Godi il giorno, confidando meno che puoi nel domani. Orazio

> Home > Eventi a Torino del 27-03-2014 > Musica e Spettacoli > ZIGULI' a Torino

ZIGULI' a Torino

ZIGULI' a Torino

 

 

> ZIGULI'
dal libro Zigulì di Massimiliano Verga
per gentile concessione di Arnoldo Mondadori Editore

con Francesco Colella

disegno sonoro Giuseppe D'Amato
musica originale Alessandro Linzitto
scenografia Salvo Ingala
aiuto regia Leonardo Maddalena

adattamento e regia di Francesco Lagi

Compagnia Teatrodilina

PREMIO IN-BOX 2013 e VINCITORE FESTIVAL TROIA TEATRO

> Il nostro spettacolo nasce dal libro Zigulì di Massimiliano Verga. Un diario intimo che racconta un'esperienza estrema di paternità, il rapporto denso e accidentato fra un padre e un figlio disabile. Parla della possibilità e della capacità di queste due persone di contaminarsi l'uno con l'altro. Il testo di Massimiliano Verga è un testo vivo, che non dà appigli per trame o drammaturgie articolate. È fatto di spunti e di frammenti, di cocci e di slanci emotivi, e questo ci è sembrato molto prezioso. Non ci sono manuali che possano raccontare i due personaggi che animano il libro, c'è solo un rapporto vivo tra due individui. Il padre e il figlio sono due sconosciuti che qualcuno o qualcosa ha costretto a conoscersi. Il mondo del figlio, come quello di ogni figlio, è per il padre un mondo apparentemente impenetrabile. E il mondo del padre è altrettanto indecifrabile, per il figlio.
È di questo mistero che parla Zigulì.
Il personaggio di Zigulì è un uomo smarrito che si rapporta a suo figlio e alla sua disabilità con stupore, rabbia e ironia. L'azione dello spettacolo si svolge in uno spazio domestico ma notturno, un luogo che non è più una casa ma è il campo di battaglia dove si svolge la loro lotta quotidiana. Il tempo che il padre e il figlio vivono ogni giorno, scandito da relazioni e impegni, passato tra strutture per la fisioterapia e assistenti sociali, adesso è lontano. Quello che ci interessa raccontare non è il mondo del figlio e della sua disabilità, che non ci è dato conoscere, ma quello che lui ci mostra di sé, contagiando l'esistenza di
suo padre. Gli taglia l'anima, gli fa male e gli fa paura, lo atterrisce e lo fa incazzare.
Il figlio, nel nostro spettacolo, rimane sempre invisibile, solo evocato e sempre presente come una piccola e misteriosa divinità. C'è solo il padre che parla con lui e che cerca di dare corpo alle apparizioni e ai sentimenti discontinui del testo. La sua fragilità di fronte alla disabilità del figlio. La paura e il desiderio della morte. Il bisogno intimo di sparire. La pallina dolce di una caramella e l'amaro di una lingua che lecca per terra. I legni da raccogliere e da intagliare, levarne la crosta per accarezzare le impurità, i nodi. La camicia che si sporca sempre, che prima di uscire è sempre da cambiare e che comunque sempre rimane sporca. Il lupo che il padre, prima o poi, vorrebbe incontrare. E poi le testate, le spinte, i morsi, i graffi tra gli abbracci e le esplosioni di risate. E, qualche volta, i baci.
Perché in questa storia, che è soprattutto una storia d'amore, tutto accade disordinatamente, senza nessun galateo sentimentale.

Biglietti in vendita presso CAP10100:
interi € 12.00 _ ridotti (under 25, over 65, soci Cap, professionali) €8.00

info e prenotazioni:
CAP10100, corso Moncalieri 18, Torino _ prenotazionicap10100@gmail.com o direttamente qui su FB

Dati Aggiornati al: 20-03-2014 15:06:13

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Giovedì 27-03-2014 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Cap10100

Indirizzo: Corso Moncalieri 18 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento