WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Il tempo è come un fiocco di neve, scompare mentre cerchiamo di decidere cosa farne. Romano Battaglia

> Home > Eventi a Torino del 30-04-2020 > Musica e Spettacoli > Consonanze > Laboratorio di Canto Sociale con...

Consonanze > Laboratorio di Canto Sociale con Massimo Ferrante

Consonanze > Laboratorio di Canto Sociale con Massimo Ferrante

 

 

Consonanze presenta: " …VULERA C’AMMUTASSIRU I PUTIENTI!" Laboratorio sul Canto Sociale della tradizione italiana (Calabria) con Massimo Ferrante . In collaborazione con Simone Campa, La Paranza del Geco e Coro Po. >> Lettura, ascolto e studio di tre canti della Calabria " Strina du Judeo" Fa parte delle tante stine ‘atipiche’ di Lago, un piccolo paese in provincia di Cosenza. Il testo, considerato il più antico a noi pervenuto è universalmente attribuito al dott. Nicola Palumbo( vissuto a cavallo del XIX e XX sec.) su commissione di Francesco Martillotto detto Ciccozzo o Pugliano. Un canto che è una invettiva contro tutti e tutto. (… di povari nun tiegnu cumpassioni, di ricchi ni scippera li cugliuna e cu’ li santi nun tiegnu divuzioni…) " Melissa" Un brano di Otello Ermanno Profazio che parla dell’occupazione delle terre in Calabria nel 1949 ad opera dei contadini e la conseguente repressione sanguinaria ordinata dal ministro Scelba ed eseguita dal corpo dei Carabinieri. " Tira, nimicu miu" Le prime due strofe di questo canto sono accreditate ad un Brigante Calabrese di nome Domenico Strafaci detto Palma(1829-1869). Vincenzo Padula, intellettuale calabrese, narra le gesta di Palma nella rivista Il Bruzio(1864-65). >> Le canzoni apprese saranno eseguite dai partecipanti allo stage durante la grande festa sociale del 1 Maggio della Trattoria Decoratori ed Imbianchini, insieme a Massimo Ferrante, alle voci del Coro Po ed ai musicisti de La Paranza del Geco. >> La quota di partecipazione è di 25 € a persona, ed include un semplice buffet conviviale. Per informazioni e iscrizioni: 3405598709 📞 | corsi@laparanzadelgeco.it 📨 >> MASSIMO FERRANTE www.massimoferrante.it Calabrese di Joggi (Cs) canta da sempre. A tredici anni la prima chitarra. Verso la fine degli anni ’70 si trasferisce a Napoli per intraprendere gli studi universitari… finendo invece per esibirsi chitarra e voce in diversi locali della Calabria e della Campania. Risale a questo periodo il sodalizio artistico, tuttora esistente, con Francesco Sansalone con cui negli anni ’90, insieme a Carlo Lella e Gianni Carcò, costituirà i Quattro Quatti, un gruppo vocale che spazia dal Gospel al Blues, dalla West Coast al Folk italiano e che nel 1993 partecipa alla realizzazione del cd Vite Perdite di Daniele Sepe. ~ Dal 1995 al 1997~ Nel 1995 Massimo collabora a Spiritus Mundi di Sepe …incominciano tanti concerti. Nel 1996 collabora al cd Vient’ ‘e mare dei Rua Port’Alba. Nel 1997 riprende la collaborazione con Sepe e al suo seguito incomincia un’attività concertistica che lo porterà in giro in Italia e in Europa. E’ presente all’Europa Jazz Festival di Noci, al Womad di Bruxelles, all’ Opera Festival di Wexford, alla Fete de la Musique di Parigi, al Ritmos Festival di Porto, allo Strictly World Music Festival di Marsiglia, al Sons d’hiver di Parigi, al Kunst-Und Ausstellungshlle Derbunderepublik Deutsch Land di Bonn, allo Sfinks Festival di Anversa, allo Sziget Festival di Budapest, ad Umbria Jazz, a Ferrara sotto le Stelle, per molti anni a Roma Incontra il Mondo, a Sant’ Arcangelo dei Teatri, al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino, concerto organizzato dall’istituto Ernesto De Martino. Suona nei maggiori centri sociali italiani. Ancora: all’Horizontal Radio (progetto multimediale dell’Unione Europea di radiodiffusione), al Concerto Grosso Radiotre suite. Canta la Tarantella Calabrese nel film Figli di Annibale di Davide Ferrario, canzone contenuta nel cd Lavorare Stanca di Sepe (Premio Tenco 1998 come miglior album in dialetto). Partecipa a Totem, uno spettacolo teatrale di Alessandro Baricco e Gabriele Vacis trasmesso dalla Rai. Collabora ai Dieci Comandamenti di Raffaele Viviani con la regia di Mario Martone, spettacolo in cartellone nei più importanti teatri italiani, trasmesso anch’esso dalla Rai. Partecipa a Tenera è la notte – programma Rai. Canta la sigla di apertura e chiusura di Fùtbol, soap radiofonica della Rai. Collabora con Leon Pantarei al cd Trema la terra. E’ in concerto con i Uaragniaun insieme a Sepe e Mauro Squillante a Bitonto. ~ Dal 2005 al 2009 ~ Nel 2005 Massimo Ferrante pubblica ‘ U Ciucciu – Voci e suoni dal Sud Italia (Felmay), il suo primo lavoro da solista. Concerti alla Locanda Atlantide (Roma), a Montefano (Macerata), in numerosi locali campani, al Maggio Sermonetano (Latina), a Baccanalia cantine aperte nell’Avellinese, a Capannori(Lucca), In Montenegro agli Istituti di Cultura Popolare di Niksic e Budva, al Gong Festival di Torino. Il 2006 è segnato dall’uscita del secondo disco: Ricuordi (Felmay). Partecipa a numerose manifestazioni tra cui: Carpino Folk Festival (Carpino FG), International Folk Dance (Rivoli TO), Rumori di Fondo (Rovito CS), Vis Musicae – Il parco sonoro tra due mari (Sila CZ), la Notte Bianca a Napoli; suona al Classico Village di Roma. 2007 e 2008 scorrono all’insegna dei concerti: dal Festival Antichi suoni (Novi Velia SA) al Festival Etno jazz di Castrovillari (CS), dalla VII edizione di Terra Arte (Guardia dei Lombardi AV) alla Festa dell’Unità di Osnago (Lecco), al Joggi Avant Folk (S. Caterina Albanese CS) E ancora: Fondi incontra il Mondo (Fondi LT), Traedizioni (Orsara di Marzi CS), Con l’Africa nel cuore (Napoli), Con i piedi per terra – Casa delle Arti (Cernusco sul Naviglio MI). Porta la sua musica anche in Belgio, al Centre Interculturel L’Aquilone (Liege). Collabora a Racconti e musiche per i giorni di Natale (un progetto di Gianni Lamagna – elaborazioni e musiche di Antonello Paliotti) eseguito nella Chiesa della Certosa di San Martino di Napoli). Nel 2009 inizia la collaborazione con E Zezi – Gruppo Operaio. Suona con loro alla Festa di Liberazione a Salerno, al Teatro Comunale di Caserta, al Teatro Carlo gesualdo di Avellino. Esce il terzo disco: Jamu, sempre per la Felmay(distribuzione per l’Italia EGEA). Massimo Ferrante ha pubblicato: ‘U ciucciu(2005) Felmay Ricuordi (2006) Felmay Jamu (2009) Felmay Populaj Kantoj (2015) Felmay

Dati Aggiornati al: 24-04-2020 17:38:05

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Giovedì 30-04-2020 alle 20:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Trattoria Decoratori e Imbianchini

Indirizzo: Via Lanfranchi 28 Torino, Italy

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento