...un nuovo modo di condividere gli eventi che conosciamo...

> Home > Eventi a Torino del 02-10-2015 > Mostre e Cultura > Convegno - Coscienza e guerra. 1915-2015: 100...

Convegno - Coscienza e guerra. 1915-2015: 100 anni di obiezione

Convegno - Coscienza e guerra. 1915-2015: 100 anni di obiezione

 

 

La ricorrenza dei 100 anni dall’inizio della prima guerra mondiale verrà ricordata dal Centro Sereno Regis per mettere in evidenza l’opposizione integrale a tutte le guerre.
Nel convegno dello scorso anno, “100 anni di guerra, 100 anni di pace” abbiamo ripercorso questo periodo storico attraverso l’alternativa delle lotte nonviolente.
Quest’anno ci soffermeremo sulle esperienze di obiezione di coscienza al servizio militare, come modalità radicale di resistenza alla guerra basata sull’imperativo categorico del “non uccidere”.
Mentre gran parte degli stati portavano la loro gioventù al macello nei campi di battaglia, molti giovani, soprattutto nei paesi anglosassoni, si rifiutarono di combattere per motivi religiosi, umanitari, filosofici o politici e si organizzazarono politicamente. Nel 1914 venne fondato il Movimento Internazionale della Riconciliazione (International Fellowship of Reconciliation IFOR) e successivamente, nel 1921, la War Resister's International (Internazionale dei resistenti alla guerra) con lo scopo specifico di diffondere l'obiezione di coscienza ovunque nel mondo.
Le radici profonde dell'obiezione di coscienza affondano nell’antichità, da Antigone a san Massimiliano, quando la coscienza umana è posta di fronte al dilemma se si debba ubbidienza alla legittima autorità anche quando ordina di uccidere o di commettere una ingiustizia. Le lotte condotte negli ultimi 100 anni, costate centinaia di anni di carcere, hanno portato a riconoscere l’obiezione di coscienza dalla maggior parte degli stati democratici e dalle stesse Nazioni Unite come diritto della persona umana, sebbene siano ancora molti i paesi

PROGRAMMA

Venerdì 2 ottobre
17,30
Presentazione del Convegno, Paolo Candelari
17,45
L’avv. Bruno Segre, che ha difesa molti degli obiettori di coscienza nel dopoguerra presenta il film “Non uccidere” di Claude Autant Lara
18,30
Proiezione del film “Non uccidere”
Sabato 3 ottobre
9,30
Saluti ai partecipanti
Introduzione ai temi del mattino, Paolo Candelari
9,45 – 10,30
Coscienza e legge, Federica Curzi
10,30 – 10,45
Intermezzo a cura del gruppo Antigone
10,45 – 11.15
Domande e riflessioni
11,15 – 11,45
L'obiezione di coscienza nei paesi anglosassoni durante la prima guerra mondiale, Vanessa Maher
11,45 – 12,00
Intermezzo a cura del gruppo Antigone
12,00 - 12,20
Storia dell'obiezione di coscienza in Italia, dopo il 1945, Marco Labbate
12,20 – 13,00
Testimonianze dirette su obiezione di coscienza in Italia
13,00 - 14,30
Pausa pranzo
Intermezzo a cura del gruppo Antigone
14,30-15,15
Introduzione ai temi del pomeriggio e proiezione breve video sui refusnik (soldati israeliani che rifiutano di prestare servizio nei territori occupati).
15,15 – 15,30
Intermezzo a cura del gruppo Antigone
15,30 - 17,00
Dall’obiezione di coscienza alla disubbidienza civile l’approccio nonviolento alla lotta per il cambiamento
A cura del gruppo EdAP del CSSR
17,00 - 18,00
Dibattito, proposte, conclusioni

Dati Aggiornati al: 05-09-2015 23:05:32

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Alle 17:30 dal 02-10-2015 al 03-10-2015
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Ven - Sab -

Dove: Centro Studi Sereno Regis

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento