WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca (Martin Heidegger)

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO

TORINO OGGI - EVENTI - SOGGIORNI A TORINO - CORSI TORINO - LOCALI - NEWS

TORINO

MILANO

ROMA

FIRENZE

GENOVA

NAPOLI

BOLOGNA

> Home > Eventi a Torino del 02-06-2020 > Sport e Benessere > Il mondo che verrà? Dipenderà da noi.

Il mondo che verrà? Dipenderà da noi.

Il mondo che verrà? Dipenderà da noi.

 

 

AVVISO: le numerose di realtà sociali e di lotta che hanno aderito al Patto di Azione in tutta Italia, stanno valutando il lancio di una data unitaria di mobilitazioni coordinate in ogni città (al pari di quanto avvenuto il 30 Aprile e Primo Maggio); perciò, una volta deciso per quando organizzarsi tutti insieme, l'iniziativa a Torino " Il mondo che verrà? Dipenderà da noi. La crisi la paghino i ricchi!" potrebbe subire una variazione di data per adeguarsi a quella comune, eventualità che naturalmente vi comunicheremo appena possibile. TANTE FORZE, TANTE LOTTE: LA CRISI LA PAGHINO I RICCHI 2 Giugno 2020 " Il mondo che verrà? Dipenderà da noi!" Presidio Regione Piemonte - ore 14,30 - Torino, p.zza Castello Appello a tutte le realtà sociali e di lotta per partecipare a una prima azione comune, mettendo insieme le proprie forze e istanze. Dopo alcune assemblee nazionali con diverse realtà sociali e di lotta, nell'ultima di sabato 9 maggio si é deciso di organizzare nei territori iniziative per le rivendicazioni del PATTO D’AZIONE 1. I costi della pandemia siano pagati dai padroni, a partire da una patrimoniale del 10% sul 10% più ricco della popolazione al fine di recuperare almeno 400 miliardi di euro; 2. Diritto di stare a casa a salario pieno fino al termine della pandemia, per tutti i lavoratori e le lavoratrici operanti in settori e servizi non essenziali: la nostra salute vale più dei loro profitti; 3. Prevenzione straordinaria, con garanzia del tampone per tutti i proletari, a partire da quelli obbligati a lavorare in queste settimane soprattutto la popolazione sanitaria; 4. Piano di assunzione di nuovo personale sanitario: scorrimento degli idonei e delle idonee nelle graduatorie pubbliche e stabilizzazione dei precari e delle precarie, per garantire anche l’abbattimento dei turni di lavoro e le ferie bloccate; 5. Immediata estensione del Reddito di Cittadinanza. Senza vincoli e con un aumento degli importi tale da garantire a tutti un salario e un reddito per poter campare e nella prospettiva della riduzione drastica e generalizzata dell’orario di lavoro a parità di salario, affinché possano “lavorare tutti e lavorare meno”; 6. Garantire la libertà di sciopero e l’agibilità sindacale, contrastando concretamente i divieti delle questure, dei prefetti e della Commissione di garanzia sugli scioperi: fino a quando si lavora si ha il diritto di svolgere attività sindacale e di scioperare; 7. Regolarizzazione e sanatoria per tutti gli immigrati, a partire dalle migliaia di “irregolari” del settore bracciantile: permessi di soggiorno, documenti anagrafici e riconoscimento pieno del per tutti gli immigrati; garanzia di reddito e di salario, diritto all’abitare e assistenza sanitaria; per la chiusura dei CPR e la riapertura dei porti; 8. Requisizione immediata di tutte le cliniche private, anche oltre l’emergenza, e di tutte le strutture per ricostruire tutti i servizi sanitari territoriali distrutti; contro la mercificazione della salute, per un servizio sanitario unico, universale, efficiente e gratuito; 9. Blocco immediato degli affitti e dei mutui sulla prima casa, così come di tutte le utenze (luce, acqua, gas, internet) e blocco a tempo indeterminato degli sgomberi per tutte le occupazioni a scopo abitativo; 10. Revoca delle misure restrittive – a conclusione dell’emergenza – per reprimere scioperi, mobilitazioni e manifestazioni; contro i Decreti-sicurezza e contro ogni ipotesi di militarizzazione ulteriore dei territori e dei luoghi di lavoro; 11. Revoca di qualsiasi progetto di “Autonomia differenziata”. Che si dimostra essere una penalizzazione per i proletari ei lavoratori del Sud, che replica il fallimentare modello di gestione regionale ed ha contribuito all’emergenza odierna; 12. Drastico taglio alle spese militari (un F35 equivale a 7113 respiratori) e alle grandi opere inutili e dannose (quali TAV, TAP, Muos) 13. Amnistia e misure alternative per garantire la salute di tutti i detenuti e di tutte le detenute; Per informazioni e proposte, contattaci a: sicobastorino@gmail.com Torino - 11 maggio 2020

Dati Aggiornati al: 17-05-2020 18:35:23

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Sport e Benessere

Quando: Martedì 02-06-2020 alle 14:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Palazzo Della Regione Piemonte

Indirizzo: Piazza Castello 165 Torino

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento