WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Difficile non è sapere una cosa, ma sapere far uso di ciò che si sa. Han Fei

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO

TORINO OGGI - EVENTI - SOGGIORNI A TORINO - CORSI TORINO - LOCALI - NEWS

TORINO

MILANO

ROMA

FIRENZE

GENOVA

NAPOLI

BOLOGNA

> Home > Eventi a Torino del 12-03-2020 > Musica e Spettacoli > La vie en rose? | Rassegna di cinema francofono

La vie en rose? | Rassegna di cinema francofono

La vie en rose? | Rassegna di cinema francofono

 

 

Giunge al terzo anno consecutivo la collaborazione tra Alliance française Torino, Institut français Italia, Università Italo-Francese UIF - UFI e l’Università degli Studi di Torino - Dipartimento di Lingue e letterature straniere e culture moderne - UniTo, nata per promuovere un cinema francese e francofono di qualità. La rassegna presentata quest’anno si inserisce nel calendario di eventi e proiezioni di Torino - Città del Cinema 2020 ed esplora il tema dell’uguaglianza di genere attraverso lo sguardo di 3 autrici francofone accomunate dalla capacità di raccontare figure femminili esenti da stereotipi di genere, in contesti sociali e culturali differenti. Proiezioni in lingua originale con sottotitoli in italiano, interventi dei relatori in lingua italiana. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Le opere selezionate in questo ciclo di proiezioni offrono uno spaccato sull’evoluzione del ruolo della donna e fotografano una nuova consapevolezza di sé che si esprime attraverso il cinema d’animazione (Aya de Yopougon di Marguerite Abouet e Clément Oubrerie, autori dell’omonimo romanzo a fumetti), il documentario (Pauline s’arrache primo lungometraggio della giovane regista francese Emilie Brisavoine) e la fiction (Fidelio, l'Odyssée d'Alice di Lucie Borleteau). La rassegna è introdotta dalle Professoresse Chiara Simonigh, Teresa Biondi e Giuliana Galvagno docenti dell’Università di Torino, con un approccio che mette in dialogo discipline differenti come Estetica del Cinema, Teorie dei Media e Culture Visuali. PROGRAMMA DELLE PROIEZIONI E SINOSSI Giovedì 27 febbraio H 18.30 --> RIMANDATO Aya de Yopougon di Marguerite Abouet e Clément Oubrerie | 2013 | 1h 24min Film d'animazione francese diretto da Marguerite Abouet e Clément Oubrerie e basato sull’omonimo romanzo a fumetti degli stessi autori. Durante gli anni Settanta la giovane Aya vive in un sobborgo di Abidjan in Costa d'Avorio, con la madre che fa la guaritrice e il padre, venditore di birra. A differenza delle sue migliori amiche, Adjoua e Bintou, che pensano solo al divertimento e ai ragazzi, Aya è una ragazza seria e studiosa: il suo sogno è diventare medico. La situazione precipita quando Adjoua scopre di essere incinta. Tratto dall'omonima graphic novel. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Cesar. Introduce Chiara Simonigh, Università degli Studi di Torino Giovedì 12 marzo H 18.30 Fidelio, l'Odyssée d'Alice di Lucie Borleteau | 2014 | 1h 37min. Alice fa il marinaio. Félix, il suo uomo, l'aspetta sulla terra ferma, mentre lei si imbarca sul Fidelio, un vecchio cargo, come secondo meccanico. A bordo scopre non solo che il suo predecessore è appena morto, ma che il comandante altri non è che Gaël, il suo primo grande amore. Nella sua cabina, inoltre, trova un taccuino appartenuto all'ex meccanico, e la lettura di quelle annotazioni, tra problemi meccanici e malinconie amorose, entra stranamente in risonanza con quello che lei sta vivendo. Di scalo in scalo, tra la vita di bordo insieme a un equipaggio tutto al maschile e i suoi amori altalenanti, la giovane cerca di mantenere la rotta. Introduce Teresa Biondi, Università degli Studi di Torino Giovedì 26 marzo H 18.30 Pauline s’arrache di Emilie Brisavoine, 2015, 1h 28 min Il primo lungometraggio della giovane regista francese Emilie Brisavoine ci catapulta nell’intimità di una famiglia fuori dagli schemi. Pauline s’arrache è un documentario viscerale che mette a nudo la vita movimentata di Pauline, quindicenne dal carattere di fuoco e sorellastra della regista stessa che l’ha seguita con la sua videocamera durante quattro anni. Pauline è rimasta da sola a vivere con i propri atipici genitori: la madre, ex-regina della notte innamorata di un giovane travestito, suo padre. La sua convivenza con la famiglia è esplosiva, perché nella vita di Pauline nulla è semplice: né il genere dei suoi genitori, né l'amore che essi provano per lei. Tanto meno i ricordi d'infanzia, al contempo magici e tragici. Introduce Giuliana Galvagno, Università degli Studi di Torino https://www.alliancefrto.it/la-vie-en-rose-rassegna-di-cinema-francese/

Dati Aggiornati al: 26-02-2020 10:48:13

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 18:30 dal 12-03-2020 al 26-03-2020
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Alliance française Torino

Indirizzo: Via Saluzzo 60 Torino

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento