WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

...un nuovo modo di condividere gli eventi che conosciamo...

> Home > Eventi a Torino del 24-10-2019 > Mostre e Cultura > Balkanistan - In viaggio verso i Balcani e oltre

Balkanistan - In viaggio verso i Balcani e oltre

Balkanistan - In viaggio verso i Balcani e oltre

 

 

BALKANISTAN - In viaggio verso i Balcani e oltre. Nel corso di questi anni con lo sguardo sempre rivolto ad Est, ci siamo accorti di quanto grande sia la passione per i viaggi e i resoconti di viaggio dai territori che ci stanno più a cuore. Pertanto, abbiamo deciso di dedicare quattro serate della nostra programmazione a questo tema specifico, articolate come segue: GIOVEDI' 24 OTTOBRE ORE 21.15. Presentazione della guida “Sarajevo e Mostar” (Lonely Planet Italia) con l'autrice (Annalisa Bruni e Vesna Scepanovic (giornalista e attrice). “Non importa quale sarà la stazione di partenza: da Mostar o da Sarajevo il vostro viaggio inizierà all’insegna della iugonostalgia, accanto a rotaie strette fra massicce mura di cemento. Una volta saliti sul treno, però, dopo aver mostrato al controllore il vostro biglietto rigorosamente compilato a mano (lettori under 30: un tempo era così anche in Italia!), il grigiore al di là dei finestrini scomparirà gradualmente per fare spazio ad acque color smeraldo e vette spigolose. La Bosnia-Erzegovina saprà sorprendervi, mostrando le infinite sfaccettature di una terra dai contorni ancora sfocati agli occhi di molti viaggiatori”; VENERDI' 25 OTTOBRE ORE 21.15. “Lungo la rotta danubiana” - Parole e immagini da un viaggio alla scoperta del Danubio. Con Luisella Francios. " “Lungo la Rotta Danubiana” è un viaggio lungo il Danubio accompagnata dalla lettura del libro di Claudio Magris, “Danubio”, spostandomi solo via terra e via acqua con i mezzi pubblici. Il Danubio nasce nella teutonica Foresta Nera e punta subito verso Oriente attraversando 10 nazioni e sfociando con un Delta impressionante di 3500Kmq nel balcanico Mar Nero dopo quasi 2800Km. Nera la foresta in cui nasce e Nero il mare in cui sfocia, ma di nero il Danubio ha solo questo; con il suo percorso tortuoso fatto di anse e di cambiamenti di rotta, il Danubio porta con sé gli echi di un passato glorioso che va dall'Impero Romano, di cui segnava parte dei confini, allo sfarzo dell'Impero Austro-ungarico fino alla recente guerra dei Balcani. Lungo il suo incedere infila capitali e cittadine come fossero perle di una collana portata al collo da una Vecchia Signora: l'Europa. Un viaggio di 23 giorni in cui l’unico compagno di viaggio è stato proprio lui, il Danubio che mi ha letteralmente stregata, un fiume non “comune” che una volta fatta la sua conoscenza non lo si dimentica più. Ogni tappa legata da più fili conduttori; un viaggio fatto di incontri, di regali ricevuti, di emozioni. Natura, cultura e storia che si mescolano continuamente come le acque dei suoi numerosi affluenti che si mescolano con le sue. E ancora, curiosità e aneddoti che lo accompagnano nel suo viaggio verso il divenire mare; SABATO 26 OTTOBRE ORE 18.15 Presentazione del libro " Panda o morte" (Ediciclo Editore) con Marco Rizzini, l'autore, e Walter Da Soller, storico e slavista. Marco Rizzini si licenzia e parte con due amici verso Est a bordo di una Fiat Panda del 1980. Percorre circa 12.000 chilometri fino all’Uzbekistan, e ritorna sfrecciando sulla Sovietska Ulitsa, l’highway 66 dell’Impero. Nel mezzo di sabbia, sudore, fatica e infinite code alle dogane, si ritaglia uno spazio dove riflettere sulla propria vita. Non a caso lo scrittore si trova sulla strada anche per raggiungere la tomba del bisnonno polacco che si oppose all’occupazione russa, perseguitato nei gulag e sepolto a lato di una polverosa strada in Uzbekistan. A bordo della Panda, Rizzini attraversa Balcani, Turchia, Georgia, Azerbaijan, Kazakistan, Uzbekistan e infine Tashkent per poi ritornare passando per le città sante dell’islam. In questo infinito mutare di paesaggi e di volti osserva le diverse attitudini religiose, i nuovi frammenti di identità, scorge il passato nei volti delle persone e scopre, attraverso le nuove generazioni, il futuro che avanza; SABATO 26 OTTOBRE ORE 21.15. Presentazione della guida “Scoprire i Balcani” con Eugenio Berra (curatore), Marco Carlonee (fotografo e membro attivo del collettivo giornalistico volna mare) e Simone Benazzo (giornalista e membro del collettivo volnamare). Un ibrido a metà strada tra libro di suggestioni e guida turistica, per accompagnare il lettore in un lungo viaggio da Trieste al Mar Nero attraversando ex Jugoslavia, Albania, Bulgaria e Romania, introdotto da un inedito di Paolo Rumiz. Dopo il successo delle prime due, la terza edizione aggiornata di Scoprire i Balcani diventa la guida ufficiale di Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa. Il volume vede la collaborazione di Les Courrier des Balkans, Q Code Magazine, East Journal; degli editori Odòs, Bottega Errante e Besa; delle ONG Vis, Cesvi e RTM. Propone inoltre testi inediti degli scrittori Faruk Šehić, Dušan Veličković e Zdravka Evtimova; un focus sulle tradizioni vitivinicole di Paul Balke, tra i massimi esperti in materia; nuove vignette del fumettista Aleksandar Zograf e illustrazioni di Cristina Portolano, Silvia Rocchi, Igor Sovilj, Milan Simić.Dieci capitoli per dieci territori, pensati come altrettante finestre spalancate su una parte d’Europa ancor oggi poco conosciuta se non nei suoi stereotipi. Un percorso alternativo alle mete tradizionali, attento alla scoperta di splendidi luoghi minori, ai loro racconti – narrazioni, memorie, ricette, poesie o antiche leggende – e alle comunità di contadini e produttori appartenenti a Terra madre, la rete mondiale di Slow Food… per viaggiare in modo consapevole rispettando ambiente, culture e persone; DOMENICA 27 SETTEMBRE ORE 18.15. “In direzione degli Stan” con Fabio Cosio e Mattia Bono. L'incanto e l'entusiasmo per l'Asia centrale attraverso i racconti e le immagini di viaggio di due intrepidi corsari. Il viaggio parte da Bishkek, capitale del Kirghizistan, su un minivan stipato fino all'inverosimile, per poi raggiungere Ala Archa in seguito ad un trekking faticosissimo ma suggestivo fino a raggiungere quota 5.000 mt. Visita del lago Song-Kul con meritato riposo nelle yurte e poi in un caravanserraglio lungo la via della seta fino a Tas Rabat. Dopo la sosta a Karakol sull'Isik Kul, quattro giorni di trekking sul lago Ala Kul e rientro dalla frontiera est con il Kazakistan. Il tour per immagini e racconti finirà ad Almaty, dopo aver toccato ancora il canyon Arachin. Tutti gli incontri si terranno al Polski Kot (via Massena, 19 – Torino) e saranno preceduti/intervallati/seguiti da aperitivo tipico! In occasione degli eventi che si terranno alle 21.15, saremo aperti dalle ore 20 per l'aperitivo.

Dati Aggiornati al: 08-10-2019 13:24:51

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Alle 20:00 dal 24-10-2019 al 27-10-2019
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Polski Kot

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento