Quelli che impiegano male il loro tempo sono i primi a lamentarsi che passi troppo in fretta. Jean de La Bruyère

> Home > Eventi a Torino del 09-02-2016 > Altro... > Inaugurazione collettiva “LOVEFEVER”...

Inaugurazione collettiva “LOVEFEVER” sexandlove da Internocortile

Inaugurazione collettiva “LOVEFEVER” sexandlove da Internocortile

 

 

Martedì 9 febbraio dalle ore 18.00
Internocortile, via Villa Glori 6,
inaugura
“LOVEfEVER” sex@love con:
Bixio Braghieri, Alfredo Cabrini, Francesco De Molfetta, Chiara Paderi, Giorgio Maggiorelli, Anna Turina
e
giovedì 4 febbraio dalle ore 19
presenta
l’evento collaterale con Francesco de Molfetta, presso LOVEVER, via San Massimo 9
Internocortile ospita per “LOVEfEVER” - sex@love - sei artisti che, con differenti tecniche espressive, ma accomunati da originalità e forza immaginifica, rappresentano momenti reali o fantastici legati al sentimento amore e alla sessualità.
La mostra, visitabile dal martedì al sabato sino all’11 marzo, porta a Torino i lavori del giovane artista Francesco De Molfetta - giovane solo da un punto di vista biografico poiché vanta un cospicuo curriculum- che colpiscono di primo acchito per l’immediata leggibilità che li contraddistingue e per l’ironia che li caratterizza. Un’ironia a volte estrema, irriverente, che fa piazza pulita di luoghi comuni e facili moralismi; con personaggi che arrivano dritti dal mondo dei fumetti e spesso dagli anni ’80, e che sembrano impassibili nel compiere le proprie azioni, ignari delle conseguenze dei loro atteggiamenti. De Molfetta gioca con le parole, sul loro significato e rappresentazione, destabilizza, ironizza sulle nostre paure e sul quel senso di precarietà, vacuità e pericolo che ora più che mai ci accompagna.
Sempre le opere di Francesco, dal 4 al 20 febbraio, sono protagoniste dell’evento collaterale presso il concept store Lovever di via San Massimo 9, in un alternarsi di ironia, sottile provocazione e riflessioni dolce-amare (inaugurazione giovedì 4 dalle ore 19).

L’ironia è elemento caratterizzante anche del lavoro di Bixio Braghieri, (Milano, 1967) che ha dato inizio alla sua attività espositiva nel 1992 e da allora ha partecipato a importanti personali e collettive sia in Italia che all’estero ( fra cui la recente Dadaumpop in India, a cura del Ministero degli Esteri e itinerante a Mumbai, New Delhi, Calcutta) e il cui lavoro originale e a volte provocatorio ha catturato l’attenzione di esperti come Martina Corgnati, Alessandro Trabucco, Alan Jones e Igor Zanti.
A “LOVEfEVER” Bixio partecipa con una serie di acquarelli che presenta così:
“Il dolce e vertiginoso abbandono
ai colori, che non hanno limiti cromatici e alle linee senza confini...
Un salto nel vuoto dal definito al suo
contrario...
Senza freni al gesto... che inconsciamente, ne svela le sue macchie
senza peccato e retromarce!
Il corpo si scioglie trasformandone
il calore in colore e viceversa...Dalla dolce morte di un ossessione
di scatti rubati, al ritrovo dei sensi più lievi...”

La fotografa e videoartist Chiara Paderi, la cui ricerca verte essenzialmente sul tema dell’identità e delle sue trasformazioni, presenta il progetto Breadcrum: una serie di stampe fotografiche su ceramica su piatti d’epoca che rappresentano tracce di momenti di vita amorosa: una metafora del processo amoroso attraverso portate delicatissime e raffinate, di cui, a fine pasto, resta nei singoli piatti un’impronta di ciò che lo ha nutrito; abbiamo così il sonno - il momento dell’innamoramento, del sogno;le briciole - tracce di una vita amorosa fatta di avanzi di pasti frugali, consumati tra le lenzuola, velocemente, con lo stomaco chiuso; il movimento - inteso come danza del corteggiamento, la rivelazione di sè all’altro, ma anche la scoperta di un nuovo sè, la vertigine amorosa;il dono - un cuore di cioccolato rotto, dove l’amato dona il cuore (di cioccolato) all’altro che, per mangiarlo, lo spacca. Breadcrumb potremmo definirla essere mangiati, essere nutrimento, rompersi per entrare nella pancia e vivere nell’altro e, viceversa, saziarsi dell’altro e sentirlo dentro la nostra pancia. Non a torto M.F.K. Fischer sosteneva che “condividere il cibo con un altro essere umano è un atto intimo che non dovrebbe essere concesso con leggerezza”.

Alfredo Cabrini, ideatore del progetto TERRARIUMART di Milano, presenta una serie di realizzazioni create appositamente in occasione di “LOVEfEVER”: per i suoi classici minimali contenitori in vetro trasparente, generalmente chiusi, dove possono essere coltivate diverse specie di piccole piante e muschi, ha creato piccoli mondi animati, scene di vita amorosa o ironici incontri sessuali. L’invenzione vera e propria del terrarium è attribuita a un fisico inglese del XIX secolo, il dottor Ward, grande appassionato di piante. Questi, quasi per caso, conducendo alcuni esperimenti, si accorse della facilità per le piccole felci di crescere e propagarsi in una bottiglia di vetro chiusa e della pochissima manutenzione e idratazione richiesta da queste piante per sopravvivere: la fantasia di Alfredo l’ha portato a inserirvi piccole miniature che diventano vere e proprie scenografie.

Anna Turina (1973) espone opere che per buona parte nascono dalla riflessione sul concetto di casa: “Ho sempre pensato alla casa come a un emblema dalla doppia valenza: garanzie e certezze da una parte, compromessi e limiti, dall’altra”. Casa è il corpo, sono gli altri, sono gli spazi e i momenti di condivisione. Casa è lo spazio della relazione, in cui adagiarsi comodamente o starne in parte dentro e in parte fuori, in bilico fra condivisione, ricerca di privacy e voglia di fuga. È anche uno spazio intimo d’attesa e riflessione nella quale crescere e far crescere il proprio rapporto con il mondo e con gli altri in un misto di paura e coraggio. Abbandonarsi all’intimità di una solitudine sacra all’ascolto e alla memoria del proprio vissuto per poi riemergere e rinnovare il desiderio di condividersi. O, al contrario, condividersi per poi inabissarsi con un nuovo bagaglio di esperienze. Anna, che ha esordito nel 1995 e dal 1998 espone in Italia e all’estero, espone per LoveFever alcune delle sue “case abitate” in ferro, suo materiale d’elezione, in bilico fra mondo onirico, suggestioni infantile e visioni.
.
Affascinata dallo spazio come luogo da vivere sperimentando, lavora prevalentemente con il ferro sfruttandone i diversi aspetti, senza tralasciare altri mezzi in rapporto ai luoghi con cui è chiamata a interagire.

Giorgio Maggiorelli (1972) inizia a dipingere da bambino, circondato dalla musica che ascoltavano i suoi genitori e immerso in un personale mondo di sogni, e il mondo dell’infanzia continua a essere tanto la sua fonte d’ispirazione quanto il suo modo di leggere la realtà.
Giorgio, che definisce la sua opera talvolta figurativa-stilizzata, talvolta astratta, mescola luoghi, colori e atmosfere, in un continuo contrasto tra finzione e realtà, quest’ultima sorretta da una simbologia composta da vari elementi: facciate delle case, percorsi delle metropolitane, campi di vari sport, oggetti d’uso comune (posate, scolapasta, coltelli) che nella loro apparente banalità, nascondono drammi e racconti di vite quotidiane e consuetudini domestiche. Una descrizione che riflette sul disequilibrio tra gioia e dolore, illusione e disincanto, l’utile e l’inevitabile.

“LOVEfEVER”- sex@love
con bixio braghieri, alfredo cabrini, francesco de molfetta, chiara paderi, giorgio maggiorelli, anna turina
a cura di Silvia Tardy
dal 9 febbraio all’11 marzo 2016, con orari: da martedì a sabato 11-13 e 15.30-19.
Inaugurazione: martedì 9 febbraio dalle ore 18.00.
Silvia Tardy/ Internocortile, Via Villa Glori 6 (zona p.zza Zara), 10133 Torino
T. 0116618841/M. 347 4167555 / silvia.tardy@gmail.com
www.internocortile.it

Evento collaterale con Francesco de Molfetta presso
LOVEVER, via San Massimo 9, Torino. Tel. 011 5613606
dal 4 al 20 febbraio 2016
Inaugurazione: giovedì 4 febbraio dalle ore 19.

Dati Aggiornati al: 31-01-2016 11:46:54

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Altro...

Quando: Martedì 09-02-2016 alle 18:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Internocortile

Indirizzo: via villa glori 6 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento