Nulla fa sospettare tanto un uomo quanto il saper poco. Francis Bacon

> Home > Eventi a Torino del 19-03-2015 > Mostre e Cultura > Interior affairs - opening

Interior affairs - opening

Interior affairs - opening

 

 

interior affairs
10 artisti interpretano lo spazio abitativo

gli interni che abitiamo parlano di noi e forse talvolta hanno una vita propria.

Robert Campin situava scene bibliche in ambientazioni olandesi del XV secolo;
Johannes Vermeer è famoso per la dettagliata intimità degli ambienti e dei loro abitanti.
la pittura inglese del ‘700 è dominata da “conversation pieces”.
gli interni sono stati usati per esprimere particolari stati psicologici: dalla camera da letto di van Gogh agli spazi domestici surreali di Renè Magritte.
recentemente numerosi fotografi hanno fatto degli “interiors” un soggetto di ricerca consistente, pensiamo a
Hiroshi Sugimoto, Thomas Demand e Candida Hofer

interior affairs è un pretesto per parlare di interni:
quale rapporto abbiamo con gli spazi in cui abitiamo o abbiamo vissuto o vorremmo abitare?
come ci rappresentano? o cosa ci rappresentano?
cosa ci evocano, ricordano, che influenza hanno sulla nostra vita?
come li “costruiamo” o concepiamo?
che siano impressioni, proiezioni, emanazioni, desideri, idealizzazioni, rappresentazioni di vissuti o
vissuti mancati, gli artisti in mostra propongono un “affair”, una relazione con uno spazio interno fisico, ma non solo, e con la presenza/assenza di personaggi che lo abitano e che a loro volta si rapportano ad esso.

la mostra vorrebbe anche essere un gioco di rimandi e relazioni tra gli artisti e le loro opere, l’osservatore e uno spazio espositivo non neutro, ma ancora una volta ambiente abitativo

(giorgio osella – tomdesign)

[erwin olaf – fotografia][elyron – gessetti]
[maria bruni – fotografia][maura banfo – fotografia]
[mauro penna – mixed media][pepe fotografia – fotografia][raoul gilioli - mixed media]
[sergio cascavilla – mixed media][shara hughes – mixed media, olio][umberta genta - fotografia]

interior affairs
10 artists interpret living-space

the interiors we inhabit tell something about us, and sometimes may have a life of their own.

Robert Campin set biblical scenes in Flemish interiors of the XV century;
Johannes Vermeer is famous for the detailed intimacy of his settings and their occupants.
English painting of the 18thC is dominated by “conversation pieces”.
interiors have been used to express certain psychological conditions:
from van Gogh’s bedroom to the surreal domestic spaces of Renè Magritte.
in recent times many photographers have made “interiors” a major focus for their investigation,
Hiroshi Sugimoto, Thomas Demand and Candida Hofer all come to mind.

interior affairs is a pretext for talking about interiors:
what relationship do we have with the spaces we occupy, or have lived in, or would like to inhabit?
how do they represent us? or what do they mean to us?
what do they evoke or recall, what influence do they have on our lives?
how do we “construct them” or conceive them?
whether they be impressions, projections, emanations, desires, idealizations,
representations of life or experiences missed, the artists here are putting on view some kind of “affair”,
a relationship with a physical interior space,
and with the presence/absence of occupants, who in their turn, relate to it.

The exhibition also aims to create an interplay of cross references and relationships between the artists and their works,
the observer and the exhibition space, which is not neutral but once again a habitable space…

(giorgio osella – tomdesign)

Dati Aggiornati al: 11-03-2015 07:55:57

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Giovedì 19-03-2015 alle 18:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Tomdesign

Indirizzo: corso san maurizio 73/b Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento