Vivere bene è meglio che vivere. Aristotele

> Home > Eventi a Torino del 27-02-2015 > Corsi > DANZARE L'ATTESA - Workshop preparatorio...

DANZARE L'ATTESA - Workshop preparatorio alla performance FRONT ROW

DANZARE L'ATTESA - Workshop preparatorio alla performance FRONT ROW

 

 

A cura di Sara Conforti e Francesca Cinalli(Coreografa)

Un laboratorio propedeutico all’azione di sabato 28 febbraio 2015 che mira ad informare i partecipanti rispetto alla produzione tessile abbigliamento internazionale ed alla successiva costruzione della forma attiva ed estetica del lavoro performativo attraverso l’analisi del movimento e della sua negazione.

L'ingresso è libero e gratuito


Il 24 aprile 2013 il Rana Plaza, il palazzo in Bangladesh che ospitava cinque fabbriche tessili, è crollato uccidendo 1138 persone e ferendone più di duemila.
Sono passati quasi due anni da quella catastrofe e tuttavia ancora oggi ai sopravvissuti e alle famiglie delle vittime continua ad essere negato il pieno diritto al risarcimento, prolungando l’angoscia per coloro vorrebbero rifarsi una vita.
Le foto diffuse dai media hanno scioccato il mondo intero: storie strazianti di sopravvivenza, di persone che non avevano altra scelta che amputare le proprie membra per essere liberate dalle macerie e sopravvivere.
BENETTON fino a pochi giorni fa era l’unico grande marchio internazionale innegabilmente legato al Rana Plaza che continua a rifiutare di versare un solo centesimo per i risarcimenti.
Recentemente, con una campagna di pressione condotta insieme alla piattaforma internazionale AVAAZ, sono state raccolte più di UN MILIONE DI FIRME per chiedere a Benetton di risarcire pienamente le vittime.
L’azienda ha risposto con una promessa di pagamento, riservandosi il diritto di valutare quale sia la cifra più adeguata.
Ma una valutazione appropriata esiste da tempo!
Tutti i marchi presenti in Bangladesh dovrebbero contribuire in base alle loro capacità, la dimensione delle loro relazioni commerciali con il Bangladesh e quelle con il Rana Plaza. In base a ciò si chiede a Benetton di versare 5 milioni di dollari, una somma che gli attivisti giudicano proporzionale all’enorme entità dei profitti che il gruppo realizza.

La performance FRONT ROW avrà luogo come azione di sensibilizzazione e di denuncia rispetto alla posizione assunta dal Gruppo Benetton che DEVE dare corpo e credibilità alle sue recenti dichiarazioni attraverso una rapida contribuzione al Rana Plaza Trust Fund di 5 milioni di dollari.
Nel 2013, lo stesso anno in cui è avvenuta la tragedia del Rana Plaza, Edizione s.r.l., una società sotto il totale controllo della famiglia Benetton e che possiede interamente la Benetton Group, ha realizzato profitti per 139 milioni di euro.
Questa cifra assurda è stata raggiunta anche vendendoci abiti che sono stati prodotti da lavoratori e lavoratrici di tutto il mondo, compresi quelli del Rana Plaza.

FRONT ROW si svolgerà tra le luci scintillanti della Fashion Week milanese, dove donne di bellezza ultraterrena avvolte da abiti sfavillanti si aggirano per le strade della capitale italiana della moda mentre persone arrivano da ogni parte del mondo per assistere a uno dei più importanti eventi del settore a livello internazionale.
La perfezione apparente o l’apparenza perfetta domina Milano in quella che è la settimana più attesa dell’anno.
L’azione proposta si inserisce in questo contesto utilizzando lo stesso linguaggio, ovvero quello della sfilata: la passerella, le modelle, gli zoom impertinenti di fotografi affamati.
Tutto però è fittizio, un set in cui la passerella è una lastra nera in pvc, le macchine fotografiche sono scatole anch’esse nere dotate di coni esuberanti.
A sfilare non saranno le modelle, ma gli abiti stessi, un cumulo di 300 kg di indumenti neri annodati tra loro e trascinati con immensa fatica dalla performer Francesca Cinalli, la quale sulla passerella sovrapporrà sul suo corpo più strati di questi abiti fino ad assumere sembianze mostruose ma orgogliosamente esibite.
Il pubblico, costituito da qualche centinaio di attivisti/simpatizzanti/sostenitori della causa, che assisterà impassibile alla sfilata ai lati della passerella sarà vestito di nero e porterà ben visibile sul petto un’etichetta di denuncia: 5 MILLION DOLLAR.
Una contro-sfilata che svela pian piano la sua essenza di fronte agli occhi di passanti ignari in attesa di assistere ad uno degli eventi glamour della settimana.
Una finzione, che mette in scena paradossalmente quella che è la realtà paradossale che sta dietro alla produzione del settore moda

Dati Aggiornati al: 25-02-2015 09:26:05

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Corsi

Quando: Venerdì 27-02-2015 alle 10:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Cap10100

Indirizzo: Corso Moncalieri 18 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento