WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Nulla fa sospettare tanto un uomo quanto il saper poco. Francis Bacon

> Home > Eventi a Torino del 27-04-2013 > Musica e Spettacoli > IO SONO L'OPERA, senso primo, PERFORMANCE

IO SONO L'OPERA, senso primo, PERFORMANCE

IO SONO L'OPERA, senso primo,  PERFORMANCE

 

 

Io sono l'opera
senso primo, frammento performativo


ideazione e cura della regia Amalia De Bernardis
performers Alma Spina - Donatella Lessio
Claudia Giacosa- Silvia Papini-Amalia De Bernardis
produzione e organizzazione Cantiere Altrigo / Cap 10100 Torino
fotografia di scena Giulia Baciocchi
con il sostegno di Cap 10100 Torino

io vedo, io ho veduto, io vedevo, io vedrò, che tu veda, vedente,veggendo, visto
i don't see, i don't see anything, i don't see nothing else, i don't see anywhere.

Chci videt.
Ek wil om te sien.
Unë dua të shoh.
Ikusi nahi dut.
Vull veure.
Ma tahan näha.
Je veux voir.
Ich möchte sehen.

Se viene una cinetica nuova a confondere l'abitudine dell'occhio, la mappa
corporea si (s)personalizza, il volto perde sembianza riconoscibile e la specie
torna all'origine. Io-individiuo uso di me ogni senso senza lasciare la traccia
futura, senza saperne appieno l'origine e il moto, senza vedermi uomo nello
stare e nell'agire, mi so in un luogo chiamato terra e non riconosco il qui e
l'ora come un mutare costante di forma e sostanza.
Scontato mi paragono al genere vivente più vicino e
confondo la bellezza con la simbologia del mostrare e dell' offrire.
Ma se la dittatura del guardare fosse erronea? Se si potesse trasformare
nella democrazia del vedere? Se dietro al perimetro sottolineato ci fosse una
possibile nuova opera umana?

Ri-vedendo si può cogliere e coltivare il meraviglioso o l'essenziale, ri-tracciare
il confine sensibile tra la molecola della carne e quella dello spazio in cui essa
muove, ridefinire il limite della propria consistenza oltrepassando lo stato che
isola e (di)mostra e chiamare all'attenzione una ri-scoperta architettura
corporea.
Sarà allora possibile che il respiro dello sconosciuto possa muovere con il
proprio solo essere presente il gomito, il ginocchio, la palpebra di un altro da sè
in una perfetta assenza di intenzione prestabilita o di codice riconosciuto, sarà
possibile con disincanto accorgersi del camaleontico divenire sotto
un abito a fiori, sarà possibile senza alterazioni scoprirsi capaci di dire io vedo
e posso agire questa visione anche a discapito del vero.

27 aprile 2013
ore 18.00 /19.00/ 20.00/ 21.00/ 22.00
28 aprile 2013
ore 19.00/ 20.00/ 21.00/ 22.00
CAP 10100, CORSO MONCALIERI 18, TORINO


10 euro intero
7 euro ridotto (studenti, soci cap 10100, under 30, tessera musei)
l'ingresso è consentito ad un massimo di 15 persone per ogni azione
performativa

info e prenotazioni
348- 4612543 / 0115695138 o prenotazionicantiere@gmail.com


Dati Aggiornati al: Tue 09-04-2013 00:12:12

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 18:00 dal 27-04-2013 al 28-04-2013
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Cap 10100

Indirizzo: -- Turin

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento

 

ALCUNI EVENTI DI OGGI A TORINO