WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Il tempo manca solo a chi non ne sa approfittare. Gaspar M. de Jovellanos

> Home > Eventi a Torino del 21-09-2020 > Mostre e Cultura > OGR Public Protram | La cura del mondo. Il tempo...

OGR Public Protram | La cura del mondo. Il tempo ultimo.

OGR Public Protram | La cura del mondo. Il tempo ultimo.

 

 

Dal 10 settembre alle OGR Torino tornano gli appuntamenti #OGRPublicProgram, per la prima volta alle OGR Tech, il laboratorio del futuro. Quattro appuntamenti avvicineranno il pubblico a #Continuum, l'evento del 10 ottobre, che proporrà nell’area #OGRCult 12 ore di mostre, performance e musica, mescolando echi del recente passato con visioni su possibili futuri. 21 settembre 2020, ore 18.30 La cura del mondo. Il tempo ultimo con Gabriella Caramone. OGR Tech | Corso Castelfidardo 22, Torino. L'evento è a INGRESSO GRATUITO, con prenotazione obbligatoria. L'incontro sarà trasmesso anche in diretta streaming sulla pagina Facebook della Fondazione per l'Arte Moderna e Contemporanea CRT. La grande crisi innescata dalla pandemia del Covid-19 ha messo in luce e esasperato le molte fragilità del nostro sistema di vivere: tra queste, ci hanno colpito come una sferzata l’incuria e l’inerzia in cui sembra soffocare, per lo più, chi vive il proprio tempo ultimo, quello della vecchiaia, assieme all’insensatezza riservata nella nostra epoca all’esperienza del morire. Se è vero, come ci dicono gli antropologi, che le civiltà sono nate intorno al culto dei defunti e sono cresciute intorno alla venerazione degli anziani, allora forse per salvare quel che resta di un mondo civile occorrerà reinventare modalità di attenzione e cura per i tempi ultimi delle nostre vite e ripensare il senso del morire. Sullo sfondo, il tempo ultimo cui va incontro anche il nostro pianeta. C’è qualcosa che ancora possiamo fare in questi giorni penultimi? Gabriella Caramore è la prima ospite della rassegna " La cura del mondo" curata da Associazione Doppiozero di Marco Belpoliti; l’assoluta egemonia di una prospettiva economicistica ha avuto come prima conseguenza quella di sfaldare la possibilità di legame sociale e di promuovere una visione individualista e competitiva. Negli ultimi anni risultano evidenti i costi culturali e sociali, ma anche economici, di una modalità consumistica di abitare il mondo che non interroga le conseguenze del suo agire. Il riscaldamento globale appare come un’ultima chiamata, un invito non a operare correzioni parziali e aggiustamenti, ad adottare nuove strategie, ma a cambiare radicalmente la prospettiva e l’orizzonte di senso. Parlare di cura significa parlare di responsabilità comuni, di legami, di contaminazioni. È essenziale che il discorso torni ad abitare il mondo e che lo faccia partendo da una messa a tema dei nodi che testimoniano lo sfilacciarsi del discorso sociale. Questi quattro incontri provano a annodare un’idea astratta di cura del mondo a una messa a tema dell’altro fuori di noi e della relazione come condizione di possibilità di una partita necessaria. BIOGRAFIA Gabriella Caramore è nata a Venezia e vive a Roma. Saggista, autrice di trasmissioni radiofoniche e di radio documentari, dal 1993 ha curato e condotto il programma di cultura religiosa " Uomini e profeti" (Rai, Raio3). Ha diretto una collana di testi di spiritualità per la casa editrice Morcelliana. Ha insegnato " Religioni e comunicazione" all'Università La Sapienza di Roma. Tra i suoi libri: La fatica della luce. Confini del religioso, Morcelliana 2008; Nessuno ha mai visto Dio, Morcelliana 2012; Come un bambino. Saggio sulla vita piccola, Morcelliana 2013; Pazienza, il Mulino 2014; La vita non è il male (con Maurizio Ciampa) Salani editore 2016; Croce e Resurrezione (con Maurizio Ciampa), il Mulino 2018; La parola Dio, Einaudi 2019. MAGGIORI INFORMAZIONI Capacità: 130 posti nello spazio Speaker's Corner di OGR Tech; si garantisce l’ingresso ai titolari di biglietto fino a 15 minuti dall’inizio dell’incontro, dopo i quali i posti inoccupati saranno messi a disposizione dei non prenotati. Allo scopo di rispettare i protocolli sanitari per la prevenzione Covid-19: - la disposizione dei posti occupabili garantirà la necessaria distanza interpersonale - all’ingresso della sala sarà misurata la temperatura corporea - l’uso della mascherina è obbligatorio per l’ingresso nella sede e fino al raggiungimento del posto assegnato - viene assicurata regolare igienizzazione - si prega di liberare velocemente la sala a fine incontro per evitare situazioni di assembramento - non è previsto servizio di guardaroba e non sarà consentito l'accesso a incontro iniziato. Il titolare del biglietto, nell'accedere in sala, dichiara sotto la propria responsabilità di non avere avuto nei 14 giorni precedenti la data del presente titolo d'ingresso febbre superiore a 37,5° o tosse persistente, di non essere sottoposto a misura di quarantena ovvero di non essere risultato positivo al COVID-19 e di non aver avuto, per quanto di propria conoscenza, contatti con soggetti positivi al COVID-19. Vi ringraziamo per la preziosa collaborazione. Per maggiori informazioni: ogrpublicprogram@fondazioneartecrt.it

Dati Aggiornati al: 18-09-2020 23:00:33

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Lunedì 21-09-2020 alle 18:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Officine Grandi Riparazioni - Torino

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento