WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

> Home > Eventi a Torino del 18-09-2020 > Mostre e Cultura > Distanza e legame - Una mostra di Mihaela Šuman

Distanza e legame - Una mostra di Mihaela Šuman

Distanza e legame - Una mostra di Mihaela Šuman

 

 

DISTANZA E LEGAME Non si ama la distanza. La distanza si vive. La distanza si diviene. Questa mostra nasce da un'esigenza che ha incontrato un luogo. O da un'ossessione che vuole cambiare cittadinanza, e con essa, anche il proprio cognome. Questa mostra vuole essere una marca da bollo apposta sul certificato di distanza come legame. Perché questo è, la distanza. Non il vuoto, ma uno spazio - atopico e fuori dal tempo - di libertà, in cui, come su un palcoscenico, mettere in scena e vivere di nuovo (non rivivere: ogni volta è la prima volta) quello che amiamo chiamare ricordo. E' un'attività, il ricordo, non una passiva rimembranza del già stato: ricordare è un atto creativo, che si autoalimenta, e concorre alla formazione della personalità. Questa mostra vuole forse essere il punto culminante di un tentativo di definire un processo – quindi ucciderlo – che si presenta in forma di cerchio, composto da tanti altri cerchi che, come gabbie per criceti o ingranaggi di un macchinario, si agganciano uno all'altro, che si mettono in movimento l'un l'altro, come in un moto perpetuo, a partire da un presunto primo agente scatenante. Agente che non ricordo, ma che ho sempre cercato nel corso degli anni, e in qualche modo ri-creato tre anni fa. Una serie di stampe, realizzate riprendendo le vecchie fotografie di famiglia e personaggi delle favole e dei cartoni animati della mia infanzia, con la tecnica della linoleografia, su supporti diversi: • pagine della costituzione della Jugoslavia, ritrovata nella casa in cui sono cresciuta, a Hrvaćani, in Bosnia • libri di storia usati, su cui studiavo alla luce della lampada a petrolio quando l'elettricità andava via, nel 1991 e 1992 • cartine geografiche di uno Stato che ora esiste solo nei ricordi • pagine dei diari di mio nonno che, da uomo, nella mia memoria, è diventato simbolo • busta della lettera spedita in Italia dal nonno, da quel posto che, anche se ancora non lo sapevo, con quella lettera diventava ufficialmente il mio mito personale, concezione di amore, identità. Un viaggiatore, abbandonata la propria terra e perso l’unico specchio in grado di rendergli la sua immagine, errò per tanti luoghi per dimenticare quella immagine di se stesso, e quasi ci riuscì. Ma un giorno, stanco e spossato, si sedette sul ciglio della strada e, abbassati gli occhi, tra i fili dell’erba vide un fiore che lo guardava. Questa mostra è quello sguardo.

Dati Aggiornati al: 17-09-2020 15:17:10

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Venerdì 18-09-2020 alle 20:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Polski Kot

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento