La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca (Martin Heidegger)

> Home > Eventi a Torino del 09-02-2016 > Vita Notturna > BFK Brazzo Football Klub // Si yo fuera Maradona...

BFK Brazzo Football Klub // Si yo fuera Maradona #2

BFK Brazzo Football Klub // Si yo fuera Maradona #2

 

 

Secondo incontro del ciclo SI YO FUERA MARADONA /Incontri corsari sul Calcio, sulla Rivoluzione, sulla Vita.

Presentazione del documentario BFK Brazzo Football Klub
di Enzo Gaglianó e Rocco Femia.
Musiche dei Dubioza Kolektiv

Il documentario racconta di come la Bosnia Erzegovina viva la sua prima storica partecipazione al mondiale di calcio, l'evento mediatico piú seguito al mondo, nel pieno ventennale delle guerre di Jugoslavia, raccontando la situazione del paese, ancora fortemente diviso al suo interno per via delle ferite che la guerra ha lasciato, e pescando aneddoti del mondo del calcio bosniaco e jugoslavo.

Alla serata del 9 febbraio i registi presenteranno brevi spezzoni del documentario, raccontando curiositá e retroscena sul viaggio e sull'esperienza vissuta.

Evento in colaborazione con A.S.D. Balon Mundial ONLUS in occasione del 10 anniversario di Balon Mundial

---------
Ingresso libero con tessera Arci
---------

SI YO FUERA MARADONA…
Incontri corsari sul Calcio, sulla Rivoluzione, sulla vita

La comunità delle Officine Corsare, l’associazione Balon Mondial e l’associazione Museo Nazionale del Cinema hanno ri-scoperto il “segreto di Pulcinella”: il gioco del calcio ha terribilmente a che fare con lo spirito dei tempi, con la politica, con la vita.
Nelle parole di Eduardo Galeano su Splendori e Miserie del pallone, “la storia del calcio è un triste viaggio dal piacere al dovere. A mano a mano che lo sport si è fatto industria, è andato perdendo la bellezza che nasce dall'allegria di giocare per giocare”.

Il motivo per cui intendiamo dare vita, a partire dal prossimo gennaio, ad un ciclo di incontri, dibattiti, presentazioni di libri e proiezioni, sta tutto qui: vogliamo interrogarci collettivamente su quanto di buono, al giorno d’oggi, il calcio può ancora raccontare.

Naturalmente, non è nostra intenzione far finta di non vedere le miserie: corruzione, show-business e capitali ingordi sono ormai onnipresenti nel mondo del calcio, e sarà importante discuterne. E però, quel che più ci interessa valorizzare sono gli splendori.
Uno splendore tutto torinese è il fatto che il Balon Mondial compia quest’anno i suoi primi dieci anni di vita. Il ciclo di incontri che abbiamo pensato è anche e soprattutto un omaggio (un bilancio, un rilancio) per questa straordinaria esperienza, grazie alla quale il calcio e lo sport parlano le tante lingue dei migrazioni e dei migranti, della cittadinanza e dell’integrazione, dell’uguaglianza e della dignità.

Più in generale, tenteremo di mettere a fuoco quei momenti in cui il fútbol diventa una metafora, etica ed estetica, della vita. Certe volte il calcio, giocato o anche solo vissuto da spettatrici e spettatori, torna ad essere creatività e bellezza (chi può dimenticare l’assist di Pirlo a Grosso, semifinale dei mondiali 2006?!), allegria dello stare insieme, capacità di intessere legami sociali aperti, liberati dalle passioni tristi. In altre parole, il calcio e lo sport possono essere immediatamente pratiche politiche che, in un’epoca di claustrofobia e precarietà generalizzate come quella odierna, appaiono davvero rivoluzionarie.

È questo il “segreto di Pulcinella” che interroga il cinema, la letteratura, la curiosità di singoli ed associazioni. Il calcio, più di ogni altro sport, ha una dimensione globale e collettiva.
Il calcio, il modo in cui lo concepiamo, i valori ed i simboli di cui lo carichiamo, sono una cartina di tornasole – una delle più attendibili! – tanto per capire in quali direzioni procede la nostra vita quotidiana, quanto per tentare di percorrere strade diverse e migliori. In parole povere: per cambiare improvvisamente schema, fare una giocata imprevedibile e sfuggire una volta per tutte alla marcatura asfissiante degli avversari della nostra libertà.

Del resto, sono forse queste le ragioni per cui Manu Chao cantava – consapevole delle contraddizioni dell’affermazione – che si yo fuera Maradona viviria como el.

Dati Aggiornati al: 02-02-2016 08:51:05

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Vita Notturna

Quando: Martedì 09-02-2016 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Officine Corsare

Indirizzo: Via Giorgio Pallavicino 35 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento