Il tempo manca solo a chi non ne sa approfittare. Gaspar M. de Jovellanos

> Home > Eventi a Torino del 14-02-2013 > Mostre e Cultura > MAX FERRIGNO • Art Show (Part 2 -Benvenuti al...

MAX FERRIGNO • Art Show (Part 2 -Benvenuti al Circo Massimo) a cura di Emilio Gargioni

MAX FERRIGNO • Art Show (Part 2 -Benvenuti al Circo Massimo) a cura di Emilio Gargioni

 

 

GALLERIA DAVICO, galleria Subalpina 30

Benvenuti al Circo Massimo

Non ho mai nutrito una particolare predilezione per tutto quanto viene definito popsurrealismo...probabilmente per mia incuria o mancanza di curiosità ma anche, e di questo sono certo, perché non mi sono mai sentito attratto da quel mondo, troppo legato - a mio avviso - ai cartoon cinematografici, all'oggettistica " futile" , ai simboli alchemici, ai giocattoli, alla musica punk ed ai fumetti " underground" , tutti settori lontani dal mio gusto personale di gallerista attento a mantenere la linea artistica della galleria sul filone del grottesco, del surreale e del fantastico. Forse, e non lo nascondo, mantenevo le distanze - con un po' di snobismo intellettuale - da quell'arte, battezzata " Lowbrow art" , considerata appunto " senza pretese intellettuali" , addirittura " poco colta" .....

Così è stato fino ad una tarda mattinata di due anni fa quando mi sono fermato, in Via San Francesco da Paola, a guardare le vetrine di un negozietto specializzato in oggettistica per ragazzi , il CRIM SHOP, dove avevo intenzione di acquistare qualche regalino per i miei nipoti più piccoli. Sono entrato e, sulle pareti di questo negozio lungo e stretto, erano appesi dei quadretti che raffiguravano dolci , pasticcini e merendine come personaggi " gotici" dall'occhio languido ed acquoso, decisamente intriganti, perlopiù incorniciati in stile barocco, dipinti con colori forti, quasi tutti tendenti al lilla, al viola ed alla gamma dei rossi. Ho chiesto chi fosse l'autore e mi è stato risposto: un tale Max Ferrigno. Ho pregato la gentile titolare di mettermi in contatto con l'artista e, qualche tempo dopo, si è presentato in galleria un giovanotto dallo sguardo che sprizzava energia e brillantezza, con gli occhi talmente vividi ed in contrasto con gli occhioni " opachi" dei suoi personaggi, da creare intorno a sè un alone di simpatia immediata. La sensazione è stata poi confermata dai fatti: Max era felice di essere stato contattato dalla Davico....era successa una cosa per lui inaspettata, magari era soltanto una curiosità...
Ma chi mi conosce sa che, se decido di entrare in contatto con un artista, è perchè ho già stabilito di farlo lavorare per noi. Lo snodo però era costituito dal suo essere troppo " Pop" e troppo poco grottesco/fantastico. Gli ho posto, pertanto, alcune " condizioni" , chiedendogli un salto di qualità, passando da tutto ciò che è squisitamente Pop a quanto invece deve essere più decisamente surreale. In particolare la richiesta è stata di abbandonare tutti i riferimenti concettuali e pittorici alla società di massa (con tutto il Kitsch che questo comporta), provando ad " inventare" dei personaggi nuovi, abbandonando il mondo dei pasticcini, dei vegetali, dell'inanimato e trasferendo la sua immaginazione sugli umani.
Ricordo di avergli scritto una mail che diceva: " Vorrei un Max più pittore (la tecnica ce l'ha tutta...), più inventore e con un briciolo di GROTTESCO nella creazione di personaggi che la fantasia scopre soltanto in un mondo che non è il nostro..." .
L'ho anche invitato ad usare dei colori più solari - i gialli, gli arancioni - perdendo lungo la strada quei colori troppo " dark" , troppo cupi, troppo gotici.
La risposta non si è fatta attendere: Max ha interpretato alla lettera quanto richiestogli ed ha immaginato di realizzare una collezione di opere dedicate al circo. In questa maniera ha potuto coniugare la presenza di molteplici personaggi con la bizzarria e la fantasia delle tematiche pop, inserendo una componente di " grottesco" in quasi tutte le opere. Un risultato molto vicino a quanto atteso.
I personaggi inventati per questa " Personale" sono quanto di più bizzarramente e grottescamente Pop potesse nascere dall'estro e dalla fantasia onirica di Max: provengono tutti dall'altra dimensione, vissuta dall'artista ogni momento; un suo mondo personale, colorato ed ovattato, ambiguo, misterioso, condito anche di crudeltà infantile...Sono mostriciattoli, clown arcigni e ghignanti, bestie selvatiche con occhi languidi o abbrutiti, creature metà umane e metà animali, con facce stupite, allampanate, guizzanti....che hanno preso forma dai ricordi della sua infanzia.
E tutte legate fra loro da un fil rouge costituito da colature di cioccolato gianduja che ciascuno potrà scoprire in ogni quadro, quasi un " marchio" di fabbrica, una " firma" evidente o nascosta, forse con l'obiettivo di addolcire questo viaggio " piemontese" all'insegna di un popolo di figure apparentemente crudeli, ma sostanzialmente allegre e spensierate.....
Che lo spettacolo abbia inizio!...
Emilio Gargioni


Dati Aggiornati al: Mon 04-02-2013 16:03:48

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Alle 18:00 dal 14-02-2013 al 26-03-2013
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Mar - Mer - Gio - Ven - Sab - Dom

Dove: Galleria Subalpina

Indirizzo: Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento