umane si riafferma che una critica del capitalismo non può che portare a una ecologia politica, da collegarsi, secondo le parole di Gorz, a una “indispensabile teoria critica dei bisogni”. Millepiani è una rivista che ha alle spalle un confronto pluridecennale con autori e temi decisivi della discussione filosofica e non contemporanea. Al centro del numero ci sono vari contributi che pongono le basi per un ripensamento dell’ecologia nel confronto con quelle trasformazioni ambientali, sociali, mentali che richiedono oggi un impegno teoricamente e criticamente rinnovato. Nel corso dell'incontro verranno proiettati i film Was it me? Screen memories (2016-2017) di Luca Staccioli e Learning to live with the enemy di Pedro Neves Marques (2013). Mentre nel lavoro di Staccioli, un viaggio voyeuristico in luoghi sconosciuti e memorie familiarie, sbirciamo tra le pagine di un diario fatto di immagini digitali, oggetti e souvenirs in cui l'identità si sveste, solleva dubbi e libera domande, il film di Pedro Neves Maques (già esposto al PAV nell'ambito della mostra La Macchina Estrattiva) ci conduce al fulcro della questione ecologica. Girato nello stato brasiliano del Rio Grande do Sul, una terra trasformata e devastata dalle monocolture agricole della soia, del mais e simili coltivazioni industriali, il film ci mostra una fabbrica di biocarburanti dove i semi di soia vengono processati e i cui prodotti vengono poi spediti in tutto il mondo. Un narratore ci chiede: che cosa significa convivere con il nemico?

Dati Aggiornati al: 21-03-2019 21:25:30

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Sabato 30-03-2019 alle 16:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: PAV Parco Arte Vivente

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento