Niente ha bisogno d'esser modificato quanto le abitudini degli altri. Mark Twain

> Home > Eventi a Torino del 11-05-2016 > Musica e Spettacoli > Presentazione de " La rivincita di...

Presentazione de " La rivincita di Zord" con l'autore Daniele Cardetta

Presentazione de " La rivincita di Zord"  con l'autore Daniele Cardetta

 

 

ll mondo che viene descritto in " La Rivincita di Zord" , il primo libro della saga " La Città Ribelle" , catapulterà il lettore in un mondo a metà tra il reale e il fantastico, dove la violenza si intreccia con la magia in uno sfondo di tradimenti, intrighi e rivalità. La brama di potere e l'ambizione di alcuni dei personaggi si intreccia con la meschinità e l'opportunismo di altri, creando un mix che avrà come risultato quello di tenere incollato alle pagine il lettore. Ce la farà la città di Zord a ribellarsi all'Impero? E soprattutto chi uscirà vincitore dalla terribile guerra di successione scatenatesi per decidere chi indosserà la Corona imperiale? Tra sanguinose battaglie, una cruenta rivoluzione, e la presenza ingombrante di un culto misterioso, le storie di diversi personaggi si intrecceranno nel corso della narrazione, permettendo così di vivere la storia da diverse angolazioni senza perdere di vista la trama generale. Sono pochi i fantasy capaci di far convivere assieme realtà e sogno, concretezza e fiaba, in modo tale da costruire un mondo tutto sommato verosimile nella sua coerenza e nella sua cruda quotidianità. In questo caso l'autore sembra esserci riuscito.

Qui l'intervista di " Recensionelibro" a Daniele Cardetta:

Per iniziare… raccontaci qualcosa di te, qualcosa che vorresti che i nostri lettori sapessero prima di entrare in contatto con il libro che hai scritto.

Posso dire che ho sempre avuto un rapporto particolare con la scrittura. Fin da piccolo mi divertivo a leggere romanzi e l’idea di scriverne uno mi ha sempre accompagnato fin quando non sono riuscito a tramutarla in realtà. La mia formazione è prettamente letteraria, sono laureato in Storia Contemporanea, e sono fermamente convinto che la cultura possa essere un modo per migliorare la vita di tutti.

Dovendo riassumere in poche righe il senso del libro “La rivincita di Zord” cosa diresti?

Viviamo in un mondo terribile dove in tanti sognano l’idea di poter, un giorno, costruirne uno migliore. In tanti hanno favoleggiato di “rivoluzioni”, la mia idea ambiziosa è stata quella di provare a trasporre questa grande utopia all’interno del mondo fantasy. Una rivoluzione in salsa fantasy insomma, una sorta di metafora del nostro mondo, è questo il senso che ho cercato di dare alla mia opera.

Il tuo libro, primo capitolo della trilogia fantasy “La città ribelle”, mostra pregi e difetti dei personaggi che descrivi, alcuni dei quali mossi da sentimenti di rivalsa e spinti a compiere azioni brutali per la conquista del potere. Per quanto si tratti di un fantasy è ben evidente quanto di attuale ci sia nel tuo libro. Per scriverlo ti sei ispirato alla realtà che ci circonda, alla società in cui viviamo?

Ovviamente sì. Le avventure che descrivo sono sicuramente figlie del nostro mondo e ho cercato di tratteggiare dei personaggi molto verosimili, lontani dai luoghi comuni fiabeschi e del fantasy. In questo senso posso dire che la società in cui viviamo, ma anche la stessa storia umana, hanno rappresentato per me una grande fonte di ispirazione.

Cosa vorresti che il lettore riuscisse a comprendere leggendo il tuo libro?

Mi piacerebbe che i lettori familiarizzassero con il concetto stesso di “Rivoluzione”, un concetto che oggi evoca solo ricordi romantici o rimanda a paure non meglio specificate. Sarebbe molto bello se i lettori si ritrovassero in qualche modo nella lotta che scorre nelle pagine del mio libro, magari vedendo nella lotta contro le ingiustizie per un mondo migliore uno spunto per osservare la realtà che ci circonda con uno spirito critico, capendo che forse non è impossibile poterla cambiare, se davvero lo si vuole.

Quali elementi predominanti e significativi hai inserito nel primo capitolo della saga fantasy per raccontare questa storia? E quali sono i valori che possono contrastare la bramosia, i tradimenti e le violenze di cui hai parlato nel tuo romanzo?

Tra gli elementi che ho voluto inserire sicuramente la sete di potere che sa sempre contraddistingue la storia degli esseri umani. Per il potere l’uomo ha da sempre fatto qualsiasi cosa, di conseguenza ho voluto trasporre tutto questo in un mondo immaginario. Tra i valori positivi che invece ispirano i personaggi che lottano contro la violenza, la bramosia e l’ingiustizia sicuramente quello dell’amicizia, della fedeltà, dell’idealismo, valori che trovo siano diventati merce rara anche nel mondo che ci circonda.

Dati Aggiornati al: 07-05-2016 15:58:10

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Mercoledì 11-05-2016 alle 18:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: AUT. Dove i libri sono indipendenti

Indirizzo: Via Sant' Ottavio 45 Torino

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento