Il tempo manca solo a chi non ne sa approfittare. Gaspar M. de Jovellanos

> Home > Eventi a Torino del 13-10-2013 > Musica e Spettacoli > Torinodanza festival 2013: LA BOULE DE NEIGE

Torinodanza festival 2013: LA BOULE DE NEIGE

Torinodanza festival 2013: LA BOULE DE NEIGE

 

 

TORINODANZA 2013
Il rischio del futuro


È difficile sentir parlare oggi di futuro, di rischio o di sogno. Eppure, cosa ci si deve aspettare da un progetto culturale?

Che mi riconcili con una certa forma di bellezza, più vicina al sole che a una cantina, che mantenga una vena malinconica, propizia al lasciarsi andare, a mollare gli ormeggi e perdersi in terre sconosciute, dalle quali non si ha più voglia di tornare, e infine che nutra il mio desiderio di seduzione, che non dovrà mai essere passivo

Thomas Erber

E così, in un festival 2013 racchiuso tra il Balletto di Marsiglia (nell'anno di Marseille capitale europea della cultura) e l'atteso spettacolo di Anne Teresa de Keersmaeker con Boris Charmatz, noi cominciamo ad aprire una finestra sul futuro, annunciando il progetto che legherà dal 2014 Torinodanza e la Biennale de la Danse de Lyon. Il rischio che ci prendiamo coincide con il sogno di far crescere il binomio tra Torino e la danza su un piano internazionale. Il festival 2014 sarà l'inizio di un percorso che non solo metterà la nostra programmazione alla prova internazionale, ma che si aprirà alla partecipazione attiva di scuole e associazioni di danza e circo del territorio. Intanto, eccoci al 2013, un anno nel quale s'incrociano tre temi. Una strana bellezza è la sezione nella quale ritroviamo lo scatenamento visionario degli artisti più interessanti, capaci appunto di inventare emozioni estetiche: e possiamo citare Emio Greco e Olivier Dubois con il Balletto di Marsiglia (13,14,15 settembre), il ritorno del Cedar Lake (21 e 21 settembre) e Karine Ponties (19 ottobre). Poi iscriviamo nel tema Il gesto musicale lo spettacolo Partita 2, di de Keersmaeker / Charmatz (6 nottobre), alla ricerca di un senso inventivo e necessario nel rapporto tra partitura musicale e coreografica. Infine, riproponiamo un tema amato dal pubblico con Il corpo magico, che rimanda a terreni contigui e affascinanti come il circo contemporaneo e la nouvelle magie (Plan B, 7,8,9 novembre , e Le soir des Monstres, 25,26 ottobre ).
Un programma articolato, nel quale troviamo anche Ambra Senatore (artista residente di Torinodanza, il 3 ottobre) e i tre appuntamenti del progetto RiC.CI, dedicato alla ricostruzione di coreografie italiane degli anni Ottanta (12,13 ottobre). Infine, ecco molte importanti collaborazioni, un risultato al quale teniamo particolarmente: con il Teatro Regio, con l'Unione Musicale, con Settembre Musica, con Torino Spiritualità, con il Circolo dei Lettori...

Gigi Cristoforetti


LA BOULE DE NEIGE


Fonderie Limone Moncalieri - Sala grande
13 ottobre 2013 | ore 19,00 [durata 60']

Progetto RIC.CI
Reconstruction Italian Contemporary Choreography anni Ottanta-Novanta
ideazione e direzione artistica Marinella Guatterini
assistente alla direzione artistica Myriam Dolce

LA BOULE DE NEIGE - 1985/2013
liberamente tratto da Les enfants terribles di Jean Cocteau
regia e coreografia Fabrizio Monteverde
produzione 1985 Spaziozero/Compagnia Baltica
produzione del riallestimento 2013 Balletto di Toscana Junior
in collaborazione con Amat - Associazione Marchigiana Attività Teatrali & Città di Urbino - Assessorato alla Cultura, Arteven Circuito Teatrale Regionale Veneto, Teatro Pubblico Pugliese
in coproduzione con Fondazione del Teatro Grande di Brescia, Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee, Fondazione Milano Teatro Scuola Paolo Grassi, Fondazione Ravenna Manifestazioni, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Torinodanza

Terza produzione del Progetto RIC.CI/Reconstruction Italian Contemporary Choreography Anni 80/90 e secondo appuntamento per Torinodanza festival, La Boule de neige è una coreografia di Fabrizio Monteverde del 1985, danzata allora dalla compagnia Baltica, e ora affidata al Balletto di Toscana Junior. Monteverde inizia la propria attività nel 1976 come attore e aiuto regista, e contemporaneamente si forma al Centro Professionale Danza Contemporanea di Roma, dove studia con Carolyn Carlson, Moses Pendleton, Daniel Lewis.

La " trama" di questo lavoro è ispirata a uno dei più testi più celebri e scabrosi di Jean Cocteau, Les enfants terribile, sorprendentemente attuale e altrettanto moderno per la descrizione dei moti e delle pulsioni dell'adolescenza. La Boule de neige è la storia di un fratello e di una sorella, Paul ed Elisabeth, del loro amore, della loro sorte. Scrive Marinella Guatterini: «Dalla Boule de neige cominciava a dipanarsi un filone della danza contemporanea italiana molto diverso dalla ricerca in termini di energia pura, espletata a esempio, nel contiguo Calore (1982) di Enzo Cosimi, o nella trasfigurazione visionaria e post-moderna di ogni possibile spunto letterario o drammatico, come nell'ironico e meta-fisico Duetto (1989) di Virgilio Sieni e Alessandro Certini.

" I ragazzi terribili" della compagnia Baltica si rispecchiavano a grandi linee, almeno per l'immaginario poetico e utopico, nei quattro protagonisti " maledetti" di Cocteau». Oggi la ricostruzione della coreografia, affidata ai danzatori della Compagnia di formazione Balletto di Toscana Junior, diretto da Cristina Bozzolini, prevede cambiamenti apportati appositamente dal coreografo.





Dati Aggiornati al: 10-09-2013 15:58:36

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Domenica 13-10-2013 alle 19:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Fonderie Teatrali Limone

Indirizzo: Via Pastrengo 88 Moncalieri

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento