Warning: getimagesize(https://graph.facebook.com/522957231077500/picture?type=large): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /web/htdocs/www.wikieventi.it/home/page_site/evento.tpl on line 134
Bruce Springsteen Party in Turin - Second Edition - WikiEventi.it Torino

Tutto il resto non è vita, ma tempo. Il tempo si butta via, la vita si vive. Seneca

> Home > Eventi a Torino del 08-03-2013 > Musica e Spettacoli > Bruce Springsteen Party in Turin - Second Edition

Bruce Springsteen Party in Turin - Second Edition

Bruce Springsteen Party in Turin - Second Edition

 

 

L'associazione culturale Galleria dei Suoni e la The Spring Street Band (tributo Bruce Springsteen di Torino) presentano:

Bruce Springsteen Party in Torino - Second Edition

dopo il grande successo della prima, la seconda edizione del Party in Torino sarà ancora più entusiasmante e ricca di grandi ospiti
il programma prevede

Venerdì 8 marzo

Location: Barrito, via Tepice, 23 - Torino - ore 22.00
ingresso gratuito

Ospiti:
Paolo Ambrosioni & The Bi-Folkers
T-Street Band
Hungry Hearts
Vari Ospiti

queste tre formazioni daranno vita alla prima delle due serate nella bellissima location del Barrito, serata dedicata completamente alla parte acustica di Bruce
Springsteen

Sabato 9 marzo

Pomeriggio
Location: Libreria Legolibri - Via Maria Vittoria, 31 - Torino - ore 16.00
ingresso gratuito

Ospite: Daniele Benevenuti + Special Guest musicale

Presentazione del libro su Bruce Springsteen " All The Way Home" del favoloso
Autore Daniele Benevenuti di Trieste.
Ospite musicale a sorpresa

Sera
Location: Audiodrome - Strada Mongina, 9 - Moncalieri - ore 22.00 - ingresso 5
euro

Ospiti:
The Spring Street Band (Resident Band)
The E-ssential (da Napoli)
Room66 (Torino)
Vari Ospiti

Dopo i successi raggiunti in poco più di due anni di esistenza, passando dai vari teatri e importanti locali, alle feste di Bruce in giro per l'Italia come Trieste e per finire sul palco dei mitici Glory Days di Rimini, la Spring Street Band organizza il suo secondo Bruce Springsteen Party in Torino. Sul palco con loro una
generosa delegazione di un'altra grandisssima tribute Band, da Napoli i The E-ssential. Durante la serata, elettrica, moltissimi ospiti offriranno la loro preziosa collaborazione, una delle quali è Alessandra Turri, splendida cantante di Milano ormai torinese d'adozione ed altri che comunicheremo in questi giorni.

Per tutti i dettagli, info e prenotazioni:
www.thespringstreetband.com
www.galleriadisuoni.it
Spring Street (su facebook)
the.springstreet.band@gmail.com
347.3183161 (Renato Tammi anche su facebook)
Barrito: www.barrito.to.it - 3665913091
Legolibri: www.legolibri.it
Audiodrome: www.audiodromeclub.com - 3669526077


Già...è passato un anno e mezzo da quella prima edizione, l'inaugurazione dei Bruce Party in Torino..." Finalmente Torino" l'abbiamo chiamata e che gran successo è stato, due sere di musica, amici, partecipazione...sul palco nomi favolosi: Miami&the Groovers da Rimini, Paolo Ambrosioni, due grandi scrittori, Gianluca Morozzi e Fabio il Konte e noi della Spring Street Band, che organizziamo queste serate con tutto l'entusiasmo possibile.
poi nel 2012, Bruce che arriva in tour, così, album e tour quasi senza avvertire...e il poco tempo per organizzare il party, la paura e la caccia ai biglietti da parte di tutti i fans che ci fa venire l'idea di rimandarlo...quest'anno Bruce torna, e noi saremo tutti lì ad aspettarlo, ma non potevamo rimandare ancora: il Bruce Party in Torino, quest'anno, lo facciamo, eccome...e che Bruce Party...!

In questa seconda edizione davvero tanti Artisti che ruotano nel mondo Springsteen in Italia...

una due giorni da non perdere, assolutamente, da qualsiasi parte si arrivi...non mancate...!

Programma di Venerdì 8 marzo

ACOUSTIC NIGHT
BARRITO - Via Tepice, 23 - Torino
ore 21,30 - ingresso gratuito

Hungry Hearts

Biografia: PERCHE' LO FACCIAMO?
Prima di tutto perché più tardi è troppo tardi. Abbiamo suonato in giro nell'antichità degli ottanta e dei primi novanta, e poi ci siamo chiusi in una " cantina" a suonare bisettimanalmente con lo spirito col quale solitamente si gioca a calcetto o a brisca in cinque, dandoci per vecchi e per perennemente, e piacevolmente, dilettanti. Poi ci siamo guardati in faccia e, come per illuminazione divina, ci siamo resi conto che il treno non sarebbe ripassato più dalle nostre parti, e che se c'era ancora la possibilità di fare qualcosa per il pubblico (e per noi) era il momento di farlo. E poi lo facciamo per lui. Per il Boss. Perché è facile fare gli onesti quando non si ha successo, quando si è veri o presunti artisti " di culto" . Ma molto più difficile è essere onesti quando si ha un successo planetario paragonabile a quello di Bruce Springsteen. Insomma: lo facciamo per ammirazione e come atto d'amore. Perché ogni volta che esce un disco del Boss siamo sicuri che non ascolteremo banalità e che ci verrà regalato tanto bel materiale su cui lavorare. Perché siamo sicuri che non ce lo ritroveremo a duettare con la Pausini. Siamo sicuri che le battaglie che sposa sono quelle in cui crede. E le sue canzoni non ce le ritroveremo mai a pubblicizzare merendine o mutande. Perché dal vivo dà tutto. Sempre. Così come, nel nostro piccolo innamorato e non imitativo, cerchiamo di fare noi. E perché è il terreno comune di tutti noi del gruppo, amicissimi nella vita, compagni di bevute e mangiate oltreché di note. Fuori un millimetro dal Boss l'accordo salta: chi omaggerebbe i cantautori, chi il rock duro, chi si sposterebbe verso il jazz o il blues elettrico. Il Boss ha saputo soddisfare tutti con la sua arte e la sua onestà. E questa è già una prova che quest'omino italoamericano sa fare miracoli, e li sa fare bene. Noi non siamo imitativi, e troviamo i " gruppi clone" a dir poco patetici e imbarazzanti. Noi omaggiamo, con tutto il rispetto del vero atto d'amore. Mettendocela tutta, e ovviamente sapendo di non essere gli originali, ma di poter dare, degli originali, una lettura interessante e divertente. Ai nostri concerti la gente si diverte. E noi con la gente. Tanto basta.

T-Street Band

Nella primavera del 2009, per qualche coincidenza astrale, nella testa di alcuni ragazzi balza contemporaneamente l'idea: perché non fare un tributo al Boss? Ci sono due annunci che sbucano su Cantine intorno ad aprile. Il ritrovo che sancisce la nascita è una serata tributo proprio al Boss, il 18 aprile al Corner House di Torino: si fondono le due " sorgenti" ed il nucleo della Band è presto fatto, Joe alla voce, Dino alla batteria, Edo alle tastiere. Da lì a poco la selezione porta come chitarra principale Bruno, già compagno di precedenti avventure di Joe. Più tardi arrivano Maurizio al sax (e non solo) ed in ultimo Davide (basso) che completano lo zoccolo duro della Band. Il 2009 è un anno di costruzione dell'amalgama, del suono, della prima scaletta e di quello che sarà il repertorio... il resto della storia è da scrivere sui palchi!

Paolo Ambrosioni & the Bi-Folkers

Paolo Ambrosioni nasce artisticamente nel 1997 quando comincia ad esibirsi nei locali di Torino portando in giro un tributo acustico solitario (chitarra, voce e armonica) a Bruce Springsteen partecipando ad importanti manifestazioni come il Glory Days a Rimini e Spirit in the night a Reggello.
Dal 2003 si esibisce sia da solo che in duo/trio con altri musicisti allargando il repertorio che prevede, oltre a Springsteen, anche i Creedence Clearwater Il repertorio di cover vede presenti i classici della musica tradizionale americana: brani folk, blues, country, old time, spiritual ri-arrangiati in chiave acustica: Bruce Springsteen, Johnny Cash, Creedence Clearwater Revivall, Bob Dylan,Rolling Stones, Neil Young ed altri musicisti del panorama roots- rock americano.
Dal 2008 al 2012 è attivo come cantante e chitarrista in due formazioni di rock-blues torinese che propongono i classici del blues e del rock. Nel 2012 riprende il progetto con i Bi-Folkers con l'obiettivo di realizzare un progetto musicale inedito con canzoni proprie da affiancare in concerto ad un set di cover di classici della tradizione musicale americana.
La band propone un concerto con i classici della tradizione musicale americana ri-arrangiati in chiave acustica: rock, blues, folk,spiritual, old time.
In scaletta sono presenti canzoni di Bruce Springsteen (particolarmente i brani della Seeger Session Band), Creedence Clearwater Revival, Bob Dylan, Johnny Cash, Muddy Waters ed altri artisti del panorma roots rock.
Nella scaletta del concerto trovano posto anche alcuni brani originali della band.


Programma di Sabato 9 marzo

PRESENTAZIONE LIBRO " ALL THE WAY HOME" di Daniele Benvenuti
+ Ospite Musicale a sorpresa
LIBRERIA LEGOLIBRI, Via Maria Vittoria, 31 - Torino
ore 16 - ingresso gratuito

In concomitanza con il 'Wrecking Ball World Tour', arriva nelle librerie il primo studio approfondito relativo al particolare vincolo di sangue (derivato anche dalle origini della mamma Adele, ampiamente trattate) che lega il rocker del New Jersey ai fan tricolori con decine di esibizioni nella penisola sempre con una marcia in più. Dagli archivi e dalle esperienze sul campo del giornalista e studioso Daniele Benvenuti un'analisi (statistica, aneddotica e artistica) di 'tutti' i 40 concerti tenuti da Bruce in Italia, partendo 'non solo' dallo storico 21 giugno 1985. Scalette, cronache, curiosità e valanghe di immagini inedite sono la base di un lavoro, in realtà, molto più complesso e articolato. Adatto agli appassionati più incalliti ma anche ai neofiti. Prefazioni illustri e analisi socio-antropologiche di stampo accademico, studi 'di settore' con il supporto di quotati professionisti (la voce, il cantato, tecnica e stile alla chitarra e all'armonica, atleticità e teatralità, psicologia e visione politica), Bruce visto 'dal palco' (i pochissimi connazionali che hanno materialmente diviso il microfono 'on stage' con lui) ma osservato anche 'di fronte al palco' (i segreti degli organizzatori ma anche un'analisi degli appassionati, delle loro manie e persino del recente fenomeno 'pit'). Per la prima volta, oltre alla vastissima bibliografia italiana commentata, è stato realizzato anche un approfondito censimento di tutti i fan club, le fanzine e le mailing list (cartacee e on line), gli eventi, i tributi e gli spettacoli a tema. Ma, soprattutto, delle centinaia di artisti italiani legati più o meno esplicitamente alla musica e alla poetica di Springsteen. Perché, mai come in questo caso, è vero che... 'tutte le strade portano a casa'!


Daniele Benvenuti

Triestino, classe 1968. Laureato in Scienze politiche, è giornalista professionista con ormai cinque lustri di attività tra carta stampata, video e radio. Nel suo archivio personale prendono polvere oltre 15mila servizi pubblicati da alcune tra le principali testate e agenzie di stampa della penisola.
Studioso di 'popular music' (specializzato in blue collar rock, soul, blues e r&b), nonchè autore di una monumentale tesi in Sociologia delle comunicazioni di massa ('Sociologia della musica: Il rock e la comunicazione tra fan'), tra le sue produzioni editoriali predilige le biografie e le monografie.
Già responsabile di uffici stampa nella massime categorie sportive nazionali, è specializzato anche nella promozione di rassegne musicali ed eventi sportivi 'senza confini' ma non disdegna la gestione dell'immagine di atleti, artisti e politici. E' vicepresidente regionale dell'Unione Stampa Sportiva Italiana (Ussi).
Una casa letteralmente invasa da migliaia di vecchi vinili, musicassette, cd, stampe, locandine, foto e libri specializzati (tutto classificato con maniacale precisione...) esprime chiaramente passioni e pulsioni che si completano con circa 1.200 concerti sulle spalle in tre continenti con il motto, troppo spesso eluso causa forza maggiore, di " meno siamo e meglio è!" . Circa il 10% di queste esibizioni hanno visto protagonista un figlio del New Jersey che sembra aver fatto un patto con il diavolo, circuendo lo stesso Belzebù per non fare la fine di Robert Johnson in un polveroso crocicchio. Questo volume è il sunto di quasi trent'anni di ascolto critico, archiviazione metodica, viaggi sgangherati e una caccia spasmodica alla 'scaletta perfetta'.

ELECTRIC ROCK'N'ROLL NIGHT
AUDIODROME - Strada Mongina, 9 - Moncalieri (To)
ore 22,00 - ingresso 5 euro

Room66
Playstation ? Wii ? Nooooooo....... Only ROCK !!!!!
Così nascono i ROOM 66..... 4 ragazzi di 11 anni uniti dalla passione per la musica rigorosamente Rock.
Studenti di prima media dell'Istituto 66 Martiri di Grugliasco (da qui prende spunto il nome della band) muovono i primi passi in sala prove nell'ottobre 2012, spaziando da Iggy Pop ai Green Day passando per Bruce Springsteen.
Sono fortunatamente finiti i tempi delValzer del Moscerino e dello Zecchino d'Oro...quindi quale miglior modo di onorare il 2° Bruce Party se non cercando il nuovo " futuro del Rock and roll" ?
I ROOM 66 sono:
Roberta " Roby" Foca- voce
Riccardo " Ricky" Tondolo - chitarra
Riccardo " Bordo" Bordone - tastiera
Alessandro " Alex" Alloj - batteria

The E-ssential
Gli Essential nascono nel 2006 come una band che ripercorre le sonorità del rock classico, del blues e del folk e che ha trovato il suo punto di forza nella rivisitazione dapprima in chiave acustica e poi elettrica del repertorio di Bruce Springsteen. In un primo momento, infatti, le scelte musicali degli Essential rispecchiano il repertorio e le sonorità tipiche della Seeger Sessions Band, un sound che si è poi evoluto con l'aggiunta di strumenti elettrici e di sonorità più aggressive con le quali la band ha iniziato a ripercorrere tutta la discografia di Bruce Springsteen a partire da The Wild The Innocent & The E Street Shuffle, passando per Born To Run e Darkness On The Edge Of Town, fino ad arrivare al recente Wrecking Ball. Il gruppo è noto in molti locali napoletani e campani per fornire ogni volta delle performance dal ritmo travolgente e di altissimo livello. Il duro lavoro e la passione nel fare musica che contraddistingue la band sono stati ripagati in occasione dell'American Independence Day Party, svoltosi al Carney Park di Pozzuoli lo scorso luglio: in questa occasione infatti, gli Essential hanno suonato accanto alla Kelly Bell Blues Band da Baltimore e ai Cartel dalla Georgia, riscuotendo anche qui un ottimo successo. E' una band particolare, il cui cuore risiede nella mescolanza di musicisti professionisti e musicisti per " passione" , un mix perfetto che fa degli Essential una delle cover band più conosciute ed apprezzate nel panorama musicale campano. L'attuale formazione della band vede Raffaele Pastore lead vocalist e chitarra, Gaetano Ambrico al piano e alle tastiere, Mario Fava chitarra di accompagnamento, Mario Scognamiglio chitarra solista, Dario Maiello al basso, Marco Bifani al sax , Antonio Esposito alla batteria e Caterina Bianco al violino.

Renato Tammi & The Spring Street Band
Una TRIBUTE BAND di otto elementi nata nel 2009 ad alto impatto scenico e sonoro, una
voce che ricorda lo Springsteen degli anni '70 anche nell'aspetto fisico.
Un pianoforte ed un Hammond rendono piena giustizia all'atmosfera creata dalla mitica EStreet
Band.
Una sezione ritmica composta da basso e batteria che rappresenta il cuore pulsante del
rock del Boss.
Tre chitarre che si alternano in strepitosi " assoli" con raffinatezza e maniacale ricerca del
giusto sound.
Un sax tenore che sia per " dimensioni" sia per timbrica ricorda il Clarence Clemons degli
anni 70/80.
LA FORMAZIONE
Una voce/chitarra, due chitarre, un basso/violino, una batteria, un pianoforte, un
hammond, un sax tenore.
LO SPETTACOLO
Oltre due ore e mezza di puro rock da ballare e cantare.
Un tuffo negli albums che hanno reso celebre il mito di Bruce Springsteen.
Il genere musicale è sicuramente ad alto impatto con il pubblico e grazie all'interpretazione
che la Band riesce a dare, il divertimento è assicurato.
8 elementi tra professionisti e semi professionisti che hanno
una grande passione in comune: Bruce...!
Ci piace metterci in gioco e ricreare quanto più possibile le sonorità
e le peculiarità visive dello Springsteen
soprattutto anni 70...e i risultati stanno arrivando poichè in questi
ultimi anni abbiamo organizzato il Party di Springsteen ufficiale
a Torino, partecipato recentemente ai Glory Days di
Rimini come attrazione principale del sabato sera (4 ore di concerto,
resident band), Glory Days che è la più
importante manifestazione su Springsteen in Europa, collaborato per
una serata insieme a Jake Clemons, nipote dello scomparso Clarence,
sassofonista storico di Bruce, che adesso ha sostituito lo zio in tour
con la E-Street Band ed infine
suonato in alcuni tra i migliori teatri in Italia, Liguria,
Emilia-Romagna ad esempio e anche Trieste per una festa che ha
introdotto la serata che Springsteen ha poi tenuto l'11 di giugno allo
stadio, festa organizzata dalla stessa associazione che ha portato Bruce a
suonare lì. Insomma, qualche soddisfazione sta arrivando.

A BREVE COMUNICHEREMO LE CONVENZIONI CON GLI HOTEL PER IL PERNOTTAMENTO DEL VENERDI' E DEL SABATO NOTTE

Dati Aggiornati al: Sun 03-02-2013 20:34:55

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 21:30 dal 08-03-2013 al 10-03-2013
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Ven -

Dove: Audiodrome Live Club

Indirizzo: Strada Mongina,9 Moncalieri

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento