WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

...condividi gli eventi che conosci!...

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO

TORINO OGGI - EVENTI - SOGGIORNI A TORINO - CORSI TORINO - LOCALI - NEWS

TORINO

MILANO

ROMA

FIRENZE

GENOVA

NAPOLI

BOLOGNA

> Home > Eventi a Torino del 13-07-2020 > Musica e Spettacoli > Formazione Africae Mundi Prima Edizione terzo...

Formazione Africae Mundi Prima Edizione terzo modulo

Formazione Africae Mundi Prima Edizione terzo modulo

 

 

...Pochi giorni prima di annunciare l'inizio della Seconda Edizione FORMAZIONE AFRICAE MUNDI 2020-2021. ecco le date del 3°modulo della Prima Edizione di cui ricapitolo il programma che sarà la linea guida anche della Seconda Edizione. 13-18 luglio 2020 3° modulo Prima Edizione. FORMAZIONE AFRICAE MUNDI CORSO INTENSIVO DI FORMAZIONE (TEORICO/ESPERIENZIALE) SUI CONTENUTI STORICI, FILOSOFICI, CULTURALI ED ARTISTICI NELLE DANZE DI MATRICE AFRO. Condotto da KATINA GENERO Member of the International dance council CID c/o UNESCO LA FORMAZIOME AFRICAE MUNDI con il percorso dei 3 moduli per un totale di 150 ore permette di ottenere il Prestigioso Certificato di Studi Superiori di Danza rilasciato dal CID sulla base dell'Attestato di Frequenza presentato da Associazione Ritmi e Danze Afro nella figura del suo Presidente Katina Genero. Il corso è rivolto a Insegnanti di Danza Afro, a danzatori di livello avanzato che si preparano all’insegnamento, a musicisti che suonano per questa danza e a tutti gli appassionati di studi africani. Perché questo Corso di Formazione? Per colmare una parte mancante. “ Fin dall’inizio, da quando ho visto gli amuleti sugli alberi, ho intuito che le Danze e le Musiche Afro, seppur fruibili anche solo come pura arte giocosa, fossero portatrici di contenuti profondi e complessi, da cui traevano linfa vitale e continua ispirazione. Così mi sono calata sotto la punta dell’iceberg, o meglio, nel magma di un potente vulcano e l’ho esplorato. Oggi, dopo 40 anni di Ritmi e Danze Afro®, fra ricerche sul campo, spettacoli, lezioni quotidiane in sala, organizzazione di eventi, festival, laboratori coreografici, conferenze e diverse generazioni di allievi, voglio aprire i miei “ diari di viaggio” per condividere studi, osservazioni, valutazioni e sintesi teoriche attinenti a questa MAESTOSA E VARIEGATA DANZA D’AFRICA. Per studiarla, non basta apprendere ritmi, passi e coreografie: è necessario indagare sotto il vulcano, nel magma travagliato da cui essa è nata e da cui fluisce incessantemente…” ( Katina Genero ) Ecco alcuni contenuti: 1) Parole dentro la Danza. Il Sapere trasmesso oralmente porta il segno dell’esperienza del corpo, che diventa, a sua volta, il portale di una “ mitologia attiva “, ponendo i simboli in azione. La danza racconta una visione del mondo, una concezione dell’essere umano rispetto al suo ambiente e ad uno specifico contesto, parla della dimensione spazio/temporale e la trascende, del sacro e del profano, del visibile e dell’invisibile e, infine, dell’appartenenza. E neppure il silenzio è vuoto. Osservando una danza una prima volta e a distanza di anni una seconda volta, lo studioso attento può scorgervi i segni di cambiamenti sociali avvenuti nella comunità in quel lasso di tempo… ad esempio l’avvenuta influenza islamica o cattolica che può aver costretto a coprire i corpi danzanti prima seminudi, o i canti che possono aver assunto altre note nell’ introduzione della musica… 2) Dall’io plurale alle poliritmie dei tamburi. Così come l’uomo è Muntu (un insieme di uomo vivente, antenati, spiriti e Dei), gesto, parola, canto, ritmo e movimento, non sono mai separati. La formula di questo Insieme si ripete sul piano fisico e su quello metafisico, nell’ambito sociale, nelle cerimonie rituali e nelle espressioni artistiche. I principi ricorrenti, della danza come meditazione del corpo, della fisicità della musica, del canto come evocazione/invocazione, si traducono in un linguaggio musicale in cui i tamburi dialogano fra loro e tutti gli altri elementi, producendo, di volta in volta creazioni ” nominate ”, ( in Africa dare il nome significa far esistere, riconoscere) cioè identificate nella loro specifica sintesi d’ Insieme. Durante le mie permanenze in Africa e nei successivi viaggi a Cuba e in Brasile , ho potuto constatare che questa struttura d’ Insieme caratteristica dei Riti africani, persiste anche nei rituali afro-cubani e afro-brasiliani, sia in ambito cerimoniale che nei contesti festosi. 3) Cerimonie per Antenati, Spiriti e Dei: la potenza di esistere attraverso il corpo. Nelle cerimonie rituali si agisce sempre sulla totalità dell’essere, sulla sua parte fisica, emotiva, psichica e spirituale. Tale è concepito l’uomo alla sua nascita: un essenza da completare, un patrimonio in divenire. E i Riti d’Iniziazione che scandiscono la sua vita individuale e sociale, sono i passaggi attraverso i quali l’Opera si compie. Il corpo porta i segni del suo avanzare di grado nell’azione di completamento, e il decadimento della prestanza fisica è inversamente proporzionale alla sua crescita nell’ambito della conoscenza riconosciuta; ciò fa di un anziano il depositario dei segreti di potere, degli strumenti d’elevazione dello spirito e della saggezza spirituale e sociale, utile alla sua discendenza. Vi posso raccontare, per esperienza vissuta, come le tecniche applicate durante i riti d’iniziazione, presuppongano una conoscenza profonda e raffinata della complessità della psiche umana… 4) Il divenire del Muntu: evoluzione e sviluppi contemporanei del pensiero tradizionale. La danza e la musica tradizionale, come la cultura che le sottende, sono in perpetuo movimento; non restano imbrigliate nell’immobilità delle opere scultoree africane esposte nei musei. Esse vivono l’evoluzione dei tempi, si trasformano, perdono delle parti e ne acquisiscono altre, così una danza filmata negli anni ’50, poi negli anni ’70 e nel 2000, pur mantenendo una struttura simile, può presentare variazioni sorprendenti. Nel passaggio da una cultura rurale ad una civiltà metropolitana, ecco che appaiono gli Dei in Città e gli Spiriti nelle Metropoli. Le poliritmie accelerate esprimono nuovi contesti e l’ansia del tempo attuale, i contenuti sovrapposti o confusi assumono nuove metafore, a volte irriconoscibili. Eppure le strutture filosofiche originarie sopravvivono, nel continente e fuori, dovunque siano approdate per ragioni storiche e sociali. Nel film RIZE di David La Chapelle possiamo osservare come nuove forme di danza, nate recentemente nei quartieri di Los Angeles, presentino delle componenti gestuali e finalità catartiche simili alla danze dei Nuba del Sudan, filmate a metà degli anni ’40. 5) Elementi di teoria della danza nello specifico delle Danze Afro. Tipologia di movimenti, la gestualità organica, il rapporto con la terra, la relazione spazio/tempo e i linguaggi coreografici, l’interazione di reciprocità fra musica e danza, la memoria corporea e la memoria visiva, l’approccio intuitivo alla danza e la successiva sedimentazione analitica, la trasmissione della danza per immagini, l’ascolto fisico della musica… E’ indispensabile preparare il corpo a ricevere, attraverso il movimento, le onde vibratorie dei tamburi, affinché si possa acquisire un vocabolario gestuale reattivo, non soltanto muscolare: nel passo di danza dobbiamo vedere la musica. Nelle Tradizioni Africane, in cui l’approccio alla musica è assolutamente orale e fisico, quando un percussionista non riesce a suonare bene un ritmo , lo si fa danzare su quel ritmo e con la pratica della danza la sua esecuzione migliora… E molto ALTRO..... Sede del corso MAMADANSE Centro di Formazione alla Danza corso Arimondi 6- Zona Pedonale Crocetta- TORINO Tel. 011 501244- 333 3920609. INFO&PRENOTAZIONI: Katina Genero 333 3920609 katinagenero@gmail.com

Dati Aggiornati al: 23-06-2020 16:10:32

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 15:00 dal 13-07-2020 al 18-07-2020
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Mamadanse, Centro di Formazione alla Danza

Indirizzo: Corso Arimondi 6 Torino

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento