WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

...per rimanere sempre informati su cosa fare giorno per giorno...

> Home > Eventi a Torino del 21-05-2019 > Musica e Spettacoli > 21/5 De Arriaga - Mendelssohn– Farrenc con...

21/5 De Arriaga - Mendelssohn– Farrenc con Milani e Issoglio

21/5 De Arriaga - Mendelssohn– Farrenc con Milani e Issoglio

 

 

Quinto ed ultimo Concerto MARTEDI 21 MAGGIO LA STAGIONE DELL’ORCHESTRA POLLEDRO SI CONCLUDE CON De Arriaga - Mendelssohn-Bartholdy – Farrenc TRA GERMANIA, FRANCIA E SPAGNA UN OMAGGIO MUSICALE ALL’EUROPA Solisti: Alessandro Milani al violino Roberto Issoglio al pianoforte Direttore Stabile ed Artistico: M° Federico Bisio In occasione dell’ultimo concerto di Stagione dell’Orchestra Polledro, la rivista “.Eco educazione sostenibile” ha deciso di festeggiare con noi il suo Trentennale. A suggello di questo rapporto di reciproco sostegno, in un momento di grave crisi della cultura italiana, assisterà all’evento musicale del 21 maggio il prof. Mario Salomone, fondatore della rivista, insieme e altri illustri rappresentanti del settore. L’Orchestra da Camera Giovanni Battista Polledro conclude a maggio la sua programmazione 2018-2019 “NELL’ARMONIA DELLE DIFFERENZE” ispirandosi ancora una volta all’armonia nelle differenze nell’esistenza umana. Questa volta con un repertorio che raccorda Germania, Francia e Spagna, in un viaggio musicale lungo l’Europa. L’Orchestra diretta dal Maestro Federico Bisio dà appuntamento per il suo quinto ed ultimo concerto di Stagione martedì 21 maggio 2019 alle ore 21 presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di piazza Bodoni a Torino con il Concerto per violino, pianoforte e orchestra d'archi in re minore MWV 04 del compositore tedesco Felix Mendelssohn-Bartholdy - con ospiti i Solisti Alessandro Milani al violino e Roberto Issoglio al pianoforte. A questo segue l’esecuzione della Sinfonia in sol minore n. 3 op. 36 composta da una donna, questa volta francese, Louise Farrenc. Inoltre, una sorpresa musicale ispirata al tema ispanico del Salone del Libro di quest’anno: verrà infatti eseguita in apertura di spettacolo l’Ouverture da Los esclavos felices del compositore spagnolo Juan Crisóstomo de Arriaga. Biglietti da 5 a 20 Euro, secondo convenzioni e fasce di età (vedi sotto). In occasione del Trentennale della rivista “ .Eco Educazione Sostenibile”, il concerto ospita in sala vari esperti sul tema, tra cui il Prof. Mario Salomone, il fondatore della storica testata rinomata a livello europeo sulla cultura dell'ambiente e della sostenibilità. PROGRAMMA Martedì 21 maggio 2019 - ore 21 Torino, Conservatorio Giuseppe Verdi, piazza Bodoni, Torino Con un omaggio al Salone internazionale del Libro di Torino Juan Crisóstomo de Arriaga (1806-1826) Ouverture da Los esclavos felices Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809-1847) Concerto in re minore per violino, pianoforte e orchestra d’archi, MWV O 4 Alessandro Milani, violino Roberto Issoglio, pianoforte Louise Farrenc (1804-1875) Sinfonia in sol minore N. 3 op. 36 BIGLIETTI AGEVOLATO = € 5 per studenti (Politecnico, Università, Conservatorio, Accademia Belle Arti, Istituti IED, IAAD, etc) INTERO = € 20 RIDOTTO= € 15 (under 24 e over 65), Circoli, Gruppi, Enti e Associazioni direttamente convenzionate con l’Ente Polledro. SPECIALE = € 10 solo per aderenti FITEL muniti di tessera alla cassa PREVENDITA presso Libreria Feltrinelli Piazza CLN 237 Torino - Circuito PiemonteTicket (a partire da due settimane prima del concerto) VENDITA DIRETTA alla Cassa del Teatro, dalle ore 20.15 del giorno stesso del concerto. BIOGRAFIE ALESSANDRO MILANI Si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio G. Verdi di Torino e si è perfezionato con Salvatore Accardo all’Accademia della Fondazione Walter Stauffer di Cremona. Ha studiato con Giuliano Carmignola e ha seguito i corsi di Giuseppe Principe alla Scuola di Musica di Fiesole. Vincitore di numerosi concorsi, ha fatto parte dell’Orchestra dei Giovani della Comunità Europea. Dal 1991 al 1995 è stato Primo Violino di Spalla dell’Orchestra Sinfonica “Haydn” di Bolzano e Trento con la quale ha tenuto diversi concerti solistici e nel 1995 ha vinto il concorso per lo stesso ruolo di Primo Violino di Spalla presso OSN Rai. Come Spalla collabora anche con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, con l’Orchestra del Teatro alla Scala, con la Filarmonica della Scala e con l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma. Affianca all’attività cameristica e solistica quella didattica e dal 2000 al 2003 ha insegnato alla Scuola di Musica di Fiesole. Nel 1997 con l’OSN Rai diretta da Stanislaw Skrowaczewski ha eseguito il Concerto in la maggiore KV 219 di Mozart e nel 2001, sempre con l’OSN Rai, diretta da Jeffrey Tate, ha eseguito il Concerto in si minore op. 61 di Elgar. Suona un violino “Francesco Gobetti” del 1711, appartenente alla Fondazione Pro Canale di Milano. ROBERTO ISSOGLIO Ha iniziato gli studi di pianoforte a Torino proseguendoli in Germania con Roland Pröll. La formazione si è poi completata con Maria Gachet e Bruno Canino. Ha frequentato corsi di perfezionamento con Pavel Gililov e Peter Lang al Mozarteum di Salisburgo. Diplomato in pianoforte, ha conseguito la laurea specialistica ad indirizzo concertistico col massimo dei voti e la lode. Nel 1998 la registrazione del CD “Von Mozart bis Chaminade” insieme al flautista Silvano Dematteis gli è valsa, tra le numerose recensioni positive, quella del noto critico musicale Giorgio Pestelli. A quella sono seguiti altre produzioni. Svolge attività concertistica sia da solista che con varie formazioni cameristiche. Ha suonato con musicisti della BBC Orchestra e della London Philharmonic Orchestra. Dal 2009 collabora regolarmente in Europa con i gruppi da camera dei Berliner Philharmoniker. E' stato invitato più volte a Londra presso il prestigioso music hall di St. Martin in the Fields. È docente di musica da camera presso il Conservatorio di Cosenza, professore ospite all’Università di Osnabrück e direttore artistico del Festival di Pasqua di Cervo. Da alcuni anni dirige le Masterclass Estive di Diano Castello " Classicastello" . Dal 2010 è presidente della sede di Torino dell’Associazione Mozart Italia. FEDERICO BISIO Ha seguito un doppio percorso di studi: umanistico e musicale. Dopo aver conseguito la maturità classica si iscrive alla facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Torino presso la quale si laurea a pieni voti in Storia, con indirizzo medievale. Parallelamente frequenta i corsi di Composizione sperimentale presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano. Si dedica quindi allo studio della direzione d’orchestra. Dopo una serie di esperienze internazionali, in Germania e negli Stati Uniti, completa i suoi studi con il Maestro Gilberto Serembe. Dal novembre del 2012 è Direttore Stabile ed Artistico dell’Orchestra da Camera Giovanni Battista Polledro. Con l’Orchestra Polledro propone un repertorio molto ampio, che si estende dai capolavori del Barocco a quelli del ‘900, senza trascurare la musica sacra, ma è anche attento a proporre inedite o poco note rarità musicali. Nel corso delle Stagioni musicali sinora realizzate, ha messo in programma una quarantina di concerti con un repertorio di oltre un centinaio di opere sinfoniche con importanti collaborazioni tra cui quelle con Ugo Pagliai, Shlomo Mintz, Antonio Ballista, Bruno Canino e Antonio Valentino. Con la Polledro ha inoltre preso parte a prestigiosi festival internazionali, primo fra tutti il “Sibelius Festival” e il “Festival dell’Espressionismo” di Torino e ha organizzato eventi importanti, come il concerto “Mozart e L'Egitto” su richiesta dell'Ambasciata Egiziana in Italia, in occasione della riapertura del Museo Egizio di Torino. RIVISTA .ECO EDUCAZIONE SOSTENIBILE è il primo trimestrale di educazione ambientale italiano, fondato nel 1989 dal Prof. Mario Salomone, oggi Presidente e Direttore Responsabile. La testata si pone come punto di riferimento per la ricerca-azione su due parole chiave: “educazione” e “sostenibilità”, per costruire una cultura della formazione ispirata ai principi dell’ambientalismo, della tutela del territorio, della valorizzazione della cultura materiale e della biodiversità, a uso di tutti gli operatori professionali e dei decisori del sistema educativo, formale e non. Segnaliamo che il 30 aprile scorso, la rivista ha pubblicato un articolo sul rapporti tra Musica e Ambiente/Sostenibilità con intervista al Direttore Federico Bisio e segnalazione del concerto del 21 maggio al Conservatorio di Torino! https://rivistaeco.it/sostenibilita-nei-mestieri-e-arti-intangibili-parte-prima-la-musica/ Comunicazione, Ufficio stampa e Relazioni Esterne: Monica Mantelli press@orchestrapolledro.eu

Dati Aggiornati al: 16-05-2019 00:10:00

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Martedì 21-05-2019 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Conservatorio Statale di Musica "Giuseppe Verdi" di Torino

Indirizzo: Via Giuseppe Mazzini, 11 Torino

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento