Quelli che impiegano male il loro tempo sono i primi a lamentarsi che passi troppo in fretta. Jean de La Bruyère

> Home > Eventi a Torino del 10-07-2014 > Mostre e Cultura > Caffè in giallo

Caffè in giallo

Caffè in giallo

 

 

Presentazione del romanzo " L'autore" di Fabio Girelli, scrittore, membro del gruppo " Torinoir"

Un libro sconvolgente: " L'Autore" .
Fin dalle prime pagine non c'è scampo per il lettore che si trova calato in una realtà inquietante e agghiacciante. Pagina dopo pagina senti il " fiume nero" dell'angoscia, della paura, crescere sempre più e ti credi al sicuro dietro una diga, costruita con i mattoncini della razionalità, che ti difende dall'ignoto. Poi inizi a sentire dei sinistri scricchiolii, tutto intorno a te vacilla, brecce sempre più profonde squarciano la diga e l'inevitabile avviene: crollano le difese, la razionalità lascia il posto al coinvolgimento totale, " il fiume nero" t'investe e non puoi far altro che precipitare con i protagonisti. A ogni pagina pensi di aver capito qualcosa dell'intricata storia per accorgerti, subito dopo, che molteplici possibilità disegnano una narrazione originale, con un susseguirsi serrato di avvenimenti incastrati alla perfezione. Mai un attimo di tranquillità, le emozioni viaggiano a mille, il mondo reale mostra la " forza del male" superando la più sfrenata fantasia.

" Io non ho mai odiato nessuno.
Nemmeno mia madre.
Tante persone normali l'avrebbero fatto, al posto mio.
Io no.
Ma io non sono una persona normale.
Io sono l'Autore."

La trama di questo thriller è ricca, ben articolata, con una solida struttura e interessanti incursioni nella psiche dei protagonisti descritti in modo pregevole. Patologia e vita si fondono, nessun confine, il male è ovunque.
Torino: Levin Alfieri, medico legale, deve eseguire un'autopsia. Sul tavolo dell'obitorio, in attesa dell'esame autoptico, c'è il cadavere di " Alberto Garlanda: il cannibale o la Iena, come l'aveva soprannominato la stampa. Era l'uomo che aveva ucciso e mangiato Marco Deodato...Era l'uomo che registrava le sue gesta con una piccola videocamera, per potersi poi rivedere comodamente in poltrona, magari dopo il lavoro."
La Iena ha sconvolto il mondo con la sua ferocia, ora giace morto davanti a Levin. La morte pone la parola fine a queste atrocità? No. Durante l'autopsia succede qualcosa che darà il via a un incubo, a una corsa contro il tempo per salvare vite umane. Ogni pagina ha vita propria, i personaggi si muovono in sincrono con la follia de " L'Autore" . Ma chi muove le fila di questa follia? Il finale vi lascerà stupiti: l'Autore si rivelerà con la platealità delle menti malate.
In questo romanzo, tra brividi e paura, si va alla scoperta dei mostri che si annidano sotto le apparenze più normali e quotidiane. Ogni pagina è una scarica di adrenalina.

" Si tende sempre a credere che il male si compia in un qualche luogo distante dal mondo. E invece non è così. E' sempre più vicino di quanto si possa immaginare."

I fratelli Alfieri, Stepan e Levin, dovranno affrontare un " evento eccezionale, un ritrovamento eccezionale" e ciò sconvolgerà l'ordine delle loro vite. Tutto in questa storia si mostra " potenzialmente" pericoloso: la realtà supera l'immaginazione, suscitando in chi legge forti emozioni, ansia, paura. L'intreccio è complesso ma fluido, il ritmo vertiginoso e avvincente, continui i colpi di scena, c'è il gusto per la violenza e la consapevolezza, nel lettore, di essere al sicuro al di là della storia. Mi sono ritrovata, quindi, emotivamente coinvolta, testimone della follia tradotta nella concretezza di frasi che designano una realtà spaventosa, una realtà che vede la tecnologia (la rete, il mondo digitale) mezzo per veicolare gli eventi. Lo scrittore esprime in modo egregio, la sofferenza, la rabbia, il male, l'angoscia. C'è un motivo dietro a tanta violenza? Con una sapiente sfasatura di piani temporali, Fabio Girelli, riesce a creare una continua tensione e tiene desta l'attenzione e la curiosità del lettore. L'uomo vestito della sua follia si sente libero di poter esprimere le proprie tensioni e si sente appagato, quasi " felice" : il rischio, l'infrazione delle leggi sociali, il dare libero sfogo ai suoi istinti, lo rendono deforme agli occhi della società ma realizzato. La Iena deve soddisfare i suoi appetiti:

" Vostra madre, quando ancora si lasciava corteggiare, mi ha riempito la testa con i suoi poeti russi e la sua bella Anna Karenina. Dice che in quel libro si può trovare ogni sentimento umano...Tutte quelle emozioni le avreste dovute provare voi, una dopo l'altra. Otto in tutto, tante quante sono le parti in cui è diviso il romanzo. E in ognuna di esse risalta una delle emozioni primarie. Le conoscete?"

Quando leggerete il libro, vi renderete conto che la storia evolve in uno schema ben definito attraverso le fasi della Gioia, il Disgusto, la Rabbia, la Tristezza, la Paura, l'Attesa, la Rassegnazione, la Sorpresa e l'Epilogo. E' questo lo schema che l'Autore impone alle sue vittime, nessuna tregua, nessun ripensamento. Riusciranno i nostri protagonisti a sottrarsi a tutto ciò o diventeranno pedine inconsapevoli di un grandioso piano del Male? Non vi resta che leggere e leggere: pagina dopo pagina, tortura dopo tortura, tutto il romanzo si trasformerà nell'attesa di " un qualcosa" che accadrà e che rivelerà chi si nasconde dietro " L'Autore" . Il finale è crudele, inaspettato.

Vorrei concludere la recensione facendo una breve riflessione. Ultimamente ho letto, con mio immenso piacere, vari thriller made in Italy. Finalmente il noir veste il tricolore e conquista un pubblico di lettori abituati a romanzi d'oltreoceano. Il Male è ovunque e mi piace " leggere italiano" .

Dati Aggiornati al: 04-07-2014 15:26:20

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Giovedì 10-07-2014 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Caffetteria Vittorio Veneto - Poirino

Indirizzo: Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto, 4 Poirino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento