Godi il giorno, confidando meno che puoi nel domani. Orazio

> Home > Eventi a Torino del 29-04-2013 > Musica e Spettacoli > PelicuLatina / 4° appuntamento

PelicuLatina / 4° appuntamento

PelicuLatina / 4° appuntamento

 

 

Eccoci al 4° film di questa rassegna sul cinema latinoamericano, PelicuLatina.

Vi aspetto al Rough in via Principe Tommaso 3.
Il film inizierà alle 21.30, ma l'idea è trovarsi prima per bersi una birra in compagnia e fare due chiacchiere, venite numerosi!

_____________

El lugar sin limites
(il luogo senza confini)

Paese di produzione:
Messico

Anno:
1977

Regia:
Arturo Ripstein

Durata:
110 min

____

Acclamato ritratto di un Messico sordido, patetico, penoso. Nel bordello di una cittadina sopravvivono " Manuela" , un travestito, e " Japonesita" , una giovane prostituta figlia di Manuela dopo una " svista" con la defunta " japonesa" . Don Alejo, l'anziano capo del luogo, vuole comprare il bordello per venderlo ad un consorzio insieme al resto del paese. Il ritorno di Pancho, un giovane camionista figlioccio di Don Alejo, scatena le tensioni tra i personaggi.
---------

Film considerato uno dei dieci migliori film del cinema messicano, basato sul romanzo di cileno José Donoso, El lugar sin limite è una storia di desiderio, inseguimenti, passioni, macchiamo. All'inizio si vede una schermata nera, e si sente subito una voce fuori campo che legge l'epigrafe di Christopher Marlowe, dove Mefistofele chiede a Faust riguardo l'inferno, e quest'ultimo in modo contundente risponde: " L'inferno non conosce limiti, né è circoscritto ad un solo luogo, perché l'inferno è dove siamo e dove è l'inferno dobbiamo restare. Poi parte la melodia che fa spazio per l'arrivo di un camion rosso sgargiante guidato da Pancho che va a El Olivo, microcosmo visivo in cui la storia si svolgerà.

La Manuela è il simbolo del gay che mette in discussione il macchiamo, giè che è diffamata, attaccata, aggredita, ma esige rispetto perché " sarò puntano, ma non degenerato." Ramenda il suo abito rosso, i suoi pantaloni sono anche essi rossi, luci, mobili, abbigliamento, anche la maglietta di Pancho è rossa, questo colore è ricorrente nei momenti più tesi della storia. Secondo la psicologia dei colori, il rosso rappresenta l'impulso, la volontà, il desiderio, la forza istintiva sessuale, aumenta il battito, la pressione arteriosa, perciò l'inferno è rosso, l'inferno che vive la Manuela è interiore, la sua omosessualità repressa è alla ricerca di valvola di sfogo, intanto che l'inferno esteriore soggioga a gli altri personaggi in un universo patriarcale.

The Place Without Limits è il primo ritratto serio sul tema dell'omosessualità nel cinema messicano, il film è trasgressivo perché rivela il conflitto interno di uomo che è attratto da un effeminato, ma sarà ostacolato dalla legge imposta da un membro dell'orda di cui fa parte, che si erge ad autorità. Ripstein, nella versione cinematografica, trasmuta l'inferno di Mefistofeles facendo emergere i demoni dei personaggi che si rapportano in maniera peccaminosa.

Scontro tra desiderio-passione-repressione in uno spazio claustrofobico, riflesso di una società decadente con ambivalenze e ambiguità inquietanti, El legar sin limite è pieno di metafore, simboli, abitudini radicate di un paese soggiogato dal cacicchismo, che vive nel suo proprio inferno, già che l'inferno è sulla terra, perché l'inferno è qui.

Dati Aggiornati al: Sun 28-04-2013 09:43:21

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Lunedì 29-04-2013 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Rough

Indirizzo: via Principe Tommaso 3 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento