Difficile non è sapere una cosa, ma sapere far uso di ciò che si sa. Han Fei

> Home > Eventi a Torino del 02-11-2013 > Mostre e Cultura > Presentazione dell'autore " Moreno...

Presentazione dell'autore " Moreno Tonioni" a cura di Tina Masoero

Presentazione dell'autore " Moreno Tonioni"  a cura di Tina Masoero

 

 

Cari amici,
vi invito a partecipare a questa serata di poesia e sorrisi, ove grazie all'affetto e alla stima di Tina Masoero saranno protagoniste le mie parole.
E' in assoluto la prima volta che mi presento in pubblico in quanto sino ad oggi sono stato restio a farlo. Vorrei in tale occasione averve accanto quanti più amici possibile, questa " mia prima volta" esonda forte dal silenzio che da sempre mi contraddistingue e mi coglie.
Saranno sorrisi e emozione di un tempo lieto... vi aspetto numerosi.

Tina Masoero e io saremmo lieti di accogliere amici, poeti e amanti della parola, il due di novembre alle ore 21, presso il circolo Arci " no.a" in corso Regina Margherita 154 a Torino.



http://morenotonioni.scrivere.info/
http://www.aphorism.it/moreno_tonioni/
http://www.lafeltrinelli.it/products/9788891003423/Never-more/Tonioni_Moreno.html

Recensione di never-more a cura di Livia De Pietro
(Critica letteraria esperta in didattica della poesia)

Leggendo " Never -More " le urla del silenzio" di Moreno Tonioni, al primo impatto si viene colpiti dall'essenzialità
delle parole, di solito patrimonio di chi possiede già una certa competenza in campo poetico.
Tale maturità espressiva, per lo più in un verseggiare libero
e sciolto, fuori dai binari del sapere codificato,
denota un'estetica trasgressiva e quindi coinvolgente.
Nella filologia interpretativa della poesia si fa ricorso, di solito, a delle correnti di pensiero che comunque si riferiscono
a due filoni.
Accantonando la poesia didascalica che riguarda i poemi,
essi sono: la poesia lirica che noi diciamo " colta" , la poesia popolare.
La poesia lirica esprime emozioni e sentimenti soggettivi con linguaggio aulico, cioè molto lontano da quello comune per cui
è una poesia pensante. Essa richiede un impegno intenso
nella scelta delle parole, nel cesellamento dei versi,
nella levigatura continua per cui è comprensibile a chi è in grado di capire tale processo.
La poesia popolare, invece, è scritta di getto, volutamente semplice per farla capire a tutti ed è la traduzione simultanea del pensiero in versi che possiamo definire " pensiero poetante."
Il discorso di valutazione di una poesia perciò, non è tanto
il contenuto, ma su come questo è espresso, sul senso vivo e forte che il poeta riesce a dare alle parole e alle immagini usate, sulla essenzialità delle tematiche trattate, la suggestione della forma usata, insomma la comprensione di una raccolta di poesia
è un lento lavoro di scavo per capire realmente l'operazione
di causa -effetto. (intuizione creativa -ragione pensante-musica dell'anima)
E' chiaro che per Moreno Tonioni , l'intuizione creativa è l'amore" radicato nel profondo che sopravvive alla precarietà della materia." Esso è la chiave di volta, la motivazione alta che dà senso alla sua vita, che fornisce nutrimento e combustibile alla sua creatività.
Si comprende, attraverso il suo tracciato poetico, che la sua anima, infastidita dalle frustrazioni quotidiane, ricerca
lo spiraglio di luce che lo guidi verso una possibilità di speranza
e la luce è rappresentata dall'amore che diventa spunto per una riflessione sul mondo, come dalla poesia a pag. 105 che induce
a riflessioni profonde attraverso uno slancio che spinge verso l'alto trascinando il lettore sul sentiero dell'interpretazione personale e della rielaborazione.
Da poeta assorto e attento, nella sua silloge non trova posto
il dato quotidiano, ormai trasceso e superato nello spessore
di un linguaggio mai locale, ma universale. Motivo ricorrente,
non a caso, è l'esistenza.
Leggere e capire il messaggio di Moreno Tonioni non è impresa da poco. Il suo essere in cammino, d'altra parte, ne impedisce
la schematizzazione, ne allontana la catalogazione, anche
se alcune poesie me lo fanno accostare alla corrente ermetica
alla cui base sta il concetto che la poesia non deve sottostare
ad esigenze stilistiche né sottostare all'esperienza del quotidiano La poesia ermetica è fatta di immagini, suoni, metafore: è anche impenetrabile, criptica, di difficile comprensione.
quando si leggono queste poesie, tutto si eclissa o tende
a rimanere nascosto, per appuntare l'attenzione sul divenire nella propria fantasia.
Quasi sempre il poeta inizia il suo cammino dialogando con
se stesso e interrogandosi sulle dinamiche esistenziali, ma poi, gradualmente arriva a riconciliarsi con l'ambiente circostante
e con gli altri, passando alla tipologia del poeta estroverso che
di solito è consequenziale e avviene quando si comincia
a dialogare con la propria ombra che sarebbe la propria sfera intima.
Dice che spesso nei poeti se s'incontra l'elemento acqua,significa dialogare con la propria anima , identificabile appunto nello specchio dell'acqua. Fluidità e movimento, non definendosi
mai in una forma chiusa, scolpita.
In questa raccolta di poesie ci sono riferimenti all'acqua:
" Avvizzita foglia trascinata dalla veemente procella"
" Flesso sulle ginocchia in riva al greto del ruscello"
" Vorrei essere l'acquerugiola primaverile..."
e quindi, se Jung dice che chi fa riferimento all'acqua, dialoga con la propria anima, bisogna dedurre che Moreno sta effettuando questo passaggio che consiste nell'evoluzione
della sua poesia, dal pensiero soggettivo a quello indirizzato.
La prima espressione quindi è il carattere introverso da cui emerge un pensiero poetico che abbraccia un orizzonte assai esteso riguardante l'esistenza in tutta la sua complessità
e nei suoi infiniti dilemmi.
Sicuramente a breve, la sua produzione, di taglio largo, abbraccerà l'ambiente, il mondo circostante, la bellezza della natura diventando anche un poeta estroverso.
La sintesi di entrambe le componenti designa il salto di qualità: il vero e proprio poeta ed è ciò che auguro davvero di cuore al mio amico Moreno.



Dati Aggiornati al: 07-10-2013 13:24:52

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Sabato 02-11-2013 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: No.à. - Nonviolenza Attiva

Indirizzo: corso Regina Margherita, 154 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento