Il fare è il miglior modo d'imparare. Giacomo Leopardi

> Home > Eventi a Torino del 22-06-2015 > Mostre e Cultura > Segni 20x20 Reload

Segni 20x20 Reload

Segni 20x20 Reload

 

 

SEGNI 20X20 Open 2005 – 2015. Reload a dieci anni dalla nascita.

Arte democratica. Un’innovazione, una pop art tutta piemontese.

100 piccoli quadri di artisti piemontesi e non, in mostra.

A cura del cccTo centro di cultura contemporanea di Torino (ex birrificio Metzger) in collaborazione con Consiglio Regionale del Piemonte

Il cccTo circa un anno fa ricevette in donazione piu’ di mille piccoli quadri e tutto l’archivio cartaceo e digitale di quella che fu una rassegna iniziata in sordina nel 2005 ma che a anni di distanza è da considerarsi
a detta degli addetti ai lavori, la precorritrice di una nuova sensibilità, che rompendo il tabù che considerava l’arte appannaggio di pochi, la avvicinava a tutti, rompendo schemi secolari e aprendo la strada
a nuovi format come ad es. la super nota e popolare “Paratissima”. Il compito del cccTo è ora di riprendere,
analizzare e rivalutare e far conoscere questo patrimonio altrimenti destinato all’oblio.

Cos’era Segni ?

Una rassegna internazionale d’arte contemporanea dedicata alle arti visive, per opere dal formato particolare di piccolo taglio nella misura inusuale di 20 x 20 cm. Nata da un'idea di Delia Gianti (curatrice,
gallerista), Antonio Carena (artista, docente accademia belle arti di Cuneo) Carlo Giuliano (direttore Accademia Albertina di Torino) Francesco Preverino (artista e docente accademia Albertina di Torino) Paola Malato (storica dell'arte, docente primo liceo artistico di Torino) e Fulvio Colangelo (artista e pubblicitario), era rivolta a artisti pittori, fotografi, scultori, videomaker, artisti dell'arte digitale, artisti tutti senza esclusione alcuna. Lo scopo era di riunire in un unico grande contesto, giovani artisti e “firme già note”, dare visibilità alle nuove generazioni ponendo queste ultime in condizioni di dialogo con gli artisti già
affermati. Tutti insieme senza differenze, in modo partecipato, un luogo ideale dove non esistessero gradi di riconoscibilità. Tutti uguali nel formato e nelle possibilità di esprimersi secondo temi e tecniche
diversificate. Professori e allievi sullo stesso piano. Liberi senza gerarchie.La rassegna nacque dunque nel 2005 con l'obiettivo di " comunicare l'arte" – Volevo, forse un po’ velleitariamente, ma lo sentivo a pelle – dirà la Gianti - comunicare al mondo la voglia di Torino, capitale piemontese, di fare arte – e da quell’insight ne scaturì come spesso accade in zona, una provocazione in termini, “è l'inserimento di una idea artistica in uno spazio razionale a tutti comprensibile: mondo ideale l'arte, e mondo razionale lo spazio che, pari per tutti, pone una condizione di uguaglianza ed oggettività” scriverà Mastroianni, uno dei curatori della rassegna. Un momento di innovazione e rottura che apri una nuova strada “pop” – volevo portare l'arte nelle case, che fosse a portata di tutti, sia per formato che per prezzi bassi – dirà ancora Gianti. Fu anche lo spazio in cui si “sdoganò” la Street Art perché per la prima volta i muri che ospitarono i lavori di molti giovani street artist non furono quelli che costeggiavano le ferrovie o le fabbriche abbandonate ma quelle di una vera galleria d’arte. La qualità artistica dei lavori risulto subito mediamente molto elevata per un totale di oltre 250 artisti partecipanti, con oltre 500 opere per edizione (nutritissimo il gruppo degli artisti piemontesi ma altrettanto numeroso quello di chi conobbe e venne per la prima volta a Torino proprio in occasione della rassegna) per 9 edizioni, per un totale di circa 2250 artisti italiani e stranieri e piu’ di 9000 opere.

Alla Rassegna hanno aderito negli anni, a fianco degli emergenti, nomi di prestigio dell'arte contemporanea come Giorgio Auneddu Mossa, Fulvio Bortolozzo, Daniela Bozzetto, Antonio Carena, Gianni Caruso, Mauro Chessa, Daniele Gai, Vincenzo Gatti, Carlo Giuliano, Ezio Gribaudo, Rivkah Fletherington, Dario Lanzardo, Plinio Martelli, Franco Murgia, Federico Pacini, Michela Pachner, Marco Silombria, Giacomo Soffiantino, Luigi Stoisa, Francesco Tabusso, Piero Gilardi.

Tra gli emergenti partecipanti si sono poi affermati: Aghim Muka, Francesco Sisini, Pixel Pancho, Roberto ZenRAbodiga, Chikita Z, Toni China, Tamara Ferioli, Cosimo Terlizi, Francesco Levi, Roberta Fanti e tanti altri.

Tra i curatori della rassegna: Delia Gianti, Angelo Mistrangelo, Edoardo Di Mauro, Roberto Mastroianni, Francesco Poli, Edoardo Di Mauro, Angelo Mistrangelo, Paola Malato, Giorgio Auneddu Mossa, Fulvio

Colangelo, Francesca Baboni, Cinzia Tesio.

Dati Aggiornati al: 17-06-2015 10:08:07

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Alle 17:00 dal 22-06-2015 al 21-07-2015
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Lun - Mar - Mer - Gio - Ven - Sab - Dom

Dove: Birrificio Metzger Centro di Cultura Contemporanea Torino

Indirizzo: via Bogetto 4/g angolo via Pinelli dove c'è l'officina della Rover Torino

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento