WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Il tempo manca solo a chi non ne sa approfittare. Gaspar M. de Jovellanos

> Home > Eventi a Torino del 08-04-2019 > Musica e Spettacoli > A. MUSSO,pianoforte - I Risveglianti - Demiourgos...

A. MUSSO,pianoforte - I Risveglianti - Demiourgos XXVII Ed.

A. MUSSO,pianoforte - I Risveglianti - Demiourgos XXVII Ed.

 

 

DEMIOURGOS XXVII EDIZIONE Festival realizzato da Associazione Artistico Culturale IPPOGRIFO con il sostegno di Fondazione CRT, Consiglio Regionale del Piemonte, Biblioteche Civiche Torinesi. Patrocinio della Città di Torino, laFeltrinelli Express Torino Porta Nuova Direzione Artistica, M. Luigi DI CESARE Ingresso libero e gratuito a tutti i concerti I Risveglianti III Edizione Rassegna musicale, artistica e letteraria alla Libreria laFeltrinelli – Porta Nuova Primavera Lunedì 8 Aprile 2019 – ore 18.40 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino Andrea MUSSO, pianoforte Editi ed inediti: DFM in musica Antologia pianistica attraverso autori contemporanei italiani Luigi Di Cesare (vivente): “Natural search of emotion” (2008) Giovanni Frau ( 1960): Carezze d’autunno- Vespero- Marcia in si bemolle Recitativo e vocalizzo. F. Mariatti ( 1931-2016) :Contrasti Sette brevi improvvisazioni Lirica senza parole ( elegia) Sirenetta Raffaele Montanaro ( 1946) : Fantasia Velluto Sonatina in Fa maggiore Una sera Cerchi d’acqua Flash back ( Romanza) Presentazione del libro: “La musica mi ha salvato”. Editore Liber Faber. Autore: Raffaele Montanaro. Andrea MUSSO, laureato in Musicologia alla “Scuola di Paleografia e Filologia musicale” di Cremona (Università di Pavia), si è diplomato a pieni voti in Pianoforte, Musica Corale e Direzione di coro e Composizione al Conservatorio di Brescia con F. Mariatti. Si è perfezionato a Varallo Sesia, Suzzara, con M. Damerini a Genova e con A. Porrini a Milano. Direttore Artistico di diverse rassegne, ha tenuto conferenze come relatore ed esecutore per vari enti tra cui l’”Unitre”, l’”Agimus”, il “Goethe Institute” di Cagliari. Ha al suo attivo centinaia di recitals come solista e in varie formazioni da camera con successo di pubblico e di critica. Suona in importanti rassegne nazionali ed internazionali con programmi che spaziano dall’età barocca al contemporaneo, anche con prime esecuzioni assolute. Varie le incisioni quali “The dream of the sad minstrel” con il gruppo “Gamut”, ”Tromba e pianoforte nel 900” realizzato con il fratello Paolo in duo stabile da un decennio, ”Musica per meditare”, “Le romanze di Tosti”. Coordinatore musicale del Tempio Evangelico Battista di Torino, come musicologo ha collaborato con “Il Corriere dell’Arte”, “Mondo padano”, “Tactus” di Bologna, “Alberto Tallone” con la compilazione di un volume sulla prassi esecutiva delle più importanti messe gregoriane. Iscritto all’ordine nazionale dei giornalisti pubblicisti, è Docente per varie istituzioni musicali. Si è esibito con importanti cantanti lirici quali R. Covatta, A. Cocumelli, E. Bakanova, L. Canepa, S. Picchio, R. Redoglia. è stato insignito socio onorario dell’Associazione “Italia-Israele”. Tra i numerosi concerti si segnalano l’esibizione improntata sulla figura di P. Ben-Haim con presentazione di E. Fubini, il “Concerto della memoria”, eseguendo per la prima volta in Italia musiche di H. Pool, l’integrale dell’“Album des enfants” di C. Chaminade, i concerti al Salone del libro di Torino, al Circolo della Stampa di Torino nell’Aula magna del Rettorato dell’Università di Torino con il flautista belga B. Kuijken, alla “Casa Verdi “ di Milano, al Consolato polacco con la soprano D. Zamara, a Spilamberto (Modena) per il Ministero degli esteri si è esibito sul pianoforte di V. Horowitz. Ha partecipato alla maratona musicale “Mozart Nacht und Tag” al Teatro Baretti di Torino e nei concerti all’Oratorium Marianum all’Università di Wroclaw in Polonia, al Teatro filarmonico di Lublin. Nel 2017 si è esibito nell’ambito della rassegna “ Mani sapienti” al Castello sforzesco di Milano. Lunedì 6 Maggio 2019 – ore 17.30 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino Duo Maria Claudia BERGANTIN soprano Omar Gabriel DELNEVO pianoforte Programma L’HEURE EXQUISE (L’ORA SQUISITA) MELODIES OMAGGIO A REYNALDO HAHN (1874 – 1947) Musicista di grandissima sensibilità e delicatezza espressiva, compone brani di musica da camera di rara bellezza, la Stile musicale impressionista e tardo romantico gli viene trasmesso dai suoi insegnanti Massenet, Gounot e Saint Sens. Frequenta i grandi artisti dell’epoca come Mallarmè, Verleine del quale musicherà molte poesie, e sopratutto Marcel Proust, con cui avrà una relazione sentimentale Dirigerà l’Opera di Parigi fino alla sua morte MARIA CLAUDIA BERGANTIN è nata a Torino, figlia d’Arte (il nonno materno era musicista di Casa Savoia, la mamma pianista, il padre pittore). Diplomata in canto presso il Conservatorio G.Verdi di Torino sotto la guida del Maestro Elio Battaglia, con lo stesso maestro ha poi seguito Corsi sul “Lied Tedesco” ad Acquasparta (Terni) e presso l’Accademia Musicale Pescarese.Ha frequentato Corsi di perfezionamento con il soprano Elisabeth Schwarzkopf, presso il Mozarteum di Salisburgo, e con il Maestro Jorg Demus. Ha preso parte a Corsi sulla liederistica tedesca con il soprano Elly Ameling, con il Maestro Irwin Gage e di lieder ed opera con la cantante Vera Rozsa. Ha frequentato il corso di formazione professionale presso la Fondazione A. Toscanini di Parma, (musica contemporanea) con il soprano Luisa Castellani. Si è diplomata in musica da camera, in duo con la pianista Raffaella Zagni, presso l’Accademia pianistica di Imola con il Mº Pier Narciso Masi. Nella stessa formazione di duo, ha studiato presso l’Accademia di Chioggia con il Mº Kostantin Bogino. Ha frequentato presso l’accademia di Fiesole corsi con il M° Bruno Canino, e presso l’Accademia Europea Tedesca con sede a Montepulciano (SI) un corso di Liederistica con la cantante olandese Mariette Nollen. Ha svolto attività concertistica con il Maestro Jörg Demus a Salisburgo in occasione del Festival 1991, ed in altre città europee. Ha debuttato presso il Teatro di Busseto ne “I Lombardi alla Prima Crociata” di G. Verdi, e presso il Teatro Regio di Torino nell’Opera “II Cavaliere della Rosa” di R.Strauss. Nel luglio 1995 ha debuttato nell’intermezzo buffo “La serva padrona” di G.B. Pergolesi nel ruolo della protagonista Serpina. Ha cantato a Torino le prime esecuzioni assolute di alcune composizioni di Artur Honeggher in occasione del centenario della nascita del Compositore. Nel 1996, ha cantato il ruolo di Oscar nell’opera “Un ballo in maschera” di G. Verdi. Vincitrice di numerosi primi premi in Concorsi nazionali ed internazionali di canto e musica da camera, nell’autunno 1997 ha rappresentato l’Italia in occasione del XXI Festival Internazionale di Musica da Camera di Udine. Svolge una intensa attività concertistica con varie formazioni Cameristiche.Nel settembre 2005 ha tenuto una Master Class ed effettuato due concerti in Kazakistan. Nell'estate 2016 nell'ambito di uno scambio culturale Italia – Brasile ha tenuto delle Master Class c/o Universita' USP University of Sao Paulo in Ribeirao Petro e c/o l'Universita' Alma Italia. Ha scritto di lei Jörg Demus: “ …Maria Claudia Bergantin è una delle rare cantanti italiane che possiedono l'arte vocale italiana e tedesca. Molto raramente si ascoltano i Lieder di Schubert e di Schumann con una tale comprensione e perfezione vocale da un'artista italiana. Anche la voce - un soprano lirico - è molto calda ed estesa, e la posso raccomandare vivamente soprattutto per opere cameristiche italiane e tedesche (Haydn e Mozart) e - cosa molto rara - per il Lied tedesco.” Omar Gabriel Delnevo Nato a Torino nel 1996, Omar Delnevo inizia lo studio del pianoforte all'età di 4 anni in Brasile. Ritornato in Italia, in parallelo agli studi classici viene ammesso al Conservatorio “G. Verdi” di Torino, dove prosegue lo studio dello strumento con Lucia Rizzi e Valeria De Bernardi. Cercando di approfondire il suo interesse per il repertorio contemporaneo e la creazione musicale, ha recentemente intrapreso lo studio della composizione privatamente. Da novembre del 2017 si trasferisce a Milano dove prosegue parallelamente lo studio di Pianoforte con il M°Premuroso e Composizione con il M° Possio. In veste di pianista si è esibito in alcune rassegne musicali dell’area torinese e milanese, tra cui il Torino Classical Music Festival, il Festival dell’Amore di Milano, e, recentemente, in un concerto al Museo del Novecento dedicato alle opere lì conservate. Lunedì 6 Maggio 2019 – ore 18.40 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino Manuel ZITO pianoforte Programma You - Nils Frahm Yoyo - Manuel Zito Mirorire de la memoire - Manuel Zito Cherry Trees - Manuel Zito Waterdance - Manuel Zito Monrome - Manuel Zito Lost in the space - Manuel Zito Tomorrow's song - Olafur Arnalds Valzer del Lunapark - Manuel Zito La Deriva - Manuel Zito Fernweh - Manuel Zito Manuel Zito Nasce a S.Maria C.V (CE) nel 1988, intraprende gli studi musicali all’età di 5 anni per poi diplomarsi al Conservatorio “S. Pietro a Majella”di Napoli nel 2012. Contemporaneamente studia “Composizione per la musica applicata alle immagini e ai contesti multimediali” nel medesimo Conservatorio e nel 2017 frequenta il ”Laboratorio di Musica per film”al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma con insegnati del calibro di Pivio (David di Donatello 2018), Andrea Grant, Sergio Bassetti. Attualmente si sta perfezionando in Composizione nella Scuola Civica “A. Clementi” con il M° Enzo Galdi e in musica per film con il M° Andrea Grant. Nel 2017 registra il suo primo disco dal titolo “Fernweh” al Sundlaugin Studio di Mosfellsbær (Islanda) con la produzione di Massimo De Vita e registrazione, missaggio e mastering di Birgir Jòn Birgisson (Sigur Ros, Bjork, Yann Tiersen, Damien Rice). Il disco esce il 27 aprile 2018 con l’etichetta Memory Recordings di Fabrizio Paterlini. In pochi mesi raggiunge oltre 150 mila streaming su Spotify e oltre 30 mila ascoltatori unici al mese. Collaborazioni musicali: - Cura le musiche per gli spettacoli del Collettivo Menti Colorate: “Involution” (portato in scena allo spazio Aveta di Caserta) e “Momenti di delirio in una camera da letto senza una parete” (portato in scena al Chiostro di San Domenico di Sessa Aurunca) - Suona nel disco di Davide Matrisciano “Il profumo dei fiori secchi” e nel brano “Piccola faccia” con i Blindur all’interno del disco “Tregua 1997-2017 Stelle buone” di Cristina Donà. Concerti con il “Fernweh Tour”: - 20 aprile 2018 all’interno della manifestazione “Piano-Terra” del Club33 giri di S.Maria C.V.(Ce); - Dal 17 al 22 luglio 2018 in Islanda (suonando tra l’altro al Listastofan e ai Center Hotels Thingholt e Midgardur, di Reykjavik); - 10 agosto 2018 nella Basilica Minore di Santa Maria Incaldana di Mondragone (Ce); - 27 ottobre 2018 all’interno della manifestazione “Artisti da Club” al Club 55 di Napoli. Lunedì 3 Giugno 2019 – TRE CONCERTI – ore 17.00 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova – Torino Duo Carolina MATTIODA, soprano Michela VARDA, pianoforte Programma Divinitee du stix da alceste di Gluck, je dis que rien ne m'epouvante da carmen, Bizet ah je ris de me voir da faust Gounod, adieu, notre petite table da manon Massenet, je veux vivre da romeo et juliette Gounod, le secret Faure, il pleur dans mon coeur Raffaele Montanaro espere Raffaele Montanaro intermezzo di manon lescaut G. Puccini Luigi Di Cesare “Après l'infini, au-delà de l'enfer” (2019) (prima esecuzione assoluta) Carolina Mattioda, Si diploma presso il Conservatorio G.Verdi di Torino con S. Silbano. In seguito si specializza nel repertorio mozartiano con E. Mathis al Mozarteum di Salisburgo, si perfeziona inoltre con A. Corbelli, M. Freni, S. Lowe, all’opera studio di Weimar e all’Accademia Celletti di Martina Franca. Nel 2011 vince il concorso Primo Palcoscenico città di Cesena e debutta come Carolina nel Matrimonio segreto di Cimarosa al teatro Bonci (D. Camerlingo R. Medetti), seguono Didone ed Enea di Purcell (2 woman), Rita di Donizetti (Rita), Il frutto rapito di M.Mandurrino (Regina, Principessa). Nel 2012 è finalista e vincitrice di borsa di studio al concorso Cappellin di Pinerolo debuttando nelle Nozze di Figaro di W.A.Mozart (Barbarina). Invitata dall’associazione Musicfor canta nella sala della Regina di Palazzo Montecitorio a Roma, all’Istituto diplomatico degli Affari Esteri, alla Farnesina e al Concerto di Natale nella Basilica di S.Marco Evangelista. Nel febbraio 2014 è protagonista del recital “Italian Women in music” al Polish Club di Londra alla presenza di Sua Altezza Reale il Duca di Kent: “...Il pubblico ha ascoltato ammaliato le sue esecuzioni, incantato da un timbro di voce molto potente ed allo stesso tempo caldo e soave..” La Notizia Londra Nel 2015 è finalista e premio speciale al Toscanini di Brescia e vincitrice del concorso a Ruoli Arteincanto di Basciano dove debutta il ruolo di Susanna ne Le nozze di Figaro di Mozart (D.Caporale R.De Feo) , seguono Nabucco di Verdi (Anna) Teatro Bene Vagienna, Il Barbiere di Siviglia di Rossini (Berta)Teatro della concordia Venaria e l’opera contemporanea Il piccolo principe di A.Caruso al teatro Carignano di Torino (la Rosa) (D.Caruso R. Acampa). Nel novembre 2015 canta per la settimana della cultura italiana invitata dall’ambasciata italiana a Luanda in Angola Africa. Nel 2016 è finalista al concorso Cleto Tomba di Bologna, al Sordello di Cuneo e al Coop Music Awards di Milano, vince il concorso a ruoli d’opera di San Pellegrino Terme e il 2 premio al Premio Lirico Internazionale Postumia, è Arsena nello Zingaro barone di Strauss al Teatro Nuovo di Torino (D.Griglio R.Angi) e Musetta nella Boheme sempre a Torino. Nel 2017 è finalista al concorso “Bellano paese degli artisti”di Bellano, è Adina nell’Elisir d’amore e Norina nel Don Pasquale al Teatro Nuovo di Torino (D.Griglio R Angi), Pamina nel Flauto Magico a Sesto san Giovanni e Lauretta nel Gianni Schicchi al 43 Festival della Valle d’Itria a Martina Franca (D Naegele R Garattini) Michela Varda nata a Cuorgnè (TO) si è diplomata in pianoforte con il massimo dei voti presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino sotto la guida della professoressa Maria Golia e successivamente in Musica Corale e Direzione di Coro con il maestro Sergio Pasteris. Partecipa a diversi corsi di perfezionamento con importanti maestri tra cui Massimiliano Damerini e un corso di perfezionamento per accompagnatori di canto lirico con il maestro Riccardo Marsano. Vincitrice di concorsi nazionali e internazionali ha partecipato a registrazioni televisive per CANALE 5, RAI 1 e altre emittenti televisive locali del Piemonte e della Lombardia. Suona sia come solista che in varie formazioni da camera per importanti associazioni tra le quali “Piemonte in Musica”, “Camerata Casella”, “Ex Allievi Fiat”, “Associazione Clara Schumann”, “La nuova Arca”, “Orpheus”. “Musica 85” di Roma, “Amici della Musica” di Pesaro, “Amici della Musica” di Mantova, “Barattelli” dell’Aquila. Si esibisce al Teatro Piccolo Regio di Torino in occasione della Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo e al Teatro del Lingotto in occasione di “Musica 2000”. Nel maggio 2001 partecipa al progetto “Arte della Fuga” ideato da Luciano Berio, che l’ha portata ad esibirsi in numerose città europee quali Spoleto, Lione, L’Aja e Londra in qualità di membro dell’Orchestra Europea del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto. Dal 2004 al 2008 ha lavorato in qualità di pianista intrattenitore su navi della Costa Crociere e hotels in Italia e all’estero. Ha collaborato con il Teatro Stabile di Torino come pianista accompagnatrice dei corsi di recitazione per cantanti. E’ inoltre maestro collaboratore per corsi tenuti da importanti maestri di canto quali Raina Kabaivanska, Franca Mattiucci, Lorenza Canepa, Valter Carignano e Claudio Desderi. Nel 2011 e nel 2013 ha accompagnato il Corso estivo di flauto tenuto presso l'Accademia Meibukan “Renzo Brancaleon” di Castelnuovo Don Bosco dal maestro Claudio Montafia. Dal 2012 collabora con l'Orchestra Sinfonica Giovanile di Ivrea con la quale si è esibita in un concerto al Teatro Regio di Torino e in altri teatri piemontesi. Nel febbraio 2015 ha collaborato con il Teatro Nuovo di Torino per la realizzazione dell'opera “La figlia del reggimento di Donizetti”. Lunedì 3 Giugno 2019 – TRE CONCERTI – ore 18.00 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova – Torino LUIGI DI CESARE ENSEMBLE Claudia Bellamino, oboe e corno inglese Antonio Dattellis, clarinetto Marco Fella, violoncello Luigi Di Cesare, pianoforte e voce recitante Andrea Olivero percussioni, glockenspiel Luigi DI CESARE (vivente) CREATUM (2019) (prima esecuzione assoluta) Origine... che si evolve, espande e dimora. Viaggio senza confini tra voce recitante e strumenti, effluvi, flussi e voli pindarici, ove la mente lascia andare il suo corso.. Claudia BELLAMINO, diplomata in Oboe al Conservatorio di Torino con B. Oddenino, e laureata a pieni voti all’Università degli Studi di Torino con una tesi sull’Archeologia Etrusca, ottiene a pieni voti e con lode il Master per Operatori Musicali per Orchestre e Cori Infantili e Giovanili organizzato dall’Università degli Studi di Firenze e la Scuola di Musica di Fiesole, con una tesi sull’importanza dell’educazione attraverso l’arte, e in particolare la musica. Ha suonato l’oboe e il corno inglese in numerosi concerti con Enti e varie formazioni tra cui Filarmonica di Collegno, Orchestra del Conservatorio di Torino, Filarmonica Bosconerese, Orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte, Ensemble Orchestral des alpes e de la mer, Cororchestra del Piemonte, con la quale, insieme a musicisti internazionali, ha realizzato un libro-CD per La Stampa di Torino e per l’International Labour Organization, la Compagnia Nuove Direzioni, realizzando musical al Teatro Nuovo e al Teatro Carignano di Torino, Cororchestra Vianney per l’Ostensione della Sindone. Ha partecipato alle Cerimonie di apertura e chiusura delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006. Spazia dalla musica tradizionale a quella contemporanea, suonando in sedi prestigiose tra cui l’Auditorium Lingotto di Torino. Svolge attività didattica. Antonio DATTELLIS, diplomato in Clarinetto al Conservatorio di Cuneo, si evidenziano l’esibizione come solista nella serata finale del Concorso Lions Club Valli di Lanzo e la sua assidua collaborazione con l’Orchestra Giovanile di Torino diretta da L. Grandis. Numerose le partecipazioni con varie formazioni musicali e orchestre. Svolge attività didattica. Marco FELLA, diplomato in Violoncello al Conservatorio di Cuneo, suona con varie formazioni e orchestre, spaziando nei repertori classico, new age e popolare, in numerosi concerti e spettacoli teatrali per importanti rassegne di spettacolo. Luigi DI CESARE, compositore e pianista, attore, scrittore, conduttore e regista, direttore artistico di numerose rassegne di spettacolo e cultura, si è diplomato a pieni voti in Composizione con I. Fedele, in Musica Corale e Direzione di Coro con S. Pasteris, e in Pianoforte con D. Canina, dopo aver studiato con il celebre G. Broussard, al Conservatorio di Torino. Ha vinto vari premi, tra cui il prestigioso “Premio Alfano”. Le sue musiche sono eseguite in Italia e all’estero. Ha suonato proprie composizioni in televisione su Rai Due e su Tv 7, e in numerosi concerti in Italia con pieno successo. Varie le incisioni per Rai Trade, il Museo Cervi, l’Orchestra “A. Toscanini” dell’Emilia Romagna, con la quale sono stati realizzati vari concerti, e la pubblicazione di un DVD diffuso su reti satellitari e su Rai Uno. “Ritorno al volo...” è stata eseguita con grande successo al Conservatorio di Torino, in Liguria e a Limone Piemonte dall’Ensemble Orchestral Des Alpes De la Mer e dall’Orchestra “B. Bruni” di Cuneo. Negli ultimi anni si è esibito in Emilia Romagna, in Villa Tesoriera, al Teatro Orpheus e a laFeltrinelli di Torino, come pianista, compositore e attore, sempre con con strepitoso successo. La sua musica spazia in ogni orizzonte, in libera contaminazione di stili e forme, fino all’improvvisazione. Attore protagonista e regista di molti spettacoli, ha recitato, condotto e presentato in teatri, televisio ne e vari spa zi scenici in varie città italiane, interpretando classici e contemporanei, nonché ruoli, tra cui “Puccini”, “Verdi”, “Vespone”. Ha lavorato con Remo Girone e Ottavia Piccolo in un recital po e tico-mu sicale. Ha recitato in un film del Centro Sperimentale di Roma e in un film di Dario Argento. Come scrittore ha pubblicato libri di poesie e romanzi, l’ultimo è “Racconti Fantastici”. Direttore artistico, ha portato innovazioni nel panorama artistico italiano, il primo, dal 1990 a Torino, a creare festival in contaminazione fra vari stili e forme musicali, artistiche, teatrali, letterarie e coreutiche, ponendo il primo passo verso una totalità organizzativa. Andrea OLIVERO, diplomato in Strumenti a Percussione e Pianoforte. Numerosi i concerti in molte città italiane ed estere per importanti Festival come MITO Settembre Musica. Ha ottenuto una borsa di studio in un Corso di Maestro Collaboratore con F. Giacosa. Ai primi posti in concorsi nazionali ed internazionali, ha suonato con varie formazioni cameristiche ed orchestre tra cui “Gli affetti musicali”, “Corale Polifonica Sommarivese”, Orchestra delle “Nazioni Unite”, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, in prestigiose sale quali Teatro Regio, Auditorium del Lingotto, Conservatorio di Torino, e ottenendo incisione di CD e DVD per “Stradivarius”, “Scomegna”,”De Haske”, “Wicky”, oltre a registrazioni in diretta su Rai 1 e Rai 3. Docente in Istituti Civici Musicali del Piemonte, Lombardia e Liguria. Pianista accompagnatore per “Alba Music Festival” gemellato con gli Stati Uniti, ha collaborato con prestigiosi strumentisti italiani e stranieri e cantanti lirici e moderni, tra cui il baritono G. Valdengo, “il prediletto da Toscanini”. Dal 2005 collabora con la Fondazione “Orchestra Sinfonica di Sanremo e della Liguria”, nonché Orchestra ufficiale del “Festival della Canzone Italiana”, come timpanista, percussionista, batterista e pianista. Svolge anche assidua attività di organista e compositore. Lunedì 3 Giugno 2019 – ore 19,00 – Libreria laFeltrinelli express– Stazione Porta Nuova - Torino Christian STEFANONI, tastiere e video EURHOPE Christian STEFANONI, produttore di musica elettronica con dieci album al suo attivo, compositore e autore delle colonne sonore delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi di Torino 2006, protagonista in grandi eventi come il “Reload Music Festival”, l’“Holi Music Festival” e la recente “Tattoo Convention” di Torino. Tra i suoi successi i remix di noti brani legati alla pubblicità televisiva come “Struggle for Pleasure”, “River Flows in You” , “Garden”. Suo anche il “tormentone social” del remix della Canzone dell’Ora Esatta del TG5, “Segnatempo”. Propone il suo progetto musicale “EurHope”, dedicato alla speranza di un rinnovamento sociale, culturale e politico dell’Europa. & & & Incontri Letterari, d’Arte e di Spettacolo In ogni data di spettacolo saranno presentati quattro autori, tra poeti, narratori, pittori, fotografi, fra i due concerti e al termine. Saranno recitati testi letterari con accompagnamento al pianoforte. Luigi DI CESARE, conduttore, attore, pianista Musiche e improvvisazioni personali in contaminazione tra i vari stili classico, contemporaneo, jazz, pop

Dati Aggiornati al: 04-04-2019 22:05:40

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Lunedì 08-04-2019 alle 18:40
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Feltrinelli Porta Nuova

Indirizzo: -- Torino

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento