...libero + gratuito + utile = WikiEventi...

> Home > Eventi a Torino del 08-02-2014 > Musica e Spettacoli > La Duchessa di Chicago

La Duchessa di Chicago

La Duchessa di Chicago

 

 

Note del regista, M° Marco Prosperini.

La Duchessa di Chicago rappresenta un momento particolarmente importante per l'evoluzione dell'Operetta proprio in quel periodo che va dai primi del '900 fino agli anni '20. Sarebbe meglio, infatti, non parlare semplicemente di evoluzione, bensì di una vera e propria " trasformazione" nel momento in cui questo genere tradizionale di spettacolo diventa Musical.
Certamente un cambiamento epocale, un nuovo modo di fare musica e teatro, una nuova accattivante espressione di spettacolo, che segnerà per sempre i destini evolutivi dell'operetta nei confronti di un genere nuovo che avrà diverse sfaccettature, per gusti e tendenze culturali. Questo sostanziale cambiamento nacque dalla spinta che Kalman ricevette con il suo viaggio in America e con l'incontro/scontro di due culture: quella Europea e quella Americana. I nascenti fermenti artistici, l'amicizia e collaborazione con straordinari musicisti come Gershwin, lo spinsero a ricercare, su quelle ispirazioni, nuovi modi d'espressione e di scrittura; è certa la sua frequentazione con Gershwin visto che il grande musicista compose prorio sul pianoforte di Kalman la celebre " Rapsodia in blu" . Tutto questo è ancor più evidente analizzando il testo, infatti La Duchessa di Chicago ha un taglio chiaramente satirico sullo stile del " cabaret politico" in auge in alcuni ambienti culturalmente evoluti nella Vienna degli anni '20, che Kalman non esitò a sfruttare per prendere di mira con evidente ironia gli anni " ruggenti" Americani, ispirato dai ritmi jazz e del charleston e dall'evidente influsso musicale di Gershwin. Evidente a questo punto non forzare mai a livello registico, verso una o l'altra tendenza, senza prevaricare il modo espressivo dell'operetta con il musical e viceversa. Piuttosto ho cercato invece di calare la storia in un ambiente più adatto a mantenere costante il rapporto musica parola; ho voluto, infatti, che tutto il racconto si sviluppasse in un clima di favola all'interno di un castello di un regno immaginario (il regno di Silvaria), con i personaggi che da quel regno e da quel castello di favola scaturiscono. Non caricati, certamente, ma raccontati come in una favola dei fratelli Grimm. Invece reali, veri e presenti, solamente gli " Americani" , la Duchessa e mr. Bondy; non solo per creare il giusto necessario contrasto, ma anche per agevolare le scelte musicali dell'autore e condividerle fino in fondo.

Dati Aggiornati al: 06-02-2014 09:19:38

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Sabato 08-02-2014 alle 15:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Teatro Alfieri

Indirizzo: Piazza Solferino, 4 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento