Tutto il resto non è vita, ma tempo. Il tempo si butta via, la vita si vive. Seneca

> Home > Eventi a Torino del 06-04-2014 > Musica e Spettacoli > INDOVINA CHI VIENE A CASA MAD? ANDREA...

INDOVINA CHI VIENE A CASA MAD? ANDREA D'AGOSTINO con MI MANGIASSERO I GRILLI

INDOVINA CHI VIENE A CASA MAD? ANDREA D'AGOSTINO  con MI MANGIASSERO I GRILLI

 

 

READING MUSICALE

Un romanzo sincopato con un linguaggio dosato. Un viaggio dall'anima della Sicilia alla campagna lombarda (e ritorno). Una scoperta tutta maschile delle macerie dei legami di sangue.
Mi mangiassero i grilli si rivela un po' diaristico, un po' block notes, un po' teatrale. Ma possiede la forza di attraversare i luoghi comuni e restituire quasi intatto il panorama della diserzione.
Ernesto Milanesi - Il Manifesto

Il romanzo risulta gradevole e spinge, ancora una volta, alla riflessione sul senso del narrare come viaggio e sull'autobiografia come occasione di scrittura, visto che l'autore in fondo parla e descrive luoghi in cui ha veramente dimorato. La scrittura chiara e accattivante, la storia frizzante e dal buon ritmo, mai pesante o noiosa, fanno di Mi mangiassero i grilli un libro scorrevole, essenziale nell'intreccio ma profondo e intenso nella dinamica e nei moti delle persone e delle cose di cui narra.
Silvestro Livolsi - girodivite.it

Romanzo esistenziale, romanzo biografico, romanzo-diario, romanzo drammatico, romanzo con una sottile vena d'ironia... Il primo libro di Andrea D'Agostino, pubblicato per Fernandel, è già una promessa: le sue sfaccettature continue, le pagine dense di emozioni diverse (si può passare dal riso alla commozione in poche righe) sono già ingredienti fondamentali per dire che c'è del talento.
criticaletteraria.blog.tiscali.it

D'Agostino, supportato da una scrittura semplice, essenziale e sempre lucida, si muove con disinvoltura attraverso piani temporali che interseca abilmente, dal presente narrato a un passato nel quale lampeggiano ricordi, spalmati su un ampio periodo, che vanno dall'infanzia, che ha il sapore di biscotti fatti di ostia e miele, all'incomprensibile e inaccettabile addio di Matilde.
Chiara Manfrinato - Corriere della Romagna

Ci si accorge, allora, che questo romanzetto d'esordio scritto con una prosa fortemente paratattica, nasconde profondità insospettate e una precisa ricerca di forme e strumenti narrativi.
Mauro Mirci - paroledisicilia.it

Un viaggio attraverso il tempo che conduce il lettore ora avanti ora indietro, come a voler richiamare altro viaggio, quello nei diversi luoghi compiuto dal protagonista della storia. Una costruzione - certo non facile - che l'autore sa proporci con convincente maestria.
Marcello D'Alessandra - Stilos

È un racconto godibile, condotto in uno stile veloce ed essenziale. Sotto l'apparente leggerezza del dettato, cova un senso cupo di disfacimento e di morte, che si condensa di volta in volta in particolari immagini e che è l'elemento più forte del libro.
Roberto Carnero - Letture

Con una tecnica che salda ogni flashback al filo conduttore principale in maniera fluida e molto brillante nello stile, D'Agostino drammatizza con toni ironici ma non riduttivi una storia di andate e ritorni.
Gianluca Mercadante - Pulp

Lo consiglio invece ai cosiddetti acquirenti non lettori, che sono la maggior parte. Lo consiglio a loro perché D'Agostino ci racconta una storia sobria e candida. Una storia da precarietà quotidiana. Una storia dell'assurdo, che in questi anni però si è trasformata in neorealismo.
Gianni Paris - Abruzzo oggi

Per il testo completo di queste recensioni e per leggerne altre vai su: mimangiasseroigrilli.splinder.com

Dati Aggiornati al: 31-03-2014 09:24:59

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Domenica 06-04-2014 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Casa Mad

Indirizzo: via Santa Chiara, 24 bis/c Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento

 

ALTRI EVENTI DI OGGI A TORINO