...condividi gli eventi che conosci!...

> Home > Eventi a Torino del 03-08-2012 > Musica e Spettacoli > Era peggio che per voi

Era peggio che per voi

Era peggio che per voi

 

 

Ci sono luoghi e ci sono giornate in cui realizzare uno spettacolo assume valori, e significati, ancor più marcati. Essere a Villar Pellice, in Piazza Jervis, nell'anniversario della sua morte è sicuramente uno di questi. Jervis fu un simbolo per chi combattè in alta Val Pellice, la sua morte fu usata da esempio per tutti i suoi compagni. Dopo essere stato ucciso infatti il suo corpo, insieme a quello di alcuni compagni, fu trascinato in piazza e appeso. Oggi, quella stessa piazza, continua a ricordare quel sacrificio e le gesta di un semplice ingegnere che abbandonò le sue sicurezze per un ideale più grande. In piazza sarà la voce di Gisella Bein a raccontare, dal diario di Lucilla Jervis, le ultime ore di un condannato a morte.

Lucas Chabras, il giovanissimo Emanuele Bottazzi, un curioso soldato brasiliano in Italia, Lucilla Jervis e il suo intenso e commovente diario. Sono alcuni dei protagonisti di un racconto che si propone di far parlare i luoghi della guerra e della resistenza.
ERA PEGGIO CHE PER VOI diventa - per l'edizione 2012 di VOCI DEI LUOGHI - spettacolo mutevole e sfaccettato. Un quadro capace di mutare forma di serata in serata a partire da un canovaccio solido e forte di decine di repliche. Assemblea Teatro offrirà così a ogni piazza, meta del percorso itinerante, una serata pensata ad hoc per quel luogo.

Lo spettacolo:

In Langa, ancora oggi, viaggia tra vigne e filari la leggenda di Lulù. Un eroe solitario, un " trasformista" che amava farsi beffe di tedeschi e fascisti andandogli sin sotto il naso con travestimenti incredibili. Fu donna, parroco, spesso ufficiale tedesco. Fu la guida di un gruppo non allineato che in sella alla moto e a una macchina solcava le strade di Langa per colpire il nemico. Lulù fu amato (e molto dalle donne!) e odiato. I comandi dovettero richiamarlo perché non stava " nei ranghi" che il CLN voleva fossero rispettati. Non morì per mano tedesca, bensì sotto una raffica amica, un giorno che la bella divisa rubata a un ufficiale di Berlino non lo fece riconoscere da altri partigiani.

Resistenza fu anche prigione, e dolore. Willy Jervis, attraverso un doloroso quanto intenso diario riscritto da sua moglie Lucilla, racconta l'amore, la fede, la famiglia, l'attaccamento alla vita ma soprattutto la consapevolezza di essere un tassello di un evento, più grande al quale sacrificarsi. Resistenza fu giovinezza, quella di Emanuele, partigiano tra Bussoleno e l'alta valle di Susa,

protagonista di pagine che narrano il coraggio (e le angosce) di un ragazzo che, a soli 15 anni, scelse la fuga verso le montagne e la lotta per restare vivo.
Resistenza, infine, fu anche amore. Un contingente brasiliano, qualche centinaio di ragazzi meticci dalla pelle ambrata e le giovani italiane che di quei bellissimi ragazzi si innamorarono. Maurizio Maggiani, con la sua splendida scrittura, ricostruisce con documentazione, garbo e poeticità quest'altra parte di storia d'Italia, dimenticata.

Dar voce alla resistenza! Perché raccontare la Storia permette di mantenere vivi i suoi protagonisti.

Ingresso libero

Dati Aggiornati al: Mon 30-07-2012 20:01:21

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Venerdì 03-08-2012 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove:

Indirizzo: Piazza Willy Jervis VILLAR PELLICE - DEL PINEROLESE (TO)

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento