...per rimanere sempre informato su ciò che ti circonda...

> Home > Eventi a Torino del 27-03-2015 > Food & Drink > Serata Birra Amiata

Serata Birra Amiata

Serata Birra Amiata

 

 

Venerdì 27 marzo una straordinaria serata dedicata al Birrificio Amiata, con cui collaboriamo da tempo per la distribuzione della birra Polska Strong. Nella circostanza, oltre naturalmente alla Polska Strong, si potranno gustare la Bastarda Rossa (rossa alle castagne) e Marruca (aromatizzata al miele) a prezzi d'eccezione: Polska Strong 8 euro alla bottiglia, Bastarda Rossa e Marruca a 5 euro alla bottiglia. Tutte le bottiglie sono da 0,75 l. La degustazione sarà accompagnata da stuzzichini polacchi.

La Bastarda Rossa è una birra rossa, il cui nome trae origine proprio della varietà di castagna del Monte Amiata impiegata, una delle tre tipologie ad aver avuto il riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta (IGP). Infatti l’Amiata è sempre stata considerata la montagna ideale per la coltivazione della castagna, tanto che fin dal XIV secolo gli Statuti imposti alle comunità dell’Amiata prevedevano rigide norme per la salvaguardia e lo sfruttamento della risorsa castagno, sia per la raccolta dei frutti che per la produzione di legname. La peculiarità dell’Amiata è quella di avere un terreno “frutto” del disfacimento di rocce vulcaniche acide, di possedere delle falde acquifere importanti ed un microclima equilibrato. Queste condizioni particolari conferiscono alla castagna amiatina delle caratteristiche organolettiche uniche nel loro genere. La tutela con IGP impone che gli alberi di castagno non siano trattati con fertilizzanti sintetici o fitofarmaci e che le castagne vengano raccolte manualmente o con sistemi idonei al mantenimento dell’integrità e qualità del prodotto.
La castagna amiatina, viene essiccata nei caratteristici locali (metati o seccatoi) attraverso il calore emanato dal fuoco e dal fumo di legna di faggio o castagno, quindi trebbiata (rimozione della buccia), risultando idonea ad essere macinata in appositi mulini, ed essere trasformata in farina di castagne.
Birra Amiata acquista dai produttori del locale consorzio la castagna essiccata e privata della buccia e la macina direttamente in piccole parti della stessa dimensione dei grani di orzo. Viene così aggiunta nelle fasi iniziali di produzione, non solo con il compito di fornire un sapore caratteristico alla birra, ma anche di cedere amidi che si trasformeranno poi in zuccheri più semplici e poi in alcool ad opera dei lieviti. Non può pertanto definirsi una birra aromatizzata alla castagna, come altre birre alla frutta, ma proprio una specifica tipologia di birra. La Bastarda Rossa viene prodotta utilizzando dunque 6 diverse varietà di malto, 3 diverse tipologie di luppolo ed il 20% (del fermentabile) di castagna IGP dell’Amiata. Un ingrediente fondamentale si rivela anche l’acqua, quella dell’acquedotto del Fiora, particolarmente pura e leggera, proprio perché attraversa lunghi strati di roccia porosa di origine vulcanica.
E’ una birra ad alta fermentazione, che impiega dei lieviti di provenienza belga, rifermentata due volte, la prima in un fermentatore e la seconda in bottiglia. Questo fa sì che possa essere conservata per 12 mesi dall’imbottigliamento a temperatura ambiente (max 28°C) al riparo dalla luce. Come tutte le birre artigianali di qualità, è prodotta con le migliori materie prime e con metodi semplici ed antichi. Il prodotto finale, non pastorizzato, presenta aromi e sapori molto particolari. La rifermentazione in bottiglia porta ad una carbonatazione naturale, che non dilata lo stomaco.

La Marruca è un arbusto spinoso (Paliurus spina-christi), appartenente alla famiglia delle Rhamaceae e può crescere ad altezze che vanno da 1 a 4 metri. Cresce sui pendii aridi e in cespuglieti da 0 fino a 500 metri di altitudine ed è abbastanza diffuso in Italia. Il periodo di fioritura va da maggio a luglio. Il nome probabilmente deriva dalla “marra” utensile rusticano a punta ed affilato che veniva impiegato per tagliare l’erba. In Maremma è da sempre stato utilizzato per delimitare i recinti in cui pascolavano o vivevano gli animali, in virtù della robustezza e resistenza dell’arbusto e delle dimensioni delle spine, che riuscivano a tenere a bada anche gli animali meno docili. Nell’alta e bassa Maremma, così come alle pendici dell’Amiata ancora ci sono apicoltori artigiani che spostano le loro arnie nelle marrucheto nei periodi di fioritura, per ricavarne un miele molto particolare, dal colore ambrato, dal gusto inizialmente pungente, ma che poi rivela note dolci di caramello. La Marruca è dunque una birra aromatizzata al miele di marruca. Viene prodotta utilizzando 6 diverse varietà di malto, luppoli tedeschi ed americani. Un ingrediente fondamentale si rivela anche l’acqua, quella dell’acquedotto del Fiora, particolarmente pura e leggera, proprio perché attraversa lunghi strati di roccia porosa di origine vulcanica. E’ una birra ad alta fermentazione, che impiega dei lieviti americani, rifermentata due volte, la prima in un fermentatore e la seconda in bottiglia. Questo fa sì che possa essere conservata per 12 mesi dall’imbottigliamento a temperatura ambiente (max 28°C) al riparo dalla luce. Come tutte le birre artigianali di qualità, è prodotta con le migliori materie prime e con metodi semplici ed antichi. Il prodotto finale, non pastorizzato, presenta aromi e sapori molto particolari. La rifermentazione in bottiglia porta ad una carbonatazione naturale, che non dilata lo stomaco. Le bottiglie da 0,75 L resistenti ad elevate pressioni , sono tappate con speciali tappi a corona con una membrana (bidul) che garantisce l’assenza di contatto della birra con il materiale del tappo ed una migliore tenuta. La Marruca è prodotta tutto l’anno, compatibilmente con la disponibilità del miele di marruche, abbastanza raro.

Polska Strong. Grätzer è il nome tedesco e deriva dalla città di Grätz, nella parte occidentale della Prussia. Dopo la prima guerra mondiale la Prussia occidentale divenne Polonia, ed infatti oggi questa stessa città è conosciuta come Grodzisk, e si colloca nella provincia di Wielkopolski nella Polonia occidentale. Pertanto, questo stile di birra di grano affumicato è conosciuto come Grodziskie (Grodzisz) in polacco. La storia della birra nella Prussia occidentale è piuttosto antica e radicata. Per esempio, durante il 15 ° secolo nella città portuale di Danzica sul Mar Baltico, l’uscita della città di birra era ca. 25 milioni di litri. Infatti nel corso dell’anno 1416, erano in funzione 378 fabbriche di birra (Unger 2004:121). Il distretto Posnan di Polonia occidentale, luogo in cui si trova Grodzisz e dove è nato questo particolare stile, ha anch’esso una profonda tradizione birraria. Nel 1890 Poznań (Posen) aveva 158 fabbriche di birra, 101 delle quali producevano questo particolare stile di birra per un totale di 177.038 hl. Le altre 57 fabbriche producevano birra lager per un quantitativo di 307.800 hl. Di conseguenza, la produzione di Grätzer/Grodziskie rappresentava il 37% della produzione totale di Posnan, rispetto al 63% della produzione di lager (Zeitschrift für das gesammte Brauwesen 1894, p.23).
Solo nella città di Grodzisk (Grätz), c’erano cinque fabbriche di birra in funzione nel 1900. Qui venivano prodotti diversi stili di birra, ma ovviamente il predominante era quello della birra affumicata di grano, la Grätzer/Grodziskie. Purtroppo, nel 1994, la grande fabbrica di birra Grodziskie fu acquistata dalla rivale Leech Brewery (gruppo Heineken) ed in accordo con la sciagurata strategia della multinazionale olandese, fu chiusa, così si concluse la produzione commerciale di questo stile di birra in Polonia. La Grätzer/Grodziskie è prodotta integralmente da malto di frumento affumicato con legno di quercia. Si tratta di una birra molto beverina dove l’affumicato è in competizione con una generosa luppolatura.

Dati Aggiornati al: 25-03-2015 07:55:55

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Food & Drink

Quando: Venerdì 27-03-2015 alle 19:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Polski Kot

Indirizzo: via Massena, 19/A - Torino Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento