C'è un solo modo di dimenticare il tempo: impiegarlo. Charles Baudelaire

> Home > Eventi a Torino del 08-05-2013 > Mostre e Cultura > «La mia unica amica» di Eliana Bouchard

«La mia unica amica» di Eliana Bouchard

«La mia unica amica» di Eliana Bouchard

 

 

ELIANA BOUCHARD
presenta il suo ultimo romanzo
«La mia unica amica»
con MARGHERITA OGGERO

con la collaborazione della Libreria Borgopo', della rivista L'indice e dell'Istituto A. Avogadro

In un giorno di ottobre due bambine si trovano a condividere l'unico banco rimasto libero proprio accanto alla cattedra; ci rimarranno per nove mesi, tanto durerà la loro nascente e progressiva amicizia, segnata da provenienze sociali molto diverse. Il conflitto tra loro sempre in agguato nasconde la tenacia di un sentimento purissimo, talmente forte da resistere per un tempo molto superiore alla durata di quell'anno scolastico.
Nei dialoghi delle due amiche si condensano i temi eterni del bene e del male, dell'odio e della gelosia, dell'invidia, della conoscenza, e il rovello tagliente della verità. Vale più la verità o l'amicizia? Su questo e altri nodi si avvolge e si svolge l'intera storia, in compagnia di una natura che occhieggia dalle finestre e spinge, per entrare e infrangere le barriere del sapere.
Sullo sfondo si muovono i compagni di scuola, descritti nelle forme caricaturali così congeniali alla perfidia delle menti infantili; una maestra regna sovrana, arbitro indiscusso di una corte in eterno subbuglio.
L'anno della grande eclissi offre alla classe un'occasione, una sfida, e tutti in fila, su per la montagna, chi con un binocolo, chi con un vetrino affumicato, si inerpicano sul viottolo incerto della conoscenza.
Non lontano dall'edificio scolastico, tuttavia, saettano gli slittini di legno raspando la neve, sfidando la sorte e quindi la vita, nel punto di incontro del piacere sfrenato e del botto mortale.
L'esperienza dice che è bene non incontrarsi mai più, dopo che l'esistenza ci ha piegati in forme talvolta non più riconoscibili, eppure la scoperta di una minima traccia dell'altro può far risuonare, improvvise, le corde del cuore, e riportare alla mente le sensazioni e le immagini di passioni non spente.
Eliana Bouchard, dopo un'infanzia trascorsa a Rorà, non lontano dal confine francese, oggi vive e lavora a Roma. Con il suo primo romanzo, Louise. Canzone senza pause pubblicato da Bollati Boringhieri nel 2007, è stata finalista al premio Campiello 2008.

Dati Aggiornati al: 08-05-2013 09:47:28

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Mercoledì 08-05-2013 alle 18:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Istituto Avogadro Torino

Indirizzo: Corso San Maurizio 8 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento