Vivere bene è meglio che vivere. Aristotele

> Home > Eventi a Torino del 21-05-2013 > Mostre e Cultura > Sulla scena del diritto " IL PROFETA" ...

Sulla scena del diritto " IL PROFETA" di Jacques Audiard (2009)

Sulla scena del diritto " IL PROFETA"  di Jacques Audiard (2009)

 

 

Ottavo appuntamento:

" Il profeta" di Jacques Audiard (2009, 155')

A seguire interverranno:
Dott. Giovanni Torrente, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Giurisprudenza e membro dell'associazione Antigone
Dott.ssa Anna Greco, responsabile Area del Trattamento presso la Casa Circondariale Lorusso e Cotugno di Torino

________

Malik El Djebena è un diciannovenne francese di origine araba che conosce solo orfanotrofi e riformatori, non sa né leggere né scrivere ed è condannato a sei anni di carcere.

In prigione, per Malik, giovane fragile e senza protezioni o amicizie, la vita si presenta subito molto complicata. Il leader della mala corsa César Luciani, che spadroneggia nel carcere, lo individua come il soggetto ideale al quale far compiere il delitto di un arabo di nome Reyeb, di passaggio in quel carcere. Malik, contro la sua volontà, è addestrato dai corsi e coperto dai carcerieri corrotti per compiere un delitto che, non senza difficoltà, riuscirà a portare a termine.

Reyeb continuerà a popolare le notti (e non solo) di Malik che intanto però, senza troppi scrupoli, entra sempre più nelle grazie del boss corso Luciani che decide di servirsi del giovane per alcune missioni all'esterno del carcere. Malik ha intanto cominciato a studiare per imparare a leggere, stringendo una forte amicizia col suo insegnante Ryad. Allo stesso tempo diventa amico di Jordi " lo zingaro" , uno spacciatore che ha già una rete organizzata all'esterno ma che ha bisogno di un uomo di fiducia che gli recuperi un ingente quantitativo di droga opportunamente occultato.

Così, per volontà di Luciani che nel frattempo ha visto uscire quasi tutti i suoi compagni, Malik diventa un carcerato modello e, scontata metà della pena, può usufruire di un permesso di mezza giornata. In 12 ore il ragazzo porta a termine la delicatissima missione affidatagli dal boss corso incassando 5.000 euro, recupera la droga di Jordi e impianta con l'amico Ryad lo spaccio di stupefacenti sulla rotta Parigi-Marbella come pianificato in carcere. È la svolta.

Malik si permette addirittura di dare dei suggerimenti a Luciani per gestire il difficile rapporto con gli arabi. E nel suo secondo permesso, catapultato in aereo a Marsiglia incontra il boss arabo Brahim Lattrache soddisfacendo la richiesta di Luciani ma ancor di più intessendo per sé una rete di contatti e alleanze che assicurano il rifiorire dell'attività di spaccio che stava incontrando difficoltà. Lattrache rimane colpito positivamente dal ragazzo cui dà il soprannome di " profeta" avendo questi predetto l'attraversamento di un cervo che sarebbe poi in effetti finito contro la loro auto.

Luciani ribadisce la sua egemonia ma Malik, di fatto, è sempre più forte e audace. Nel terzo permesso il boss corso gli chiede di uccidere il suo capo Mercaggi. Ma anziché ucciderlo, il giovane intraprendente lo rapisce, innescando una guerra interna che porta i corsi all'autodistruzione e Luciani all'isolamento definitivo. Tornato in carcere Malik è ormai un leader tra gli arabi e non riconosce più il boss che l'aveva " creato" . Finita la prigionia, ad aspettarlo fuori ci sono moglie e il figlio dell'amico Ryad, malato terminale, e sullo sfondo una scorta degna di un boss conclamato.

________

Ingresso libero con tessera ARCI.

Dati Aggiornati al: 19-05-2013 14:53:00

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Martedì 21-05-2013 alle 20:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Officine Corsare

Indirizzo: via Giorgio Pallavicino 35 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento